Girone di Ritorno

VICENZA-NOVARA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-04-24
Partita: 
VICENZA-NOVARA
Risultato: 
3-1
Reti: 
28′ Macheda (N), 40′ Ebagua (V), 63′ Bellomo (V), 71′ Orlando (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito, Pucino, Adejo, Esposito, D’Elia; Signori, Gucher (78′ Rizzo), Bellomo (72′ Siega); Orlando (73′ Vita), Ebagua, Giacomelli

A disposizione: Costa, Bogdan, Urso, Bianchi, Zivkov, Cernigoi. Allenatore: Vincenzo TORRENTE


Formazione ospite: 

NOVARA (3-5-2) Da Costa; Lancini, Scognamiglio (72′ Di Mariano), Troest; Dickman, Cinelli, Casarini, Selasi (72′ Chajia), Calderoni; Macheda, Galabinov (76′ Lukanovic)

A disposizione: Montipò, Chiosa, M. Kupisz, G. Adorjan, Koch, Nardi. Allenatore: Roberto BOSCAGLIA

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

4′ azione offensiva di Giacomelli, assist per Ebagua che manda fuori la palla di poco

9′ doppia conclusione di Bellomo, la prima ribattuta da calcio di punizione, la seconda che si spegne fuori 

12′ cross di Pucino che diventa un tiro che finisce sull’esterno della porta

18′ tiro di Orlando deviato da un difensore del Novara, pallone che arriva tra le mani di Da Costa 

28' GOL DEL NOVARA: dagli sviluppi di un angolo, il Vicenza non riesce a spazzare la palla, il Novara sulla sinistra trova l'imbucata vincente con Macheda

33′ tiro-cross di Giacomelli non lontano dall’incrocio dei pali

35′ Galabinov ci prova dal limite, palla a lato

38′ Bellomo conclude alto un bello scambio al limite dell’area con Orlando 

40' GOL DEL VICENZA: Orlando imbeccato da un filtrante di Gucher mette un cross rasoterra dal fondo su cui si avventa Ebagua che infila Da Costa e ristabilisce la parità 

44′ Orlando si accentra e di sinistro sgancia la conclusione che Da Costa respinge 

SECONDO TEMPO

51′ apertura di Bellomo per Orlando, all’indietro pesca in ottima posizione Signori che di piatto spedisce di poco alta la palla

53′ D’Elia da posizione angolature prova a sorprendere Da Costa ma il portiere fa sua la sfera 

63' GOL DEL VICENZA: Orlando dal fondo pesca libero Bellomo, la conclusione del numero 16 mette fuori causa Da Costa e il Vicenza ribalta il match

71' GOL DEL VICENZA: Orlando ci prova da posizione leggermente defilata sulla trequarti,  il suo tiro è imprendibile e preciso: nulla da fare per Da Costa

80′ destro di Vita, Da Costa respinge in angolo

83′ espulso dalla panchina Torrente per proteste dopo un presunto tocco con braccio in area avversaria 

88′ Ebagua ruba palla, resiste alle trattenute del difensore ma a tu per tu con il portiere tira centrale

90'+1' colpo di testa di Vita da buona posizione, palla alta 

90'+3' Dickmann si libera e va al tiro, pallone alto

 

 

Pagelle della partita "VICENZA-NOVARA"

Vigorito 6: ogni tanto si ha l’impressione che ci sia qualche problema di intesa con i compagni di reparto, sulla competenza di alcuni palloni che transitano pericolosamente in area di rigore. Al netto di questo non viene mai severamente impegnato. Pucino 7: tiene la fascia con padronanza, senza soffrire Calderoni e spingendo con buona continuità. Al suo attivo anche un tiro cross che termina sul palo esterno. Adejo 6,5: forse poco deciso nell’ostacolare Macheda in occasione del gol del Novara, ma per il resto concede poco nulla in continuità con le ultime sue positive prestazioni. Esposito 7: annulla Galabinov che chiude la sua prestazione in anticipo, senza nulla di memorabile da raccontare. A pochi minuti dalla fine, in proiezione offensiva, va a recuperare un pallone con uno scatto perentorio che lascia ben sperare anche sulle sue condizioni fisiche. D’Elia 6,5: come Pucino dall’altra parte non concede spazi a Dickmann e impegna Da Costa con una conclusione da posizione defilata sugli sviluppi di un corner. In crescita anche sul piano atletico, la speranza è che da qui alla fine gli infortuni smettano di tormentarlo perché è indispensabile per questo Vicenza. Signori 7: ancora una volta si inserisce con tempestività in area, andando vicino al gol con un piatto sinistro che si alza di poco sopra l’incrocio. Non molla mai e soprattutto è lui che alza i ritmi, andando in pressing furioso non appena capisce che la squadra si sta rilassando troppo. Valore aggiunto del centrocampo. Gucher 6,5: entra in tutti e tre i gol del Vicenza ma in particolare nel primo ha il merito di inventare il filtrante col contagiri per Orlando. Rizzo 6: un quarto d’ora nel finale per non abbassare i ritmi a centrocampo. Bellomo 7: il voto è per il gol che porta in vantaggio i biancorossi e per una prestazione che, dopo un inizio così così, aumenta decisamente di livello con lo spostamento in posizione più avanzata operato da Torrente. Da zero in pagella invece i gesti fatti verso i distinti dopo il gol, in un momento in cui serve compattezza tra pubblico e squadra. Siega 6,5: ritorno in campo positivo a quasi cinque mesi  dall’infortunio, contro la squadra della sua città. Bentornato ad un giocatore che già aveva dimostrato di poter dare un contributo alla causa sotto il profilo sia tecnico che del dinamismo. Orlando 7,5: dopo un inizio che non lascia ben sperare, si sblocca in coincidenza con il gol del Novara: assist per il gol di Ebagua e di Bellomo, assist per l’occasione di Signori, gol personale con il suo tiro dalla distanza, specialità gia ammmirata contro la Spal. Come dicono gli americani , MVP della partita. Vita 6,5: cerca il gol personale per tre volte, trovando prima la respinta di Da Costa, poi Lancini sulla linea e infine alzando la mira su colpo di testa che non è proprio la sua specialità. L’avrebbe meritato ma speriamo sia rimasto in canna per una prossima occasione. Ebagua 6,5: si vede che non sta bene perché non gli riesce proprio il cambio di passo ma trova comunque un gol fondamentale e rimane in campo novanta minuti a dare battaglia. Nel finale ruba palla a Lancini e rimane in piedi caparbiamente sul tentativo di fallo del difensore, cercando la doppietta personale ma poi spara su Da Costa. Giacomelli 6,5: rispetto alla posizione occupata con Bisoli svaria molto di più su tutto il fronte d’attacco e sembra giovarsene, come del supporto in fascia del “gemello” D’Elia, anche se rispetto al Giacomelli migliore gli manca ancora lo spunto continuo nell’uno contro uno.

All. Vincenzo TORRENTE 7: fino al gol del Novara sembra un film già visto: Vicenza che crea senza segnare e avversari che aspettano e puniscono. La reazione al gol invece è un inedito che premia la gara dei biancorossi decisamente superiori ai piemontesi. Quattro punti in due partite, contro avversari in zona playoff, danno sicuramente fiducia e sono una piccola svolta, ma nelle ultime quattro gare, per arrivare almeno ai playout, non bisognerà sbagliare praticamente più nulla e mister e squadra ne sono consapevoli. 


Arbitro: Aleandro Di Paolo di Avezzano. Assistenti: Valerio Colarossi di Roma 2, Paolo Formato di BeneventoQuarto ufficiale: Gianluca Manganiello di Pinerolo.

Espulso: all'82' Vincenzo Torrente (allenatore Vicenza) per proteste

Ammoniti: Vita (Vicenza); Lancini (Novara) 

Spettatori: 8.105 totali per un incasso di 54.051 euro (5.630 abbonati per un rateo di 32.879 euro, 2.475 paganti per una quota di 21.172 euro)

Angoli: 8 - 5, Falli commessi: 9 - 12, Tiri in porta: 7 - 3, Tiri fuori: 8 - 2, Fuorigioco: 3 - 0, Pali-Traverse: 1 - 0, Possesso palla: 54 - 46, Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Maglia giocatori: biancorossa. Maglia portiere: giallo fluo.

Serata fresca e a tratti ventosa, temperatura ad inizio gara di circa 14 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

BENEVENTO-VICENZA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-04-21
Partita: 
BENEVENTO-VICENZA
Risultato: 
0-0
Stadio: 
Ciro Vigorito di Benevento
Formazione locale: 

BENEVENTO (4-2-3-1) Cragno; Venuti, Camporese, Lucioni, Lopez; Chibsah, Buzzegoli (81′ Puscas); Ciciretti, Falco (71′ Eramo), Cissè; Ceravolo

A disposizione: Alastra, Pezzi, Melara, Padella, De Falco, Viola, Matera. Allenatore: Marco BARONI


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito, Pucino, Adejo, Esposito (31′ Bianchi), D’Elia; Bellomo (66′ Rizzo), Gucher, Signori; Vita (78′ De Luca), Ebagua, Giacomelli

A disposizione: Amelia, Bogdan, Orlando, Urso, Siega, Cernigoi. Allenatore: Vincenzo TORRENTE

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

2′ Ciciretti conclude dalla distanza, palla alta

8′ Ebagua suggerisce centralmente per Giacomelli che è bravo ad anticipare i difensori ma troppo debole nella conclusione 

11′ Chibsah consegna palla a Vita in area, il numero 7 é agile a trovare la conclusione ed impegna Cragno costretto ad alzare la palla in angolo

28′ tentativo di Bellomo dal limite, palla di poco a lato con Cragno che controlla

30′ conclusione di Vita, para facile Cragno

33′ Ceravolo imbeccato al limite prova a sorprendere Vigorito, la sfera finisce a lato. L’ingresso di Bianchi per Esposito non comporta alcun cambio tattico. Pucino affianca Adejo in posizione centrale, Bianchi agisce da terzino destro

37′ Ceravolo attacca la profondità e viene servito, l’attaccante conclude e Vigorito blocca la palla in due tempi 

42′ Bianchi ci prova col destro dal limite ma la conclusione si spegne lontana dalla porta

43′ passaggio filtrante di Falco per Ceravolo chensi trova a tu per tu con Vigorito, bravo il portiere biancorosso a deviare in angolo

SECONDO TEMPO

54′  Camporese lasciato solo, il colpo di testa schizza sulla traversa 

60′ destro potente di Bellomo dalla lunga distanza di poco a lato

69′ Cissè al limite si gira e scarica il tiro: blocca Vigorito 

75′ sugli sviluppi di un angolo, Rizzo tira a botta sicura: ne esce una conclusione potente ma lontana dalla porta 

