Girone di Ritorno

VICENZA-REGGIANA

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-04-27
Partita: 
VICENZA-REGGIANA
Risultato: 
3-2
Reti: 
7′ Tiribocchi (V), 12′ Tulli (V), 16′ De Giosa (R), 47' Giacomelli (V), 67' Alessi (R) su rigore
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-2-3-1) Alfonso; El Hasni, Gentili, Camisa, D’Elia; Cinelli, Castiglia; Mustacchio, Giacomelli (dall'82′ Padalino), Tulli (dall'86′ Padovan); Tiribocchi.

A disposizione: Ravaglia, Anaclerio, Sbrissa, Corticchia, Filippi. Allenatore: Giovanni Lopez

Formazione ospite: 

REGGIANA (4-2-3-1) Zima; Bandini, De Giosa, Solini, Zanchi; Viapiana (dal 59′ Cavion), Zanetti; Fondi, Alessi, De Silvestro (dal 75′ Antonelli); Ruopolo (dal 72′ Anastasi).

A disposizione: Bellucci, Dametto, Possenti, Brunori, Sandri. Allenatore: Marcello Montanari

Note: 
Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

 

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

1′ primo squillo biancorosso. Lancio di D’Elia per Giacomelli, che entra in area da sinistra. Tiro-cross pericoloso, allontanato da Zanchi

2′ percussione di D’Elia, contratto dalla difesa reggiana, palla che finisce a sinistra a Giacomelli, il cui cross è allontanato da Zanetti

4′ ci prova Cinelli dalla distanza, destro che manda il pallone alto sulla traversa

5′ ancora un pericolosissimo traversone radente dall’out mancino di Giacomelli manda in apprensione la difesa ospite, che si salva in affanno

6′ Mustacchio ruba un pallone a centrocampo e si invola centralmente verso la porta, poi il suo suggerimento in fascia pesca Tulli in fuorigioco

7' GOL DEL VICENZA: Tulli lancia in verticale Tiribocchi, nonostante un intervento killer da tergo di un reggiano. Il centravanti controlla e, penetrato in area, fa secco Zima con un destro rasoterra

12' GOL DEL VICENZA: iniziativa di Tulli sulla trequarti campo, scarico a destra per Mustacchio. L’ex Samp penetra in area e mette in mezzo un cross basso sul quale Zima interviene e devia. La palla giunge però ancora a Tulli all’altezza del dischetto, sinistro vincente e doppio vantaggio

15′ batte un colpo la formazione di Montanari. Ci prova Zanetti dalla distanza, palla a lato

16' Gol della Reggiana: punizione dalla trequarti campo di Zanetti, da posizione centrale. Spiovente in area che raggiunge De Giosa, che trova l’impatto di testa per mandare la sfera con un pallonetto alle spalle di Alfonso

18′ doppio corner per gli ospiti. Senza esito il primo, il secondo si chiude con un destro largo di Zanetti

21′ ancora un colpo di testa di Ruopolo su cross da destra, Alfonso si rifugia in angolo. Apprensione biancorossa sul tiro dalla bandierina, la difesa allontana una prima volta e sul secondo traversone in area Balice pesca De Giosa in azione fallosa

25′ primo angolo biancorosso, anche qui si va al secondo tentativo con un cross di Giacomelli da destra e colpo di testa sul secondo palo di Camisa che finisce a lato

27′ veloce ripartenza manovrata dei berici, palla al limite per Tulli, che prova il destro a giro. Si allunga per tutta la sua statura Zima alla sua sinistra e devia in angolo

28′ corner biancorosso che non crea pericoli dalle parti di Zima

29′ suggerimento rasoterra di Tulli per la verticalizzazione di Mustacchio, anticipato al limite dell’area dall’uscita bassa di Zima

31′ terzo corner per i biancorossi. Schema che porta al tiro dalla distanza Mustacchio, conclusione da dimenticare che si perde alta sulla traversa. Continua a piovere abbondantemente sul Menti, il campo sta diventando via via sempre più acquitrinoso

33′ De Silvestro crea il panico in area berica, penetrando da destra e mettendo in mezzo un rasoterra che Gentili liscia clamorosamente, provvidenziale l’intervento di El Hasni in angolo

34′ volata sulla destra di Mustacchio, traversone inguardabile. 

cross da sinistra che Alfonso smanaccia fuori area, dove l’accorrente Baldini esplode il destro, palla a lato

36′ traversone centrale di Fondi che giunge in area, Alfonso in due tempi fa sua la sfera in uscita

39′ quarto corner per la formazione di Lopez. Dalla bandierina calcia Giacomelli, la difesa reggiana si rifugia di nuovo in angolo. Batte ancora il fantasista biancorosso, palla che oltrepassa la linea di fondo prima di arrivare in area, nulla di fatto

Primi 45′ a tinte biancorosse, nel bene e nel male. Ottimo l’approccio alla partita da parte degli uomini di Lopez, che si portano sul doppio vantaggio quasi in scioltezza. Come troppo spesso accade, però, una distrazione difensiva regala chanches insperate ai modesti granata per il proseguo del match

SECONDO TEMPO

2' GOL DEL VICENZA: fulmineo contropiede biancorosso, percussione di Tulli a destra, cross morbido per Giacomelli, appostato a centro area. Mezza rovesciata di destro dell’ex Pescara e palla alle spalle di Zima 

6′ ancora Tulli protagonista di una discesa sulla sinistra. Primo cross ribattuto, sul secondo prima Cinelli di testa e poi Tiribocchi sottoporta falliscono clamorosamente l’opportunità del 4-1

8′ conclusione di Alessi dal limite, dopo una sponda di Ruopolo, pescato però in fuorigioco da Balice. Si riprende con una punizione per i biancorossi

10′ svarione di De Giosa sulla trequarti, Giacomelli innesca Tiribocchi dentro l’area. Il diagonale forte e ben indirizzato del centravanti berico è deviato prodigiosamente in corner da Zima. Senza esito il tiro dalla bandierina

12′ la punizione per il fallo su Giacomelli è calciata dallo stesso numero 10 berico. Palla che finisce alta sulla traversa

14′ bel cross di Alessi da sinistra, a centro area stacca di testa Ruopolo, che manda la sfera di poco a lato dal palo di sinistra di Alfonso

15′ ancora Ruopolo pericolosissimo, il suo diagonale di destro a mezza altezza da dentro l’area viene disinnescato in tuffo da Alfonso, poi la difesa allontana

19′ corner ancora battuto da Giacomelli, sul suo cross Balice fischia un fallo di confusione in area, nulla di fatto

20′ punizione dalla trequarti per la Reggiana

22' Gol della Reggiana: la punizione citata poc’anzi è battuta da Alessi, Alfonso non trattiene e abbatte Ruopolo che si era avventato per il tap-in. Penalty giusto, trasformato dallo stesso Alessi

25′ cross al centro da sinistra di Ruopolo, senza problemi la presa di Alfonso. Sul ribaltamento di fronte Giacomelli ci prova dal vertice sinistro dell’area, para a terra Zima

31′ monumentale occasione per Tulli, che imbeccato da Giacomelli all’altezza del dischetto del rigore si gira bene e con il sinistro manda la palla alta di millimetri sulla traversa di Zima

33′ conclusione dal limite di Giacomelli, debole e centrale, para Zima

38′ conclusione dalla distanza di Zanetti, sfera abbondantemente alta sulla traversa

42′ angolo battuto, ancora senza esito, da Mustacchio

43′ ancora Mustacchio dalla bandierina, palla a Castiglia che viene via sulla linea di fondo, cross di sinistro, Padovan di testa, alto

45′ sventola di Tiribocchi da dentro l’area dopo azione personale, respinge a mani aperte Zima, prova il tap-in Padalino, contratto da un difensore reggiano. Altra clamorosa palla-gol per chiudere il match

45′+3′ punizione pericolosissima dal limite per un fallo su Alessi, un attimo prima Balice aveva sorvolato su un intervento a centrocampo su Tiribocchi. Dopo un minuto calcia Alessi, alle stelle

45'+4' show di Balice, che espelle dalla panchina Giacomelli, dopo le proteste per la punizione già menzionata e poi Tiribocchi, ammonito pochi secondi prima per lo stesso motivo, che cerca di far perdere tempo a Zima sull’ultima rimessa. Fra il primo e il secondo rosso, occasione per Padovan, che spreca a lato il sinistro da posizione favorevole

Partita dal finale allucinante, Balice da Termoli assurge a protagonista assoluto del match e in pieno recupero caccia in un amen Giacomelli e Tiribocchi per motivazioni quantomeno oscure. Match in chiaroscuro per gli uomini di Lopez. Spazio ai sorrisi per l’approccio al match e il ritorno al gol di Giacomelli, preoccupazione per la tendenza della squadra a farsi male da sola.

Pagelle della partita "VICENZA-REGGIANA"

Alfonso 5: pur con le attenuanti delle condizioni meteo non ottimali, l’errore sulla punizione di Alessi, con successivo rigore su Ruopolo, pesa nel giudizio perchè riapre la partita con gli annessi e connessi del convulso finale. El Hasni 6: partita gagliarda per il giovane difensore che cerca anche qualche sortita in avanti. Il meno pasticcione della difesa. Provvidenziale l’intervento che mette una topica ad un liscio in area di Gentili. Gentili 5.5: prestazione che non convince. Spesso in difficoltà su Ruopolo,  alla mezzora del primo tempo cicca clamorosamente una palla nel cuore dell’area su cui fortunatamente vigila El Hasni. Camisa 5.5: ancora una gara così così. Sul gol di De Giosa salta senza grande convinzione. Una rete che per come arriva ne ricorda altre subite allo stesso modo. Repetita non iuvant… D’Elia 6: gara sufficiente per il mancino che parte con convinzione ma poi un po’ alla volta spegne la sua foga, fino ad accontentarsi di svolgere il compitino. Cinelli 5.5: gara grigia come la giornata per l’ex laziale, che ha sulla testa l’occasione per segnare il quarto gol ma non impatta a dovere. Castiglia 6: ci mette il fisico e la prestanza atletica, che però nella gara di oggi sono più di conserva che d’aiuto alla fase offensiva. Mustacchio 6.5: non ancora uomo della partita, ma in crescita.  Protagonista nell’azione del secondo gol biancorosso, fa rivedere alcune delle sue caratteristiche volate, concluse con cross perfettibili. Giacomelli 7: è suo il gol del 3-1 che alla fine risulterà decisivo. Bandini lo brutalizza fino a trovare l’espulsione. Dopo la sostituzione rimane in panca per seguire i compagni. Idea buona nelle intenzioni, ma che gli costa l’espulsione. Lui giura la sua innocenza sulla segnalazione del guardalinee che convince il pessimo Balice a cacciarlo. La speranza è che il giudice ora non infierisca. Padalino s.v.: pochi minuti in campo che lasciano ben sperare. Va anche vicino al gol ma viene murato dal tackle in recupero di Zanchi. Tulli 7,5: due assist (sul primo a centrocampo De Giosa gli entra sulle caviglie facendola franca grazie alla colpevole complicità di Balice), un gol e sempre nel vivo della gara con giocate preziose. Padovan s.v.: va vicino al gol  negli spiccioli che Lopez gli concede. Contro il San Marino con mezzo attacco fuori causa, potrebbe avere la sua occasione. Tiribocchi 7,5: al netto dell’espulsione cervellotica di Balice (peggiore in campo)  trova quella che risulta forse la sua migliore prestazione stagionale.  Lascia l’impressione, non trascurabile, di stare bene anche dal punto di vista atletico. Peccato che proprio in questo momento dovrà saltare la prossima gara.

Giovanni Lopez 6.5: il Vicenza in casa continua a viaggiare su ritmi altissimi. Da centrocampo in su la qualità permette di vedere effetti speciali, dietro invece c’è ancora da lavorare anche se il tempo a disposizione è praticamente scaduto.  Alla fine comunque doveva essere vittoria e vittoria è stata, ora serve la replica contro il San Marino anche per invertire il trend negativo delle ultime trasferte.

Arbitro: Antonello Balice di Termoli. Assistenti: Luca Colatriano di Pescara, Andrea Costantini di Pescara.

Espulsi: al 56' Bandini (Reggiana) per doppia ammonizione; al 94' Tiribocchi (Vicenza) per doppia ammonizione; Giacomelli (Vicenza) dalla panchina per proteste.

Ammoniti: Cinelli, El Hasni, Padovan, Tulli (Vicenza); Ruopolo, De Giosa (Reggiana).

Spettatori: paganti 964 per un incasso di 5.820 euro; abbonati 4.026 quota di 18.606 euro.

Angoli: 10-2.

Recuperi: 1' p.t., 5' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: verde.

Pomeriggio di pioggia, temperatura di 18°C, terreno scivoloso ma in discrete condizioni.

Torneo: 
Serie C

CREMONESE-VICENZA

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-04-13
Partita: 
CREMONESE-VICENZA
Risultato: 
2-1
Reti: 
13′ Castiglia (V), 27′ Brighenti (C), 83' Armellino (C)
Stadio: 
Giovanni Zini di Cremona
Formazione locale: 

CREMONESE (3-5-2) Bremec; Abbate, Caracciolo, Bergamelli; Avogadri (dal 76′ Casoli), Loviso (dal 62′ Bruccini), Palermo, Armellino, Visconti; Della Rocca, Brighenti (dal 69′ Francoise).

A disposizione: Galli, Moi, Minelli, Caridi. Allenatore: Davide Dionigi

Formazione ospite: 

VICENZA (3-5-2) Alfonso; Gentili, Camisa, Murolo; Mustacchio, Castiglia, Jadid, Cinelli (dall'84′ Giacomelli), D’Elia; Tulli (dal ′ Padovan), Maritato (dal 10′ Tiribocchi).

