Coppa Italia

VICENZA-FOGGIA

| |
Stagione: 
2017-2018
Data: 
2017-08-06
Partita: 
VICENZA-FOGGIA
Risultato: 
1-3
Reti: 
41' Mazzeo (F), 52' De Giorgio (V) su rigore, 68' Mazzeo (F), 71' Milinkovic (F)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Valentini; Bianchi, Malomo, Magri, Beruatto; Bangu (78′ Romizi), Alimi, Sbrissa (45’Salifu); De Giorgio, Giusti (69′ Giraudo), Giacomelli

A disposizione: Costa, Turi, Milesi, Barbosa, Crescenzi, Paiolo. Allenatore: Alberto COLOMBO


Formazione ospite: 

FOGGIA (4-3-3) Guarna; Gerbo, Martinelli, Coletti, Rubin; Vacca, Agazzi, Deli (76′ Calderini); Floriano (56′ Milinkovic), Chiricò (69′ Fedato), Mazzeo

A disposizone: Pelizzoli, Tarolli, Celli, Dinielli, Pertosa, Sicurella, Ramè, Beretta. Allenatore: Giovanni STROPPA

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

12′ buon Vicenza nei primi minuti di gara, nonostante lo zero sul tabellino degli tiri nello specchio, zero come le conclusioni del Foggia

22′ conclusione potente ravvicinata e da posizione leggermente defilata per Floriano, palla deviata da Valentini in volata 

23′ altro tentativo per gli ospiti, Agazzi raccoglie un retropassaggio di Floriano ma non inquadra la porta

26′ conclusione di Deli, bene ancora Valentini che respinge da posizione ravvicinata

27′ biancorossi che in attacco stanno provando più varianti, con Giacomelli e Giusti che si scambiano spesso e volentieri la posizione

29′ De Giorgio in profondità per Giacomelli che si sistema la palla ma al momento del tiro viene recuperato da Coletti che anticipa e mette la sfera in angolo 

33′ pallone di Malomo intercettato, Chiricò prova la conclusione ma trova il calcio d’angolo 

35′ cross di Floriano, l’arbitro ferma il gioco per posizione irregolare di Mazzeo

42' GOL DEL FOGGIA: passaggio profondo di Chiricò in area, da posizione defilata Mazzeo infila Valentini sul palo più distante 

SECONDO TEMPO

47′ pallone recuperato da Alimi che suggerisce per Bangu che scarta un diretto avversario, Giusti all’altezza del dischetto perde troppo tempo e conclude debolmente 

52′ GOL DEL VICENZA: fallo di Martinelli su Beruatto, l'arbitro decreta il rigore. De Giorgio dal dischetto non sbaglia e riporta il risultato in parità

58′ destro di Gerbo dai venti metri, conclusione centrale 

62′ sinistro di Chiricò che lambisce il palo alla sinistra di Valentini

67′ Mazzeo fallisce un rigore, il suo tiro impatta sulla traversa 

68' GOL DEL FOGGIA: Mazzeo questa volta non sbaglia davanti a Valentini. Sospetta la posizione del numero 19. 

71' GOL DEL FOGGIA: a segno Milinkovic 

74′ tiro centrale di De Giorgio senza esito 

 

Pagelle della partita VICENZA-FOGGIA

Valentini 7: nel primo tempo è molto bravo in almeno tre occasioni salvando la sua porta con parate determinanti. Rispetto alla gara contro la Pro Piacenza è cresciuto nella sicurezza che trasmette al reparto che stavolta però in qualche occasione non l’ha aiutato. Nulla può nei gol del Foggia. Bianchi 5,5: l’errore nel terzo gol del Foggia pesa nel giudizio generale perchè la sua ingenuità di fatto chiude la partita. Fino a quel momento la sua prova era stata buona anche se in chiusura anche lui aveva incontrato non poche difficoltà. Malomo 5.5: un passo indietro rispetto alla prova di sette giorni fa. Molto dipende dal diverso tasso tecnico degli attaccanti del Foggia e dalla loro abilità nel fraseggio, ma l’ex veneziano liscia due, tre palloni all’apparenza facili. Sbaglia nel secondo gol del Foggia, errore che pesa molto nel computo totale del match. Magri 5,5: non commette errori evidenti e determinanti, ma va in sofferenza come tutto il reparto contro un attacco di valore e forte di un’intesa maturata in vari campionati. Mette in campo forza fisica e determinazione, ma stavolta non è bastato. Beruatto 6,5: sulla fascia sinistra attacca e difende con profitto, sta bene (forse anche troppo per essere il 6 di agosto) e in campo la sua presenza è importante. Si procura con tenacia il rigore che poi De Giorgio trasforma, l’arbitro poi gliene fischia contro uno di inesistente. Sbrissa 5: il Foggia in mezzo al campo fa girare la palla come un piccolo Barcellona, e lui non riesce mai a trovare i tempi giusti per recuperare palla e ripartire. Corre molto a vuoto e con poco profitto, consegnandosi alla inevitabile sostituzione. Salifu 6: il voto è relativo ai primi venti minuti, cioè fino a quando la condizione lo sorregge. Poi paga la stanchezza e il ritardo nella preparazione atletica. Alimi 6: mostra un buon sinistro e una voglia di lottare su tutti i palloni. Si adatta bene davanti alla difesa anche se il ruolo non è suo, calando un pò come tutta la squadra nel finale di partita. Bangu 6: un motorino che sarà senza dubbio utile alla causa biancorossa. Dimostra di disporre di buone doti tecniche, e di un discreto dribbling di cui abusa un pò troppo. Deve migliorare negli inserimenti in avanti che sono il suo punto forte, ma la condizione imperfetta e il baricentro troppo basso del Vicenza nell’occasione non lo hanno aiutato. Romizi s.v.: a Bari si è sempre allenato a parte e si vede perchè è in netto ritardo di condizione. De Giorgio 6: in avanti il Vicenza manca di una punta di riferimento e lui ne risente in maniera particolare visto che quando prende palla non trova mai il compagno su cui appoggiarsi. Deve migliorare l’intesa con Bianchi nella fascia destra, ma corre finchè ha fiato e gambe. Realizza con freddezza e abilità il rigore del momentaneo 1 a 1. Giusti 5,5: da centravanti dà il massimo ma non è il suo ruolo e si vede. Colombo ad un certo punto lo sposta sulla corsia di sinistra accentrando Giacomelli e si vece con un paio di spunti interessanti, ma nel complesso non riesce ad incidere. Giraudo s.v.: Colombo lo prova come esterno alto in una fase difficile del match, e la sua presenza passa di fatto inosservata. Giacomelli 6: corre su tutto il fronte d’attacco ingaggiando con Martinelli un duello spesso anche spigoloso. Ha un paio di buoni palloni che forse poteva sfruttare meglio, ma per impegno e dedizione la sua prova è assolutamente sufficiente

 

All. Alberto COLOMBO 6,5: contro un avversario forte che gioca a memoria il Vicenza non demerita restando in partita per oltre un’ora. Al momento allena un gruppo in cui ci sono tanti giocatori che hanno una condizione deficitaria perchè sono arrivati dopo gli altri, e non ha a disposizione un attaccante di ruolo (il giovane Paiolo a parte) che sia uno. Il suo Vicenza però non dispiace, lotta e gioca pur con errori e un’intesa da plasmare, ma il lavoro alla base del mister finora è da promuovere.


Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna. Assistenti: Domenico Rocca di Vibo Valentia, Valerio Vecchi di Lamezia TermeQuarto ufficiale: Alessandro Prontera di Bologna.

Ammoniti: Alimi (Vicenza); Martinelli (Foggia) 

Spettatori: paganti 3.518 per un incasso di 18.483 euro

Angoli: 3-10, Recuperi: 0' p.t., 5' s.t.

Maglia giocatori: biancorossa con toppa FAMILA sul retro (maglia della stagione 2016-17). Maglia portiere: verde con toppa FAMILA sul retro (maglia della stagione 2016-17)

Serata fresca, temperatura ad inizio gara di circa 24 gradi, terreno di gioco in precarie condizioni.