76′ torsione di Ceravolo in area, palla di poco a lato

84′ De Luca scodella per Giacomelli, la cui intenzione era quella di servire al centro Ebagua: ne esce una conclusione debole

86′ conclusione potente di Rizzo in area, palla ribattuta 

 

Pagelle della partita "BENEVENTO-VICENZA"

Vigorito 6: è bravo su Ceravolo nel primo tempo, poi svolge bene l’ordinaria amministrazione. Pucino 6: gioca in precarie condizioni fisiche, e quando viene spostato nel ruolo di centrale patisce la scarsa intesa con Adejo. Si fa sorprendere un paio di volte, fortunatamente senza conseguenze. Adejo 6,5: bravo su Ceravolo, quando esce Esposito diventa il punto di riferimento della linea difensiva biancorossa. Esposito 6: entra in campo sofferente e cerca di stringere i denti come aveva fatto contro la Pro Vercelli lunedì scorso. Dopo mezz’ora deve però alzare bandiera bianca. Bianchi  6,5: tiene bene Cissè, e ha la capacità di ripartire sempre. E’ uno dei giocatori che stanno meglio a livello fisico e anche a Benevento si è visto. D’Elia 6: un po’ con il freno a mano tirato, ma conferma di essere giocatore importante per la categoria e per il Vicenza. Difende ed attacca con personalità. Bellomo 6: un passo avanti rispetto alle ultime partite, ma non al meglio delle sue possibilità. Si sacrifica con buoni risultati in fase di copertura e questo va a suo merito. Rizzo 6: entra e lotta con il consueto ardore agonistico. Ha sul piede il pallone che può portare i tre punti ma Lucioni mura la sua conclusione a botta sicura. Gucher 6,5: in netta crescita soprattutto dal punto di vista fisico. Imposta con rapidità e buona precisione e recupera tanti palloni. Non ancora al top delle sue possibilità, ma la strada intrapresa è quella giusta. Signori 6,5: è quello con maggior personalità a centrocampo, e il suo lavoro ha un peso evidente nel match. Bene sia in fase di copertura che di spinta.Vita 6: Cragno gli nega il gol dopo pochi minuti deviando un sinistro di prima intenzione di buona fattura. Attacca e difende sulla corsia di destra, confermando di aver trovato una buona intesa con Bianchi. De Luca s.v.: entra e si prende un giallo forse non meritato, ma che lo costringerà a saltare la fondamentale sfida di lunedì al Menti contro il Novara. Ebagua 6: lotta e combatte mettendo in campo tutto quello che ha. Dal punto di vista dell’impegno nulla da dire, ma sbaglia un paio di occasioni che al 100% della condizione trasformerebbe i gol. Giacomelli 6: la presenza di D’Elia lo aiuta e lui cerca di rendersi pericoloso sia nel tiro che nelle rifiniture. Non riesce ad essere pericoloso, ma l’impressione è che la sua condizione sia in crescita.

All. Vincenzo TORRENTE 6: in due giorni non aveva materialmente il tempo per modificare la squadra e lui è bravo a ripartire da quello che ha trovato dando fiducia e un po’ di serenità ad un gruppo in difficoltà. La prova di Benevento è incoraggiante, ma ora c’è l’esame del “Menti” e la prova sarà fondamentale perché al Vicenza in questo campionato mancano le vittorie e i punti davanti al pubblico amico.


Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze. Assistenti: Emanuele Prenna di Molfetta, Manuel Robilotta di Sala ConsilinaQuarto ufficiale: Vincenzo Valiante di Salerno.

Ammoniti: Buzzegoli, Ceravolo, Lopez, Cissè (Benevento); De Luca, Esposito (Vicenza)

Spettatori: 6.843 totali (paganti 2.101, abbonati 4.742)

Angoli: 4-5, Falli commessi: 13-9, Tiri in porta: 3-4, Tiri fuori: 9-9, Fuorigioco: 1-6, Pali-Traverse: 1-0, Possesso palla: 53-47, Recuperi: 2' p.t., 3' s.t.

Maglia giocatori: giocatori: nera. Maglia portiere: verde.

Serata fredda, temperatura ad inizio gara di circa 7 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-PRO VERCELLI

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-04-17
Partita: 
VICENZA-PRO VERCELLI
Risultato: 
0-1
Reti: 
58' Comi (PV)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Pucino, Adejo, Esposito, Bianchi; Rizzo (56′ Bellomo), Urso (82′ Cernigoi), Signori; Vita (56′ Orlando), Ebagua, Giacomelli

A disposizione: Amelia, D’Elia, Doumbia, Cuppone, Zaccardo, Zivkov. Allenatore: Pierpaolo BISOLI


Formazione ospite: 

PRO VERCELLI (3-5-2) Provedel; Legati, Bani, Luperto; Berra (73′ Germano), Palazzi, Vives, Altobelli, Eguelfi; Aramu (84′ Nardini), Bianchi (42′ Comi)

A disposizione: Zaccagno, Morra, Konate, Starita, Castiglia, Osei. Allenatore: Moreno LONGO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

8′ la Pro sbaglia un disimpegno difensivo ma Vita non controlla e si allunga il pallone restituendolo ai difensori

12′ sinistro rasoterra di Pucino dalla distanza, Provedel fa sua la sfera

14′ l’angolo battuto da Giacomelli viene deviato di testa da Adejo che non inquadra la porta

25′ bel cross dalla destra di Vita, Signori incespica sul all’altezza della lunetta e il pallone finisce sui piedi di Giacomelli senza esito

28′ tiro potente di Urso dalla distanza, Provedel alza la palla in angolo

31′ cross dalla sinistra di Giacomelli, il colpo di testa di Esposito tocca la rete esterna 

38′ tiro dalla distanza di Vita sugli sviluppi di un angolo,  il biancorossi svirgola la palla che finisce fuori 

41′ conclusione di Rizzo dalla trequarti, con la sfera che termina lontano dalla porta

44′ conclusione di Eguelfi dalla distanza che impegna Vigorito

Poco da commentare al termine di una prima frazione di gioco, dove il Vicenza ha cercato di fare qualcosa di più rispetto ad una Pro Vercelli apparsa non particolarmente combattiva, ma senza riuscire ad impegnare severamente Provedel se non con un paio di tentativi dalla distanza. Vicenza che ha già calciato sei angoli ma senza risultati apprezzabili. Squadra che non sembra aver recuperato una condizione fisica adeguata ma che è attesa ad un secondo tempo da giocare su ritmi molto più elevati se vorrà far suoi i tre punti.

SECONDO TEMPO

58' GOL DELLA PRO VERCELLI: tiro non irresistibile di Eguelfi dal limite che trova impreparato Vigorito che tenta di bloccare il pallone ma ne esce una respinta centrale che trova pronto Comi che insacca con un semplice tocco

65′ conclusione da posizione defilata di Giacomelli, Provedel blocca

71′ doppia conclusione di Signori a distanza di trenta secondi e doppia respinta decisiva di Provedel

 

Pagelle della partita "VICENZA-PRO VERCELLI"

Vigorito 4: sul finire del primo tempo blocca una conclusione senza grandi pretese di Eguelfi. La stessa cosa non gli riesce al 58′, quando respinge goffamente la conclusione del difensore, servendo un comodo assist a Comi e ciao ciao Vicenza. Pucino 5,5: spinge in avanti con continuità, va al tiro e mette anche qualche buon cross, ma ha sulla coscienza un tempo sbagliato di intervento in uscita su Eguelfi, nell’azione del gol dei piemontesi. Adejo 5,5: lavoro abbastanza di routine con la Pro che in avanti si fa vedere poco ma la chiusura sul tiro di Eguelfi è tardiva. Poco lucido in impostazione nel tentativo di forcing finale del Vicenza. Esposito  6: gioca in condizioni precarie dopo un duro colpo subito ad inizio gara. Nonostante ciò annulla prima Bianchi poi Comi, che però trova il modo di andare a bersaglio grazie allo svarione di Vigorito. Bianchi 6: scende in campo all’ultimo perché Zaccardo non sta bene e dimostra ancora una volta di essere tra quelli che hanno più gamba. Siamo sicuri che in un momento dove nel Vicenza pochi appaiono in condizione lui non sia da sfruttare di più? Rizzo 5: non è da lui che ci si aspettano certo le giocate di precisione ma non è in una delle sue giornate migliori e lo capisce anche Bisoli quando lo toglie dopo dieci minuti di gioco della ripresa nel tentativo di trovare un cambio di passo su quella corsia. Peccato che proprio da lì poi nasca il gol ospite. Bellomo 5: nel pre partita il tecnico aveva detto che giocatori come lui devono imparare ad essere decisivi anche giocando mezz’ora, in questo caso non ci siamo. Tranne un assist in profondità che libera Pucino al cross in una delle rare azioni pericolose del Vicenza nel secondo tempo, non ricava altro dalla sua partita. Urso 5: ci prova nella ripresa con un tiro dalla distanza, ma non gli riesce praticamente mai di entrare in partita in maniera incisiva e decisiva. Cernigoi sv: ancora una volta in campo per pochi minuti, senza risultati apprezzabili. Signori 5: tutte sui suoi piedi le occasioni migliori dei biancorossi per andare in vantaggio e per arrivare al pareggio. Quando non ci mette del suo in negativo, trova un Provedel insuperabile. Vita 4: semplicemente non ne imbrocca una, a partire da una delle prime azioni del match dove la Pro Vercelli perde palla al limite dell’area e lui nell’indecisione di cosa fare finisce per restituirla agli avversari. Sembra pagare l’appellativo di incedibile che il suo allenatore gli ha messo sulle spalle a gennaio. Da quel momento pare essersi spento. Orlando 4,5: non combina granchè in più del collega sostituito. Ebagua 4,5: si sa che non sta bene, ma non gli riesce nemmeno di difendere palla. Un colpo di testa sul fondo nel secondo tempo è l’unica conclusione che trova verso la porta della Pro Vercelli. Giacomelli 5: batte punizioni e corner (ben 14 per il Vicenza senza riuscire a produrre un-pericolo-uno) ma stringi stringi produce poco di interessante e soprattutto non vince (ma nemmeno prova molto) un duello con Berra prima e Germano poi.