A disposizione: Ravaglia, El Hasni, Anaclerio, Sbrissa. Allenatore: Giovanni Lopez

Note: 
Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

 

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

In un minuto due discese dei numeri 7, Mustacchio e Avogadro, spaventano le difese avversarie, nulla di fatto però

3′ buon lavoro di Della Rocca al limite. L’attaccante poi si defila e da destra fa partire un cross completamente fuori misura. Non succede molto, da segnalare però in questo momento che Maritato si è improvvisamente accasciato a terra, pare in preda a infortunio muscolare. Il bomber biancorosso è già fuori dal campo e lascerà il posto a Tiribocchi 

13' GOL DEL VICENZA: al primo affondo il Vicenza passa. Buon lavoro di Tiribocchi a sinistra, cross in mezzo dove è perfetto l’impatto di testa di Castiglia, che mette palla nell’angolino alla sinistra di Bremec, vanamente proteso in tuffo, biancorossi in vantaggio

14′ primo angolo per la squadra di casa, senza esito

18′ corner anche per i biancorossi. Calcia Jadid dalla bandierina, allontana di testa Della Rocca

18′ tiro dalla distanza di Armellino, conclusione assolutamente dimenticabile

20′ punizione dalla trequarti mancina del fronte d’attacco grigiorosso. Calcia in mezzo Visconti, sfera che raggiunge Brighenti dalla parte opposta, pronta conclusione e respinta di piede in angolo di Alfonso. Il tiro dalla bandierina non ha esito

24′ buona azione tutta in verticale della formazione di Dionigi, che porta al tiro dal limite Della Rocca. Conclusione debole e centrale, nessun patema per Alfonso. “Un saluto lungo 31 anni ai fratelli di Vicenza”, lo striscione che compare in questo momento in curva cremonese

Rientra in campo Gentili, che un minuto fa, in uno scontro di gioco, aveva rimediato un piccolo taglio. Medicato dallo staff sanitario, torna sul terreno di gioco con un vistoso cerotto all’altezza dell’orecchio sinistro

27' Gol della Cremonese: azione personale di Brighenti, che al limite dell’area si porta palla sul sinistro e scarica una botta potente sull’angolino basso alla destra dell’incolpevole Alfonso

33′ brivido provocato da Murolo, che al limite della sua area spara il rinvio sulla schiena di Brighenti. Buon per lui che la palla scavalca Alfonso, ma finisce oltre la traversa

33′ pasticcio della difesa di casa, pallone buono per il sinistro di Jadid, che angola il diagonale da dentro l’area. Sfera di poco a lato, con Bremec che pareva fuori causa

39′ buon cross di Visconti da sinistra, che mette in apprensione la difesa biancorossa. Poi lancio di Armellino in area, dove Della Rocca spinge Gentili, fischia Ripa

44′ Jadid batte la punizione per il fallo su Mustacchio, suggerimento in area per Cinelli, di poco fuori misura

45′ ancora Brighenti al tiro da fuori area, palla a lato

45′+1′ corner biancorosso, calcia ancora Jadid. Cross in area, stacca Murolo e impatta, sfera oltre la traversa

Primi 45′ equilibrati. Inizio da sbadigli, il match si vivacizza dopo il gol di Castiglia, che porta avanti il Vicenza alla prima occasione. La reazione della Cremonese non è veemente, ma la maggior pressione grigiorossa partorisce il jolly di Brighenti. Secondo tempo aperto a tutti gli scenari. Un drappello di tifosi biancorossi sotto la curva dei tifosi di casa a depositare un mazzo di fiori in memoria di Valentina

SECONDO TEMPO

5′ il primo squillo del secondo tempo è biancorosso, con Tiribocchi che infastidisce Bremec e lo obbliga ad un rinvio in affanno

6′ due buone uscite di Alfonso in un minuto, su altrettanti cross provenienti dalla destra

11′ su palla allontanata dalla difesa biancorossa, ci prova Visconti al volo di sinistro da fuori area. Palla abbondantemente fuori dallo specchio, lodevole solo l’intenzione

14′ Tulli lanciato in contropiede 4 contro 2 spreca sciaguratamente l’ultimo passaggio. Era una grande occasione per far male

18′ combinano a destra Mustacchio e Castiglia, cross basso di quest’ultimo, troppo su Bremec, esce e para il portiere

21′ angolo per i grigiorossi, tocco corto per Visconti, cross in area, nel mucchio svetta Della Rocca, Alfonso si allunga bene sulla sua sinistra e devia in corner

22′ fiammata grigiorossa con altri tre corner. Sul primo ancora un’ottima uscita di Alfonso, che devia ancora in angolo. Sul secondo la palla giunge a Palermo, che prova il pallonetto da fuori area, ancora bravo Alfonso a dirgli di no con un colpo di reni. L’ultimo tiro dalla bandierina nessun pericolo per l’estremo difensore biancorosso

30′ ottimo cross di Mustacchio da destra, sulla linea dell’area piccola smanaccia Bremec, sul pallone si avventa D’Elia, ma il suo tiro-cross non trova la porta o un compagno pronto alla deviazione

34′ altra iniziativa di Mustacchio a destra, traversone basso sul quale è sospetto lo scontro tra Abbate e Tiribocchi. Ripa opta per un salomonico calcio d’angolo che non c’era, pareva più evidente il penalty. Il tiro dalla bandierina del solito Jadid non ha esito

38' Gol della Cremonese: sesto corner per la squadra di Dionigi. Cross di Bruccini, a centro area impatta di testa Armellino, dimenticato dalla difesa biancorossa, sfera che si insacca nonostante il tuffo disperato di Alfonso, che tocca ma non riesce a deviare 

43′ altro angolo per i padroni di casa. Calcia ancora Bruccini, svetta Bergamelli a centro area, palla fuori bersaglio

45′+1′ cross in area di D’Elia, troppo sul portiere, esce e para Bremec

“Il match si deciderà sugli episodi” aveva detto Lopez alla vigilia. Detto e fatto, il Vicenza perde allo Zini una partita equilibrata, dove per gioco espresso non ha affatto demeritato. Ma gli episodi sfavorevoli, frutto (soprattutto in occasione del raddoppio grigiorosso) di colpevoli amnesie difensive, puniscono la formazione del tecnico biancorosso, che esce dal campo con un nuovo ko esterno sul groppone.

Pagelle della partita "CREMONESE-VICENZA"

Alfonso 6,5: bene su Brighenti nel primo tempo, ancora meglio su Della Rocca nella ripresa. Finisce comunque con due gol sul groppone che non sono di sua responsabilità, anche se il corner che origina il 2-1 nasce da un suo rinvio svirgolato. Gentili 6: il migliore (o per meglio dire il meno peggio) del terzetto difensivo. Prova anche un paio di discese sulla fascia senza risultati apprezzabili. Camisa 5,5: niente da fare. Non bissa la positiva gara contro la Pro Vercelli. Il Vicenza subisce gol per la dodicesima partita consecutiva e anche oggi a Brighenti e Della Rocca viene concesso troppo spazio. Murolo 5: timbra le caviglie di Visconti e si becca il giallo, ma questo è il meno. La sua è una prestazione condita da numerose incertezze difensive e quando prova a cercare gloria in attacco fa più danni che altro. Mustacchio 4,5: così male non si era mai visto. Oltre a non trovare praticamente mai uno spunto decisivo si lascia sfuggire Armellino che inzucca per il 2-1. Un giocatore da ritrovare nei playoff, altrimenti addio. Castiglia 6,5: il gol è molto bello e in generale sembra quello più dentro la partita. Il turno di riposo a lui sembra aver giovato. Jadid 5,5: primo tempo abbastanza bene con un tentativo personale fallito di poco, e la ricerca continua dell’intesa con Tiribocchi che in passato era risultata vincente. Nel secondo tempo sparisce dalla gara. Cinelli 5: anche lui dura praticamente un tempo in cui il contributo a centrocampo è apprezzabile. Nella ripresa se ne perdono le tracce. Giacomelli sv: dieci minuti in campo, nulla da segnalare tranne l’ammonizione. D’Elia 5: non pare particolarmente in giornata, in particolare gestisce male la palla che al 30′ Bremec gli smanaccia tra i piedi. Invece che tentare la conclusione mette un cross a centro area dove però non c’è nessuno. Tulli 4,5: non la becca quasi mai e le poche palle che ha le sfrutta malissimo. Al quarto d’ora della ripresa manda alle ortiche con un passaggio sbagliato un contropiede 4 contro 2. Errore imperdonabile. Padovan 5: stavolta in campo per quasi mezzora senza lasciare testimonianza del suo ingresso. Maritato sv: la sua gara dura dieci minuti, poi deve arrendersi ad un infortunio che tutti sperano non sia grave. Tiribocchi 6: il “Tir” entra e serve subito l’assist a Castiglia per il gol. In avanti viene cercato spesso dai compagni e lui si fa trovare con buona continuità, purtroppo in fase conclusiva non lascia segno alcuno)

Giovanni Lopez 5: c’è da chiedersi che fine ha fatto il Vicenza che aveva nella difesa una delle sue sicurezze. In generale però la squadra pare non seguirlo in quelli che sono i capisaldi del suo pensiero ovvero quello di finire bene la stagione per iniziare bene i playoff e, non meno importante, di riuscire almeno a pareggiare quando non si riesce a vincere. Urge trovare rimedi perchè il tempo a disposizione è pochissimo.

Arbitro: Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore. Assistenti: Fabio Hager di Trieste, Lauro Margini di Reggio Emilia.

Ammoniti: Visconti, Abbate (Cremonese); Murolo, Giacomelli (Vicenza)

Spettatori: paganti 1.214 per un incasso di 6.249 euro, abbonati 2.365 (quota non comunicata).

Angoli: 7-4.

Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Maglia: giocatori: bianca; portiere: nera.

Pomeriggio soleggiato, temperatura intorno ai 13 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie C

VICENZA-PRO VERCELLI

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-04-06
Partita: 
VICENZA-PRO VERCELLI
Risultato: 
1-1
Reti: 
25′ Marchi (PV), 30′ Gentili (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-4-1-1) Alfonso; El Hasni, Gentili, Camisa, D’Elia; Mustacchio, Cinelli, Jadid, Sbrissa (dal 61′ Tiribocchi); Giacomelli (dal 79′ Castiglia); Maritato.

A disposizione: Ravaglia, Anaclerio, Murolo, Padovan, Filippi. Allenatore: Giovanni Lopez

Formazione ospite: 

PRO VERCELLI (4-4-2) Russo; Marconi, Cosenza, Ranellucci, Scaglia; Erpen (dal 65′ Fabiano), Rosso (dal 77′ Ardizzone), Scavone, Statella; Greco (dal 72′ Iemmello), Marchi.

A disposizione: Nodari, Bani, Ghosheh, Disabato. Allenatore: Cristiano Scazzola

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

2′ primo squillo biancorosso con una discesa in fascia destra di Mustacchio, cross basso, velo a centro area di Maritato, sbroglia Marconi spazzando lontano

10′ cross da sinistra di Statella, senza problemi l’uscita di Alfonso

Fasi di studio che si protraggono, fino ad ora una decina di minuti equilibrati, giocati in prevalenza a centrocampo. Animi che si accendono per un fallo a centrocampo di Rosso su Giacomelli, Ros richiama il centrocampista piemontese ma non estrae il cartellino

13′ pericolosi i piemontesi. Prima un gran lancio di Greco mette in azione Statella a sinistra. L’esterno supera El Hasni e mette un pallone invitante sul primo palo, dove Marchi è anticipato dalla difesa biancorossa. Sul proseguo dell’azione palo colpito da Greco, quando però Ros aveva già fischiato per un fuorigioco dello stesso attaccante

17′ angolo per la formazione di Scazzola, battuto all’indietro. Non una gran scelta, per un niente Maritato non riesce a far partire un mortifero contropiede

23′ fendente in diagonale di Erpen da destra a sinistra, in direzione di Statella. Lancio leggermente fuori misura e palla sul fondo. Brutto episodio, protagonista Cosenza. Dopo aver rinviato sulla pressione di Sbrissa, il centrale affonda il gioiellino biancorosso, con una cattiveria pari solo all’inutilità dell’intervento, Ros sorvola colpevolmente

25' Gol della Pro Vercelli: palla persa malamente da Giacomelli a centrocampo, lancio in profondità di Marconi per Marchi, che parte sul filo del fuorigioco, fa fuori Alfonso in uscita e deposita in rete, nonostante l’ultimo, disperato tentativo di Camisa

29′ prova a sfondare Maritato al limite dell’area, fermato. Palla a Jadid che prova il tiro immediato, ribattuto

30' GOL DEL VICENZA: fallo di Marconi che genera una punizione dalla trequarti di sinistra del fronte d’attacco biancorosso. Calcia Giacomelli, testa di Gentili a centro area e palla che si infila nell’angolo alto alla destra di un incolpevole Russo

33′ sul secondo angolo per la Pro, parte un altro contropiede berico, che potrebbe essere mortale. Sul 2 contro 4 a favore, però, Mustacchio spreca sciaguratamente l’ultimo passaggio

35' punizione in fotocopia a quella che ha originato il gol del pari, stavolta Russo esce di pugno e sbroglia. Pochi istanti dopo Giacomelli può scoccare il destro dal limite, conclusione debole e centrale, nessun problema per Russo

39′ doppia chance per Statella un paio di metri dentro l’area. Prima conclusione ribattuta, la seconda finisce alta di pochissimo sulla traversa di Alfonso. Cosenza brutalizza Maritato a centrocampo. Pazienza che Ros non veda, ma è colpa grave quella di assistente e quarto uomo, che sorvolano

42′ Jadid trova spazio e tempo per la battuta dai 30 metri, destro innocuo per Russo e palla che si perde sul fondo

Primi 45′ equilibrati. La Pro è una delle formazioni più quadrate viste al Menti, difende bene e davanti ha qualità per far male. Vicenza in difficoltà nell’imporre gioco, ma bravo a reagire subito al gol ospite e trovare il pari alla prima occasione. Contenuti agonistici del match molto elevati, non sempre Ros è stato all’altezza della situazione, anche perché mal assistito

SECONDO TEMPO

2′ discesa a sinistra di Scaglia, tiro-cross che la difesa vicentina respinge

4′ Greco dalla distanza, colpo di reni di Alfonso, un po’ sorpreso, e palla respinta in angolo