Torneo: 
Coppa Italia

VICENZA-PRO PIACENZA

| |
Stagione: 
2017-2018
Data: 
2017-07-30
Partita: 
VICENZA-PRO PIACENZA
Risultato: 
4-1
Reti: 
22' Barba (PP), 35' e 43' Giacomelli (V), 74' Malomo (V), 89' De Giorgio (V) su rigore
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Valentini; Bianchi, Magri, Malomo, Beruatto; Bangu (72′ Giraudo), Alimi, Sbrissa; De Giorgio (89′ Barbosa), Giusti, Giacomelli (85′ Paiolo)

A disposizione: Costa, Magri, Viola, Milesi, Salifu. Allenatore: Alberto COLOMBO


Formazione ospite: 

PRO PIACENZA (4-4-2) Gori; Messina, Abbate, Belotti, Ricci; Bazzoffia (62′ Starita), Aspas (62′ Cavagna), La Vigna, Barba; Alessandro (77′ Monni), Mastroianni

A disposizione: Calandra, Cesari, Avanzini, Beduschi. Allenatore: Fulvio PEA

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

4′ dopo un lungo possesso palla del Vicenza, primo corner per il Pro che produce solo le lamentele per un tocco di mano giudicato troppo ravvicinato

6′ dall’esterno ci segnalano ancora 300 persone in coda mentre la Curva Sud è ora molto più nutrita ma silenziosa 

8′ l’incursione di Giacomelli frutta il primo corner. Il tiro dello stesso numero 10 finisce dall’altra parte del campo permettendo agli avversari di ripartire in contropiede che poi viene chiuso dalla retroguardia berica

9′ imperfetto l’intervento in due tempi di Valentini su un cross di innocuo di Bazzoffia 

I primi applausi sono per Bianchi, i primi rimproveri per Giacomelli

15′ primo tiro in porta per i biancorossi. Giocata “alla Giacomelli” con il tiro del numero 10 troppo debole e centrale

Mister Colombo si prodiga di indicazioni in particolare su Bangu, reo di non aiutare sufficientemente Beruatto che sta dimostrando di essere più propenso ad attaccare che a coprire

Primo quarto d’ora che lascia presagire il basso livello tecnico che la categoria riserverà. Poco da segnalare fino a questo momento se non qualche cross dalla destra di Bazzoffia 

18′ Giusti mette palla in mezzo, Sbrissa vince il primo contrasto ma a pochi metri da Gori il rimpallo non gli è più favorevole e l’occasione biancorossa sfuma senza nemmeno il tiro 

21′ la squadra di Pea lascia intravedere qualche trama di gioco e sfrutta gli esterni. Nell’occasione creata da Barba però Mastroianni commette fallo in area 

22′ GOL DEL PRO PIACENZA: scambio al limite, penetrazione centrale, Barba fa partire un rasoterra di destro che finisce sul lato destro di Valentini che si allunga invano

26′ contropiede fermato per posizione di fuorigioco di Mastroianni dopo il suggerimento di Alessandro. Nell’occasione dura ripresa da parte di Magri nei confronti di Beruatto che non è tornato a sufficienza 

28′ Giusti si ritrova la palla sui piedi, allarga per De Giorgio il cui traversone raggiunge Bangu dalla parte opposta. Il congolese prova a piazzarla con la palla che attraversa tutta l’area 

29′ Barba tira dopo un’azione prolungata, Valentini ancora non impeccabile 

31′ De Giorgio perde il tempo ma riesce a mettere palla in area, i biancorossi si disinteressano della sfera ma la retroguardia emiliana rischia la frittata su appoggio di testa maldestro

33′ Bianchi perde palla, Alessandro parte in accelerazione e fa partire da posizione centrale un rasoterra che Valentini non ha problemi a parare

34′ primo tiro dalla distanza. Alimi però non trova lo specchio 

Mentre la Sud -praticamente al completo- canta “Noi vogliamo gente che lotta” in campo -sponda Vicenza- si vede ancora gran poco. I biancorossi tengono molto palla al limite dell’area senza però riuscire a trovare il modo per scardinare la difesa avversaria

35′ GOL DEL VICENZA: tiro/cross di Bangu che trova la deviazione più o meno voluta da Giusti che di petto serve Giacomelli. L’esterno trova il lato opposto della rete di precisione. Non esulta ma si prende gli applausi del Menti

40′ Mastroianni perde tempo e in area piccola si fa soffiare il pallone da Bianchi. Giacomelli non sembra giocare sereno. Sugli spalti appena parte un rimprovero o un coro al suo indirizzo viene zittito dal resto dello stadio 

42′ PRO PIACENZA Messina mette palla in area, ancora una volta Bangu è in ritardo ma Mastroianni non ne approfitta e di testa spedisce palla oltre la traversa

43′ GOL DEL VICENZA: Bangu appoggia per Giacomelli che gira il match con una staffilata dal limite. Il ringraziamento del numero 10 va a tutto lo stadio 

La prima frazione si chiude -senza recupero- con il Lane in vantaggio nonostante l’iniziale gol di Barba. Giacomelli nel giro di 9 minuti porta avanti la squadra di Colombo che comunque dal punto di vista fisico sembra più indietro rispetto all’11 di Pea che corre molto di più 

SECONDO TEMPO 

51′ Malomo è il primo ammonito del match. Per lui fallo su Mastroianni

54′ sul lancio di Alimi Beruatto sceglie molto bene il tempo per anticipare l’avversario ma poi non è altrettanto tempestivo nel suggerire il pallone a Giusti

I biancorossi segnalano i primi segni evidenti della preparazione estiva. Su tutti De Giorgio, già visibilmente in difficoltà. In panchina però non ci sono grandi alternative 

57′ cross rasoterra di Giacomelli, Giusti prova a girarsi per trovare la porta ma il suo tiro viene rimpallato in angolo 

59′ gran lancio di Malomo che trova l’aggancio di Giacomelli in posizione di off-side 

61′ ammonito Aspas -rimasto a terra- colpevole di aver strattonato ripetutamente Giusti. Qualche disimpegno di troppo sbagliato da Bianchi che però poi ha il merito di tornare sempre sul pallone 

70′ cross dalla destra di Starita, Valentini -forse perché ostacolato irregolarmente- non trattiene il pallone alto

72′ forse la migliore azione di stampo biancorosso che però frutta solo un corner. Apertura per Giacomelli che mette un pallone rasoterra per Giusti che gira di prima intenzione, paratona di riflessi da parte di Gori 

74′ GOL DEL VICENZA sul tiro dalla bandierina il rimpallo finisce dalle parti di Malomo che da distanza ravvicinata con il piatto a mezza altezza batte Gori per il 3-1

89′ GOL DEL VICENZA: Giraudo è bravo a crederci, mette in difficoltà Gori che lo atterra. De Giorgio si presenta sul dischetto, il suo tiro sotto la traversa cala il poker biancorosso 

Nella prima uscita ufficiale il Vicenza liquida -più agevolmente del previsto- il Pro Piacenza meritandosi così il passaggio del turno contro il Foggia. La squadra di Colombo è ancora in costruzione con tutti i reparti che necessitano di innesti di qualità (almeno un centrale, uno che imposti il gioco e soprattutto una punta). Ovviamente da rivedere anche la forma fisica che non può certo ancora essere ottimale. Ma iniziare con una vittoria di così larga misura -e con gli applausi del proprio pubblico- non può che essere un buon punto di partenza. 

 

Pagelle della partita VICENZA-PRO PIACENZA

Valentini 6: incolpevole sul gol, ha una indecisione grave su un’uscita alta senza fortunatamente nessuna conseguenza. Nella ripresa svolge l’ordinaria amministrazione senza sbavature.Bianchi 6.5: qualche errore in fase di disimpegno a metà del secondo tempo a causa della evidente stanchezza dopo una serie di cavalcate sulla fascia destra. Mostra la solita attenzione e concentrazione, e non molla mai un pallone che sia uno. Malomo 6: non è al meglio e si vede perchè quando corre tende a zoppicare ancora leggermente. Mostra personalità e doti fisiche importanti per la categoria. Magri 6.5: magari non bello da vedere ma tosto ed efficace su tutti i palloni che vengono buttati dagli avversari nell’area biancorossa. Un combattente che ha dimostrato di poter far parte della rosa di mister Colombo. Beruatto 6.5: è arrivato solo tre giorni fa, ma è uno dei più in palla a livello fisico in quanto ha lavorato in tournee con la Juventus. Attacca sulla fascia mancina senza soluzione di continuità, e riesce anche a svolgere un buon lavoro in fase difensiva. Sbrissa 6: lotta e combatte su tutti i palloni, tanta quantità a volte a discapito della qualità. Ma non molla mai, e da quel punto di vista la prestazione è apprezzabile. Alimi 6: davanti alla difesa a volte si trova un pò a disagio, ma mostra un buon sinistro e discreta tecnica individuale. La condizione non perfetta lo penalizza, ma l’impressione è che mister Colombo punti molto su di lui. Bangu 6: all’inizio non trova la posizione e paga forse anche l’emozione dell’esordio al “Menti”. Come la squadra cresce dopo il gol dell’1 a 1, mostrando movenze e giocate di buon livello per la serie C. Giraudo 6: entra e subisce il fallo da rigore che De Giorgio trasforma per il 4 a 1 finale. De Giorgio 6: poco più di una sola settimana di allenamenti e a 34 anni gioca una partita intera dimostrando di stare bene. Qualità tecniche indiscutibili per la categoria e personalità, doti che serviranno al nuovo Vicenza. Barbosa s.v. tocca un pallone e l’arbitro fischia la fine del match. Giusti 6: non è un centravanti di ruolo e si vede, ma lui si adatta e qualcosa di buono riesce a combinare. Sfiora il 3 a 1 che arriva subito dopo sul calcio d’angolo nato da una grande parata del portiere avversario su un suo tocco a botta sicura sotto misura. Giacomelli 7: due gol e tante giocate importanti. Lotta e corre con voglia e determinazione e la gente (la maggioranza) biancorossa lo applaude. 85′ Paiolo s.v. entra a partita chiusa. Pochi minuti per mettersi in evidenza.