All. Pierpaolo BISOLI 5: al momento in cui scriviamo è ancora lui l’allenatore del Vicenza. Ha più volte ripetuto in passato che alla fine è sicuro di salvare il Vicenza e in questo senso dispiacerebbe non avere la controprova in caso di esonero. Certo che i numeri sono impietosi e se la salvezza dei biancorossi, calendario alla mano, deve passare dal Menti, proprio non ci siamo. In più in questo momento la squadra pare piatta, incapace di giocare almeno quindici-venti minuti di forcing furioso che magari potrebbero bastare per superare avversari apparsi non certo in giornata di grande vena come la Pro Vercelli di ieri o la Virtus Entella o il Brescia di qualche settimana fa. Se poi ci si mette a regalare gol imbarazzanti la strada si fa difficilissima ma sulle topiche personali dei giocatori il tecnico ha responsabilità limitate.


Arbitro: Luigi Nasca di Bari. Assistenti: Domenico Rocca di Vibo Valentia, Michele Grossi di FrosinoneQuarto ufficiale: Simone Sozza di Seregno.

Ammoniti: Eguelfi, Aramu, Berra, Comi (Pro Vercelli).

Spettatori: 8.641 totali per un incasso di 57.272 euro (5.630 abbonati per un rateo di 32.879 euro, 3.011 paganti per una quota di 24.393 euro)

Angoli: 14-3, Falli commessi: 21-26, Tiri in porta: 5-3, Tiri fuori: 6-0, Fuorigioco: 4-1, Pali-Traverse: 0-0, Possesso palla: 55-45, Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Maglia giocatori: giocatori: biancorossa con toppa celebrativa MOROSINI. Maglia portiere: giallo fluo con toppa celebrativa MOROSINI.

Giornata soleggiata (a tratti con cielo coperto), temperatura ad inizio gara di circa 18 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

LATINA-VICENZA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-04-08
Partita: 
LATINA-VICENZA
Risultato: 
0-1
Reti: 
80' De Luca (V)
Stadio: 
Domenico Francioni di Latina
Formazione locale: 

LATINA (3-4-3) Pinsoglio; Coppolaro, Dellafiore, Bruscagin; Nica (73′ Rolando), De Vitis, Mariga (59′ De Giorgio), Di Matteo; Pinato, Corvia (12′ Insigne), Bonaiuto

A disposizione: Grandi, Garcia Tena, Di Nardo, Negro, Maciucca, Jordan. Allenatore: Vincenzo VIVARINI


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Pucino (46′ Bianchi), Adejo, Esposito, D’Elia; Rizzo, Gucher (76′ Giacomelli), Signori; De Luca, Ebagua, Orlando (51′ Vita)

A disposizione: Amelia, Dani, Bogdan, Urso, Zivkov, Cernigoi. Allenatore: Pierpaolo BISOLI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

1′ prima incursione dei padroni di casa, Vigorito in due tempi

3′ cross di D’Elia, il colpo di testa di Ebagua termina alto 

6′ tiro dalla distanza di De Vitis, Vigorito guarda il pallone uscire alto

8′ occasionissima del Latina. Il Vicenza si trova sbilanciato in avanti dopo il corner, ne approfitta Pinato che se ne va sulla destra, mette palla dentro d’esterno ma Bonaiuto da due passi da Vigorito non trova lo specchio della porta con il pallone che lambisce l’incrocio 

13′ Mariga va via sulla destra ma il tiro è debole e Vigorito non ha problemi

15′ Insigne prova ad entrare in area ma viene fermato da Esposito. I pontini reclamano un tocco di mano

21′ azione prolungata del Vicenza che frutta solo un corner dalla sinistra messo fuori facile

29′ su corner è Esposito a svettare più in alto di tutti ma commettendo fallo

31′ Pinato rimane a terra ma dopo l’intervento dello staff medico riesce a tornare della gara

35′ De Luca ci prova dalla destra ma ancora una volta conquista solamente un corner

37′ altro errore del Vicenza che permette la ripartenza dei pontini. L’azione termina con il tiro ampiamente a lato di Bandinelli 

41′ colpo di testa di Bonaiuto da posizione defilata. Vigorito para facile ma si conferma che è la squadra di casa a cercare maggiormente la porta

43′ problemi per Pucino che lamenta un grande dolore alla caviglia

44′ dopo il corner del Latina i biancorossi partono in velocità ma lo stop a seguire di Orlando è da dimenticare

45’+1′ Bonaiuto penetra in area e fa partire un esterno che finisce di poco a lato sul palo opposto

Si chiude un primo tempo avaro di emozioni per il Vicenza che ha creato veramente poco in avanti e dietro ha rischiato in un paio di occasioni sulle ripartenze del Latina.

SECONDO TEMPO

46′ in 12 secondi il Vicenza crea più che in tutta la prima frazione. Dopo il calcio d’avvio Ebagua spizza di testa con De Luca che spara subito a rete, nel primo tentativo viene respinto da Pinsoglio mentre nel secondo la sfera termina alta 

49′ Di Matteo salta Rizzo ed entra in area sul lato corto ma il destro è da dimenticare

50′ ancora l’ex Di Matteo fa ciò che vuole sulla sinistra contro un irriconoscibile Orlando

51′ staffilata rasoterra di Bonaiuto che fa la barba al palo 

52′ sull’ottimo cross dalla sinistra di D’Elia, Rizzo prova la soluzione più difficile: la botta al volo finisce alle stelle 

66′ buon mancino di Ebagua, Pinsoglio risponde distendendosi e mettendo in angolo

68′ ancora Di Matteo mette palla in mezzo, Esposito mette fuori con il petto. I tifosi di casa recriminano il rigore ma il direttore di gara fa ampi cenni che la giocata è regolare

70′ Ebagua rimane a terra e viene soccorso dallo staff biancorosso per la botta al polpaccio destro. Dopo qualche istante a bordo campo riesce a tornare in campo 

Ancora tanta confusione con nessuna squadra che riesce né ad imporre gioco né a rendersi pericolosa 

68′ De Vitis rimane a terra per un problema muscolare alla coscia sinistra 

72′ Bonaiuto vanifica una buona occasione. Nell’uno contro uno con Adejo si intestardisce nell’andare con il destro che però non gira a sufficienza

73′ De Luca crossa al centro, la girata di Ebagua è buona ma viene respinta dalla difesa pontina 

76′ cross dalla destra di Bianchi, Ebagua colpisce di testa ma senza fortuna 

78′ la punizione dalla trequarti battuta da Giacomelli diventa uno schema con il traversone di D’Elia che torna al numero dieci che si coordina bene ma il suo tiro-cross non viene intercettato 

79′ palla filtrante di Ebagua per Giacomelli che spara a rete ma Pinsoglio arriva sul rasoterra con le gambe

80' GOL DEL VICENZA: cross dalla sinistra, saltano Ebagua e De Luca, la palla carambola sulla schiena di Bruscagin. La prima reazione è di De Luca che si avventa sulla sfera ancora in volo e con una sforbiciata volante insacca alle spalle di Pinsoglio 

83′ De Vitis dalla distanza, Vigorito in due tempi dopo il rimbalzo a pochi passi. Rimangono a terra sia De Vitis sia D’Elia per problemi muscolari

Lo scontro diretto va al Vicenza. Tre punti vitali per i biancorossi nonostante la prestazione.

 

Pagelle della partita "LATINA-VICENZA"

Vigorito 6: è attento e preciso nel svolgere l’ordinaria amministrazione. Dopo il gol di De Luca è reattivo nel respingere il tiro di De Vitis reso pericoloso da un rimbalzo irregolare. Pucino 5,5: nel primo tempo partecipa alla sofferenza di tutta la squadra che non riesce a trovare il bandolo della matassa. Ni minuti finali gli si gira la caviglia sinistra ed è costretto ad uscire. Bianchi 6: parte soffrendo l’ex Di Matteo, ma poi sale di rendimento tanto che negli ultimi venti minuti, con Vita, a destra il Vicenza sfonda. Adejo 6,5: sbanda sui contropiedi del Latina nel primo tempo, ma le responsabilità non sono certo solo sue. Per il resto mostra la nota rapidità nelle chiusure e la solida presenza nel gioco aereo. Esposito 6,5: vedi Adejo. Da ex ci tiene a fare bene ed infatti sbaglia poco. Se si escludono i contropiedi del Latina nel primo tempo, ad Insigne e Bonaiuto non concede alcuna azione pericolosa. D’Elia 6,5: è al 50% ma la sua presenza sulla corsia di sinistra è fondamentale. Mostra personalità e spirito di sacrificio, suo il cross da cui nasce il gol di De Luca. Rizzo 6: magari non è bello da vedere, ma è solido e in mediana la sua carica agonistica si sente. Ha un buon pallone nella ripresa, ma lo spreca calciando alto. Gucher 5,5: non ci siamo. Chi lo conosce capisce subito che gioca a mezzo servizio sia nella fase di recupero che in quella di impostazione. Prende il giallo che gli costerà la squalifica. Giacomelli 6: entra con un piglio positivo, attacca la fascia con il “gemello” D’Elia e dà vivacità all’attacco del Vicenza. Mezzo voto in meno per il gol che non realizza solo davanti a Pinsoglio. Signori 6,5: è l’anima del Vicenza a centrocampo. Nel primo tempo tiene in piedi la baracca che solidissima non è, e nella ripresa è quello che recupera palloni, corre dappertutto e incita la squadra credendo sempre nella vittoria. Orlando 5: meriterebbe meno, ma è evidente il suo momento di difficoltà. Non ne azzecca una, tanto che Bisoli non può che toglierlo. Vita 6: sta bene e si vede. Attacca e difende sulla corsia di destra, dove fino a quel momento il Latina aveva avuto il sopravvento. Ebagua 6: dopo pochi minuti manda alto di poco un colpo di testa su un perfetto cross di D’Elia. Ha il merito di stringere i denti, combattere su tutti i palloni, dando tutto quello che in questo momento ha. De Luca 6,5: per impegno e voglia è ineccepibile, anche se nel primo tempo combina poco. Sbagia dopo 20 secondi della ripresa un gol che sembrava fatto, ma si riscatta con una rete che vale tantissimo.

All. Pierpaolo BISOLI 6,5: cercava risposte dalla squadra che ha dimostrato sul campo di essere tutta dalla sua parte. Si prende tre punti in un match delicatissimo, ma adesso dovrà continuare a lavorare sull’aspetto mentale di un gruppo che pare bloccato da paure e tensioni, e contare sul recupero atletico di giocatori fondamentali come D’Elia, Ebagua, Orlando e Bellomo. Contro la Pro Vercelli dovrà anche cambiare il trend di una squadra che finora ha quasi sempre sbagliato le partite “spareggio” negli scontri diretti. 


Arbitro: Lorenzo Illuzzi di Molfetta. Assistenti: Matteo Bottegoni di Terni, Vincenzo Soricaro di BarlettaQuarto ufficiale: Nicola De Tullio di Bari.