5′ dal primo tiro dalla bandierina ne nasce subito un secondo, anche questo senza pericoli per Alfonso

7′ altro corner per i piemontesi, che non riescono però a rendersi pericolosi dalle parti di Alfonso

8′ su azione di rimessa laterale, prova Statella dalla distanza di prima intenzione, da dimenticare il suo tiro, palla sul fondo

10′ diagonale in area di Giacomelli a cercare qualche compagno, esce Russo e sbroglia. Si scalda parte della panchina biancorossa, Tiribocchi pare pronto all’ingresso

11′ cross da sinistra di Scaglia, palla che attraversa l’area, errore di D’Elia che non trova l’impatto di testa, Erpen prova a scavalcare Alfonso, conclusione di poco oltre la traversa

12′ cross di D’Elia da sinistra, Russo abbranca la sfera in uscita all’altezza del primo palo

14′ punizione dalla trequarti di sinistra calciata da Scaglia, Scavone prova a deviare di testa la sfera all’altezza del secondo palo, ma riesce solo a sporcarla e farla terminare sul fondo. Seconda frazione iniziata in modo vivacissimo, squadre che si stanno affrontando a viso aperto

19′ il Tir ha subito l’occasione di portare in vantaggio i biancorossi. Lancio lungo di Giacomelli per Maritato, che prova il controllo, la sfera è sporcata da un difensore e finisce al bomber, che prova il destro a giro dal limite, fuori di poco

26′ ennesimo traversone di Scaglia da sinistra, sul secondo palo Statella prova la conclusione al volo, palla che rimbalza a terra e scavalca Alfonso e la traversa

30′ Marchi prova il mancino da dentro l’area, si salva in angolo la difesa di casa. Il corner non produce alcun esito per i piemontesi

35′ ci prova Iemmello con un tiro da fuori area, palla leggermente sporcata da una deviazione e che finisce docile tra le braccia di Alfonso

41′ Maritato prova a sorprendere Russo dalla distanza, nessun problema per l’ex portiere biancorosso

Scontro aereo Maritato-Fabiano a centrocampo. Entrambi escono dal campo e rientrano dopo le cure prestate dai rispettivi staff sanitari

43′ ottavo angolo per i piemontesi, palla respinta fuori area dalla difesa, destro al volo di Ardizzone, palla a lato

45′ grande occasione in coda per i biancorossi. Su preciso cross da sinistra di D’Elia, Maritato prova la sponda per Tiribocchi anziché indirizzare in porta il suo colpo di testa. Sfera che si perde sul fondo

45′+3′ brutta palla persa da Mustacchio sulla linea di fondo, Scavone ne approfitta e mette in mezzo un pericoloso tiro cross che Alfonso smanaccia, poi l’arbitro ferma il gioco con D’Elia a terra in area biancorossa

45′+5′ l’ultimo assalto è piemontese, con una punizione calciata da Scaglia dalla trequarti allontanata dalla difesa di casa

Termina in parità questo anticipo di playoff. Il Vicenza non riesce ad esprimersi come fatto in altre occasioni al Menti. Più che demeriti biancorossi però, c’è stata una Pro solida e qualitativamente attrezzata in ogni zona del campo. Vista oggi, la formazione di Scazzola può essere considerata a buon diritto il principale ostacolo per i berici sulla strada della serie B.

Pagelle della partita "VICENZA-PRO VERCELLI" 

Alfonso 6: contro Marchi, in occasione del gol del vantaggio ospite, nulla può. Si oppone al destro dalla distanza di Greco al 4′ della ripresa, per il resto ordinaria amministrazione o quasi. El Hasni 6,5: bentornato. Finito nel dimenticatoio o quasi dopo la gara contro la Virtus Entella, dove peraltro aveva ben giocato, risponde presente e lo fa con una gara attenta, precisa e priva di sbavature. Gentili 7: il corazziere viareggino argina bene su Marchi che va in rete su azione viziata da una sospettissima posizione ma per il resto si vede pochino. Svetta su tutti per il gol del pari (e fanno quattro in maglia biancorossa). Camisa 6,5: si toglie la patina di grigiore che lo aveva avvolto nelle ultime gare e torna deciso e decisivo, specie nell’ultima fase di gara dove è attento nel risolvere situazioni rischiose in area. D’Elia 6: la fascia destra della Pro Vercelli è quella da dove nasce il gol del vantaggio piemontese ma poi è la meno battuta. In generale meno intraprendente del solito e con qualche incertezza pericolosa come quella da cui nasce l’occasione che Erpen fortunatamente non sfrutta calciando sul fondo. Mustacchio 5,5 : non riesce ad incidere come in altre gare. In generale non appare molto lucido nelle scelte come quando alla mezzora del primo tempo sciupa un ottimo contropiede aspettando troppo e facendosi poi intercettare il passaggio. Finisce la gara come terzino aggiunto a conservazione del risultato. Jadid 6: sufficienza di stima e con attenuanti per il marocchino che non appare brillante ma che aveva qualche problema fisico. Ogni tanto prova qualche pallone dei suoi ma ne perde anche alcuni in modo banale. Cinelli 6: la sua gara può prendere tutt’altra piega quando nel secondo tempo sta per andare al tiro dal limite dell’area ma l’arbitro Ros lo ferma per un dubbio fallo di mano nel controllo precedente. Per il resto partita senza picchi nè errori clamorosi. Sbrissa 6,5: il ragazzino resta in campo un’ora dove dimostra più volte una intraprendenza che fa capire che il carattere c’è.  La punizione da cui nasce il gol del pari è originata da un fallo su di lui. Tiribocchi 6: sulla sponda di Maritato prova il destro di precisione dal limite ma non trova lo specchio. Si dà da fare  con risultati alterni. Giacomelli 5,5 – Sembra sempre sul punto di accendersi ma poi rimane solo il fumo senza l’arrosto. Litiga spesso con il pallone lui che di solito lo doma senza problemi. Di positivo rimane la pennellata che calibra sulla testa di Gentili per l’1-1. Castiglia s.v.: utile la sua fisicità nel finale. Maritato 6,5: nella morsa tra Cosenza e Ranellucci cerca comunque di creare pericoli e di proporsi come assist man. Piace per come si danna l’anima anche se nel finale il pallone che di testa spedisce sul fondo poteva essere sfruttato in maniera molto più proficua per i colori biancorossi.

Giovanni Lopez 6: ad un certo punto la squadra è quasi disposta con un 4-2-4 che pare molto offensivo, ma alla lunga il tecnico preferisce non perdere la partita e si finisce con una linea difensiva a cinque. Con i playoff in tasca ora l’obiettivo primario è quello di giocare la prima gara con il fattore campo a favore.

Arbitro: Riccardo Ros di Pordenone. Assistenti: Edoardo Raspollini di Livorno, Fausto Rugini di Siena.

Ammoniti: Camisa (Vicenza); Ranellucci, Marconi, Erpen (Pro Vercelli).

Spettatori: paganti 2.091 per un incasso di 18.685 euro; abbonati 4.026 quota di 18.606 euro.

Angoli: 0-8.

Recuperi: 1' p.t., 5' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: verde.

Pomeriggio primaverile, temperatura di 23°C, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie C

SAVONA-VICENZA

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-03-23
Partita: 
SAVONA-VICENZA
Risultato: 
1-0
Reti: 
22' Cesarini (S)
Stadio: 
Valerio Bacigalupo di Savona
Formazione locale: 

SAVONA (4-5-1) Aresti; Marras (dal 46′ Cesarini), Marconi, Altobello, Quintavalla; Simoncelli (dal 55′ Maccarone), Giuliatto, Gentile, Agazzi, De Martis; Virdis (dall'89′ Sarao).

A disposizione: Boerchio, Marchetti, Cattaneo, Grandolfo. Allenatore: Ninni Corda

Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Alfonso; Padalino, Gentili, Camisa, D’Elia; Cinelli, Jadid, Castiglia (dal 68′ Tiribocchi); Mustacchio (dall'82′ Padovan), Maritato, Tulli.

A disposizione: Ravaglia, El Hasni, Murolo, Corticchia, Sbrissa. Allenatore: Giovanni Lopez

Note: 
 Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

 

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

1′ lancio lungo a tagliare il campo di Jadid, volata di Mustacchio in fascia destra, il cross basso dell’ex doriano è però preda della difesa ligure

4′ Maritato difende palla al limite, poi prova la girata di destro. Sfera a lato controllata a vista da Aresti. Terreno di gioco molto  insidioso, pesantissimo in alcuni punti, scivoloso in altri

6′ sulla punizione calciata lunga in area palla buona per Tulli, su cui Marras interviene alla disperata, sfera che finisce innocua tra le braccia di Aresti. Brutto fallo a centrocampo di Giuliatto su Mustacchio, Dei Giudici minaccia solo il cartellino, senza estrarlo

10′ punizione dalla trequarti di sinistra per i liguri. Cross in area di De Martis, respinge di testa Gentili

12′ questa volta la punizione è dalla trequarti di destra. Stavolta è Camisa a ribattere il traversone al centro

Dei Giudici sta sorvolando su alcuni interventi rudi da ambo le parti, evitando di estrarre cartellini. In una partita del genere la scelta potrebbe rivelarsi azzardata

Campo infame e vento fastidioso, difficile per entrambe le squadre tessere gioco. 15′ senza emozioni

20′ da un tentativo di sfondamento di Castiglia e Mustacchio parte un buon contropiede dei padroni di casa, concluso da un suggerimento sbagliato di Simoncelli in area per Virdis. Palla troppo lunga che finisce direttamente tra le braccia di Alfonso

24′ punizione dalla trequarti destra per un intervento su Castiglia. Calcia Jadid in area, respinge la difesa. Sul contropiede ligure la prima vera occasione della partita, con De Martis che si presenta solo in area, ma il suo diagonale di destro finisce a lato

29′ tentativo di percussione in area di Virdis, D’Elia sbroglia la situazione

30′ ci prova Simoncelli dalla distanza, sfera alle stelle

31′ due belle chiusure di Camisa su altrettante iniziative avversarie, poi un cross di Giuliatto mette in apprensione Alfonso, cui il vento rischia di giocare un brutto scherzo. Recupera la posizione il portiere e smanaccia alla meglio, poi la difesa libera l’area

33′ due corner consecutivi per i biancorossi. Entrambi calciati da Jadid, non si creano pericoli per Aresti

35′ sulla conseguente punizione, traversone in area respinto dalla difesa, sulla sfera si avventa Marras, che spara il destro alle stelle

37' prima occasione nitida per i biancorossi. Cross da destra di Padalino, all’altezza del dischetto Maritato sporca di testa di quel tanto che basta da mettere fuori causa Cinelli, che sbuca dietro di lui non trovando per un nulla la deviazione decisiva

40′ iniziativa di Tulli sulla fascia sinistra, cross basso sul primo palo per l’accorrente Maritato, la cui deviazione termina a lato

41′ sul terzo angolo battuto da Jadid, Aresti rischia il pasticcio, anche in questo caso provocato dal vento. Respinta di pugno addosso ad un compagno e palla nuovamente in corner. Il quarto angolo, calciato ancora da Jadid, vede la sfera terminare direttamente sul fondo

45′ punizione dalla trequarti, in posizione centrale. Calcia diretto in porta Jadid, cercando di sfruttare il vento a favore, palla alta sulla traversa

Prima frazione equilibrata. Gioco reso difficile dalle condizioni del campo e dal fastidiosissimo vento, che soffiava alle spalle dei biancorossi. Partita molto fisica, che per il momento gli uomini di Lopez hanno combattuto con personalità e determinazione.

SECONDO TEMPO

3′ grande occasione per Tulli, imbeccato da Jadid in area, spostato sulla sinistra. Il numero 11 biancorosso rientra su destro e cerca di sorprendere sul secondo palo Aresti, che si distende in volo e devia in angolo. Nulla di gatto dalla bandierina

4′ difende palla Gentile al limite dell’area, poi prova il destro, ammortizzato da un difensore, comoda la parata di Alfonso

6′ Vicenza che getta alle ortiche un’occasione monumentale. Cross da destra, testa di Cinelli a centro area, sfera che giunge al liberissimo Tulli che svirgola ignobilmente la conclusione e spreca tutto, dando poi modo alla difesa ligure di liberare

9′ punizione dai 30 metri, posizione centrale, per un fallo su Jadid. Lo stesso marocchino, che calcia il destro a scavalcare la barriera, palla che si infrange sul muro avversario

12′ punizione dalla trequarti di destra. Cross in area di Giuliatto, palla lunga sul secondo palo, dove un’uscita completamente fuori tempo di Alfonso mette nelle condizioni Marconi di battere a colpo sicuro. Palla fuori di centimetri, per il sospiro di sollievo di Lopez

16′  sesto angolo per i biancorossi, altro nulla di fatto. Dalla bandierina gli uomini di Lopez non riescono a creare un’occasione. Diminuisce di intensità la pioggia, permane il vento freddo. Ripresa fino ad ora più vivace e Vicenza che sembra poter far valere il maggior tasso tecnico. A patto di buttarla dentro e di non sprecare ancora come fatto da Tulli nei primi minuti.

22' Gol del Savona: gol di Cesarini, che su lancio lungo da centrocampo spizza di testa verso Virdis, con cui poi combina prima di presentarsi solo davanti ad Alfonso, trafitto con un diagonale destro.