All. Alberto COLOMBO 7: l’inizio è tutto in salita perchè a centrocampo nessuno tiene le posizioni e le coperture sono un optional. Nel momento in cui il Vicenza si poteva sfasciare la squadra prende coraggio e minuto dopo minuto domina il match. Pur rimaneggiato è un Vicenza che piace per la sua voglia e determinazione, anche se è bene ricordare che le lacune da colmare restano e lo si deve fare quanto prima. Mancano almeno un centrocampista, e minimo due punte di peso e valore per la categoria. Il 4 a 1 non illuda ma, per come era conciato, il Vicenza si merita senza dubbio la sufficienza piena. 


Arbitro: Davide Andreini di Forlì. Assistenti: Alessandro Salvatori di Rimini, Alessandro Colinucci di CesenaQuarto ufficiale: Nicola Donda di Cormons.

Ammoniti: Malomo (Vicenza); Aspas (Pro Piacenza) 

Spettatori: paganti 2.356 per un incasso di 13.165 euro

Angoli: 5-5, Recuperi: 0' p.t., 3' s.t.

Maglia giocatori: biancorossa (maglia della stagione 2016-17). Maglia portiere: verde (maglia della stagione 2016-17)

Temperatura ad inizio gara di circa 31 gradi, terreno di gioco in buone condizioni.

Torneo: 
Coppa Italia

EMPOLI-VICENZA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2016-08-13
Partita: 
EMPOLI-VICENZA
Risultato: 
2-0
Reti: 
4' Maccarone (E) su rigore, 16' Maccarone (E)
Stadio: 
Carlo Castellani di Empoli
Formazione locale: 

EMPOLI (4-3-1-2) Pelagotti, Laurini, Cosic, Costa, Pasqual; Tello, Maiello (76′ Diousse), Buchel (62′ Croce); Saponara; Pucciarelli, Maccarone (71′ Gilardino)

A disposizione: Pugliesi, Zambelli, Bellusci, Di Marco, Bittante, Pereira, Picchi, Tchanturia. Allenatore: Giovanni Martusciello.


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3):Benussi, Pucino, Bogdan, Fontanini, Pinato; Bianchi (45′ Fabinho), Rizzo, Signori (79′ Bellomo); Di Piazza (65′ Cernigoi), Raicevic, Galano

A disposizione: Dani, Madrigali, Beduschi, Coulibaly, Giusti. Allenatore: Franco Lerda

Note: 

Fonte cronaca partita www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

4' GOL DELL'EMPOLI: calcio di rigore per un fallo su Maccarone commesso da Fontanini. Penalty calciato dallo stesso Maccarone che mette nell'angolino nonostante Benussi si tuffi dalla parte giusta 

6′ punizione dei biancorossi che dopo una deviazione di un difensore toscano esce di poco sul fondo

12′ tentativo di cross di Tello, ma l’ex cagliaritano spara la palla direttamente sul fondo. Vicenza che nonostante lo svantaggio rimane ad attendere l’avversario

16' GOL DELL'EMPOLI: azione sulla sinistra di Buchel che crossa e trova Maccarone che all'altezza del disco del rigore inzucca imparabilmente

18′ ancora Maccarone che su azione d’angolo di testa costringe Benussi alla respinta. Si arrabbia il portiere biancorosso per la libertà concessa all’attaccante

30′ mezz’ora di gioco con la difesa dell’Empoli che commette qualche leggerezza soprattutto con Cosic ma i biancorossi non riescono ad approfittarne32′ punizione calciata da Maiello, ma lo schema non si concretizza e la palla termina sul fondo

34′ conclusione di Galano dalla distanza su pallone perso da Buchel, il biancorosso chiama Pelagotti alla difficile risposto

36′ scontro tra Benussi e Maccarone, lanciato in profondità da Saponara, con il portiere che in uscita ha la peggio e la palla dell’attaccante empolese che esce sul fondo. Per l’arbitro non c’è nulla ma Benussi rimane a terra poi fortunatamente si riprende

39′ Benussi butta volontariamente la palla in fallo laterale perché soffre dopo lo scontro con Maccarone. Il portiere dopo l’intervento medico riprende la gara, ma non sembra essere in condizioni ideali

44' sul secondo angolo della gara per i toscani battuto da Pasqual, Costa di testa mette in rete ma c’è il fischio di Irrati che ferma tutto per un fallo del difensore empolese

Ddopo un minuto di recupero si chiude la prima frazione con i toscani avanti di due reti grazie alla doppietta di Maccarone. Vicenza in evidente difficoltà contro la formazione di categoria superiore, che è riuscita con il solo tentativo di Galano a farsi viva dalle parti di Pelagotti. Vediamo se nella ripresa i biancorossi riusciranno ad imbastire una reazione al doppio svantaggio 

SECONDO TEMPO

50′ cross pericoloso messo in mezzo da Maccarone, blocca in due tempi Benussi 

51′ timido tentativo in avanti di Pinato con un cross che Pasqual controlla dando di testa a Pelagotti 

55′ palla pericolosa messa in area da Galano su punizione ma ferma tutto Irrati per un fallo su Costa 

57′ doppia risposta di Benussi prima su Maccarone poi su Saponara il cui tentativo sulla ribattuta del portiere viene respinto in angolo dallo stesso Benussi

60′ tentativo di Buchel dalla lunga distanza dopo una splendida giocata si Saponara, la palla si perde sul fondo lontano dai pali di Benussi

66′ ancora Benussi protagonista nel respingere una occasione costruita da Saponara

69′ Saponara sta facendo il bello e il cattivo tempo in campo. Questa volta il suo diagonale esce sul fondo di un niente

73′ toscani vicini al tris con Croce che fa partire una botta a cui Benussi si oppone. Il portiere biancorosso sta contenendo lo svantaggio in termini accettabili 

87′ non succede più molto in questi ultimi minuti. Empoli in pieno controllo della gara, Vicenza che pare incapace di costruire qualsiasi tipo di pericolo per la formazione toscana 

90′+3′ termina qui la partita tra Empoli e Vicenza con la netta vittoria dei padroni di casa anche oltre ai due gol di scarto. L’Empoli prosegue la sua marcia e incontrerà il Cesena, per i biancorossi una gara che si è di fatto chiusa dopo un quarto d’ora di gioco e che è servita soprattutto a mettere nelle gambe di alcuni giocatori, indietro nella condizone, preziosi minuti di gioco in vista della prima gara di campionato 

 

Arbitro: Massimiliano Irrati di Pistoia. Assistenti: Marco Barbirati di Ferrara, Stefano Liberti di PisaQuarto ufficiale: Daniele Martinelli di Roma 2.

Spettatori: 1.386 per un incasso di 7.311,40 euro.

Angoli: 4 - 3

Recuperi: 1p.t., 3' s.t.

Maglia giocatori: giocatori: biancorossa. Maglia portiere: verde.

Maglie con toppa Coppa Italia TIM, con nomi e numero, con sponsor NORDOR sul petto ma senza toppa RISPETTO, senza toppa CELEBRATIVA COPPA ITALIA e senza sponsor supplementare sul retro.  