Ammoniti: Nica, Bonaiuto (Latina); Signori, Gucher (Vicenza)

Spettatori: 2.087 totali per un incasso di 20.045 euro (paganti 781 per una quota di 6.213 euro, abbonati 1.306 per un rateo di 13.832 euro)

Angoli: 2-8, Falli commessi: 15-18, Tiri in porta: 3-4, Tiri fuori: 7-5, Fuorigioco: 0-0, Pali-Traverse: 0-0, Possesso palla: 44-56, Recuperi: 2' p.t., 5' s.t.

Maglia giocatori: giocatori: biancorossa. Maglia portiere: giallo fluo.

Giornata primaverile, temperatura ad inizio gara di circa 22 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-TRAPANI

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-04-04
Partita: 
VICENZA-TRAPANI
Risultato: 
0-1
Reti: 
61' Casasola (T)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-1-2) Vigorito; Pucino, Zaccardo (78′ Rizzo), Esposito, D’Elia; Vita (65′ Giacomelli), Urso, Signori; Bellomo (45′ Orlando), De Luca, Ebagua

A disposizione: Amelia, Bianchi, Bogdan, Zivkov, Gucher, Cernigoi. Allenatore: Pierpaolo BISOLI


Formazione ospite: 

TRAPANI (4-3-1-2) Pigliacelli; Casasola (70′ Fazio), Kresic, Legittimo, Visconti; Raffaello (75′ Maracchi), Colombatto, Barillà; Nizzetto; Coronado, Jallow (56′ Curiale)

A disposizione: Guerrieri, Rossi, Manconi, Ciaramitaro, Canotto, Rizzato. Allenatore: Alessandro CALORI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

9′ D’Elia scende bene sulla sinistra e scarica per De Luca, l’attaccante prova ad accentrarsi ma cade dopo un contatto su cui il direttore di casa lascia proseguire

18′ colpo di testa di Ebagua terminato alto con Pigliacelli che controlla la direzione del pallone 

24′ retropassaggio rischiosissimo di Esposito per Vigorito, Jallow interviene duro sul portiere e l’arbitro fischia fallo a favore dei biancorossi

28′ Signori perde palla a centrocampo e Coronado parte in contropiede, serve Jallow sulla destra, l’attaccante mette fuori gioco Zaccardo e tenta di sorprendere Vigorito con un tiro sul primo palo 

30′ Nizzetto in area svirgola malamente il pallone, De Luca in rovesciata conclude verso la porta ma la palla si spegne sopra la traversa

38′ conclusione di Nizzetto che impegna Vigorito in distesa, il portiere non blocca e Kresic tenta nuovamente a concludere con la palla che finisce in angolo 

41′ Urso mette un ottimo cross al centro, Bellomo viene anticipato 

46′ Coronado dal limite prova la conclusione: tiro potente che impegna Vigorito 

SECONDO TEMPO

48′ con l’ingresso di Orlando, il Vicenza cambia anche assetto tattico adottando il 4231

60′ da una punizione, mischia in area del Trapani favorita anche dall’uscita a vuoto del portiere: i biancorossi non ne approfittano

61' GOL DEL TRAPANI: Casasola pescato da calcio d'angolo ha vita facile, il terzino viene letteralmente dimenticato dalla difesa del Vicenza ed il suo colpo di testa è vincente

75′ cross di Pucino, il colpo di testa di Esposito è corto e di facile presa per Pigliacelli 

96′ Colombatto da posizione defilata tenta la conclusione, palla fuori di poco  


Pagelle della partita "VICENZA-TRAPANI"

Vigorito 6,5: nel primo tempo si immola scontrandosi con Jallow su un retropassaggio sciagurato di Esposito, poi salva due volte su Nizzetto e Kresic, poi ancora su Coronado. Nel secondo tempo toglie dall’angolino basso il tiraccio di Coronado … purtroppo dal corner nasce il gol del Trapani. Uno dei pochi a salvarsi. Pucino 5,5: non è al meglio e si vede. Quasi nulla la fase propositiva, qualche difficoltà anche quando il Trapani attacca sul suo versante di competenza. Zaccardo 5,5: va in progressiva difficoltà col passare dei minuti, accusando probabilmente l’impegno dei due match ravvicinati. Ammonito salterà la trasferta di Latina per squalifica. Rizzo s.v.: in campo nel finale per dare più consistenza alla mediana dietro alla batteria di attaccanti in campo. Esposito 5,5: anche per lui serata grigia. Oltre al retropassaggio a Vigorito tante sbavature, ma era noto dal forfait di Perugia che non fosse al meglio. Finisce da punta aggiunta con esiti nulli. D’Elia 5: un altro che gioca in condizioni precarie e si vede. Non è il D’Elia che si conosce. Bisoli a fine gara lo ringrazia per il sacrificio ma siamo sicuri che in questo modo sia utile alla causa? Vita 5,5: senz’altro tra i più attivi. Causa un paio di ammonizioni tra le fila dei siciliani, ma poi stringi stringi negli ultimi venti metri non trova mai il guizzo giusto. Giacomelli 5: come Vita con l’aggiunta che lui di mestiere fa l’attaccante. Urso 5: non riesce ad entrare in maniera incisiva nella gara, faticando a trovare misura nei passaggi, in più il gioco “palla lunga ad Ebagua” non premia le sue caratteristiche. Signori 5,5: un paio di chiusure decisive in area di rigore ma anche lui, che di solito è il ruba palloni del Vicenza a centrocampo, sembra piuttosto avulso dal gioco. Bellomo 4,5: sostituito dopo un tempo in cui praticamente non la prende mai e si fa ammonire per simulazione in area rimediando la squalifica in vista di Latina. Orlando 5: Visconti lo ingabbia senza grosse difficoltà. La B è categoria muscolare e i “piccoletti” o sono al cento per cento o vengono azzerati. De Luca 5: di lui si ricorda una rovesciata spettacolare ma fuori dallo specchio e niente altro. Dovrebbe giovarsi della presenza di Ebagua ma alla fine non conta nemmeno un tiro verso la porta di Pigliacelli. Ebagua 5,5: chiamato a fare da sponda esegue gli ordini, anche perché quando parte palla a terra si vede che proprio non ne ha. Il problema è che quando il Trapani capisce il giochino lo lascia anche saltare da solo e va direttamente in copertura, senza correre rischi. Vale il discorso fatto per D’Elia con l’eccezione, non da poco, che lui di candidati alla sostituzione sembra non averne.

All. Pierpaolo BISOLI 5: aprile si conferma il suo mese nero, anche se in generale i numeri, nel girone di ritorno, sono impietosi: una sola vittoria, almeno un gol subito da dodici partite, attacco asfittico e squadra che perdendo continuamente pezzi, fatica anche a ritrovare una condizione fisica accettabile. In tutto questo non c’è molto tempo per piangersi addosso perché sabato è già nuovo scontro diretto con il presente (e futuro) pluripenalizzato Latina in gravi difficoltà finanziarie. Va da sé che sarebbe gara da vincere o almeno da non perdere, altrimenti si fa dura uscire dalla spirale di risultati negativi.


Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli. Assistenti: Mauro Galetto di Rovigo, Alfonso D'Apice di ParmaQuarto ufficiale: Francesco Guccini di Albano Laziale.

Ammoniti: Bellomo, Zaccardo (Vicenza); Barillà, Colombatto, Jallow, Visconti, Casasola, Raffaello (Trapani)

Spettatori: 7.388 totali per un incasso di 49.367 euro (5.630 abbonati per un rateo di 32.879 euro, 1.758 paganti per una quota di 16.488 euro)

Angoli: 2-8, Falli commessi: 17-27, Tiri in porta: 1-5, Tiri fuori: 2-3, Fuorigioco: 2-0, Pali-Traverse: 0-0, Possesso palla: 52-48, Recuperi: 2' p.t., 6' s.t.

Maglia giocatori: giocatori: biancorossa. Maglia portiere: giallo fluo.

Serata mite e molto piovosa a tratti con temporale, temperatura ad inizio gara di circa 18 gradi. Terreno in discrete condizioni.

Torneo: 
Serie B

PERUGIA-VICENZA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-04-01
Partita: 
PERUGIA-VICENZA
Risultato: 
1-0
Reti: 
88' Mustacchio (P)
Stadio: 
Renato Curi di Perugia
Formazione locale: 

PERUGIA (4-3-3) Rosati; Del Prete, Volta, Belmonte, Di Chiara; Ricci (67′ Forte), Brighi, Acampra; Nicastro (63′ Mustacchio), Di Carmine, Guberti (55′ Terrani)

A disposizione: Elezaj, Monaco, Fazzi, Dossena, Dezi, Gnahoré. Allenatore: Cristian BUCCHI


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-1-2) Vigorito; Pucino. Zaccardo, Adejo, Bianchi; Vita (84′ Zivkov), Gucher, Signori; Bellomo (78′ Urso); Orlando (55′ Giacomelli), De Luca

A disposizione: Amelia, Bogdan, Esposito, Barbosa, Cuppone, Cernigoi. Allenatore: Pierpaolo BISOLI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

Bianchi staziona sul lato sinistro della difesa biancorossa con Pucino a destra

3′ grande occasione per i biancorossi con Adejo che di testa dal limite dell’area piccola manda alto

4′ rispondono subito i grifoni con Di Carmine che sorprende la coppia centrale Adejo-Zaccardo ed è bravissimo Vigorito  a rispondere con i piedi allontanando la minaccia

12′ serie di tre corner consecutivi per il Vicenza, da cui però i biancorossi non riescono a creare nulla di realmente pericoloso 

15′ punizione dalla sinistra calciata di Bellomo, direttamente tra le braccia di Rosati che esce in presa alta

17′ buon pallone recuperato da Signori su errato rinvio di Rosati, il centrocampista mette un cross in area ma Orlando non riesce a controllare la palla

20′ contropiede condotto da Bellomo che con due possibilità di passaggio in area prova il tiro trovando il braccio di Belomnte che blocca la traiettoria della palla al limite dell’area. Tutto regolare per Marinelli

23′ buon pallone verticale di Bellomo per Orlando che si incunea in area e poi mette indietro un pallone su cui però De Luca non arriva in quanto poco prima era scivolato cadendo a terra

24′ lungo cross dalla destra che supera Vigorito che non esce, Zaccardo viene sovrastato da Nicastro che colpisce di testa trovando però l’opposizione col corpo del portiere biancorosso 

28′ buon pallone messo in area da Del Prete, è vigile Adejo che anticipa Di Carmine rinviando 