27′ il Vicenza prova a reagire e lascia spazi al contropiede ligure. Dal limite dell’area De Martis potrebbe far male con il mancino, palla altissima sulla traversa con Cesarini liberissimo a centro area

28′ risponde Maritato, che si libera benissimo al limite, scarica il sinistro, fuori di centimetri

29′ girata mancina al volo dalla lunghissima distanza di Cesarina, palla lontana dai pali della porta di Alfonso

31′ due cross di D’Elia mettono in apprensione la difesa di casa. Sul primo viene anticipato Maritato, sul secondo Dei Giudici fischia l’offside di un biancorosso. Fasi nervose e confuse di gioco. Il Vicenza prova ad avanzare il baricentro, lotta con le unghie la formazione di Corda per tenere i biancorossi lontani da Aresti

37′ ci prova Gentile dal limite, palla a lato

38′ lancio lungo in area per Virdis, che esplode il destro, fuori

41′ percussione di Gentile, che giunto al limite dell’area fa partire di sinistro qualcosa a metà tra il tiro e il cross, sfera sul fondo

42′ incredibile gol di Tiribocchi, che scarica all’incrocio una palla vagante al limite dell’area. Dei Giudici vanifica tutto per un fuorigioco di rientro dello stesso “Tir”

43′ destro a giro di Tulli, dal suo “solito” spicchio d’area. Sfera che supera Aresti, ma si infrange sul palo

Il Vicenza perde la seconda trasferta di fila. Al “Bacigalupo” partita maschia, che gli uomini di Corda portano a casa in virtù di una maggiore cattiveria agonistica, particolarmente dopo aver trovato il vantaggio di Cesarini.


Pagelle della partita "SAVONA-VICENZA"

Alfonso 6: alla fine parate complicate non ne deve fare.  Nel secondo tempo su un lungo cross rimane bloccato in attesa di esecuzione, ma fortunatamente la conclusione di Marconi è fuori dallo specchio. Padalino 5,5: inizialmente un po’ in difficoltà su Simoncelli, un po’ alla volta gli prende le misure. In generale però sembra appannato anche in fase di impostazione della manovra. Gentili 5,5: anche lui patisce Virdis. Tagliato fuori in occasione del gol del Savona dove tutta la difesa poteva fare meglio. Camisa 5: sceglie di uscire su Cesarini, ma la scelta è infelice perchè viene tagliato fuori permettendo al savonese di presentarsi in area e battere Alfonso. Il baluardo difensivo  dopo la squalifica non è più tornato ai livelli precedenti, speriamo che la sosta porti consiglio. D’Elia 6: il meno peggio della linea difensiva, non a caso sulla sua fascia il Savona non si vede quasi mai. Prova anche qualche sortita in avanti, purtroppo senza esito. Cinelli 6: il centrocampo dei liguri è particolarmente aggressivo ma quello biancorosso regge abbastanza agevolmente. Subisce un entrata killer da parte di Quintavalla che se la cava con una semplice ammonizione. Jadid 6,5: tra pioggia e vento, non era certo la giornata migliore per mettere in mostra le sue qualità. Prova comunque a mettere ordine in una gara che altrimenti sarebbe solo un confronto muscolare, anche a costo di qualche errore di misura di troppo.  Alla fine non basta, ma la sua partita è oltre la sufficienza. Castiglia 6: il giudizio, come nel caso di Cinelli, tiene conto della difficoltà del giocare contro un centrocampo dinamico e fisico come quello savonese. Tiribocchi 6: gol strepitoso annullato per un fuorigioco dubbio. Mustacchio: 5,5 - Ci ha abitutati indubbiamente bene e quindi oggi appare più evidente la sua giornata di scarsa vena. Parte benino ma alla fine non sforna la consueta gara fatta di spunti irresistibili. Maritato 6,5: una battaglia continua con i centrali avversari da cui esce con una prestazione positiva. Si offre continuamente come sponda in avanti e va anche alla conclusione dopo un doppio dribbilng: palla fuori di un soffio. Tulli 6: sarebbe probabilmente il migliore dei biancorossi se sui suoi piedi non pesasse la palla gol trasformata in errore grossolano che al terzo minuto della ripresa avrebbe cambiato le sorti dell’incontro. Poi trova sulla sua strada prima il brillante intervento di Aresti, dopo lo sfortunato palo interno. Peccato.

Giovanni Lopez 6: passati i primi venti minuti di assestamento con il Savona che prova a partire ventre a terra per sorprendere il Vicenza, per il resto la squadra tiene abbastanza agevolmente. Il torto (film già visto) è quello di non arrivare al gol e di non riuscire a portare a casa almeno il pari. In vista dei playoff è un film con il finale che va assolutamente cambiato.

Arbitro: Pietro Dei Giudici di Latina. Assistenti: Marco Chiocchi di Foligno, Filippo Malacchi di Perugia.

Ammoniti: Virdis, Quintavalla (Savona); Padalino (Vicenza)

Spettatori: 841 (paganti più abbonati) per un incasso complessivo di 6.654 euro.

Angoli: 0-6.

Recuperi: 0' p.t., 2' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: verde.

Giornata di pioggia intermittente, a tratti intensa. Temperatura di 7-8 gradi, terreno di gioco scivoloso.

Torneo: 
Serie C

VICENZA-LUMEZZANE

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-03-16
Partita: 
VICENZA-LUMEZZANE
Risultato: 
2-1
Reti: 
37′ Tulli (V), 46′ Maritato (V), 64' Torregrossa (L)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-2-3-1) Alfonso; Padalino (dall'82′ Sbrissa), Camisa, Murolo, D’Elia; Cinelli, Castiglia; Mustacchio, Giacomelli (dal 76′ Padovan), Tulli (dal 68′ Gentili); Maritato.

A disposizione: Ravaglia, Anaclerio, Corticchia, Filippi. Allenatore: Giovanni Lopez

Formazione ospite: 

LUMEZZANE (4-4-2) Bason (dal 37′ Dalle Vedove); Carlini, Belotti, Monticone, Benedetti; Franchini, Gatto, Maita (dal 37′ Sevieri), Salim (dall'80′ Ferrante); Ekuban, Torregrossa.

A disposizione: Coulibaly, Cremaschi, Bernardi, Quaggiotto. Allenatore: Michele Marcolini

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

6′ Carlini dalla distanza, palla lontanissima dai pali della porta difesa da Alfonso

11′ primo corner per i biancorossi, cross di Padalino respinto dalla difesa, il successivo tentativo di penetrazione in area di Tulli crea un rimpallo e la sfera finisce fra le braccia di Bason. Match che stenta a decollare, Lumezzane rintanato e Vicenza che non trova sbocchi

13′ punizione dalla trequarti di destra del fronte d’attacco lombardo, prova il cross Salim, deviato in angolo, senza esito

16′ occasionissima biancorossa. Volata di Mustacchio a destra, cross basso per l’accorrente Tulli, tocco sottoporta di quest’ultimo, troppo debole, si salva in angolo Bason. Nulla di fatto dalla bandierina

17′ su una palla vagante al limite prova la botta di destro Franchini, fuori

18′ altro angolo per i biancorossi, nessun pericolo per la porta di Bason

22′ altra iniziativa a destra di Mustacchio, la cui presenza è sempre più importante per la squadra di Lopez. Il traversone basso dell’esterno ex Samp mette in difficoltà la difesa ospite, che se la cava in affanno. Dopo un inizio da sbadigli la partita si è ora vivacizzata.

26′ cross basso di Giacomelli da sinistra, Belotti in angolo. Il tiro dalla bandierina è dello stesso Giacomelli, sul primo palo Ekuban svetta e allontana. Sul proseguo dell’azione prova la rovesciata dal limite Padalino, sfera docile fra le braccia di Bason

29′ quinto angolo per i biancorossi, ma il cross di Giacomelli non trova compagni pronti all’impatto di testa

31′ cross di Benedetti dalla trequarti sinistra, impatta bene di testa a centro area il liberissimo Salim e miracolosa deviazione in angolo di Alfonso. Dal tiro dalla bandierina nessun pericolo per la porta biancorossa

37' GOL DEL VICENZA: ancora l’incontenibile Mustacchio scende sulla fascia destra, cross basso in area con Maritato prova il gol della vita di tacco. Si salva Bason, che nulla può sul tap-in del numero 11 biancorosso. Nell’azione del gol lo stesso Bason si infortuna e viene sostituito dal dodicesimo, Dalle Vedove

42′ la discesa a destra questa volta è di Padalino, cross in mezzo, nessun problema per Dalle Vedove che abbranca in presa in uscita

43′ Padalino pasticcia al limite, ritardando il passaggio indietro ad Alfonso. Per poco non ne approfitta Ekuban, sbroglia in uscita bassa Alfonso

45′ occasionissima per i lombradi goffa respinta di Alfonso su tiro da fuori di Franchini. Torregrossa ha una chance enorme, ma da pochi passi spara il sinistro alle stelle. Sospiro di sollievo del Menti. Tre minuti di recupero, dovuti principalmente all’infortunio occorso al portiere ospite Bason in occasione del gol berico

Prima frazione molto più complicata del previsto per l’undici di mister Lopez. Il Lumezzane si difende bene e lascia pochi varchi ai biancorossi. Ci vuole l’ennesima iniziativa di un sempre più decisivo Mustacchio per permettere a Tulli di sbloccare il risultato. Ci vorrà un altro Vicenza, nel secondo tempo, per mantenere il vantaggio, perché quando si presentano davanti ad Alfonso, Torregrossa e compagni fanno paura.

SECONDO TEMPO

1' GOL DEL VICENZA: al primo affondo della ripresa il Vicenza raddoppia. Tulli serve al limite Maritato, spalle alla porta. Controllo e girata di destro del bomber berico, che con una perla manda alle spalle di Dalle Vedove

10′ punizione di Giacomelli dalla trequarti, Tulli trattenuto vistosamente in area, tutto regolare per Formato

14′ ancora sull’asse Benedetti-Torregrossa la reazione del Lumezzane. Cross del primo da sinistra, buon impatto di testa del numero 9 rossoblù, Alfonso blocca a terra la conclusione centrale

19' Gol del Lumezzane: troppa la facilità con cui Torregrossa ed Ekuban combinano al limite dell’area biancorossa. Tiro del giocatore di colore, Murolo interviene in anticipo su Alfonso e per Torregrossa è un gioco da ragazzi infilare in rete

22′ due miracoli consecutivi di Alfonso tengono in piedi il Vicenza. Prima su Franchini, il cui angolato rasoterra dal limite viene deviato in corner, poi sul tiro dalla bandierina, quando d’istinto rimedia ancora in angolo ad un colpo di testa di Belotti

25 cross di Carlini da destra, stavolta è comoda l’uscita di Alfonso

26′ ancora una brutta palla persa dalla difesa berica, l’errore è del neo entrato Gentili. Torregrossa per Gatto in area, fermato in uscita bassa di Alfonso. Vicenza ancora in vantaggio, ma che sta palesando enormi difficoltà, soprattutto difensive

30′ ancora un tiro dalla bandierina di Giacomelli, ma il suo cross è troppo basso, nessun problema per la difesa

33′ un cross di Benedetti viene deviato in angolo da Camisa. Senza esito il tiro dalla bandierina

38′ dalla distanza ci prova Sbrissa, a pochi secondi dal suo ingresso in campo. Conclusione da dimenticare

41′ sinistro da dentro l’area di Ekuban, lanciato lungo da Benedetti. Alfonso respinge a mani aperte

42′ punizione da sinistra, quasi un corner. Cross di Benedetti, stacco di testa di Belotti, sfera alta sulla traversa

43′ contropiede biancorosso, Padovan attende troppo la conclusione e quando finalmente prova il suo tiro è ribattuto

43′ Gentili ferma in area Gatto, che rovina a terra. Intervento sulla palla, Formato lascia giustamente proseguire

45′+3′ tentativi della disperazione per la squadra di Marcolini. Lanci lunghi in area. Sull’ultimo Alfonso esce bene alto sul dischetto e abbranca in presa alta

Il triplice fischio di Formato mette la parola fine ad un match tutt’altro che semplice da vincere per i biancorossi. Lumezzane che ha messo paura fino al termine alla squadra di Lopez, apparsa in giornata grigia in diversi elementi. Buoni comunque i tre punti conquistati, utili ad avvicinare il secondo posto, in virtù del pareggio della Pro Vercelli a Pavia.

Pagelle della partita "VICENZA-LUMEZZANE" 

Alfonso 6,5: al netto di una incertezza nel primo tempo,  nella respinta sul tiro dalla distanza di Franchini su cui poi Torregrossa si divora il gol, è decisivo in almeno tre circostanze di cui due per mantenere la vittoria.  Sul tiro di Ekuban in occasione del gol lombardo, pare comodamente sulla traiettoria della palla ma l’intervento di Murolo lo spiazza. Padalino 6,5: cala solo alla distanza ma in precedenza è costante nella spinta sulla fascia destra e attento in chiusura. Camisa 6: un po’ meglio rispetto alla gara contro il Sudtirol ma partita non esente da sbavature. Murolo 6: Torregrossa non è cliente facile lo dice la classifica marcatori, lui gli da una grossa mano in occasione della rete dei lombardi non intendendosi con Alfonso. Per il resto partita abbastanza attenta. D’Elia 6,5: torna intrapendente come è abitudine vederlo al Menti. Castiglia 6: è lui a sporcare spesso le traiettorie dei passaggi avversari, anche se altrettanto spesso difetta di precisione in fase di costruzione. Cinelli 5,5: a Bolzano aveva sbagliato molto sotto porta ma se non altro c’era. Oggi non si vedono neanche gli inserimenti in fase offensiva. Mustacchio 7: quando trova spazi per lanciare la sua corsa è uno spettacolo atletico.  Nel primo tempo dalla sua fascia nascono le azioni più pericolose. In questo momento sembra un giocatore imprescindibile per la squadra di Lopez. Giacomelli 5,5: così così, come già domenica scorsa. Una piccola pausa in un campionato finora sontuoso ci può stare, a patto che rimanga piccola. Padovan s.v.: gestisce male l’unico pallone avuto, anche se è giustificabile la voglia di mettersi in mostra nei pochi minuti a disposizione. Tulli 6,5: sfrutta  male il primo assist di Mustacchio, poi è bravo ad avventarsi sulla respinta di Bason sul colpo di tacco di Maritato. Cinque reti stagionali ma la sensazione è che il bottino possa aumentare. Gentili 6: stenta ad entrare in partita commettendo anche una grossa incertezza nei primi minuti in campo, poi è prezioso come contraerea nel finale. Maritato 7: decisivo nell’azione del gol di Tulli, va a bersaglio con una bellissima girata in apertura di ripresa. Di testa in avanti le prende tutte lui. In sostanza una gara più che buona.