Serata calda, temperatura di circa 28 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Coppa Italia

VICENZA-CASERTANA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2016-08-07
Partita: 
VICENZA-CASERTANA
Risultato: 
4-2
Reti: 
16' Raicevic (V), 34' Di Piazza (V), 38' Lorenzini (C) autorete, 54' Giorno (C) rigore, 67' Lorenzini (C), 94' Galano (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-4-2) Benussi, Pucino (84′ Fontanini), Beduschi, Bogdan, Pinato; Di Piazza (82′ Cernigoi), Rizzo, Signori (75′ Bianchi), Siega; Galano, Raicevic

A disposizione: Dani, Bellomo, Coulibaly, Giusti. Allenatore: Franco Lerda


Formazione ospite: 

CASERTANA (3-4-3) Anacoura, D’Alterio (76′ Kuseta), Lorenzini, Potenza; Finizio, De Marco (62′ Matute), Rajcic, Pezzella; Giorno, Corado, De Filippo (65′ Taurino)

A disposizione: Fontanelli, Ramos, Bernandes, Gala, Carriero, Moretta, Carriero, Colli, Dell’Anno. Allenatore: Andrea Tedesco

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

4' Siega mette un bel traversone al centro, Di Piazza non arriva alla deviazione 

12′ Raicevic ruba palla a Potenza al limite dell’area, ma Anacoura è bravo ad anticipare un possibile tocco dell’attaccante 

16′ GOL DEL VICENZA: Raicevic prende palla sulla trequarti e da posizione leggermente defilata sulla destra fa partire un tiro violento che sorprende Anacoura 

21′ Di Piazza coglie la ribattuta di una punizione, la sua conclusione si spegne sopra la traversa 

24′ scambio Raicevic-Di Piazza, quest’ultimo serve al centro il montenegrino che per poco non riesce ad arrivare sulla palla

34′ GOL DEL VICENZA: Di Piazza raccoglie il pallone di Signori davanti alla porta dopo un’azione insistita, Anacoura nulla può  

39′ GOL DEL VICENZA: autogol di Lorenzini che devia in porta un cross di Pucino

Per il Vicenza in casacca biancazzurra la prima frazione di gioco si è conclusa con un largo vantaggio grazie agli spunti di Raicevic e Di Piazza e l’autogol di Lorenzini che devia nella propria porta un cross di Pucino. Il terzino giunto dal Chievo si è reso protagonista di una buona prova, mettendo la Casertana in difficoltà sulla fascia destra.

SECONDO TEMPO

54′ GOL DELLA CASERTANA: Corado atterrato in area, l’arbitro assegna il rigore: Giorno non sbaglia e accorcia le distanze

67′ GOL DELLA CASERTANA: Giorno trova bene in area Lorenzini, la conclusione del giocatore della Casertana si insacca alle spalle di Benussi

69′ Galano in area ci prova, conclusione ribattuta su Di Piazza il cui tiro si spegne di poco a lato

85' Bianchi servito in area prova a concludere, ne esce un tiro morbido che si spegne sopra la traversa

87′ Cernigoi scambia con Galano, l’attaccante scuola Milan si libera di un difensore e cade in area, l’arbitro lascia proseguire

94′ GOL DEL VICENZA: dal limite Galano prova la conclusione a giro, il numero 11 del Vicenza mette la palla sotto l’incrocio dei pali  

 

Arbitro: Marco Mainardi di Bergamo. Assistenti: Daniele Bindoni di Venezia, Paolo Formato di BeneventoQuarto ufficiale: Alessandro Prontera di Bologna.

Espulso: al 92' Siega (Vicenza) per somma di ammonizioni.

Ammoniti: Galano, Beduschi (Vicenza); Potenza, Giorno (Casertana). 

Spettatori: 1.736 per un incasso di 16.811 euro.

Angoli: 2 - 4

Recuperi: 3p.t., 4' s.t.

Maglia giocatori: giocatori: biancoazzurra. Maglia portiere: verde.

Maglie con toppa Coppa Italia TIM solo con numeri sul retro, con sponsor NORDOR sul petto. Senza nomi, senza toppa RISPETTO, senza toppa CELEBRATIVA COPPA ITALIA e senza sponsor supplementare sul retro.   

Giornata calda, temperatura di circa 30 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Coppa Italia

CARPI-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-12-03
Partita: 
CARPI-VICENZA
Risultato: 
2-1
Reti: 
47′ Matos (C), 60′ Borriello (C) su rigore, 74′ Gatto (V)
Stadio: 
Alberto Braglia di Modena
Formazione locale: 

CARPI (4-4-1-1) Brkic; Wallace (46' Cofie), Letizia, Gagliolo, Gabriel Silva; Martinho (69′ Pasciuti), Gino, Marrone, Lazzari; Matos, Borriell0 (64′ Lasagna)

A disposizione: Belec, Zaccardo, Wilczek, Spolli, Lollo. Allenatore: Fabrizio Castori


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Marcone; Bianchi, Rinaudo, Sampirisi. El Hasni; Gagliardini (64′ D’Elia), Modic, Urso; Sbrissa (71′ Gatto), Raicevic, Pettinari (77′ Giacomelli)

A disposizione: Vigorito, Belogravic, Sgarbi, Bertaso, Gora, Cecconello. Allenatore: Pasquale Marino

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

3′ tentativo di Gabriel Silva con un sinistro dalla distanza che non trova lo specchio della porta

10′ conclusione dal limite dell’ area dell’ uruguaiano Gino che termina di qualche metro sul fondo

15′ ancora un tiro dalla lunga fistanza del Carpi con Marrone che in seguito ad una deviazione trova il corner

17′ sul secondo angolo per gli emiliani Marrone prova una deviazione acrobatica di tacco che finisce alta sopra la traversa

24′ su punizione dal versante sinistro dell’area di rigore biancorossa, Matos tocca di testa senza riuscire però ad indirizzare il pallone verso la porta di Marcone

27′ Borriello si libera all’altezza dei quindici metri ma poi la sua conclusione di sinistro termina alle stelle

35′ punizione da posizione pericolosa messa in area da Lazzari ma la difesa del Vicenza respinge

40′ angolo battuto sul secondo palo dove Gagliolo tutto solo liscia clamorosamente il sinistro al volo

43′ palla in profondità con Marcone bravo ad anticipare in uscita bassa Lazzari

45′+2′ finisce il primo tempo con il risultato a reti bianche. Per quanto si è potuto vedere il Carpi ha mantenuto costantemente l’iniziativa senza però produrre occasioni di grande rilievo. Nel finale emiliani in dieci per qualche minuto per un infortunio muscolare occorso a Wallace che presumibilmente nel secondo tempo sarà sostituito. Nel Vicenza era attesa con curiosità la prova del giovane primavera Bianchi che non ha sfigurato cercando spesso di proporsi anche in fase offensiva a sostegno dell’azione sulla destra 

SECONDO TEMPO

1′ azione condotta da Pettinari con tiro finale di Urso che sfila sul fondo molto distante dai pali 

2' GOL DEL CARPI: sugli sviluppi del quarto angolo il cross in area trova pronto al colpo di testa sottomisura Matos che batte imparabilmente Marcone

6′ ci prova ancora Lazzari su punizione ma Marcone non si fa sorprendere e blocca in presa 

15' GOL DEL CARPI: rigore per il Carpi per fallo di Sampirisi su Borriello lanciato verso la porta di Marcone. Dal dischetto lo stesso Borriello spiazza l'estremo berico

28 GOL DEL VICENZA: rigore per un fallo di Marrone che nel tentativo di rinviare in area di rigore colpisce in maniera scomposta con la mano. Dal dischetto il neoentrato Gatto: Brkic respinge ma sulla ribattuta lo stesso biancorosso mette dentro di testa

34′ pallone perso da Giacomelli con Letizia che entra in area e mette un pallone in mezzo su cui è provvidenziale Rinaudo a mettere in angolo

40′ su azione d’angolo Marrone è libero di calciare in area ma colpisce con la tibia e manda alto

44′ colpo di tacco al volo di Lazzari che libera Lasagna in profondità. L’attaccante calcia verso la porta di Marcone che deve distendersi in tuffo per deviare in angolo

45′+4′ fischio finale per Manganiello che sancisce la fine del’avventura dei biancorossi in Coppa Italia. Va avanti il Carpi che ora incontrerà la Fiorentina negli  ottavi di finale

 

Pagelle della partita "CARPI-VICENZA"