30′ sul primo angolo per i padroni di casa, rapido scambio con Guberti che mette un cross dentro l’area piccola, ancora uscita sbagliata di Vigorito ma fortunatamente la palla termina sui piedi di Adejo e sul rinvio l’arbitro fischia un fallo a favore del Vicenza

35′ buon pallone agganciato in area da Orlando che supera la linea difensiva ma poi paga la sua taglia minuta e viene recuperato da Belmonte che lo sovrasta fisicamente portandogli via la palla 

39′ su cross di Di Chiara prova la botta al volo Brighi trovando la deviazione di Bianchi con la palla che cade pochi metri a lato della porta di Vigorito. Sul corner poi rinvia lontano Adejo 

42′ cross in area di Vita, svirgolato da Ricci in angolo. Sul corner tocca di testa Adejo ma poi esce Rosati in presa alta e blocca la sfera

45′ proprio all’ultimo minuto della prima frazione Di Chiara si beve Vita e dentro l’area mette un pallone che Adejo è bravissimo ad intuire intercettando la sfera prima che arrivi a Nicastro 

Primo tempo che si conclude sul risultato di zero a zero. Perugia che, come da copione, cerca di fare la partita e che si è reso maggiormente pericoloso. Il Vicenza comunque non sta a guardare e accetta la sfida a viso aperto, provando a mettere a sua volta il naso in area di Rosati. I grifoni sono particolarmente efficaci nel gioco sulle fasce dove i due esterni difensivi Del Prete e Di Chiara si fanno spesso trovare al cross sulla trequarti biancorossa. Quando il Vicenza va in avanti invece si vede quanto manchi un attaccante di stazza che possa dare filo da torcere ai due centrali del Perugia, che però potrebbero andare in difficoltà se puntati in velocità in ripartemza.

SECONDO TEMPO

49′ primo angolo del secondo tempo. E’ per i grifoni che battono con Di Chiara, sulla palla arriva Zaccardo che colpisce subendo fallo ma l’arbitro non fischia. Sulla palla arriva Belmonte che schiaccia ma sulla linea respinge di petto Adejo e sul successivo tentativo di Nicastro la palla viene messa di nuovo in corner . Sugli sviluppi dell’angolo lungo cross che trova Nicastro sul secondo palo che tocca appena di te sta ma sul fondo 

51′ cross di Vita deviato verso la porta da Volta è attento Rosati a bloccare prima dell’arrivo di De Luca pronto alla deviazione sotto misura

54′ punizione dalla destra calciata da Di Chiara, la palla cade sul primo palo dove Vigorito blocca in tuffo 

59′ azione dei padroni di casa interrotta da Pucino sul rinvio del difensore arriva ancora Di Chiara che prova il tiro dalla distanza, la palla finisce molto alta

60′ tentativo di Gucher che prova dai trenta metri con uno spiovente che cade ben lontano dalla porta di Rosati 

61′ ancora un tiro da fuori, stavolta di Forte deviato da Adejo, la palla si impenna e finisce in corner  

66′ diagonale di Brighi da fuori area, la palla termina un paio di metri a lato 

69′ cross dalla destra di Mustacchio, svirgola Adejo che manda in corner. Sull’angolo stavolta esce bene Vigorito che blocca. Sta premendo ora il Perugia 

70′ sinistro dai venticinque metri di Acampora, palla di parecchio oltre la traversa 

71' ancora un tiro da fuori, stavolta di Forte deviato da Adejo, la palla si impenna e finisce in corner 

88' GOL DEL PERUGIA: su angolo per i grifoni Mustacchio anticipa Gucher sul primo palo e di testa batte Vigorito

Capannello di giocatori biancorossi attorno all’arbitro Marinelli, reo di avere espulso nel finale Adejo, quando il giocatore era stato nettamente sgambettato da Rosati in un’azione che sarebbe stata da espulsione per il portiere dei grifoni con calcio di rigore per il Vicenza.

 

Pagelle della partita "PERUGIA-VICENZA"

Vigorito 5,5: salva di piede su Di Carmine dopo tre minuti ed è l’unica parata degna di tal nome che deve compiere. Sbaglia nettamente due uscite che si tende a dimenticare perché non ci sono state conseguenze (vedi gol subito), e sulla rete di Mustacchio è sorpreso e poco reattivo. Pucino 6: gioca con la pubalgia che lo tormenta ma il suo lo fa. Sulla sua corsia tiene bene prima Guberti e poi Terrani. Adejo 6: si conferma uno dei più in forma del Vicenza. Ha sulla testa al 3’ la palla del vantaggio che manda fuori. In fase difensiva però è puntuale e preciso fino al recupero quando viene scalciato da Rosati e viene espulso. Zaccardo 6: mezz’ora prima del fischio d’inizio Bisoli lo sposta in posizione centrale e lui risponde con una prova attenta. Con Adejo azzerra Di Carmine e poi Forte, che non sono mai pericolosi. Bianchi 5,5: partita giocata con determinazione e attenzione fino al minuto 88 quando perde Mustacchio che era il giocatore che doveva marcare. Si assume le colpe dell’errore e questo gli fa onore. Gucher 5,5: gioca davanti alla difesa recuperando qualche buon pallone e cercando di far ripartire l’azione del Vicenza cosa che non sempre gli riesce. Signori 6: prova caparbia, a correre sulla corsia per arginare il terzino del Perugia Del Prete. Nel primo tempo riesce più volte a ripartire, nella ripresa sta troppo basso ma non è certo solo colpa sua. Orlando 5: non è un attaccante centrale e si è visto. Non trova mai la posizione e quando ha sul sinistro la palla per calciare in porta, tentenna e spreca una buona occasione. Giacomelli 5: entra e non riesce a creare nulla in avanti. Perde parecchi palloni e gestisce male un paio di contropiedi che dovevano essere condotti molto meglio. Bellomo 6: sufficienza stiracchiata, ottenuta per l’impegno profuso. Dai suoi piedi però ci si aspettano giocate decisive, cosa che a Perugia non è accaduto. Urso 5,5: entra con l’intenzione di dar forza al centrocampo biancorosso ma il suo ingresso non cambia lo stato delle cose. Vita 6: pure lui scende in campo in non perfette condizioni ma stringe i denti e gioca una buona partita sia in fase difensiva che nelle ripartenze. Suo l’assist per De Luca sul quale l’attaccante biancorosso non arriva per un soffio davanti a Rosati. Zivkov s.v.: entra perché Vita non ce la fa più, ma tocca pochi palloni prima del fischio finale. De Luca 5,5: è poco servito ma anche palla a terra non riesce mai a superare Belmonte. Ha una buona occasione nel secondo tempo ma non arriva sul pallone per un soffio.

All. Pierpaolo BISOLI 6: schiera un Vicenza ben coperto che concede poco al Perugia. Perde Esposito nel riscaldamento, ma che il Vicenza giochi senza sette, otto giocatori ormai non fa più notizia. Perde la gara sull’ennesimo gol subito da palla ferma, un problema che sembrava risolto e che invece adesso sta costando parecchi punti. 


Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli. Assistenti: Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore, Claudio Lanza di NichelinoQuarto ufficiale: Andrea Mei di Pesaro.

Espulso: al 93' Adejo (Vicenza) per somma di ammonizioni e a gara conclusa Barbosa (Vicenza) per condotta violenta.

Ammoniti: Mustacchio, Rosati, Del Prete (Perugia); Pucino (Vicenza)

Spettatori: 8.991 totali di cui 2.839 paganti. Incasso non comunicato

Angoli: 7-4, Falli commessi: 14-11, Tiri in porta: 5-0, Tiri fuori: 4-2, Fuorigioco: 0-4, Pali-Traverse: 0-0, Possesso palla: 56-44, Recuperi: 0' p.t., 5' s.t.

Maglia giocatori: giocatori: biancoazzurra. Maglia portiere: verde.

Giornata mite e leggermente ventosa, temperatura ad inizio gara di circa 18 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-BRESCIA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-03-26
Partita: 
VICENZA-BRESCIA
Risultato: 
1-1
Reti: 
14' Blanchard (B), 25' Pucino (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-4-1-1) Amelia; Zaccardo, Adejo, Esposito, Pucino; Orlando (70′ Signori), Gucher, Urso, Vita (63′ Ebagua); Bellomo (88′ Cernigoi); De Luca.

A disposizione: Vigorito, Bogdan, Bianchi, Zivkov, Doumbia, Giacomelli. Allenatore: Pierpaolo BISOLI


Formazione ospite: 

BRESCIA (4-3-3) Minelli; Untersee, Romagna, Blanchard, Lancini; Bisoli, Mauri, Martinelli (93′ Prce); Camara (51′ Coly), Caracciolo, Ferrante (82′ Bonazzoli)

A disposizione: Arcari, Crociata, Fontanesi, Pinzi, Torregrossa, Sbrissa. Allenatore: Luigi Cagni

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

3′ punizione dalla sinistra, Untersee pesca in area Caracciolo ma il suo colpo di testa non è preciso

7′ De Luca si libera di un difensore bresciano e mette fuori causa Minelli ma viene fermato per posizione ritenuta irregolare al momento del lancio di Urso

13′ Pucino libera male e consegna la palla a Caracciolo che prova il tiro: conclusione debole

14' GOL DEL BRESCIA: punizione di Untersee sulla sinistra, il terzino bresciano pesca di testa Blanchard al centro dell’area e piazza la palla nell’angolino 

18′ Vita si accentra e prova a concludere sul primo palo, Minelli mette in angolo

25' GOL DEL VICENZA: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla finisce sui piedi di Pucino che di piatto destro punisce Minelli e firma il pareggio

31′ Lancini crossa al centro per Caracciolo, il colpo di testa dell’attaccante termina alto 

42′ Bellomo prova la conclusione, il tiro debole viene deviato da Romagna e per poco De Luca non ne approfitta

Squadre dunque negli spogliatoi sul punteggio dì parità. Partita che finora non ha concesso grande spazio allo spettacolo. Il Brescia si è portato in avanti sugli sviluppi di un calcio di punizione per un fallo di Pucino che probabilmente non c’era e ha messo il naso in area biancorossa quasi solo nelle situazioni di calcio da fermo. Vicenza più manovriero delle rondinelle in avanti ma che non riesce a trovare spazi per impegnare Mineli. Fortunatamente il quinto gol stagionale di Pucino con tocco sotto misura su azione d’angolo ha rimesso a posto le cose in una partita che al momento pare ancora aperta a qualsiasi risultato.