Giovanni Lopez 6,5: il Vicenza vince la sua nona partita interna su tredici gare. Oggi senza Jadid si è vista la difficoltà nella gestione di palla in un finale dove si è lasciata troppa iniziativa agli avversari, però alla fine la vittoria arriva e la corsa playoff prosegue secondo i programmi.

Arbitro: Paolo Formato di Benevento. Assistenti: Lorenzo Abagnara di Nocera Inferiore, Andrea Dessena di Ozieri.

Ammoniti: Castiglia, Maritato, Giacomelli (Vicenza); Benedetti (Lumezzane).

Spettatori: paganti 1.172 per un incasso di 9.301 euro; abbonati 4.026 quota di 18.606 euro.

Angoli: 8-5.

Recuperi: 3' p.t., 3' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: verde.

Pomeriggio primaverile, temperatura di 18°C, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie C

SUD TIROL-VICENZA

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-03-09
Partita: 
SUD TIROL-VICENZA
Risultato: 
1-0
Reti: 
70' Pederzoli (S) su rigore
Stadio: 
Druso di Bolzano
Formazione locale: 

SUD TIROL ( 4-3-3) Facchin; Cappelletti, Tagliani, Bassoli, Martin; Furlan, Pederzoli, Fink (dal 77′ Kiem); Turchetta (dall'89′ Bastone), Corazza, Minesso (dal 67′ Veratti).

A disposizione: Micai, Traorè, Melchiori, Cocuzza. Allenatore: Claudio Rastelli

Formazione ospite: 

VICENZA (4-1-4-1) Ravaglia; Padalino, Camisa, Murolo, D’Elia; Jadid; Tulli, Castiglia (dal 74′ Tiribocchi), Cinelli, Giacomelli (dall'87′ Padovan); Maritato.

A disposizione: Alfonso, El Hasni, Anaclerio, Sbrissa, Malivojevic. Allenatore: Giovanni Lopez

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

1′ cross in area da sinistra di Martin, nessun compagno pronto alla deviazione di testa a centro area

4′ un passaggio filtrante in area di Jadid viene intercettato, parte il contropiede della squadra di casa, chiuso da un destro di Corazza, ribattuto da Camisa al limite dell’area

6′ si disimpegna bene sull’out di destra Minesso, poi scarica a Furlan per il cross, completamente fuori misura. Rimessa in gioco per il Vicenza

8′ dalla trequarti Fink cerca di innescare Corazza con un pallonetto in area, sbroglia Padalino in rovesciata. Inizio a ritmi molto blandi. Il terreno di gioco, all’apparenza in buono stato, presenta gibbosità che rendono difficile anche controlli semplici

11′ clamorosa palla gol per la squadra di casa. Corazza, lanciato in verticale da Turchetta, brucia Camisa sullo scatto, supera di slancio Ravaglia in uscita, ma poi non inquadra il bersaglio. Era un po’ sbilanciato e in posizione defilata, ma l’occasione era davvero ghiotta

12′ Minesso penetra in area a sinistra e prova il “sombrero” ai danni di Murolo, che gli soffia palla. Con l’aiuto di un braccio, secondo l’ex biancorosso, che protesta vivacemente con Rapuano, il quale fa cenno di proseguire

14′ Fink avanza in percussione fino al limite dell’area e scocca il diagonale di destro, che gli esce fiacco, nessun problema per Ravaglia

16′ ancora un lancio lungo di Pederzoli per Corazza, che da dentro l’area, spostato sulla destra, esplode il destro, Ravaglia si oppone con i pugni, poi la difesa allontana. VICENZA sul ribaltamento di fronte palla buona per Giacomelli al limite, destro che non crea patemi a Facchin

19′ Cinelli si divora il vantaggio biancorosso. Cross da destra di Tulli, i difensori locali si dimenticano l’ex laziale e lui, tutto solo davanti a Facchin, non trova di meglio che appoggiargli di testa un pallone docile docile fra le braccia

22′ prova la percussione Tulli, sbroglia Tagliani al limite dell’area, sparacchiando in fallo laterale

24′ su un suggerimento di Jadid da sinistra, Maritato prova la deviazione in spaccata sul secondo palo, para facile Facchin

26′ Padalino conquista il primo corner per il Vicenza. Calcia Jadid dalla bandierina, cross lungo sul palo lontano, stacco di testa di Murolo, palla sul fondo

28′ su un cross innocuo da destra, incerta l’uscita di pugno di Ravaglia, poi Tulli commette un ingenuo fallo di mano. Calcia in area la punizione Minesso, libera la difesa berica, dalla distanza ci prova Martin, palla lontanissima dai pali di Ravaglia

36′ punizione dal cerchio di centrocampo, palla scodellata in area e D’Elia si rifugia in angolo. Corner battuto da Minesso, sul secondo palo sponda di Corazza verso l’area piccola, nessun altoadesino è pronto alla correzione a rete

37′ ancora Corazza ci prova da dentro l’area, ma il suo tiro-cross finisce direttamente sul fondo

40′ punizione dalla trequarti di sinistra di Jadid, palla in area per Maritato, che si gira benissimo ed esplode il sinistro, Facchin si salva alla disperata in uscita bassa e sventa la minaccia

43′ su una palla vagante al limite dell’area tirolese, Castiglia trova un ottimo suggerimento a destra per Tulli. Destro pronto da dentro area le numero 7 biancorosso e palla di poco alta sulla traversa

44′ azione in fotocopia della precedente, dalla stessa posizione favorevole Tulli calcia ancora a lato

SECONDO TEMPO

6′ gran destro di Tulli dal limite, vola alla sua sinistra Facchin e devia in angolo

7′ sugli sviluppi del corner contropiede tirolese che la difesa berica contiene a fatica

8′ terzo corner per i biancorossi, ancora Jadid alla battuta del cross in area, alto e morbido allontana la difesa di casa

9′ ci prova dai 25 metri Cappelletti, sinistro di poco a lato alla destra di Ravaglia proteso in tuffo

13′ quarto angolo per il Vicenza, stavolta calcia Giacomelli, cross basso, sul primo palo allontana un difensore tirolese

17' intuizione geniale di Jadid, che con un lancio morbido in area mette Cinelli solo davanti a Facchin. Il numero 8 biancorosso prova la conclusione di destro, ma trova l’opposizione con il corpo del portiere

18′ ancora Cinelli sciupa clamorosamente la girata di destro a 5-6 metri da Facchin. Solari le occasioni capitate sul piede destro del centrocampista romano nel giro di un minuto, sciagurati per il Vicenza i suoi errori

25' Gol del Sudtirol: Turchetta si incunea in area, vince un rimpallo su Murolo che lo contrasta in scivolata, si presenta solo davanti a Ravaglia. Il portiere gli frana addosso in uscita, penalty solare trasformato da Pederzoli

32′ grandi proteste di Maritato, affossato da un difensore locale su un cross da destra di Padalino, sorvola Rapuano

34′ ci prova da fuori Turchetta, tiro fiacco, controllato in tuffo alla sua destra senza patemi da Ravaglia. Vicenza sotto di un gol e punito ben oltre i propri demeriti. Fino all’estemporaneo episodio del rigore i biancorossi sembravano avere in pugno la gara, con l’unica colpa di non aver capitalizzato alcune importantissime occasioni per passare in vantaggia, soprattutto quelle capitate a Cinelli

36′ suggerimento di Corazza in area per Veratti, che all’altezza del dischetto rientra sul sinistro e batte a rete, respinge Murolo

43′ lancio morbido in area di Jadid per Cinelli, che cade a terra toccato da un difensore. Timide proteste biancorosse, Rapuano lascia proseguire

45′+1′ punizione dalla trequarti calciata da Jadid, di testa in angolo un difensore. Dalla bandierina ancora Jadid per la testa di Murolo a centro area, bravo Facchin ad allontanare di pugno la sfera

Pagelle della partita "SUDTIROL-VICENZA"

Ravaglia 6: si disimpegna con bravura su Corazza nel primo tempo, nella ripresa protagonista suo malgrado del rigore decisivo, ma la frittata era stata fatta in precedenza. Padalino 6: abbastanza sulle sue, inizia a spingere di più dopo lo svantaggio con generosità ma anche con qualche pasticcio di troppo. Camisa 5: non brillante il ritorno del capitano che commette ingenuità che solitamente non gli appartengono. Murolo 5,5: interviene goffamente su Turchetta in occasione dell’azione del rigore, peraltro senza riuscire a fermarlo e finendo tagliato fuori dal suo stesso intervento scomposto. Poi tenta il riscatto  proiettandosi in area avversaria ma la mira, sul colpo di testa, non lo sostiene. D’Elia 6: non è il cursore di fascia che di solito i tifosi apprezzano al Menti. Tiene la posizione cercando soprattutto di disinnescare gli avversari dal suo lato di competenza. Castiglia 6: finchè rimane in campo svolge il solito compito di diga mobile davanti alla difesa. Poi Lopez lo sostituisce per aumentare il peso dell’attacco, ma probabilmente sarebbe stato meglio agire altrove. Tiribocchi 5: in campo venti minuti di lui c’è traccia solo per l’ammonizione che lo costringerà a saltare la partita con il Lumezzane. Jadid 6,5: non pare in una delle giornate di grande ispirazione ma nelle due-tre volte che accende la luce, sono pennellate che solo per la scarsa mira dei biancorossi non vengono trasformate in altrettanti gol. Ammonito, salterà la prossima gara. Cinelli 5: tre palle gol, belle come il sole e tre errori grossolani. Decisivo nel bene nelle ultime due gare, poteva esserlo anche oggi ma non c’è stato verso. Tulli 5,5: dei tre davanti è quello che si fa più vivo dalle parti di Facchin ma i due tiri da ottima posizione che, nel primo tempo, non trovano nemmeno lo specchio della porta, andavano sfruttati meglio. Maritato 6: da ex ha voglia di far bene e si vede. Alla fine ha solo una buona palla da sfruttare su cui Facchin in uscita disperata è più fortunato che bravo. Giacomelli 5: un tiro debole al decimo del primo tempo e il “solito” giallo ad un avversario che blocca una sua ripartenza sono le uniche cose degne di nota della sua partita che va archiviata sotto la voce “giornata no”. Padovan s.v.: forse il ragazzo doveva essere inserito un po’ prima, considerata la gara poco brillante dei compagni di reparto.

Giovanni Lopez 5,5: sette occasioni gol sciupate non sono certo colpa sua. Però la gestione dei cambi oggi non convince sia nei modi che nei tempi.

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini. Assistenti: Giuseppe Di Guglielmo di Ariano Irpino, Salvatore Claudio Defina di Cesena.

Ammoniti: Pederzoli, Furlan, Cappelletti (Sud Tirol); Tiribocchi, Jadid (Vicenza)

Spettatori: 1200 circa (abbonati 226) con larghissima rappresentanza berica stimabile in 400 unità.

Angoli: 1-6.

Recuperi: 1' p.t., 5' s.t.

Maglia: giocatori: blu; portiere: verde.

Giornata di sole primaverile, terreno in condizioni discrete, temperatura di 15 gradi.

Torneo: 
Serie C

VICENZA-ALBINOLEFFE

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-03-02
Partita: 
VICENZA-ALBINOLEFFE
Risultato: 
3-2
Reti: 
8′ Mustacchio (V), 13′ Girasole (A), 29′ Valoti (A), 36′ Maritato (V), 61' Cinelli (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-1-4-1) Ravaglia; Padalino, Gentili, Murolo, D’Elia; Jadid; Mustacchio (dal 92′ El Hasni), Castiglia, Cinelli, Giacomelli (dal 90′ Sbrissa); Maritato (dall'81′ Tiribocchi). 

A disposizione: Alfonso, Anaclerio, Padovan, Corticchia. Allenatore: Giovanni Lopez

Formazione ospite: 

ALBINOLEFFE (4-3-3) Offredi; Salvi, Tedeschi, Piccinni, Beduschi; Calvano, Taugourdeau (dal 74′ Cissé), Gazo; Girasole (dall'87′ Aurelio), Valoti (dall'80′ Allievi), Pesenti. 

A disposizione: Cortinovis, Pontiggia, Corradi, Maietti. Allenatore: Elio Gustinetti.

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

2′ innocuo colpo di testa di Calvano su cross alto e morbido proveniente da sinistra, nessun problema per Ravaglia

3′ Jadid per Mustacchio a destra, il cross basso dell’esterno viene respinto dalla difesa lombarda

7′ clamorosa occasione biancorossa al primo affondo. Iniziativa di Cinelli, che entra in area da sinistra e serve al centro a Maritato un pallone con scritto “basta spingere”. L’attaccante stavolta non è abbastanza determinato, e in parte è bravo Offredi ad opporsi con il corpo e l’azione sfuma

8' GOL DEL VICENZA: azione in fotocopia della precedente, cross basso di D’Elia, Maritato in ritardo al centro, Beduschi si addormenta e sul secondo palo piomba Mustacchio e insacca di piattone mancino, Vicenza in vantaggio

13' Gol dell'Albinoleffe: pochi minuti ed è parità. Cross di Calvano da destra, palla che attraversa l’intera area berica, dalla parte opposta Girasole batte a colpo sicuro e di destro fulmina Ravaglia

14′ ci prova ancora Girasole da fuori area, sfera altissima sulla traversa. Uno-due in cinque minuti, poi il match è tornato alle schermaglie tattiche iniziali. Nessuna delle due formazioni sembra voler rischiare molto, prevale la prudenza

23' primo corner per i biancorossi. Mischia dopo il calcio dalla bandierina di Giacomelli, ma nulla di fatto

24' da una punizione per l’Albino calciata da Valoti parte in contropiede a destra Mustacchio, che sbaglia tutto al momento di cambiare gioco e la difesa lombarda si salva. Potenzialmente era una buona opportunità

27′ secondo angolo per il Vicenza, nessuno riesce ad intervenire sul cross di Giacomelli. Controtraversone da destra di Padalino, smanaccia Offredi in direzione di Giacomelli, posizionato al limite dell’area. Botta di destro dell’attaccante berico, risponde di pugno l’estremo bergamasco

29' Gol dell'Albinoleffe: Pesenti viene lanciato a destra, brucia Gentili in velocità, si presenta in area e scavalca Ravaglia in pallonetto. Palo e palla che torna verso il centro dell’area, Valoti arriva prima di tutti e deposita il piattone destro in fondo al sacco

34′ punizione dalla trequarti di sinistra, dopo una buona iniziativa di Giacomelli. Batte Jadid, incerta l’uscita di Offredi, palla fuori area, dove Pesenti stende Padalino. Altro calcio di punizione

35′ Jadid calcia da fermo, destro a giro, palla sulla barriera

36' GOL DEL VICENZA: cross da sinistra di D’Elia, paperissima di Offredi, che respinge di pugno sul primo palo addosso ad un compagno, per Maritato è facile spingere la sfera oltre la linea di porta

45′ punizione dalla trequarti di sinistra del fronte d’attacco bergamasco. Calcia Valoti in area, respinge la difesa biancorossa

Primi 45′ scoppiettanti. Albinoleffe che appare squadra solida, Vicenza bello solo a fiammate. Biancorossi bravi a trovare il vantaggio al primo affondo su uno schema ormai consolidato (D’Elia cross da sinistra, Mustacchio in chiusura sul secondo palo), poi sfortunato e colpevole nell’uno-due ospite. Un regalo di Offredi rimette in corsa la formazione di Lopez.