Marcone 6: inizialmente deve gestire più la nebbia rispetto ai tiri del Carpi. Sul rigore di Borriello non replica quanto fatto all’esordio in biancorosso contro il Cosenza ma è attento su Matos e Lasagna. Bianchi 6,5: al debutto in prima squadra avrebbe potuto limitarsi al compitino. Invece il classe ’96 oltre a coprire cerca spesso di proporsi in fase offensiva. Una buona speranza per il futuro. Rinaudo 6: non trasuda sicurezza ma specie nella ripresa è autore di qualche chiusura provvidenziale su Borriello e Letizia. Sampirisi 5,5: con la fascia di capitano dirige la retroguardia fino all’espulsione (inevitabile causa gran giocata di Lazzari e Borriello) che mette in salita la strada dei compagni. El Hasni 5,5: dirottato a sinistra perde spesso il duello con Matos come in occasione del gol. Nella ripresa qualche fraseggio difettoso di troppo. Gagliardini 6: torna titolare dopo un mese e la sua partita termina all’ora di gioco senza acuti. D’Elia 6: costretto a coprire più che a spingere. C’è troppo poco tempo per riformare la catena con Giacomelli ma riesce comunque a trovare il cross che permette il rigore del 2-1. Modic 6: ammonito dopo appena 7′ viene spesso imbrigliato dal pressing del Carpi senza mettersi in luce con le giocate di cui è capace. Urso 6: contrariamente al curriculum pare più a suo agio con i gradi di direttore d’orchestra. Viene limitato dalla mediana della squadra di Castori. Sbrissa 6: in una posizione non sua cerca di dialogare con Gagliardini e Bianchi senza fortuna. Gatto 6,5: garantisce più spinta. Torna al gol dal dischetto dopo Pescara e Avellino ma la prima esecuzione non è certo ottimale. Bravo a correggere schiacciando il pallone di testa neutralizzando l’intervento di Brkic. Raicevic 6: la “vacanza” forzata non ne snatura le qualità. Lavora per la squadra e con la squadra ma Letizia -migliore in campo dei suoi- si dimostra un osso duro. Pettinari 5,5: torna esterno con qualche fiammata senza però trovare mai la porta. Giacomelli s.v.: entra a giochi fatti senza incidere.

Pasquale Marino 6: i fatti sconfessano le dichiarazioni: la priorità è il campionato ed ha pienamente ragione. Bisogna però lavorare sulle palle inattive: dopo Terni anche contro il Carpi ogni tiro dalla bandierina equivaleva a un pericolo sicuro.


Arbitro: Gianluca Manganiello di Pinerolo. Assistenti: Omar Gava di Conegliano, Alfonso D'Apice di Parma. Quarto ufficiale: Leonardo Baracani di Firenze.

Espulso: al 73' Sampirisi (Vicenza) per fallo su chiara azione da gol.

Ammoniti: Modic (Vicenza).

Spettatori: circa un migliaio.

Angoli: 7 - 3

Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Maglia con toppa "TIM CUP": giocatori: blu con bande orizzonatali biancorosse; portiere: verde.

Nebbia densa per tutti i 90 minuti. Prima della gara sopralluogo di arbitro e capitani per verificare la visibilità da porta a porta. Gara iniziata con 10 minuti di ritardo.

Torneo: 
Coppa Italia

EMPOLI-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-08-15
Partita: 
EMPOLI-VICENZA
Risultato: 
0-1
Reti: 
53' Gatto (V)
Stadio: 
Carlo Castellani di Empoli
Formazione locale: 

EMPOLI (4-3-1-2) Skorupski; Martinelli (73′ Bittante), Tonelli, Barba, Rui; Croce (85′ Krunic), Dioussè, Zielinski; Saponara; Maccarone (66′ Mchedlidze), Pucciarelli.

A disposizione: Pugliesi, Pelagotti, Zambelli, Costa, Camporese, Ronaldo, Brillante, Piu. Allenatore: Marco GIAMPAOLO

Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Sampirisi, Brighenti, Mantovani, D’Elia; Gagliardini (78′ Sbrissa), Urso, Cinelli; Vita, Gatto (74′ Raicevic), Giacomelli (90′ Pinato).

A disposizione: Marcone, Kerezovic, Camisa, El Hasni, Modic, Pettinari. Allenatore: Pasquale MARINO

Note: 

Fonte cronaca partita www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

3′ non si concretizza il contropiede biancorosso a causa di un Giacomelli che non trova i compagni

4′ Mario Rui spinge sulla corsia mancina ma al momento di servire Saponara non trova il passaggio giusto

6′ sagra dell’errore al limite dell’area: Brighenti si fa rubare palla da Croce, Saponara che poteva servire banalmente Maccarone non ha maggiore fortuna

11′ Pucciarelli serve in rovesciata Saponara che apre per l’accorrente Zielinski il cui destro finisce di poco alla destra di Vigorito

14′ Brighenti da dimenticare: già tre macroscopici errori. Nell’occasione ne approfitta Saponara non trovando lo specchio della porta. Dopo un soccorso al direttore di gara da parte dello staff sanitario dell’Empoli si può riprendere a giocare

17′ Croce e Pucciarelli non si intendono e Vigorito può far ripartire i biancorossi

22′ doppio calcio d’angolo consecutivo ma prima Sampirisi e poi Cinelli liberano l’area. Sono i padroni di casa a fare la partita facendo valere un maggior tasso tecnico. Il vero punto a favore nasce però dal pressing che ha messo in seria difficoltà il Vicenza: le occasioni più ghiotte sono nate da errori -molto inusuali- di Brighenti

26′ Zielinski dalla distanza trova solo la deviazione di Mantovani, Vigorito rincorre il pallone ma non evita il corner

28′ dopo gli errori nella retroguardia è la volta di quello in attacco con Gatto che non serve un liberissimo Vita sulla destra

32′ punizione dai 30 metri di Maccarone. La sfera passa sotto la barriera ma la potenza non è assistita dalla precisione. Mezz’ora di gioco ad appannaggio dell’Empoli a causa dei troppi errori dei giocatori di Marino che continua a rimproverare i suoi

33′ Maccarone sfrutta l’errore di Giacomelli e innesta l’azione non concretizzata dal mancino di Dioussè che termina alto

35′ si intendono D’Elia e Giacomelli ma il cross del terzino viene messo in angolo da Tonelli

38′ Sampirisi e Gatto dialogano sulla destra ma Martinelli riesce ad intercettare

40′ Brighenti si riscatta -dopo l’errore di Gatto- riuscendo a chiudere in angolo lo spunto di Saponara

43′ paratona di Vigorito che risponde al meglio a Saponara. Sulla ribattuta interviene Maccarone che mette in rete ma viene segnalata la giusta posizione di fuorigioco

44′ Giacomelli mette in mostra le sue doti e dopo essere sceso sulla sinistra mette la palla in mezzo. L’ottima torre di Gagliardini trova il tiro in controbalzo dal dischetto di Gatto. La palla però si impenna e Skorupski rimane con i guanti immacolati

Si chiude un brutto primo tempo con le squadre ferme in parità. Più occasioni per l’Empoli ma nel conto di quelle pericolosissime quella in chiusura di Gatto ha fatto il paio con quella di Saponara. La partita l’hanno fatta gli uomini di Giampaolo soprattutto sfruttando gli errori, anche banali, del Vicenza in particolare con un irriconoscibile Brighenti. Ritmi bassi, poca attenzione e molta sufficienza chiudono il quadro di una frazione in cui si sono messi in luce solo Urso e Saponara.

SECONDO TEMPO

49′ il traversone di Mario Rui trova la deviazione di punta di Maccarone da distanza ravvicinata. Un reattivo Vigorito mette in angolo. Anche sul tiro dalla bandierina la sfera esce di poco a portiere battuto

51′ Giacomelli serve Cinelli che perde l’attimo e non riesce a colpire verso la porta

53′ Gagliardini serve Giacomelli, il numero 10 sbaglia malamente

53′ GOL DEL VICENZA! Vita supera Mario Rui e dalla destra fa partire un cross pennellato sul dischetto del rigore dove Gatto al volo batte Skorupski regalando il vantaggio biancorosso

57′ Saponara trova la testa di Maccarone che però è oltre l’ultimo difensore

58′ Saponara si libera bene ma il tiro è da dimenticare

65′ Saponara si invola ma viene chiuso ancora una volta da Urso

68′ si ripropone l’azione del gol grazie al dialogo tra Vita e Gatto. Stavolta però arriva solo il fallo commesso da Martinelli

L’Empoli cerca il pareggio e si riversa in avanti alzando i ritmi dopo che per tutto il match la manovra è stata piuttosto compassata

80′ Mchedlidze e Saponara entrano in area ma Mantovani sbroglia la matassa e fa respirare i biancorossi

84′ sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Vita prova la conclusione dalla distanza trovando Skorupski che deve superarsi

90′ la punizione di Saponara da posizione pericolosa termina alle stelle

90'+2'′ Pucciarelli dalla distanza insidia la porta di Vigorito

Il Vicenza continua a mietere vittime nella massima serie. Ma se le vittorie contro Lazio, Kallonis e Chievo erano semplici amichevoli estive, quella contro l’Empoli valeva l’accesso al quarto turno di Tim Cup. I biancorossi, seppur non brillanti, hanno avuto la capacità di espugnare il Castellani ed eliminare una squadra di caratura superiore che ha vissuto sulle giocate di Saponara. Il gol vittoria è arrivato grazie a Gatto ma grandi meriti per tutti i 90′ vanno a Urso. Il prossimo turno, sempre a eliminazione diretta si disputerà il 2 dicembre contro la vincente di Carpi-Livorno. Agli ottavi ci sarà poi la Fiorentina.