SECONDO TEMPO

48′ Orlando prova l’azione personale ma alla fine scarica per Gucher: la conclusione impegna Minelli che alza la palla in angolo

49′ De Luca prova la rovesciata in area, palla fuori

54′ Orlando mette in difficoltà il Brescia sulla sinistra, scarica per Urso il cui tiro viene deviato e termina a lato 

60′ Vita si sposta sull’esterno e prova a sorprendere Minelli sul primo palo ma la conclusione è debole

62′ Martinelli tenta la conclusione dalla distanza, sfera a lato 

64′ tiro sul secondo palo di Caracciolo,  palla a fil di palo 

65′ Bisoli si inserisce in area e la sua conclusione trova la deviazione in angolo di Pucino 

75′ il colpo di testa di Esposito sugli sviluppi di un calcio d’angolo finisce fuori

76′  tiro potente di Ebagua dalla distanza,  Minelli si distende e salva il Brescia

82′ Signori prova la conclusione, il suo tiro a giro esce a lato

85′ conclusione di Martinelli dal limite a lato 

90′ occasionissima per De Luca che, solo davanti al portiere, spedisce la palla a lato 


 

Pagelle della partita "VICENZA-BRESCIA"

Amelia 6: sul colpo di testa di Blanchard non abbozza neanche un tentativo di tuffo, che comunque non sarebbe servito ad evitare la rete, per il resto solo ordinaria amministrazione. Zaccardo 6: spinge con continuità sulla fascia ma va un po’ in difficoltà in chiusura su colleghi più giovani come Camara e Coly, rischiando un paio di volte l’ammonizione che però Ghersini gli risparmia. Adejo 6: altra buona prestazione in una continuità di condizione evidenziata anche nelle ultime partite, qualche patema solo quando Caracciolo gravita dalle sue parti. Esposito 6,5: lui invece a Caracciolo non concede praticamente nulla. Attento in marcatura non lascia spazio ad un giocatore temibile non solo in fase conclusiva ma anche nelle rifiniture. Provvidenziale una chiusura su inserimento di Bisoli nella ripresa. Pucino 6,5: si fa anticipare da Blanchard sul gol delle rondinelle ma rimedia poco dopo andando nuovamente a bersaglio per il suo quinto centro stagionale. Dopo il rientro un po’ frenato a Frosinone sembra in fase di ripresa anche dal punto di vista atletico. Urso 6,5: Ss propone in costruzione con continuità e regge il timone anche quando la squadra patisce l’avversario nella fase centrale della ripresa. Peccato non fosse giornata felice nelle conclusioni. Gucher 6: un po’ in ombra nel primo tempo, cresce nella ripresa dove si fa vivo con un tiro dalla media distanza impegnando Minelli e nel finale inventa l’assist che purtroppo De Luca non ottimizza. Orlando 6: anche lui parte un po’ trattenuto alzando il rendimento con il passare dei minuti. Viene sacrificato all’equilibrio tattico dopo l’ingresso di Ebagua. Signori 6: sostituzione che si rende necessaria perché il Vicenza sta concedendo troppo spazio al Brescia in zona mediana e le cose si sistemano. Bellomo 5,5: è tra quelli in grado di inventare qualcosa nell’uno contro uno ma viaggia troppo a corrente alternata, Da lui ci si aspetta sempre qualcosa di più che però non arriva. Esce dopo aver causato l’intervento da espulsione di Bonazzoli. Cernigoi s.v.: Bisoli lo inserisce nel tentativo di pescare il jolly ma non ce n’è. Vita 6: l’intesa nei movimenti con Pucino va un po’ registrata ma è comprensibile per una coppia non certo rodata. Nel secondo tempo aggiunge alla spinta sulla sua fascia anche un paio di conclusioni verso la porta di Minelli, purtroppo senza fortuna. Ebagua 6,5: peccato che l’infortunio lo costringa all’impegno col contagocce perché con un De Luca in giornata di scarsa vena sarebbe servito anche prima. Una mezz’ora in cui lotta con costrutto andando anche vicino al gol.  Ammonito salterà Perugia e magari servirà ad averlo più pronto per la sfida al Menti contro il Trapani. De Luca 5: in altre situazioni era stato determinante per il Vicenza, con il Brescia non riesce ad esserlo in ugual misura. Non supera quasi mai la guardia di Romagna e Blanchard e sciupa nel finale un match point dorato calciando fuori a pochi passi da Minelli. Si rifarà.

All. Pierpaolo BISOLI 6: un’altra partita in salita per il Vicenza e un’altra partita che i biancorossi riagguantano con qualche recriminazione finale. La squadra è sicuramente viva e lui fa bene a sottolineare le capacità di reazione dei suoi ragazzi, da qui alla fine però servono vittorie e punti da conquistare su qualsiasi campo. 


Arbitro: Davide Ghersini di Genova. Assistenti: Pasquale Cangiano di Napoli, Oreste Muto di Torre AnnunziataQuarto ufficiale: Daniele Viotti di Tivoli.

Espulso: all'86' Bonazzoli (Brescia) per gioco scorretto.

Ammoniti: Pucino, Ebagua, Urso (Vicenza); Romagna, Lancini (Brescia)

Spettatori: 8.175 totali per un incasso di 65.520 euro (5.630 abbonati per un rateo di 32.879 euro, 2.545 paganti per una quota di 32.641 euro)

Falli commessi: 18 - 20

Angoli: 10- 6

Tiri in porta: 5 - 1

Tiri fuori: 7 - 9

Fuorigioco: 3 - 1

Pali-Traverse: 0 - 0

Possesso palla: 53 - 47

Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Maglia giocatori: giocatori: biancorossa. Maglia portiere: verde.

Cielo nuvoloso con pioggia, anche intensa, nella fase finale della partita, temperatura ad inizio gara di circa 15 gradi, terreno di gioco in condizioni non perfette.

Torneo: 
Serie B

FROSINONE-VICENZA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-03-18
Partita: 
FROSINONE-VICENZA
Risultato: 
3-1
Reti: 
33′, 73′ e 81′ Dionisi (F), 93′ Pucino (V) su rigore
Stadio: 
Matusa di Frosinone
Formazione locale: 

FROSINONE (3-5-2) Bardi, Russo, Ariaudo, Krajnc; Fiamozzi, Sammarco (89′ Frara), Maiello, Soddimo (74′ Gori), Mazzotta; Ciofani, Dionisi (83′ Mokulu)

A disposizione: Zappino, Crivello, Mamic, Kragl, Volpe, Pryyma. Allenatore: Pasquale MARINO


Formazione ospite: 

VICENZA (3-5-2) Amelia; Pucino, Zaccardo, Adejo, Esposito, Vita; Urso, Gucher, Signori (61′ Bellomo); Giacomelli (69′ Ebagua), De Luca (78′ Cernigoi)

A disposizione: Vigorito, Bogdan, Bianchi, Zivkov, Doumbia, Cuppone. Allenatore: Pierpaolo BISOLI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

3′ prima conclusione gialloblù ma il tiro di Dionisi è da dimenticare

3′ cross basso di Giacomelli, De Luca anticipato da Russo in scivolata 

7′ dialogo De Luca-Giacomelli che però finiscono per ostacolarsi e il tiro del numero 10 è strozzato e arriva docile a Bardi

8′ Vita chiude di mestiere su Sammarco che si era inserito in area biancorossa 

13′ biancorossi molto mobili in avanti con De Luca e Giacomelli. Nell’azione però è Bardi a fare suo il pallone

Primo quarto d’ora con nessun tiro nello specchio e gioco piuttosto confuso. Il Vicenza però non sembra timoroso 

20′ errore di Amelia che regala palla ai ciociari. L’azione però viene respinta dalla difesa biancorossa 

22′ Signori grazie all’aiuto dei compagni riesce con un paio di triangolazioni ad uscire dalla propria metà campo, Soddimo però lo ferma una volta arrivato sulla trequarti 

24′ cross di Vita troppo lungo e alle spalle di De Luca non c’è nessun biancorosso

25′ uno-due Urso-De Luca ma l’attaccante viene fermato da Krajnc e dal fischio del direttore di gara per un fallo dell’ex Bari 

26′ tiro debole e da posizione troppo defilata per De Luca, tutto facile per Bardi.

27′ grande tempismo di Zaccardo che intuisce il tacco e anticipa Ciofani (subendo pure fallo) 

30′ Zaccardo a colloquio con Bisoli, Adejo zoppica. Si scalda Bianchi. Nel frattempo Giacomelli ci crede sul pallone e conquista il corner sul quale l’arbitro interrompe il gioco per un fallo di Pucino

Prima mezz’ora con un Vicenza ordinato e che prova a farsi vedere in avanti senza rischiare dietro

33' GOL DEL FROSINONE: al primo tiro in porta con una punizione dai 28 metri (per il tocco di mano involontario di Zaccardo). La sassata di Dionisi trova impreparato Amelia che non si muove e viene trafitto nell’angolino basso alla sua sinistra

37′ Giacomelli tocca corto la punizione per Urso che cerca la precisione ma Bardi devia prima di subire fallo 

45′ Urso dopo aver portato palla fa esplodere un destro dai venti metri che Bardi non trattiene. Esposito non trova la ribattuta per il contrasto di Krajnc

41′ Dionisi da fermo prova il tiro a giro che lambisce il palo con Amelia che rimane fermo a guardare

43′ Urso cade in area ma Saia lascia correre e lo riprende verbalmente 

Prima frazione con più Vicenza ma la squadra di Bisoli è stata battuta dall’episodio che ha visto Dionisi trovare la rete su calcio di punizione in cui Amelia non è parso esente da colpe. 

SECONDO TEMPO

48′ gran palla di Gucher ma Giacomelli viene pescato oltre l’ultimo difensore 

55′ punizione dalla sinistra battuta da Soddimo che finisce direttamente tra le mani di Amelia

Anche nel primo quarto d’ora del secondo tempo è un Vicenza intraprendente che non si scopre dietro. Non si riesce però a superare la difesa del Frosinone e sembra esserci bisogno di qualcuno che sappia dare maggiore fantasia e geometrie 

73' GOL DEL FROSINONE: dopo una serie di rimpalli il tempismo di Dionisi rafigge da pochi passi la difesa biancorossa 

78′ troppo morbida la punizione calciata da Urso, facile preda di Bardi 

81' GOL DEL FROSINONE: taglio di Dionisi che brucia Zaccardo, supera Amelia e deposita in rete il terzo gol personale

91' fallo sulla linea del rigore commesso su Cernigoi. Sulla punizione di Bellomo c’è il tocco di mano di Russo e il conseguente rigore

93' GOL DEL VICENZA: dagli 11 metri Pucino batte alla sinistra e trova l’angolino basso nonostante l’intuizione di Bardi 

Il Frosinone ha dimostrato nel risultato che punta alla Serie A diretta. Il 3-1  infatti è decisamente largo per quanto visto in campo con il Vicenza che non ha certo sfigurato ma anzi ha per larghi tratti giocato alla pari -senza però trovare tiri in porta- venendo però colpito nelle uniche tre occasioni degli uomini di Marino.  