SECONDO TEMPO

1′ su lancio lungo di Jadid, Mustacchio prova il cross al volo di destro in area. Esito non soddisfacente, palla ciccata e rimessa in gioco per la squadra in maglia celeste

3′ cross dalla trequarti di Taugourdeau, esce bene Ravaglia sul dischetto e abbranca in presa

4′ corner dopo iniziativa di Giacomelli a sinistra. Schema con palla indietro e verticalizzazione di D’Elia per Jadid, che in area non aggancia per un soffio, Offedi ha poi la meglio in uscita bassa. Tutta la panchina biancorossa si sta scaldando

7′ combinano a destra Mustacchio e Padalino, fuori misura il cross del biondo e sfera sul fondo

11′ Jadid prova il destro dai 30 metri, tiro centrale, blocca senza patemi Offredi

13′ quinto angolo per i biancorossi, allontanato di testa all’altezza del primo palo il pallone calciato ancora da Giacomelli

15′ cross di Jadid dalla trequarti sinistra, palla scodellata sul secondo palo, svetta di testa Murolo e Offredi si salva alla meglio respingendo a mani aperte, poi la difesa allontana. Sta crescendo Giacomelli, alcune sue iniziative hanno letteralmente mandato nel panico la difesa avversaria

15′ sul ribaltamento di fronte ci prova Girasole dal limite, palla docile fra le braccia di Ravaglia

16' GOL DEL VICENZA: diagonale di Padalino da destra, palla sporcata a centro area, sul secondo palo ne segue la traiettoria Cinelli e in spaccata trova la zampata vincente

21′ ancora corner per la squadra di Lopez, stavolta il cross lungo è di Jadid, a centro area nessun compagno trova la deviazione aerea

23′ punizione dalla trequarti destra del fronte d’attacco berico. Giacomelli pesca sul fronte opposto Murolo, che impatta bene di testa ma manda la palla alta sulla traversa di Offredi

26′ Jadid perde un bruttissimo pallone a centrocampo, contropiede fulmineo della squadra di Gustinetti, ma Pesenti lanciato solo verso Ravaglia si allunga troppo il pallone al limite dell’area e il portiere ha buon gioco in uscita bassa

27′ bellissimo lancio di Jadid per Mustacchio, contratto in angolo da Piccinni. Sul tiro dalla bandierina nulla di fatto

37′ ingenuità di Giacomelli e Jadid, che regalano una punizione dal limite agli ospiti. Il destro di Beduschi dai 25 metri si infrange su Castiglia, che si accascia colpito duro allo stomaco dalla sfera. Intervento dei sanitari

42′ fallo su Giacomelli e punizione, quasi un corner corto da sinistra del fronte d’attacco biancorosso. Morbido pallonetto in area di Jadid, allontana la difesa, dal limite ci prova Cinelli, sfera alta sulla traversa

43′ ci prova anche Cissé dal limite, dopo azione personale. Palla che esce qualche metro a lato della porta di Offredi

45′+2′ rischio mortale per il Vicenza, su un cross da destra di Girasole, deviazione sul secondo palo di un avanti bergamasco, Padalino spazza sulla linea di porta

Pagelle della partita "VICENZA-ALBINOLEFFE"

Ravaglia 6: non ha responsabilità sui gol. Attento nella ripresa, risolve in uscita un paio di situazioni delicate. Padalino 6,5: diagonale incompleta sul primo gol dei seriani, poi tanta sostanza. Da un suo tiro sporcato nasce il gol vittoria di Cinelli. Gentili 6: non una delle sue migliori giornate. Pesenti se lo fuma in occasione dell’ 1-2.  Meglio nella ripresa, quando va anche alla conclusione di testa. Alla fine arriva ad una stretta sufficienza. Murolo 6,5: senza Camisa si prende l’incarico di guidare la difesa. Nervoso (e falloso) nel primo tempo, si calma e cresce nella ripresa dove fa valere la sua stazza anche in avanti. D’Elia 6,5: certo là dietro è un po’ latitante, ma si riscatta ampiamente con due assist nei primi due gol e una presenza costante sulla fascia sinistra dove insieme con Giacomelli mette alla frusta la difesa dell’Albinoleffe. Un altro assist perfetto lo fa per Jadid che però non aggancia il pallone di un soffio. Jadid 6,5: è senza dubbio il faro del Vicenza, ma in qualche giocata pecca di presunzione come su un sanguinoso pallone perso su un  (inutile) dribbling tentato a metà campo nel secondo tempo. Per fortuna Pesenti si allunga palla e Ravaglia rimedia. Per il resto, come detto, le geometrie biancorosse passano spesso per i suoi piedi. Mustacchio 7: turbo MM. A tratti incontenibile, sempre nel vivo del gioco, segna il gol del vantaggio dalla sua mattonella.  Alle volte pasticcia per generosità, ma il pubblico ormai ha capito e gli perdona tutto. Castiglia 6,5: giocatore fondamentale nell’economia del gioco per la grande quantità di palloni recuperati. Non sarà bello da vedere ma quanto a utilità non si discute. Cinelli 6,5: inizia bene con un assist non sfruttato da Maritato  ma poi si perde e per una ventina di minuti sbaglia un buon numero di palloni. Poi si rimette in careggiata e alla fine arriva anche il gol vittoria a premiare la sua caparbietà. Decisivo come a Busto Arsizio. Giacomelli 7: il gol non arriva ma fa venire il mal di testa ai difensori avversari. Gara ancor più da apprezzare perchè interpreta con costante attenzione anche la fase difensiva. Dopo le ultime partite in cui si era un po’ eclissato, torna e lo fa prepotentemente a modo suo. Maritato 6,5: nel gol del pari ha il merito di mettere pressione su Offredi che si trasforma nel migliore degli assist-man, per il resto la sua gara pur nella consueta abnegazione non è di quelle memorabili.

Giovanni Lopez 7: la squadra nel primo tempo piace ma sbanda un po’ troppo dietro. Nella ripresa pare molto più quadrata e sicura. Inoltre sta bene fisicamente il che non guasta e lo dimostrano i tre cambi che arrivano tutti nei dieci minuti finali. La gara non era delle più facili ma il test è stato superato con buona personalità.

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì. Assistenti: Marco Novellino di Brescia, Davide Imperiale di Genova.

Espulso: al 76' Piccinni (Albinoleffe) per doppia ammonizione.

Ammoniti: Murolo, Tiribocchi (Vicenza); Gazo, Beduschi (Albinoleffe).

Spettatori: 4.849, paganti 823 per un incasso di 6.585 euro, abbonati 4.026 per una quota di 18.606 euro.

Angoli: 7-1.

Recuperi: 1' p.t., 4' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: gialla.

Pomeriggio nuvoloso, temperatura 11° C, terreno pesante per le abbondanti pioggie.

Torneo: 
Serie C

PRO PATRIA-VICENZA

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-02-23
Partita: 
PRO PATRIA-VICENZA
Risultato: 
1-1
Reti: 
85′ Calzi (P), 92′ Cinelli (V)
Stadio: 
Carlo Speroni di Busto Arsizio (VA)
Formazione locale: 

PRO PATRIA (4-3-3) Feola; Andreoni, Spanò, De Biasi, Mignanelli; Tonon, Calzi, Gabbianelli; Moscati (dal 70′ Chiodini), Mella (dal 78′ Giorno), Siega.

A disposizione: Vavassori, Zaro, Taino, Ghidoli, Casiraghi. Allenatore: Giorgio Colleoni

Formazione ospite: 

VICENZA (4-2-3-1) Ravaglia; Gentili, Camisa, Murolo, D’Elia (dall'85′ Padovan); Castiglia, Jadid; Sbrissa (dal 46′ Cinelli), Giacomelli (dal 78′ Anaclerio), Tulli; Maritato.

A disposizione: Alfonso, El Hasni, Corticchia, Tiribocchi. Allenatore: Giovanni Lopez

Note: 
Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net 

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

3′ Feola regala un angolo ai biancorossi. Jadid calcia dalla bandierina, allontana la difesa di casa

5′ sgroppata di Andreoni sulla fascia destra, cross in mezzo, Gentili anticipa tutti e mette in corner. Due volte dalla bandierina Gabbianelli, senza esito

9′ altro corner per la squadra di casa, lo batte Mignanelli per Gabbianelli, cross basso e girata immediata di Calzi al limite dell’area. Palla respinta da un biancorosso, con un braccio secondo il capitano di casa che protesta con Ros, l’arbitro non lo bada e lascia correre. Per il momento schermaglie a centrocampo e grande frenesia da parte dei giovani bustocchi, la partita del Vicenza deve ancora decollare

13′ iniziativa di Mignanelli a sinistra, fermato all’ingresso in area da Gentili, che ha iniziato il match con buon piglio. Non così si può dire di Sbrissa, ancora piuttosto titubante

15′ palla persa malamente da Jadid a centrocampo, lancio lungo per Moscati, che si presenta al limite solo davanti a Ravaglia, fermato da un fuorigioco sospetto fischiato da Ros

16′ altra incursione di Mignanelli, che si presenta in area da sinistra e scarica il mancino su Ravaglia, che respinge. Il terzino bustocco ci riprova, ma viene murato nuovamente e l’occasione sfuma

18′ punizione dalla trequarti per i biancorossi. Calcia Jadid a spiovere in area, prova il destro al volo Tulli, ma cicca la sfera, nessun pericolo per Feola

23′ iniziativa di Gentili a destra, cross basso per Giacomelli, che prolunga a centro area per Tulli, anticipato da un difensore di casa. E’ la prima azione manovrata degna di nota dei biancorossi. Vicenza con il freno a mano tirato, i ragazzi di Lopez stanno faticando maledettamente a sviluppare gioco

31′ su una punizione dal cerchio di centrocampo, lancio lungo a sinistra per Siega, che da posizione molto defilata prova il mancino al volo. Lodevole l’intenzione, meno l’esito, palla lontana dai pali di Ravaglia. Il dinamismo della squadra di Colleoni continua a risultare indigesto alla squadra biancorossa, balbettante come mai prima, nelle ultime giornate di campionato

35′ ci prova Murolo ad impostare il gioco biancorosso, con un lancio lungo dalle retrovie. Non è un bel segnale, azione comunque interrotta per un fuorigioco

38′ quarto angolo per i bustocchi. Pallone che arriva due volte in area, la seconda con l’ennesimo cross di Mignanelli, la difesa berica allontana in affanno

40′ punizione di Jadid dalla trequarti, palla deviata in angolo da un difensore. Sull’angolo è Tulli a trovarsi a tu per tu con Feola, tutto fermo per offside dello stesso attaccante

41′  iniziativa di Andreoni sulla trequarti destra, palla in mezzo per Tonon, che libera il destro dal limite, palo esterno. Il Vicenza rischia ancora

42′ ci prova Jadid dalla distanza, destro da dimenticare e palla alle stelle

Primi 45′ da dimenticare per un Vicenza raramente così brutto in questa stagione. Di fronte a un drappello di baldi e frenetici giovanotti, Giacomelli e compagni non riescono a produrre un tiro in porta. Scarso l’apporto di uno Sbrissa bloccato, probabile possa essere lui il primo dei sacrificati, nel caso mister Lopez pensi ad un cambio

SECONDO TEMPO

4′ i frutti dell’ingresso del terzo centrocampista si vedono subito, palla rubata da Cinelli sul cerchio di metà campo e contropiede di Giacomelli, fermato al limite dell’area

5′ Giacomelli da fuori area, destro alto sulla traversa

7′ corner battuto da Jadid, ancora angolo. Ancora Jadid dalla bandierina, cross, a centro area svetta Murolo, palla fuori di poco dal palo di sinistra di Feola

8′ bel cross di Andreoni da destra, che attraversa tutta l’area biancorossa senza creare pericoli per Ravaglia

11′ altra sgroppata a sinistra di Mignanelli, molto attivo anche nel primo tempo. Il suo traversone non viene sfruttato da alcun compagno

16′ angolo senza esito per i padroni di casa, dopo l’ennesima incursione a sinistra di Mignanelli, bloccata da Camisa. Che non fosse partita facile si era capito dopo i primi 45′. Ora per i biancorossi si farà ancora più dura per l’inferiorità numerica. La speranza è che ci sia una reazione di squadra in stile match contro il Venezia

17′ tentativo velleitario di Jadid dai 25 metri, sfera che termina abbondantemente a lato dalla porta di Feola

20′ sinistro di Gabbianelli da distanza siderale, conclusione alle stelle

21′ Castiglia imita Gabbianelli e dai 30 metri spara il sinistro altissimo

29′ pericoloso cross da sinistra di Siega, dopo una bella azione personale, D’Elia anticipa tutti di testa e allontana la minaccia

38′ punizione dalla trequarti di destra del fronte d’attacco bustocco. Palla in mezzo di Gabbianelli, Camisa in angolo. Sul tiro dalla bandierina stacca bene sulla linea dell’area piccola Tonon, sfera a lato

40' Gol della Pro Patria: punizione dalla trequarti di destra del fronte d’attacco bustocco. Palla in mezzo di Gabbianelli, Camisa in angolo. Sul tiro dalla bandierina stacca bene sulla linea dell’area piccola Tonon, sfera a lato

44′ iniziativa di Chiodini in contropiede, fermato da Murolo al limite dell’area

45′+2′ GOL DEL VICENZA: segna Cinelli con un tiro su una palla vagante al limite dell’area. Furibondo il pubblico locale perché i biancorossi pareggiano con un bustocco a terra

Il Vicenza raddrizza in extremis una partita che, alla luce della prestazione, avrebbe ampiamente meritato di perdere. Tanto brutto da non sembrare vero l’undici di Lopez, mai in partita e sofferente di fronte al frenetico dinamismo della squadra di casa. Di buono, oggi, solo il punto racimolato all’ultimo giro di lancette da un Cinelli entrato nel match nella ripresa in modo propositivo.