 

Pagelle della partita "EMPOLI-VICENZA"  

Vigorito 6,5: rientra e dimostra di stare bene con una prestazione più che positiva. Bravo su Saponara nel primo tempo e su Maccarone nella ripresa. Sampirisi 6: prestazione di sofferenza nel primo tempo, cresce decisamente nella ripresa. Brighenti 6: guadagna una sufficienza risicata, a causa di una prima frazione di gioco in cui commette errori non da lui. Nel secondo tempo si riscatta e gioca da par suo. Mantovani 6,5: la sua condizione sale e di conseguenza anche la prestazione. Attento e deciso su Maccarone, non concede varchi agli attacchi empolesi. D’Elia 6: partita di sostanza senza particolari acuti. In tribuna c’erano gli osservatori di Chievo e Genoa, ma il mancino biancorosso piace anche all’Empoli. Gagliardini 6: combatte a metà campo faticando nel primo tempo e migliorando, come tutta la squadra, nella ripresa. Sbrissa s.v.: entra a difesa del vantaggio mettendo in campo la solita generosità. Urso 7: è il più positivo del Vicenza sia per la marcatura su Saponara a cui concede poco, sia per l’intraprendenza in mediana. Cinelli 6: svolge il solito lavoro di raccordo sul centro sinistra, usando più la sciabola che il fioretto. Vita 6: nel primo tempo soffre, come tutta la catena di destra, le avanzate dell’Empoli. Nella ripresa la sua prestazione sale molto, confeziona l’assist a Gatto e impegna l’estremo empolese con un destro angolatissimo. Gatto 7: per l’abnegazione con cui si adatta a giocare da centravanti, per l’esecuzione del gol e la sua importanza meriterebbe anche di più; l’unico neo è il gol fallito al 44’ del primo tempo su assist di Gagliardini. Raicevic 6: fa a sportellate con Barba e Tonelli nel finale con buona determinazione ed efficacia. Giacomelli 5,5: la sua prestazione meriterebbe la sufficienza, ma il gol fallito al 7’ della ripresa non può non pesare sulla valutazione finale. Pinato s.v.: pochi minuti a difendere sulla corsia mancina.

Arbitro: Angelo Cervellera di Taranto. Assistenti: Matteo Passeri di Gubbio, Gianluca Vuoto di Livorno. Quarto ufficiale: Valerio Marini di Roma 1.

Ammoniti: Saponara (Empoli); Urso (Vicenza).

Spettatori: paganti 1.100 circa.

Angoli: 10-0.

Recuperi: 2' p.t., 3' s.t.

Maglia con toppa "TIM CUP": giocatori: biancorossa; portiere: arancione (maglie della stagione 2014-15).

Cielo coperto ma serata calda, campo in ottime condizioni.  

Torneo: 
Coppa Italia

VICENZA-COSENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-08-09
Partita: 
VICENZA-COSENZA
Risultato: 
5-3 d.c.r.
Reti: 
1' pts Arrighini (C), 15' pts Giacomelli (V) su rigore
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Marcone, Sampirisi (84′ Camisa), Brighenti, Mantovani, D’Elia; Gagliardini, Pazienza (71′ Urso), Sbrissa; Vita, Gatto (71′ Raicevic), Giacomelli.

A disposizione:  Vigorito, Kerezovic, Magri, Pinato, Corticchia, Modic, Cecconello, Gora. Spiridonovic. Allenatore: Pasquale Marino


Formazione ospite: 

COSENZA (4-4-2) Perina, Ciancio, Tedeschi, Pinna; Corsi, Caccetta,  Arrigoni, Criaco (65′ Guerriera); Vutov (65′ Arrighini), La Mantia (78′ Raimondi).

A disposizione: Saracco, Soprano, Di Somma, Novello, Fiordilino, Ventre. Allenatore:Giorgio Roselli

Note: 

Fonte cronaca partita www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

5′ ottima azione sulla destra di Vita, che penetra in area e mette un ottimo cross all’indietro rasoterra, arriva prima di tutti Tedeschi che spazza in angolo.

8′ Gioco fermo per qualche minuto perchè Vita in seguito ad un contrasto aereo è rimasto a terra ed è stato necessario l’intervento del medico. Niente di preoccupante per l’esterno che rientra ora in campo.

15′ azione personale di Sbrissa conclusa con un tiro velleitario che finisce alto. Vicenza che mantiene costantemente l’iniziativa contro un Cosenza raccolto che non lascia grandi spazi.  Ritmi abbastanza compassati.

23′ primo tiro in porta dei calabresi con Vutov che ruba il pallone a Sampirisi sulla trequarti e fatto qualche metro palla al piede calcia un rasoterra che non sorpende Marcone.

26′ lancio lungo per La Mantia che defilato prova un diagonale debole che non sortisce effetti. Dopo i venti minuti iniziali all’indietro ora gli ospiti cominciano a fare capolino dalle parti di Marcone.

29′ cross di D’Elia dalla sinistra nel cuore dell’area, salta Gagliardini che colpisce di nuca ma Perina controlla in presa alta senza grossi problemi.

35′ calcio di punizione da ottima posizione che si incarica di calciare Giacomelli. La conclusione dell’attacante però finisce alta sopra la traversa.

36' azione personale di Gatto che trova lo spazio per la conclusione appena fuori dall’area. La palla pizzica il palo distante e termina sul fondo. Partita che in questi minuti si è un po’ ravvivata.

39′ Sampirisi vicinissimo al gol, servito da Gagliardini il difensore si iniserisce fin dentro l’area piccola e poi calcia in porta. Perina smanaccia sul palo e sulla ribattuta Ciancio rinvia prima che possa arrivare qualche altro biancorosso a ribadire in porta.

43′ ci prova D’Elia dalla distanza su azione nata da corner. Il tiro dell’esterno rimbalza davanti a Perina che non ha grossi grattacapi nel controllare la sfera.

45′+1′ Dopo un minuto di recupero Ros, manda tutti negli spogliatoi. Partita ancora ferma sul risultato a reti bianche. Il Vicenza è parso in crescita nella seconda metà di frazione, ma non è riuscito a trovare la via del gol. L’impressione è che con una maggiore convinzione si possa riuscire a trovare il bersaglio, certo si sente la mancanza in campo di una prima punta di ruolo, date le contemporanee assenze di Cocco e Pettinari.

SECONDO TEMPO

52′ clamorosa traversa colpita dai calabresi con La Mantia che nel cuore dell’area raccoglie una punizione calciata da Arrigoni trovando l’opposzione del legno.

61′ tentativo di Corsi dalla mezza distanza che termina alto sopra i pali. Ospiti più intraprendenti in questa prima fase della ripresa.

64′ ci prova Gagliardini ma il suo destro strozzato da fuori finisce sul fondo senza sortire effetto.

77′ Mantovani su azione nata da calcio d’angolo tenta il tiro da fuori area avvitandosi ma ne esce una conclusione debole facile preda di Perina.

81′ cross di Pinna dalla sinistra con Arrighini che di testa anticipa Brighenti e impegna Marcone nel difficile intervento in due tempi.

84′ cross di Giacomelli dentro l’area dove Sbrissa tutto solo colpisce ma deposita tra le braccia di Perina. Occasione sfruttata piuttosto male.

86′ Vicenza che cerca di stringere i tempi in questo finale con Gagliardini che tenta da fuori senza trovare la porta, un minuto dopo Raicevic allarga per Sbrissa che prova il piatto calibrato ma non angola abbastanza la conclusione e la palla è ancora facile preda di Perina

90′+2′ ottimo filtrante di Gagliardini per Giacomelli il cui tiro però viene smorzato da un intervento di un difensore arrivando a Perina che non ha difficoltà a controllare.

90′+4′ chiusura in avanti per i biancorossi con Raicevic che svirgola il tentativo in diagonale trovando solo un angolo. Sul corner ci prova Brighenti a toccare sotto misura ma il tiro del difensore è a lato. Si va ai supplementari.

Ci sarà dunque l’appendice dei supplementari in questo secondo turno di Tim Cup al Menti. Squadre visibilmente stanche con i biancorossi che hanno provato ad effettuare lo sforzo finale senza però trovare la conclusione vincente. Vedremo chi ne avrà di più nei prossimi trenta minuti. 