 

 

Pagelle della partita "FROSINONE-VICENZA"

Amelia 5: sul primo gol mette due uomini in barriera e forse sottovaluta le, pur note, capacità balistiche di Dionisi facendosi sorprendere sul suo palo. Incolpevole sugli altri due gol, ma da lui ci si aspetta di più. Zaccardo 5: per mezz’ora chiude bene e non fa vedere palla a Dionisi che poi però lo mette in grande difficoltà. Adejo 6,5: senza colpe e senza errori degni di nota. Sta bene e lo conferma anche a Frosinone. Esposito 6: non ha responsabilità particolari, ed inoltre azzera Ciofani che non tira mai in porta. Pucino 5,5: torna dopo una ventina di giorni di assenza e si vede che è ancora impastato nei movimenti, Si limita al compitino, non affonda mai con decisione quando c’è la possibilità di ripartire. Urso 6: meglio nel primo tempo quando va anche vicino al gol, nella ripresa cala come tutta la squadra. Gucher 6: accolto con cori e applausi da tutto lo stadio, cerca di dare il massimo in una partita tutta in salita. Lotta su tutti i palloni, ma con poco costrutto. Signori  6: fino a quando Bisoli lo tiene in campo è quello che in mediana tiene meglio l’urto del Frosinone. Il tecnico del Vicenza lo toglie per dare più qualità al reparto, ma senza risultati concreti. Bellomo  5: non ci sono tracce del suo ingresso, conferma il suo stato di forma precario. Da lui ci si aspetta molto di più. Vita 6: sulla fascia attacca e difende finchè il Vicenza resta in partita, dimostrando di essere uno dei più tonici in casa biancorossa. De Luca 5: nella prima mezz’ora ha due buoni palloni ma non li sfrutta al meglio facendosi anticipare dalla difesa avversaria. Non vivace e tonico come nelle ultime gare. Cernigoi s.v.: si guadagna la punizione dal limite da cui nasce il rigore a favore del Vicenza, il tutto a gara ampiamente chiusa. Giacomelli 5: vale lo stesso discorso fatto per De Luca, nella prima mezz’ora quando c’erano spazi per colpire non è mai incisivo. Cala nella ripresa fino alla sostituzione. Ebagua s.v.: gioca a mezzo servizio, e questo lo si nota in tutti i suoi movimenti.

All. Pierpaolo BISOLI 5,5: prepara bene il match chiudendo gli spazi al Frosinone, ma non poteva prevedere l’errore commesso dalla sua  squadra sulla punizione di Dionisi al primo tiro in porta del Frosinone. La nota stonata è che nella ripresa il Vicenza non ha reazione, 45 minuti amorfi, e di tutt’altra pasta rispetto alle rimonte concretizzate contro l’Ascoli, la Virtus Entella, il Cesena e il Pisa. Contro un avversario più forte come il Frosinone forse non sarebbe bastato lo stesso, ma una ripresa così arrendevole non può essere accetttata né tanto meno ripetuta.

 

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo. Assistenti: Luigi Rossi di Rovigo, Giuseppe Opromolla di SalernoQuarto ufficiale: Pasquale Boggi di Salerno.

Ammoniti: Krajnc, Fiammozzi, Maiello (Frosinone).

Spettatori: 5.603 totali.

Falli commessi: 22 - 19

Angoli: 2 - 4

Tiri in porta: 4 - 2

Tiri fuori: 4 - 2

Fuorigioco: 0 - 3

Pali-Traverse: 0 - 0

Possesso palla: 51 - 49

Recuperi: 2p.t., 3' s.t.

Maglia giocatori: biancorossaMaglia portiere: verde.

Giornata primaverile, terreno in buone condizioni, temperatura ad inzio gara di circa 17 gradi.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-PISA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-03-12
Partita: 
VICENZA-PISA
Risultato: 
2-1
Reti: 
64′ Manaj (P), 85′ Ebagua (V), 90′+3′ Urso (V) su rigore
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-2-3-1) Amelia; Zaccardo, Adejo, Esposito, D’Elia; Rizzo (82′ Vita), Gucher (34′ Urso); Orlando, Bellomo (65′ Ebagua), Signori; De Luca

A disposizione: Vigorito, Bogdan, Bianchi, Zivkov, Giacomelli, Cuppone. Allenatore: Pierpaolo BISOLI


Formazione ospite: 

PISA (4-3-3) Ujkani; Birindelli (78′ Zonta), Del Fabro (28′ Lisuzzo), Milanovic, Longhi; Verna, Di Tacchio, Angiulli (60′ Manaj); Peralta, Masucci, Gatto

A disposizione: Cardelli, Lazzari, Tabanelli, Favale, Zammarini, Giani. Allenatore: Gennaro GATTUSO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

4′ ottimo spunto di De Luca che con lo scavetto serve sul fondo dell’area Signori, il centrocampista mette un pallone che attraversra tutto lo specchio della porta con Orlando in ritardo sul possibile tocco a rete sguarnita

20′ la notizia è che in questo momento sono stati accesi i fari, per il resto in campo veramente nulla da segnalare 

21′ prova a interrompere la fase di stanca Bellomo con un tiro dalla lunga distanza che termina però altissimo

23′ su una palla malamente gestita tra Orlando e Zaccardo, prova il destro Masucci da posizione defilata con Amelia che controlla in tuffo, anche se il tiro angolato era piuttosto lento 

Giocatori del Pisa sempre a terra, si gioca pochissimo, partita veramente brutta 

32′ incredibile fallo su Adejo non fischiato da Abisso, sul proseguimento Gatto arriva in area ma calcia a lato. Grandi proteste della panchina del Vicenza con espulsione di un membro dello staff medico

42′ azione sulla sinistra con scambio Urso- Signori- Urso, il cross di quest’ultimo smorzato termina tra le braccia di Ujkani che evita anche l’angolo 

45′ Bellomo quache metro fuori dall’area di rigore prova il destro che anche stavolta esce distante dai pali della porta pisana

Primo tempo veramente povero di contenuti, con il Vicenza che stenta a far breccia nella munita difesa del Pisa. Troppo lenti i biancorossi nelle (poche) ripartenze avute a disposizione, mentre con gli avversari a difesa schierata gli uomini di Bisoli non sono riusciti a produrre giocate pericolose. Non avendo un vero e proprio centravanti bersaglio (in assenza di Ebagua), i biancorossi finiscono intrappolati nella rete disposta da Gattuso a centrocampo, e senza uno contro uno vincenti sulle fasce gli sbocchi in avanti sono ridotti al lumicino con De Luca che, soffocato tra i due lunghi Lisuzzo e Milanovic non si è quasi visto. Da parte loro gli uomini di Gattuso si sono limitati a contenere, cercando di pungere su qualche errore difensivo biancorosso ma anche da parte toscana poco niente da segnalare.

SECONDO TEMPO

47′ timido tentativo di Oralndo dai venticinque metri, ne esce un tiro debole e impreciso, lontano dai pali di Ujkani 

50′ su rinvio di testa sballato di D’Elia ci prova il Pisa con il tiro di Anigulli che deviato da D’Elia, provoca il primo angolo  anche per i toscani. Sugli sviluppi lo stesso Angiulli prova un diagonale che attraversa l’area uscendo sul fondo

58′ palla d’oro di Signori verso Bellomo che ciabatta malissimo una conclusione che meritava miglior sorte. La palla finisce in fallo laterale 

64' GOL DEL PISA: sugli sviluppi di un corner contestato, grande conclusione al volo di Manaj che termina sotto l'incrocio

70′ ancora un buon assist di Signori che scava palla centralmente per De Luca che da posizione simile a quella del gol del pari con l’Entella, stavolta manda purtroppo sopra la traversa 

76′ scambio De Luca, Ebagua con l’ex Pro Vercelli che davanti a Ujkani si fa respingere la conclusione facile facile di sinistro

79′ su punizione per i toscani sassata di Manaj che Amelia addomestica con qualche difficoltà

85' GOL DEL VICENZA: cross dalla destra di Zaccardo su cui svetta Ebagua e tocca quel tanto che basta a spedire sull’angolino opposto vanificando il tuffo di Ujkani 

43′ spettacolare rovesciata di De Luca su cui Ujkani deve volare per togliere la palla da sotto la traversa

93' GOL DEL VICENZA: atterramento in area ai danni di De Luca e conseguente rigore trasformato da Urso che batte Ujkani

 

Pagelle della partita "VICENZA-PISA"