Pagelle della partita "PRO PATRIA-VICENZA"

Ravaglia 6: nonostante la domenica opaca della squadra non è che gli avversari si facciano granchè vivi dalle sue parti. Nel primo tempo viene salvato dal palo su botta da fuori di Tonon, nella ripresa si arrende alla punizione di Calzi, per il resto una domenica senza tanti patemi. Gentili 6: soluzione di emergenza sulla fascia destra, tenta comunque di interpretare il ruolo proponendosi anche in avanti. Alla fine non sfigura. Camisa 5,5: il capitano incappa in una giornata opaca. Insolitamente falloso, da un suo intervento nasce la punizione del gol della Pro Patria. Nell’occasione viene anche ammonito il che gli costerà la squalifica nella prossima gara contro l’Albinoleffe. Murolo 6: imbriglia con sufficiente disinvoltura Mella. D’Elia 6: fa la sua partita cercando di dare una mano in avanti, dove la squadra fa fatica. Inizia la ripresa quasi da centrocampista aggiunto ma l’espulsione di Tulli lo costringe a tornare sui suoi passi. Padovan sv: come con il Venezia, entra con l’uomo in meno e il Vicenza va a punti. Non si limita comunque a fare il portafortuna, ma partecipa attivamente all’azione del pareggio. Castiglia 6: meno efficace del solito, cerca come può di contrastare il dinamismo del centrocampo avversario. Jadid 6,5: uno dei pochi ispirati crea più volte superiorità numerica, trovando però scarsa collaborazione negli avanti biancorossi. Sbrissa 5: Lopez garantisce sul ragazzo e c’è da credergli. Oggi però si incarta sulla posizione per lui inusuale e la sostituzione a fine primo tempo è inevitabile. Cinelli 6: entra subito con buon piglio e con voglia di fare bene. Alla fine viene premiato con il gol – in collaborazione con Feola – che si spera gli serva come iniezione di fiducia. Giacomelli 5: già la settimana scorsa non era apparso al meglio, oggi non gli riesce quasi nulla.  Una pausa in un campionato eccellente può starci a patto che non duri troppo, perchè il Vicenza ha bisogno di lui. Anaclerio sv: in campo un quarto d’ora durante il quale riesce a farsi ammonire per una manata in faccia a Giorno.Tulli 5: ammonito nel primo tempo per un fallo su Calzi, trova il secondo giallo nella ripresa per un fallo di mano a centrocampo, giudicato volontario dall’arbitro Ros. Peccato perchè il Vicenza in quel momento pareva cominciare a crescere. Per lui niente Albinoleffe e rimarrà comunque in diffida. Maritato 5,5: dopo l’espulsione di Tulli si danna l’anima per aiutare la squadra a ripartire, però davanti si vede troppo poco. Anche per lui un passaggio a vuoto dopo le ultime ottime prestazioni.

Giovanni Lopez 5,5: la sensazione è che la formazione migliore fosse quella riproposta nella ripresa, il che equivale ad aver concesso un tempo agli avversari. Purtroppo tutto si complica dopo neanche un quarto d’ora quando si ritrova con il Vicenza in dieci. Rincorsa stoppata, ma ora non bisogna perdere l’entusiasmo e la voglia messa in campo nelle scorse settimane.

Arbitro: Riccardo Ros di Pordenone. Assistenti: Francesco Boz di Crotone, Gabriele Trasarti di Teramo.

Espulso: al 57' Tulli (Vicenza) per somma di ammonizioni.

Ammoniti: Gentili, Anaclerio, Camisa, Cinelli (Vicenza)

Spettatori: totale 782 per un incasso complessivo di 7.196 euro; paganti 302 per un incasso di 3.373 euro, abbonati 480 per una quota di 3.823 euro.

Angoli: 6-4.

Recuperi: 0' p.t.,  4' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: gialla.

Giornata di sole quasi primaverile, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie C

VICENZA-FERALPI SALO'

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-02-16
Partita: 
VICENZA-FERALPI SALO'
Risultato: 
4-1
Reti: 
10′ Maritato (V), 34′ Mustacchio (V), 37′ Miracoli (FS), 78′ Jadid (V), 84′ Castiglia (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA(4-2-3-1) Ravaglia; Padalino, Camisa, Murolo, D’Elia; Castiglia, Jadid (dall'87′ Cinelli); Mustacchio, Giacomelli (dal 58′ Gentili), Tulli (dal 75′ Tiribocchi), Maritato.

A disposizione: Alfonso, Anaclerio, Cinelli, Padovan. Allenatore: Giovanni Lopez

Formazione ospite: 

FERALPI SALO' (4-3-3) Branduani; Tantardini, Leonarduzzi, Dell’Orco, Cristiano Rossi; Bracaletti (dall'87′ Cittadino), Pinardi, Zampa (dal 76′ Zamparo); Ceccarelli (dall'83′ Rovelli), Miracoli, Marsura.

A disposizione: Pascarella, Cinaglia, Corrado, Milani, Cittadino. Allenatore: Giuseppe Scienza

Note: 
Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net 

 

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

2′ primo corner biancorosso, per un tiro di Mustacchio deviato dallo stinco di un difensore. Pericoloso il cross in area di Jadid, ma nessun vicentino riesce a correggere in rete

3′ fuochi d’artificio. In un minuto gol annullato a Maritato per un fuorigioco sospetto, poi un tiro di Tulli respinto da Branduani, palla che si impenna e rovesciata di Maritato sul dischetto. Mani piuttosto evidente di un difensore lombardo, lascia correre Mangialardi

5′ azione personale di Giacomelli, destro dal limite e palo esterno con Branduani immobile

7′ punizione dalla trequarti di sinistra. Cross a spiovere in area di Jadid, nessuno tocca e la palla sta per infilarsi sul secondo palo, respinge all’ultimo Branduani. A dir poco scoppiettante l’inizio di gara della formazione di Lopez, tre occasioni nitide in cinque minuti.

10' GOL DEL VICENZA. Tulli salta in tunnel Pinardi sulla trequarti, serve a destra Mustacchio che, incuneatosi in area, batte il diagonale di destro. Imprecisa la respinta a terra di Branduani, palla che si impenna sulla linea di porta e per il bomber biancorosso è un gioco da ragazzi depositare di testa in rete

13′ ci prova Bracaletti da fuori area, sfera abbondantemente a lato

17′ FERALPI Murolo ferma molto bene un contropiede avversario, con Marsura che poteva involarsi verso Ravaglia. Striscione della Sud: “Ciao chef…ultimo highlander” by Crew

18′ incursione di Giacomelli sulla destra, sul cross basso al centro Maritato viene anticipato da Dell’Orco in angolo

21′ altra giocata di Giacomelli a destra, stavolta il cross è a spiovere sul dischetto, Maritato impatta di testa, palla alta sulla traversa

22′ buona iniziativa di Ceccarelli a sinistra, cross basso a centro area per il liberissimo Miracoli, che deposita fra le braccia di Ravaglia un’occasione d’oro

24′ due angoli consecutivi per i biancorossi. Cross di D’Elia da sinistra, sbuca all’altezza del secondo palo Camisa che impatta benissimo di testa, miracolo di Branduani e che devia ancora corner

30′ punizione dalla trequarti sinistra del fronte d’attacco lombardo. Cross a spiovere in area di Pinardi, direttamente fra le braccia di Ravaglia

32′ palla filtrante da sinistra di Pinardi, Ceccarelli anticipa D’Elia in area, poi cade a terra. Per Mangialardi tutto regolare

34' GOL DEL VICENZA. Tulli si libera in area a sinistra, suggerisce al centro per l’accorrente Jadid che svirgola a due passi da Branduani, palla a Mustacchio. L’ex Samp all’altezza del secondo palo trova la zampata e fa 2-0

37' Gol del Feralpi Salò. Alla prima occasione replicano i lombardi. Pinardi calcia una punizione dalla trequarti destra, testa di Miracoli e palla in rete

39′ la punizione calciata dai trenta metri di Pinardi, fischiata per l’intervento di Mustacchio, finisce altissima sulla traversa. Altro striscione della Sud: “Un altro pezzo di curva che se ne va… ciao Chef”

42′ Marsura ci prova dal limite di destro, para a terra Ravaglia

45′+1′ Miracoli riceve un pallone al limite, spalle alla porta, prova ad innescare in verticale Zampa, buon anticipo di Padalino, che effettua bene la diagonale difensiva. Sul proseguo dell’azione tentativo in rovesciata di Ceccarelli su cross da sinistra, fuori

45′+2′ l’ennesima sgroppata di Mustacchio a destra produce un angolo. Sul tiro dalla bandierina velo di Maritato e destro di Castiglia dal limite, sfera alta di centimetri sulla porta di Branduani

Termina una prima frazione dominata letteralmente dalla squadra di Lopez, che ha come di consueto capitalizzato in misura molto inferiore a quanto prodotto. L’estemporanea realizzazione di Miracoli, in uno dei rarissimi tentativi ospiti, tiene aperta una partita che per quanto visto in campo potrebbe già essere nelle mani dei biancorossi.

SECONDO TEMPO

2′ destro di Tulli dal limite dell’area, para a terra Branduani

4′ Jadid batte velocemente una punizione sulla trequarti. Palla al limite per Giacomelli, che si libera di Leonarduzzi e si presenta in area solo davanti a Brandduani, ferma tutto Mangialardi per un fallo dell’attaccante biancorosso

6′ coast to coast di Mustacchio, che parte dalla metà campo vicentina e semina avversari, prima di trovare l’estrema opposizione di Leonarduzzi, che lo blocca

7′ Pinardi calcia una punizione a spiovere in area. Palla respinta dalla difesa, destro a giro di Marsura che si stampa sul palo. Tutto fermo anche in questo caso per un fallo in attacco

11′ palla persa malamente a centrocampo da Castiglia, parte in contropiede la squadra di Scienza, azione che si farebbe pericolosissima se non fosse per un’altra, straordinaria diagonale difensiva di Padalino su Ceccarelli

15′ cross basso di Tantardini da sinistra, para bene a terra Ravaglia

18′ sul calcio da fermo finta di Jaadid, calcia Padalino, a due passi da Branduani spazza via Bracaletti

21′ contropiede ospite, con Bracaletti che spreca tutto servendo troppo lungo in area il lanciatissimo Cristiano Rossi, palla sul fondo

26′ occasionissima ospite, con Miracoli che su un cross da destra costringe Ravaglia al miracolo sul suo colpo di testa ravvicinatissimo, poi Gentili impedisce il tap-in dello stesso attaccante immolandosi e facendo scudo con il corpo. Vicenza che si è riposizionato in campo dopo l’ingresso di Gentili. La squadra si difende a 5, mentre in fase d’attacco lo schieramento biancorosso fa pensare ad un 4-2-4, con Padalino che sale altissimo sulla destra

33' GOL DEL VICENZA. Contropiede biancorosso ottimamente orchestrato da Tiribocchi e Maritato. L’ex Sudtirol scende a destra, attira su di sé due difensori e scarica lungo la linea di fondo per il Tir, che evita l’intervento del diretto marcatore, si gira e porge sul dischetto per l’accorrente Jadid. Prima conclusione del marocchino ribattuta, sulla seconda non c’è scampo per Branduani

38′ ancora un colpo di testa di Miracoli su calcio d’angolo, brividi per Ravaglia e sfera fuori di pochissimo

39' GOL DEL VICENZA. Ancora gran giocata del Tir, che libera allo scambio a destra Mustacchio e Padalino, con quest’ultimo che mette un cross basso sul quale l’accorrente Castiglia, a due passi da Branduani, scarica il destro in fondo al sacco

45′+1′ Rovelli prova la conclusione da fuori, il tiro svirgolato diventa un assist a centro area per Marsura che tenta la deviazione, nessun problema per Ravaglia

45′+4′ punizione fischiata da Mangialardi a beneficio della formazione di Scienza. Destro a giro di Pinardi dai 25 metri, palla a lato

 

Pagelle della partita "VIRTUS ENTELLA-VICENZA"