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE

1' Gol del Cosenza: azione sul limite dell’area con sponda esterna di Raimondi che serva indietro Arrighini il cui tiro a giro supera imparabilmente Marcone.

6′ occasione clamorosa per il pari per Camisa che da dentro area colpisce a botta sicura ma Perina risponde parando di piede, sul contropiede dall’altra parte Corsi sciupa l’occasione del raddoppio calciando contro Marcone

8′ buon lavoro di Giacomelli che a destra salta il suo diretto avversario ma poi sul suo tiro cross Perina è bravo ad anticipare in tuffo Raicevic.

11′ altra buona verticalizzazione del Vicenza che trova Sbrissa a fondo area ma il cross del centrocampista finisce preda di Perina.

12′ ancora Arrighini che tutto spostato sulla destra prova la botta al volo su assist di Arrigoni ma fortunatamente non trova la porta.

13′ clamoroso errore di Raicevic che salta in contrasto aereo con Tedeschi, sulla ricaduta la palla rimane li ma il montenegrino invece che appoggiare vuole sfondare la porta finendo per sparare altissimo in curva.

14′ rigore ed espulsione per i biancorossi. Brighenti sulla destra tenta di superare Corsi in area che ferma la palla con la mano. L’arbitro Ros assegna il rigore ed espelle il centrocampista già ammonito.

15' GOL DEL VICENZA: in chiusura di frazione Giacomelli trasforma il rigore del pari, conclusione piuttosto centrale con la palla che viene toccata ma non trattenuta da Perina

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE

4′ crossa dalla sinistra di Giacomelli con Gagliardini che si inserisce e anticipa Perina senza però trovare lo specchio della porta

5′ ancora Gagliardini prova il destro da fuori, Perina respinge lontano di pugno.

6′ forcing del Vicenza, Sbrissa tenta la conclusione di potenza in diagonale ma alza troppo la mira.

8′ tiro a colpo sicuro di Giacomelli su assist di Sbrissa con palla che deviata termina di un niente sul fondo a fil di palo.

10′ Cosenza alle corde, colpo di testa di Gagliardini su corner, ancora Perina respinge corto ma nella mischia nessun biancorosso è pronto a ribadire in gol

15′ sull’ultimo angolo del match salta Sbrissa ma inzucca ancora alto. Si va ai calci di rigore.

 

SEQUENZA CALCI DI RIGORE

COSENZA Arrighini (gol); VICENZA Giacomelli (gol); COSENZA Caccetta (gol); VICENZA Vita (gol); COSENZA Arrigoni (parato); VICENZA Urso (gol); COSENZA Ciancio (parato); VICENZA Mantovani (gol). 

 

Pagelle della partita "VICENZA-COSENZA"  

Marcone 7,5: partita senza grandi sussulti che si ravviva nel finale quando deve rispondere ad un colpo di testa di Arrighini e tenere in gara i biancorossi, già sotto di un gol, parando su Corsi.  Respinge i rigori di Arrigoni e Ciancio e porta il Vicenza al terzo turno. Sampirisi 6: inizia la gara con buon piglio, salendo con buona continuità e colpendo un palo in una delle sue incursioni. Nel secondo tempo si vede meno tanto che Marino ne decide il cambio, forse anche per qualche problema fisico. Camisa 6: mezz’ora di gara con una clamorosa occasione su cui è bravo Perina a dirgli di no respingendo di piede la sua conclusione. Brighenti 6,5: già in forma campionato, anticipa costantemente La Mantia che si vede solo su un colpo di testa in mischia che colpisce la traversa. Spostato a destra nel finale causa il rigore del pareggio e la conseguente espulsione di Corsi. Mantovani 6: sta salendo di condizione anche se si nota il passo meno brillante rispetto ai compagni di reparto. Realizza il rigore decisivo per il passaggio del turno. D’Elia 6,5: rispetto al collega di destra la sua spinta è più costante in tutto l’arco della gara. Numerosi i cross messi in area purtroppo senza trovare la finalizzazione da parte di qualche compagno. Gagliardini 6: va ad intermittenza. Quando esce allo scoperto lo fa con buone giocate ma in alcuni tratti del match sparisce dai radar.  Un piccolo passo indietro anche nell’intesa con Vita e Sampirisi sulla destra ma tutto abbastanza comprensibile in questo momento della preparazione. Pazienza 6,5: gioca un numero considerevole di palloni anche se senza iniziative particolari. I suoi compiti davanti alla difesa sono abbastanza chiari e in serie B con l’aumentare della condizione un giocatore così farà sicuramente comodo. Urso 6: buono l’impatto con la gara dell’ex Prato. Realizza il suo rigore con sufficiente disinvoltura anche se la sua rincorsa è poco ortodossa. Sbrissa 6: nella prima parte di gara si vede per qualche iniziativa personale, pur senza brillare particolarmente. Sale nel finale di gara quando sembra essere tra quelli che ne ha di più inserendosi spesso in area. Purtroppo gli manca un po’ di freddezza sottoporta in almeno un paio di circostante che si potevano sfruttare in modo migliore. Vita 6: inizia a spron battuto poi un po’ alla volta se ne perdono le tracce. Lo si rivede per battere uno dei rigori qualificazione, realizzato peraltro con ottima balistica. Gatto 6: sufficienza di stima per l’ex Lanciano che da punta centrale evidenzia parecchie difficoltà. Sfiora comunque il gol con un’azione personale conclusa con un tiro a fil di palo ma è l’unico sussulto in una gara piuttosto anonima. Raicevic 5,5: sicuramente più vivace di Gatto, tanto da lasciare il dubbio che poteva essere carta da giocarsi prima. Sul voto pesano un paio di buone opportunità sciupate malamente. Giacomelli 6,5: ormai i suoi pregi e i suoi difetti sono conclamati, però di sicuro fa vedere con l’impegno in campo di voler rimanere in biancorosso. Spinta costante sulla sinistra va più volte al tiro senza trovare il bersaglio grosso a volte anche per sfortuna. Il rigore del pari entra con qualche patema, quello nella sequenza finale è molto più preciso.

Pasquale Marino 6: squadra ancora in rodaggio, anche se la condizione sembra buona. Formazione da rivedere con i titolari a disposizione ma la sensazione è che sul mercato ci sia ancora qualcosa da fare. 

 

Arbitro: Riccardo Ros di Pordenone. Assistenti: Alessio Tolfo di Pordenone, Giovanni Baccini di Conegliano. Quarto ufficiale: Luigi Rossi di Rovigo.

Espulso: al 15' pts Corsi (Cosenza) per doppia ammonizione.

Ammoniti: Pazienza, Giacomelli (Vicenza); Raimondi (Cosenza).

Spettatori: paganti 1.462, incasso di 19.896 euro.

Angoli: 10-0.

Recuperi: 1' p.t., 4' s.t., 0' p.t.s., 0' s.t.s.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: arancione (maglie della stagione 2014-15).

Serata calda, terreno in non perfette condizioni. 

Torneo: 
Coppa Italia

VICENZA-BASSANO VIRTUS

| |
Stagione: 
2014-2015
Data: 
2014-08-10
Partita: 
VICENZA-BASSANO VIRTUS
Risultato: 
1-2
Reti: 
8′ Maritato (V) 75′ Cattaneo (B) 89′ Stevanin (B)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Bremec; Brighenti, Gentili, El Hasni, D’Elia; Sbrissa (dal 78′ Bianconi), Cinelli, Urso; Kosovan, Maritato, Tutino (dal 28′ Orlando, dal 58′ Gerbaudo).

A disposizione: Truant, Bragagnolo, Edge, Malivojevic. Allenatore: Giovanni Lopez

Formazione ospite: 

BASSANO VIRTUS (4-4-1-1) Rossi; Toninelli, Priola, Bizzotto, Semenzato (dal 68′ Stevanin); Furlan, Cenetti, Tonon (dal 46′  Cattaneo), Proietti, Iocolano; Pietribiasi (dall'80′ Maistrello) .