Amelia 6: fino all’ingresso in campo di Manaj il suo impegno è piuttosto limitato. Viene sorpreso sul suo palo nel gol, ma il tiro è forte e preciso e bisogna anche dare i giusti meriti all’attaccante albanese che indovina il jolly. Zaccardo 7: nella serata dei tanti ex campioni del mondo lui scodella un preciso cross di sinistro che Ebagua trasforma nel gol del pareggio.  Supplisce all’espulsione di Orlando proiettandosi spesso in avanti sulla sua fascia di competenza e guidando l’arrembaggio finale. Adejo 7: se il Vicenza resta in partita senza affondare lo si deve al suo prodigioso recupero su Manaj che, con il Pisa già in vantaggio, si invola tutto solo verso Amelia, ma non resiste al prepotente ritorno del nigeriano che viaggia al doppio della velocità. In molti fuori, ma supponiamo anche in campo, dopo quell’intervento miracoloso hanno pensato di potercela ancora fare… Esposito 6,5: complice un Pisa poco propenso a sbilanciarsi in avanti non ha grosse difficoltà a contenere Masucci quando l’attaccante si presenta dalle sue parti. Il fatto poi che D’Elia spinga meno del consueto gli è di aiuto. D’Elia 6: freno a mano tirato per buona parte della gara. Inizia con buon piglio ma poi forse si rende conto di non essere ancora pienamente ristabilito, decidendo di rimanere sulle sue. Sul gol di Manaj la marcatura è rivedibile. Gucher s.v.: in campo per mezz’ora di cui almeno quindici minuti per permettere ad Urso di scaldarsi per prendere il suo posto. Di fatto la sua partita era già finita prima per il colpo alla schiena subito. Urso 7: a fine primo tempo gli altoparlanti dello stadio intonano la canzone di De Gregori “La leva calcistica del ’68”, un segno del destino? Sta di fatto che Ciccio non ha paura di tirare il calcio di rigore e  battezza il suo primo gol in maglia biancorossa con un tiro potente e preciso che può valere una stagione. Rizzo 6: nel primo tempo gli toccano molti palloni nella fase di impostazione del gioco che non è esattamente la sua specialità e gli fa difetto la precisione. Nella ripresa mette la ruvidezza necessaria a far capire ai compagni che non si molla. Vita s.v.: in settimana non si era potuto allenare al meglio, entra per l’assalto finale e “vince” la sua fetta di partita. Orlando 5,5: fino all’espulsione non era stata la migliore delle sue prestazioni. Il primo cartellino giallo però nasce dalla scatenata fantasia di Abisso, mentre sul secondo l’ingenuità è tutta sua. Per fortuna tutto è bene quel che finisce bene… Signori 6,5: in posizione di “falso dieci” pare  divertirsi un sacco. Rifiniture di qualità per Bellomo e De Luca che purtroppo non trovano il gol, e in mezzo il solito lavoro prezioso di cucitura tra reparti. Bellomo 5,5: nella prima metà di gara è l’unico a provare qualcosa che somigli lontanamente ad un pericolo per la porta di Ujkani con poco successo; sciupa malamente un pallone d’oro nella ripresa. Viene sostituito immediatamente dopo il gol del Pisa ma già prima non era parso in gran spolvero. Ebagua 7: entra e dimostra cosa vuol dire avere un attaccante con centimetri e peso in avanti, in più si intende a occhi chiusi con l’ex compagno De Luca. Già prima del gol si era reso pericoloso dopo uno scambio in area con “la zanzara”. De Luca 7: all’inizio si vede poco, stretto da solo nella morsa Milanovic-Lisuzzo. Ebagua lo libera dall’asfissia e gli apre corridoi dove lui si infila. Spettacolare la rovesciata che costringe Ujkani alla gran parata, guadagna il rigore vittoria e nell’esultanza finale strapazza Pastorelli, ricordando Gattuso con Lippi ai Mondiali 2006….

All. Pierpaolo BISOLI 6,5: si vede che crede nella rimonta e nelle qualità non solo tecniche dei suoi ragazzi. Dopo qualche batosta morale immeritata (leggi Spal e Virtus Entella) stavolta la sorte sorride, ma non arriva per caso bensì grazie ad un ultimo quarto d’ora di gara giocato a tavoletta.  Una partita così, insieme al recupero di giocatori fondamentali, può essere (e speriamo lo sia) la svolta per una stagione. 


Arbitro: Rosario Abisso di Palermo. Assistenti: Paolo Formato di Benevento, Valerio Colarossi di Roma 2Quarto ufficiale: Francesco Fourneau di Roma 1.

Espulso: al 55' Orlando (Vicenza) per somma di ammonizioni; allontanati dalla panchina vicentina il preparatore dei portieri Ragnacci e il massaggiatore Petrone.

Ammoniti: Zaccardo, Rizzo, Urso (Vicenza); Manaj, Masucci (Pisa)

Spettatori: 10.575 totali per un incasso di 76.255 euro (5.630 abbonati per un rateo di 32.879 euro, 4.945 paganti per una quota di 43.376 euro)

Falli commessi: 19- 14

Angoli: 6 - 2

Tiri in porta: 4 - 3

Tiri fuori: 6 - 2

Fuorigioco: 0 - 2

Pali-Traverse: 0 - 0

Possesso palla: 55 - 45

Recuperi: 3' p.t., 4' s.t.

Maglia giocatori: biancorossa con toppetta celebrativa per i 115 anni di storia. Maglia portiere: verde con toppetta celebrativa per i 115 anni di storia.

Giornata primaverile, temperatura ad inizio gara di circa 13 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

CESENA-VICENZA

| |
Stagione: 
2016-2017
Data: 
2017-03-04
Partita: 
CESENA-VICENZA
Risultato: 
1-1
Reti: 
7′ Ciano (C), 45′ Orlando (V)
Stadio: 
Dino Manuzzi-Orogel Stadium di Cesena
Formazione locale: 

CESENA (3-5-2) Agazzi; Donkor, Rigione, Ligi; Di Roberto (59′ Laribi), Garritano, Crimi (83′ Panico), Kone, Renzetti; Ciano, Cocco (77′ Rodriguez)

A disposizione: Agliardi, Gasperi, Falasco, Vitale, Capelli, Setola. Allenatore: Andrea CAMPLONE


Formazione ospite: 

VICENZA (4-2-3-1) Benussi (45′ Amelia); Zaccardo, Adejo, Esposito, Bianchi; Gucher, Urso; Orlando (76′ Rizzo), Bellomo (70′ Giacomelli), Signori; De Luca

A disposizione: Dani, Perfection, Doumbia, Cuppone, Anzolin. Allenatore: Pierpaolo BISOLI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

7' GOL DEL CESENA: Garritano prova il tiro dal limite, Benussi si distende sulla sinistra ma la sua respinta viene raccolta da Ciano che a porta ormai sguarnita sigla il vantaggio per il Cesena

16′ Di Roberto a grandi cavalcate suggerisce per Cocco, il tocco di tacco in area dell’attaccante non sorprende i difensori biancorossi che spazzano l’area

22′ Crimi direttamente verso la porta su punizione, tiro potente ma centrale che trova la respinta coi pugni di Benussi

25′ Orlando da calcio d’angolo trova il colpo di testa di Adejo: la deviazione del difensore impegna in volo Agazzi

32′ Di Roberto si libera di Bianchi e fa partire un cross su cui si avventa Cocco: bravo Adejo ad anticipare l’attaccante

40′ Kone in area prova a concludere ma scivola con il piede d’appoggio e la palla termina a lato

40' GOL DEL VICENZA: Bellomo crossa al centro, la deviazione di un difensore del Cesena consegna la palla sui piedi di Orlando che col sinistro batte Agazzi per il gol del pareggio  

SECONDO TEMPO

54′ destro di Kone dalla distanza, palla abbondantemente a lato

55′ Di Roberto suggerisce al centro per Cocco, la sua deviazione termina sul fondo

66′ Ciano crossa per Cocco, ancora una volta Adejo anticipa l’attaccante

73′ Laribi a tu per tu con Amelia: provvidenziale l’anticipo del nuovo potere biancorosso con la palla che termina alta

87′  cross di Renzetti al centro, Laribi non trova il giusto impatto con il pallone che arriva comodo ad Amelia 


Pagelle della partita "CESENA-VICENZA"

Benussi 5: conferma di attraversare un periodo complicato, e purtroppo anche a Cesena è colpevole sulla rete subita. Esce a fine primo tempo per un problema muscolare, ma che sia in difficoltà, dopo gli errori nel gol dell’ 1 a 1 segnato dalla Spal al 96’ e quello clamoroso contro la Virtus Entella, è evidente. Amelia 6,5: non commette errori, trasmette sicurezza e salva sul Laribi che gli sbuca davanti. Zaccardo 6,5: tosto e determinato il giusto, a perdere non ci sta proprio. Copre bene la sua fascia, aiutando spesso Orlando che qualche volta va in difficoltà su Renzetti. Adejo 6,5: partita di sostanza in cui concede poco agli avanti avversari. Sfiora anche il gol, ma Agazzi gli respinge la conclusione con un gran guizzo. Esposito 6,5: un muro soprattutto nella ripresa quando di testa le prende tutte. Azzera Cocco prima, e Rodriguez dopo. Bianchi 6: terza partita in sette giorni e nella ripresa la fatica si è fatta sentire. Soffre Di Roberto e Garritano, ma ha il merito di non mollare mai. Urso 6: deve ritrovare il passo e la condizione dopo l’infortunio, e in quest’ottica nella ripresa la sua prestazione è incoraggiante. Gucher 6: altro giocatore che non è al meglio. Si affida al mestiere e il suo lo fa, ma l’ex Frosinone ha nelle corde molta più qualità e quantità di quanto visto a Cesena. Orlando 6,5: gioca con un fastidio muscolare e, senza la marea di infortuni che sta falcidiando il Vicenza, giocherebbe al massimo un tempo. Lui dà tutto quello che ha anche in fase difensiva su un cliente difficile come Renzetti, e ha il merito di segnare il gol dell’1 a 1. Rizzo 6: è a mezzo servizio ma il suo quarto d’ora è positivo. Chiude a destra e serve a De Luca un gran pallone che Agazzi sventa. Bellomo 6: grande applicazione, molto movimento ma non riesce a mettere in campo la qualità di cui dispone. Suo l’assist per Orlando nell’azione del gol. Giacomelli 6: un altro che stringe i denti e gioca pur con un polpaccio dolente. Entra a venti minuti dalla fine e corre su tutta la fascia anche in fase difensiva. Sui piedi ha un pallone importante in contropiede ma si fa chiudere banalmente dall’ex Ligi. Signori 6: si adatta in un ruolo non suo, mettendoci determinazione e la solita grinta. Quando torna a fare l’interno di centrocampo il suo rendimento sale, sia in chiusura che in fase di ripartenza. De Luca 6: dopo un’ora di gioco non ha più fiato e gambe ma non molla fino al triplice fischio finale. Nella ripresa Rizzo gli mette un gran pallone ma lui è in ritardo e Agazzi lo anticipa.

All. Pierpaolo BISOLI 6,5: aveva dodici assenti e l’undici schierato era di fatto obbligato. A Cesena era fondamentale non perdere, e l’aver recuperato lo svantaggio significa che la squadra è viva e ha carattere. Ora è necessario recuperare i tanti infortunati per lanciare la volata finale che, come ogni anno a Primavera, in serie B decide le sorti del campionato.

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo. Assistenti: Giovanni Baccini di Conegliano, Francesco Disalvo di BarlettaQuarto ufficiale: Alessandro Pietropaolo di Modena.

Ammoniti: Ciano (Cesena); Urso, De Luca, Zaccardo (Vicenza).

Spettatori: 11.722 per un incasso di 52.493,40 euro (1.606 paganti per una quota di 13.658 euro; abbonati 10.166 per un rateo di 38.835,40 euro)

Falli commessi: 24 - 17

Angoli: 2 - 5

Tiri in porta: 4 - 2

Tiri fuori: 4 - 1

Fuorigioco: 2 - 3

Pali-Traverse: 0 - 0

Possesso palla: 53 - 47

Recuperi: 1p.t., 3' s.t.

Maglia giocatori: rossaMaglia portiere: giallo fluo.

Pomeriggio nuvoloso e ventoso, terreno in discrete condizioni, temperatura ad inizio gara di circa 13 gradi.

Torneo: 
Serie B
Syndicate content