Ravaglia 7: alzi la mano chi al 26′ del secondo tempo, vedendo arrivare la palla sulla testa di Miracoli, solo davanti al portiere, non si era già rassegnato al 2-2. Invece la grande parata di Ravaglia fatta in un momento fondamentale, conserva il vantaggio del Vicenza. Poco dopo arriverà il 3-1 di Jadid. Padalino 7: spesso sulle tracce di Marsura contiene la sua esuberanza rimanendo nella propria metà campo. Due diagonali difensive in chiusura, una per tempo, sventano altrettanti gol certi o quasi. Corona l’ottima prestazione con l’assist per il quarto gol di Castiglia. Tutto bene? No, perchè l’ammonizione subita gli costerà la prossima partita con la Pro Patria. Camisa 6: Miracoli si dimostra bruttissimo cliente per i due centrali biancorossi. Il capitano arriva alla sufficienza piena con qualche tempestiva chiusura, ma la sua non è certo una domenica di relax.  Nel primo tempo va vicino al gol con un colpo di testa che Branduani smanaccia in angolo. Murolo 5,5: un paio di interventi di rilievo, ma anche lui soffre molto Miracoli che si perde in occasione del gol della FeralpiSalò.  Era atteso dal punto di vista disciplinare dopo l’espulsione subita col Venezia. Sotto questo aspetto fila tutto liscio. D’Elia 6: gli esterni della Feralpi sono giocatori di qualità ma lui se la cava con sufficiente disinvoltura. Nel finale di gara è uno dei giocatori con più gamba e questo è senza dubbio di aiuto alla squadra. Castiglia 7: sale di tono via via che la gara si esaurisce, recuperando palloni importanti per far respirare la difesa. Vicino al gol a fine primo tempo, lo trova in chiusura di gara come sigillo alla sua buona prestazione. Jadid 6,5: mezzo punto in più per la rete che di fatto blinda il risultato, però anche tanti inconsueti errori di misura per l’ex bresciano. Mustacchio 7: il gol di Maritato all’alba del match è merito del suo tiro che mette in difficoltà Branduani. Poi va in rete lui stesso al termine di un’azione iniziata da una sua irresistibile sgroppata. Entra in quasi tutte le azioni più pericolose del Vicenza, chiude e riparte, non molla mai finendo spolmonato. Anche lui, come Padalino, sarà squalificato nella prossima gara, ed è un vero peccato. Giacomelli 6: parte benino, colpendo un palo, ma in generale non è il Giacomelli incontenibile che sa essere in alcune partite. Gentili 6,5: la difesa balla un po’ e Lopez pensa a lui per darle una stampella. Compito svolto a puntino. Tulli 6,5: piace per come interpreta la partita in entrambe le fasi, offensiva e difensiva. Entra nel gol del raddoppio e  in almeno un paio di occasioni impegna seriamente Branduani.Tiribocchi 7: tre minuti dopo essere sceso in campo è già decisivo. Si libera di Leonarduzzi in area e serve a Jadid il pallone del 3-1, poi avvia l’azione del quarto gol. Difficile fare meglio nei venti minuti in cui è stato in campo. Maritato 7: continua il momento magico dell’attaccante biancorosso che centra il suo sesto bersaglio stagionale. Continuo punto di riferimento offensivo, l’atteggiamento in campo è di grande sacrificio. Bene così.

Giovanni Lopez 7: la squadra parte a tavoletta. La voglia di far bene c’è e si vede.  Quattro gol e tante altre occasioni create contro una squadra che qualche grattacapo l’ha dato ma che alla fine è stata costretta alla resa.  Nel momento di maggiore difficoltà indovina i cambi e sistema tutto nel migliore dei modi.

 

Arbitro: Mirko Mangialardi di Pistoia. Assistenti: Emanuele Di Federico di Lodi, Gianluca Sechi di Sassari.

Ammoniti: Mustacchio, Padalino (Vicenza); Rossi C., Marsura, Pinardi, Tantardini (Feralpi Salò).

Spettatori: paganti 1.220, abbonati 4.026 per incasso complessivo di 28.930 euro.

Angoli: 6-2.

Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: gialla.

Pomeriggio nuvoloso freddo, temperatura in media di stagione(11-12 °C), terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie C

VIRTUS ENTELLA-VICENZA

| |
Stagione: 
2013-2014
Data: 
2014-02-02
Partita: 
VIRTUS ENTELLA-VICENZA
Risultato: 
1-1
Reti: 
34′ Maritato (V), 57' Cesar (V.E.)
Stadio: 
Comunale di Chiavari
Formazione locale: 

VIRTUS ENTELLA (4-3-3) Paroni; Iacoponi, Russo, Cesar, Cecchini; Staiti, Di Tacchio, Pedrelli (dal 77′ Ricchiutti); Guazzo (dal 63′ Marchi), Torromino (dall'87′ Raggio Garibaldi), Moreo.

A disposizione: Zanotti, Nossa, Ballardini, Sarno. Allenatore: Luca Prina

Formazione ospite: 

VICENZA (4-2-3-1) Ravaglia; Padalino, Gentili, Camisa, El Hasni; Castiglia, Jadid; Mustacchio, Giacomelli, Tulli (dal 77′ Padovan), Maritato.

A disposizione: Alfonso, Anaclerio, Cinelli, Sbrissa, Corticchia, Filippi. Allenatore: Giovanni Lopez

Note: 
Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net 

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

7′ prima iniziativa biancorossa, con Tulli che scende sull’out di sinistra e mette un cross sul secondo palo, troppo lungo per la possibile deviazione di Mustacchio

9′ punizione dalla linea di centrocampo di Cesar, palla scodellata in area, nessun problema per Ravaglia

10′ Pedrelli calcia il destro a giro dai 25 metri sulla punizione fischiata per il fallo di Camisa, Pallone alto sulla traversa

13′ destro di Giacomelli da fuori area, palla fuori di pochissimo

17′ tiro cross di Maritato da sinistra che crea qualche apprensione a Paroni, il portiere riprende posizione al centro dei pali e blocca. Pubblico di casa molto caldo, che cerca insistentemente di condizionare la direzione di gara

18′ punizione dalla trequarti di Staiti, cross in area e ancora sicuro in presa alta Ravaglia

20′ cross da sinistra di Padalino, girata mancina di Maritato all’altezza del dischetto, sfera svirgolata e abbondantemente a lato

30′ accelerazione improvvisa e palla in verticale per Guazzo, che al momento di servire il liberissimo Torromino viene fermato da Fiore per un fuorigioco di rientro. Match bloccato, entrambe le formazioni non vogliono rischiare nulla. La palla staziona spesso a centrocampo. Padroni di casa carichi di foga e cattiveria agonistica, che per il momento non producono né gioco, né pericoli per Ravaglia

32′ punizione dalla trequarti di destra del fronte d’attacco ligure. Cross in area, fallo in attacco e si riprende con palla ai biancorossi

33′ doppio corner per i biancorossi, entrambi calciati da Giacomelli. Il primo è ribattuto, sul secondo cross a spiovere sul secondo palo Paroni devia plastico in tuffo e allontana la minaccia

34' GOL DEL VICENZA. Giacomelli scende in slalom a sinistra del fronte d’attacco berico, entra in area e pesca con un cross rasoterra Maritato. Zampata dell’ex Sudtirol, che prende in controtempo Paroni e insacca

39′ angolo battuto da Staiti, deviazione di Gentili, ancora corner. Sugli sviluppi del secondo tiro dalla bandierina ci prova da dentro l’area Iacoponi, destro alto sulla traversa

44′ squadra di casa due volte pericoloso, prima con un destro di Torromino che attraversa tutta l’area, poi con una conclusione da fuori di Pedrelli fuori di poco

Vicenza che dopo un inizio guardingo ha preso in mano le redini della partita, non lasciandosi per nulla frenare dall’atteggiamento intimidatorio di ambiente e squadra avversari. Alla prima occasione buona è arrivata la zampata di Maritato, vantaggio meritato per quanto si è visto sin qui

SECONDO TEMPO

1′ angolo di Torromino, cross in area, spazza la difesa. Sul proseguo dell’azione tiro cross di Pedrelli spostato a sinistra dentro l’area, pallone sul fondo

6′ corner inventato dall’arbitro Fiore. Batte Pedrelli, sul secondo palo sbuca Iacoponi, che impatta di fronte piena, palla a lato di centimetri dal palo alla destra di Ravaglia

12' Gol dell'Entella. Sul corner battuto da Pedrelli la palla scende improvvisa nell’area piccola. Ravaglia manca la presa a terra, palla che gli scivola a lato, da mezzo metro per Cesar è un gioco da ragazzi metterla in fondo al sacco 

16′ Mustacchio scende a destra e mette in area un ottimo cross. Non ci sono compagni a sfruttare l’occasione

17′ punizione dai 30 metri, spostati a sinistra del fronte d’attacco biancorosso. Calcia Jadid, il suo destro manda il pallone a superare la barriera e a spegnersi a pochi centimetri dal palo

18′ il neo entrato Marchi ha subito un’occasione in contropiede, ma il suo destro è abbondantemente fuori misura

19′ contropiede ligure che innesca Torromino, spostato a sinistra. L’attaccante rientra e calcia il destro a giro, sfera fuori di millimetri a Ravaglia battuto

20′ Morleo interviene di brutto da dietro su Giacomelli a centrocampo. Per Forte è rosso diretto fra gli ululati del pubblico di casa

24′ tiro cross di Pedrelli, brividi per Ravaglia, palla alta. Vicenza che ha subito il pareggio alla prima occasione avversaria. Ora la superiorità numerica potrebbe favorire i biancorossi di Lopez, ma per il momento è l’Entella a rendersi più pericolosa

25′ Giacomelli scende a destra, cross basso per Maritato, la cui girata di destro sul primo palo è deviata in corner dallo stinco di Cesar. Nulla di fatto sul tiro dalla bandierina

29′ corner calciato da Giacomelli, palla respinta dalla difesa, ci prova da fuori area con un destro di controbalzo Jadid, sfera alta sulla traversa di Paroni

31′ Padalino si avventa su un pallone vagante al limite dell’area. Destro immediato e sfera di poco alta sulla traversa con Paroni immobile

37′ su un innocuo cross da sinistra Paroni rischia il pasticcio, la difesa lo aiuta e sventa la minaccia

40′ percussione di Staiti in area, il centrocampista ligure si allunga troppo il pallone, esce basso e fa sua la sfera Ravaglia. Squadra di Prina che sembra aver trovato maggior linfa vitale dall’inferiorità numerica, Vicenza che non riesce ad uscire dalla battaglia cercata dall’undici di casa

41′ ci prova da fuori area Giacomelli, destro fuori misura e palla alta sulla traversa

45′+2′ punizione da fuori area, a destra del fronte d’attacco ligure. Calcia Di Tacchio, deviazione di Castiglia e palla che sfiora il palo finendo in calcio d’angolo. Dalla bandierina ancora Di Tacchio, cross respinto dalla difesa biancorossa

Finita, il Vicenza pareggia a Chiavari e dice probabilmente addio al sogno di inseguire il primo posto, accarezzato dopo il gol iniziale di Maritato

Pagelle della partita "VIRTUS ENTELLA-VICENZA"

Ravaglia 5,5: per quasi un’ora fa da spettatore, però si fa sorpendere alla prima vera occasione, anche se quel pallone a mezza altezza non era facile da addomesticare. El Hasni 6: protagonista inconsapevole del “caso” di fine mercato, risponde sul campo con precisione ed ordine. Cristallini parla di occasione mancata per sistemare le casse biancorosse, ma viene da chiedersi, se non ci fosse stato, oggi chi avrebbe giocato al posto suo.  Ammonito salterà il prossimo match. Camisa 7: sempre più leader della difesa.  Se il secondo migliore attacco del campionato non si vede quasi dalle parti di Ravaglia  il merito, oltre che di tutta la squadra è anche di chi deve guidare il reparto difensivo. Gentili 6,5: catapultato  subito da titolare nella nuova realtà si fa trovare pronto. Guazzo viene di fatto annullato, qualche problema in più con Marchi, ma la sua rimane prestazione oltre la sufficienza. Padalino 6,5: non pare risentire minimamente del cambio di fascia. Anzi, nella nuova posizione riesce anche a farsi vedere pericolosamente al tiro.  Dalle sue parti la Virtus Entella non trova spazi per rendersi pericolosa. Castiglia 6: affronta senza grossi contraccolpi la battaglia con il centrocampo muscolare dell’Entella. La sfida termina sostanzialmente in parità. Jadid 6,5: quando l’Entella rimane in dieci la gara diventa più fisica e meno tecnica. Lui ha il merito di continuare a cercare l’ordine in campo. In precedenza pericolosissimo su punizione e sempre al centro della manovra biancorossa. Mustacchio 6: gara senza grandi acuti ma di sostanza. Tatticamente prezioso per l’equilibrio sulla fascia destra. Giacomelli  6,5: sfiora il gol in apertura di partita, confeziona l’assist per la rete di Maritato e aggiunge un’altra tacca alla collezione di giocatori espulsi per falli ai suoi danni.  L’apriscatole del Vicenza anche oggi è tra i migliori. Tulli 6: raggiunge la suffficienza anche se oggi non si è visto tantissimo in avanti. C’è da dire che si sacrifica molto in copertura visto che Iacoponi è uno che sale spesso e volentieri. Maritato 7: attraversa un ottimo periodo di forma. Sempre vivace, cerca la conclusione in acrobazia, segna una rete con una zampata in anticipo e solo un ottimo intervento in chiusura di Cesar gli toglie la gioia della doppietta. Padovan 6: una ventina scarsa di minuti per provare l’assalto finale con la Virtus in dieci

Giovanni Lopez 7: tra andata e ritorno il Vicenza non ha certo dimostrato di essere inferiore alla capolista, anzi.  Anche oggi, come già successo a Vercelli, i biancorossi vanno in campo per fare la partita.  L’amarezza per il successo sfumato è mitigata dalla consapevolezza che la squadra sta crescendo a vista d’occhio.

Arbitro: Francesco Fiore di Barletta. Assistenti: Dario Cecconi di Empoli, Manuel Cinquini di Firenze.

Espulso: al 65' Moreo (Virtus Entella) per grave fallo di gioco.

Ammoniti: Pedrelli (Virtus Entella); Camisa, Gentili, El Hasni (Vicenza).

Spettatori: paganti 971 per un incasso di 9.738 euro, abbonati 472 per una quota di 3.271,77 euro.

Angoli: 6-4.

Recuperi: 1' p.t.,  4' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: gialla.

Giornata mite con temperatura di 12 gradi, terreno sintetico in condizioni non ottimali.

Torneo: 
Serie C
Syndicate content