A disposizione:  Grandi, Zanella, Davì, Munarini, Maestrello. Allenatore: Frank Farina (squalificato Tonino Asta)

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

 

 6′ Prima occasione:  Proietti dalla sinistra al limite dell’area mette al centro un pallone invitante che Pietribiasi è lesto a colpire ma Bremec respinge al volo

7′ GOL DEL VICENZA! Brighenti direttamente da rimessa laterale mette un pallone a centro area che Maritato non spreca, insaccando di testa la prima marcatura ufficiale della nuova stagione sportiva

12′ nuovamente pericoloso, Furlan dai 35 metri su punizione impegna Bremec che respinge tuffandosi sulla sua sinistra

21′ ancora Proietti pericoloso che fa partire un rasoterra defilato deviano da Bremec in calcio d’angolo. Niente da segnalare sugli sviluppi di questo. Da fuori ci giungono racconti di code di oltre 40 minuti per l’acquisto di un tagliando per assistere al match

31′ il neo entrato Orlando stazionerà sul fronte offensivo nel versante destro, con Kosovan che si colloca a sinistra del medesimo fronte

47′ Vesprimi manda le squadre negli spogliatoio, non concedendo l’opportunità al Bassano di battare il calcio d’angolo conquistato grazie ad una sgroppata di Iocolano

SECONDO TEMPO

1′ Iocolano si guadagna una pericolosa punizione centrale. Furlan batte e Bremec respinge tuffandosi in basso a destra

7′ Cinelli con una percussione entra in area e mette al centro un pallone per l’accorente Urso che tira di prima trovando solo la respinta della difesa del Bassano

9′ potente conclusione dai venticinque di Proietti con Bremec che grazie ad un colpo di reni devia in corner

12′ filtrante di Cattaneo per Semenzato che da buona posizione manda la palla a lato

22' Gol annullato a Gerbaudo per fuorigioco, che insaccava a rete su un tiro di Urso smorzato dalla  difesa bassanese

Bassano che stabilmente staziona nei pressi dell’area difesa da Bremec con il Vicenza che prova senza successo ad impastire dei velleitari contropiedi

30′ Gol del Bassano: azione insistita del Bassano. Proietti lascia partire dal limite dell’area un fendente centrale che Bremec smanaccia malamente in area dove arriva l’accorrente Cattaneo che insacca senza alcuna difficoltà

36′ Kosavan pericoloso con un rasoterra dal limite dell’area deviato in angolo da un difensore bassanese

39′ Cattaneo nuovamente pericoloso che totalmente smarcato da dentro l’area dagli sviluppi di un corner, spara alto graziando Bremec

42′ velleitaria conclusione dalla distanza di Cinelli che termina abbondantemente alta

44′ Gol del Bassano: corner bassanese, Bremec sbaglia l’uscite e Stevanin di testa porta al Menti in vantaggio il Bassano Virtus

Il Bassano supera il turno e il Vicenza esce subito dalla Tim Cup. Biancorossi a testa bassa sotto la curva a prendere i primi fischi della nuova stagione.

 

Pagelle della partita "VICENZA-BASSANO VIRTUS"

 

Bremec 5,5: dalle sue parti piovono tiri che è un piacere e lui risponde presente fino almeno all’ora di gioco. Lascia qualche perplessità la respinta sul tiro di Proietti che da il “la” al gol di Cattaneo e alla fine si ritrova sul groppone pure la responsabilità del gol di Stevanin, che arriva grazie alla sua uscita avventurosa. Brighenti 6: le sue caratteristiche di marcatore arcigno già si conoscevano e non sono sparite. Confeziona con una gran sbracciata l’assist per Maritato. Gentili 6: la contraerea su Pietribiasi funziona bene, palla a terra concede qualcosa di più. El Hasni 5,5: una topica clamorosa che permette al Bassano di presentarsi subito pericolosamente davanti a Bremec, poi poco alla volta si riprende. Prova spesso il lancio di impostazione ma con risultati poco lusinghieri. D’Elia 6: il più positivo del quartetto difensivo.  In palla anche nella fase offensiva dove recupera palloni importanti. La sua prestazione viene sporcata dal rinvio poco felice che innesca l’azione del gol del pari giallorosso. Sbrissa 5,5: da vedere è anche bellino, e non è il classico centrocampista piedi buoni che però non corre, anzi. Il problema è che le sue giocate devono diventare più incisive e graffianti. E’ giovane, e come dice Lopez, va aspettato. Bianconi s.v.: un quarto d’ora con l’intento di rafforzare la prima linea, ma il Vicenza cade. Cinelli 6,5: la fascia da capitano gli dona una rinnovata fiducia nei suoi mezzi.  Davanti alla difesa fa un lavoro prezioso e si fa vedere anche con pregevoli iniziative in avanti mettendo Urso nelle condizioni di realizzare il raddoppio, dopo una serpentina in area. Sicuramente il miglior biancorosso della gara. Urso 5: gara opaca. Il centrocampo del Vicenza soffre la spinta di quello avversario e lui non garantisce il contributo di argine che servirebbe. Due buone occasioni per andare a bersaglio non sfruttate, dove poteva fare di più e meglio. Kosovan 5: impalpabile per gran parte della gara, nel finale di partita potrebbe rimettere in sesto la sua prestazione quando Maritato gli offre un assist prezioso per andare a bersaglio ma non trova la porta. Maritato 6: cerca di fare reparto da solo. Si inventa il gol del vantaggio inzuccando sul palo opposto la rimessa laterale di Brighenti. Da battaglia su tutto il fronte offensivo e non si da mai per vinto.  Bene che si sia sbloccato subito. Tutino 5.5: neanche mezzora di gara prima di arrendersi ad un infortunio. In precedenza più attento a svolgere il suo compitino che sciolto nel prendere qualche iniziativa personale. Comprensibile. Orlando 5: il ragazzino entra ma pare impaurito da quello che lo aspetta e la sua gara ne risente in maniera determinante. Lopez lo sostituisce: forse per motivi di ordine tattico, ma rimane il dubbio che non fosse particolarmente soddisfatto. Gerbaudo 5,5: realizza un gol, annullato per fuorigioco, e poi nella mezzora in campo si vede pochino. C’è da dire che il calo di tutta la squadra nel finale probabilmente penalizza anche lui.

Giovanni Lopez 6: assolto con ampie attenuanti. La squadra rimaneggiata, perde un ulteriore pezzo nel corso della gara. Fa quello che può con quello che ha. Forse la carta Bianconi era da giocare con un po’ di anticipo, visto che in avanti comunque non si riusciva a creare granchè di interessante.

 

Arbitro: Enzo Vesprini di Macerata. Assistenti: Stefano Lipizer di Udine, Giulio Bassutti di Maniago. Quarto ufficiale: Lorenzo Maggioni di Lecco. 

Ammoniti: Urso, D'Elia, El Hasni (Vicenza); Proietti, Bizzotto (Bassano Virtus).

Spettatori: paganti 2.552, incasso di 16.702 euro.

Angoli: 3-8.

Recuperi: 2' p.t., 3' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa (della stagione 2013-14); portiere: verde (della stagione 2013-14).

Torneo: 
Serie C

L.R. VICENZA-BOLOGNA

| |
Stagione: 
1970-1971
Data: 
1970-09-12
Partita: 
L.R. VICENZA-BOLOGNA
Risultato: 
1-3
Reti: 
21' Savoldi (B), 38' Maraschi (V), 53' Vastola (B) su rigore, 88' Savoldi (B)
Formazione locale: 

L.R. VICENZA Pianta, Volpato, Cisco, Scala, Santin, Calosi, Damiani, Cinesinho, Maraschi, Faloppa (dal 75' Ciccolo), Facchin

Allenatore: Puricelli

Formazione ospite: 

BOLOGNA Vavassori, Roversi, Fedele, Cresci, Janich, Gregori, Scala, (dal 75' Perani), Rizzo, Savoldi, Liguori, Vastola

Allenatore: Fabbri

Note: 

GIRONE 2 - TERZA GIORNATA.

Il Lanerossi Vicenza chiude a due punti in questo girone ed esce subito di scena dalla competizione.

 

Arbitro: Gussoni di Tradate

Torneo: 
Coppa Italia

CESENA-L.R. VICENZA

| |
Stagione: 
1970-1971
Data: 
1970-09-06
Partita: 
CESENA-L.R. VICENZA
Risultato: 
1-0
Reti: 
30' Zanetti (C)
Formazione locale: 

CESENA Annibale, Ceccarelli, Ammoniaci, Marinelli I, Vasini, Righi, Colombini (dal 46' Gasparini), Zanetti, Bardi, Bonafè (dall'88' Orlandi), Enzo

Allenatore: Bonizzoni

Formazione ospite: 

L.R. VICENZA Pianta, Cisco, Volpato, Scala, Santin, Calosi, Damiani, Cinesinho, Maraschi, Faloppa, Facchin

Allenatore: Puricelli

Note: 

GIRONE 2 - SECONDA GIORNATA.

Il Lanerossi Vicenza chiude a due punti in questo girone ed esce subito di scena dalla competizione.

Arbitro: Bianchi di Firenze

Torneo: 
Coppa Italia
Syndicate content