Serie B

VICENZA-CROTONE

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-10-10
Partita: 
VICENZA-CROTONE
Risultato: 
0-0
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Sampirisi, El Hasni, Rinaudo, D’’Elia; Gagliardini (60′ Gatto), Modic (45′ st Urso), Cinelli (86′ Vita) Galano, Raicevic, Giacomelli.

A disposizione: Marcone, Mantovani, Pinato, Pazienza, Sbrissa, Pettinari. Allenatore: Pasquale MARINO

Formazione ospite: 

CROTONE (3-4-3) Cordaz; Yao, Claiton, Ferrari; Balasa (65′ De Giorgio), Salzano, Barberis, Martella; Stoian (70′ Zampano, 85′ Capezzi), Budimir, Ricci.

A disposizione: Festa, Cremonesi, Torromino, Paro, Modesto, Zampano, Firenze. Allenatore: Ivan JURIC

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

1′ subito biancorossi in avanti, Cinelli servito da Galano si libera al tiro con una veronica dal limite dell’area ma la conclusione termina alta

3′ cross dalla sinistra di Salzano con Ricci che batte di testa, palla abbondantemente a lato

4′ azione personale di Giacomelli che entra in area dalla sinistra e prova la battuta dalla sua mattonella. La palla però non prende il giro giusto

7′ incredibile riflesso di Cordaz che deve andare a respingere un tiro in porta del suo compagno Ferrari che in maniera maldestra batte verso la propria rete su cross di D’Elia

12' pallone perso malamente da D’Elia che trattiene Ricci che stava andando in porta con un fallo che sarebbe da espulsione ma il difensore viene graziato da Di Paolo che sanziona solo con il giallo

22′ azione sulla sinistra di Giacomelli che entra nel cuore dell’area e mette dentro dove però Cinelli incespica al momento del tiro permettendo alla difesa ospite di liberare

31′ da una decina di minuti in campo c’è una certa confusione nel gioco e non si segnalano grandi occasioni

36′ ci prova ora Budimir che da posizione molto defilata cerca un tiro che finisce in angolo

37′ contropiede di Giacomelli che finalizza verso Galano il cui diagonale toccato finisce in corner. Peccato perchè era una buonissima occasione 

38' rigore per il Vicenza causato da Claiton che salta su un cross di D’Elia toccando con il braccio. Al momento del tiro incredibilmente Giacomelli scivola e lo spara così altissimo

41′ colpo di testa di Claiton in proiezione offensiva, la palla esce sul fondo distante dai pali

45′+2′ finisce il primo tempo sullo zero a zero ma con il Vicenza che può rammaricarsi per il rigore sbagliato da Giacomellii in una gara con molti errori da parte di entrambe le squadre

SECONDO TEMPO

47′ colpo di testa di Rinaudo nel cuore dell’area del Crotone su punizione calciata da Giacomelli. La palla se ne va ben oltre la traversa

50′ volata di Giacomelli sulla sinistra che sterza e crossa in area dove Raicevic viene anticipato da Ferrari di testa subito prima di concludere

53′ cross dalla destra di Balasa con Martella che colpisce di testa, la palla va a sbattere sulla traversa, sulla ribattuta c’è Vigorito che blocca

61′ Gatto subito vicino al gol su assist di Raicevic. Il tiro del ex Lanciano viene ribattuto alla disperata da Claiton in scivolata

66′ verticalizzazione di Cinelli per Gatto che rientra sul difensore e calcia di sinistro costrigendo Cordaz alla grande parata

68′ su cross ancora di Giacomelli, prova la rovesciata Raicevc: la palla va altissima ma la curva applaude comunque il gesto atletico

75′ buona copertura di palla di Raicevic in area la cui successiva girata però è completamente sballata

77′ invenzione di De Giorgio che spara un destro verso l’angolino, vola Vigorito e tocca in corner

80′ conclusione da distanza improbabile di Gatto che finisce direttamente in curva

81′ si libera Galano provando la botta dal limite verso il palo più vicino con Cordaz che si accartoccia sul pallone

84′ buona azione sulla destra condotta dal duo Galano-Gatto con servizio verso Urso che fa partire un tiro a metà tra un cross e una conclusione e la palla esce sul fondo

90′+3′ sull’ultimo cross di Giacomelli ribattuto di pugno da Cordaz contro Raicevic che manda sul fondo, finisce la gara. Quarto pareggio su quattro gare al Menti per il Vicenza che può recriminare sul rigore fallito da Giacomelli

 

Pagelle della partita "VICENZA-CROTONE"

Vigorito 6: fortunato sul colpo di testa di Martella che rimbalza sulla traversa, bravo a non farsi sorprendere e a bloccare la palla sulla ribattuta. Arriva con la punta delle dita sul diagonale di De Giorgio che però probabilmente non era diretto in gol. Sampirisi 6.5: il suo merito maggiore è mettere la museruola a Stoian che nelle ultime gare aveva dato grossi grattacapi alle difese avversarie. In avanti non si vede quasi mai ma la scelta pare dettata anche da esigenze tattiche. El Hasni 6: sufficienza risicata per il tunisino parso in imbarazzo in qualche giocata e a volte non proprio tecnicamente ineccepibile. Con Pescara ed Avellino era sembrato più sicuro. Rinaudo 6: esordio dal primo minuto portato a casa con sufficiente disinvoltura anche se Budimir si rivela spesso cliente scorbutico. D’Elia 6,5 graziato da Di Paolo sul pallone perso malamente nel primo tempo e successivo fallo che sarebbe stato da rosso diretto, soffre la verve di Ricci ma come al solito è prezioso punto di riferimento degli attacchi sulla fascia mancina nonché consueta macchina da cross. Gagliardini 6: in campo per un’ora. I meccanismi con Galano sono perfettibili. Senza particolari demeriti si consegna al cambio fatto da Marino per dare maggior forza offensiva al Vicenza. Gatto 6,5: buono l’impatto sulla gara dell’ ex Lanciano che ha sui piedi due buone occasioni fallite di poco. L’impressione è che il duo con Galano renda il Vicenza più incisivo anche sulla destra. Modic 5,5: in difficoltà contro il centrocampo aggressivo del Crotone, non trova il modo di ripetere la buona prestazione registrata al Partenio. Marino se ne accorge e lo toglie dopo un tempo. Urso 6,5: più a suo agio nel clima della gara trova anche il modo di pescare Gatto con una verticalizzazione precisa su cui l’attaccante si ritaglia una delle occasioni più interessanti del match. All’attivo anche un tiro cross che poteva essere gestito in maniera migliore. Cinelli 6,5: il capitano inizia subito con buon piglio andando al tiro dopo un minuto di gara. Ancora una volta poco fortunato negli inserimenti in area, quando su assist di Giacomelli non trova il giusto impatto sul pallone, da sostanza e tempi di gioco al centrocampo biancorosso. Vita s.v.: un cambio che forse poteva essere speso un po’ prima. Galano 6,5: il Vicenza sia per scelta che per necessità gioca soprattutto sulla sinistra. Quando la palla arriva dalle sue parti cerca di ricavarci qualcosa di buono rendendosi pericoloso in un paio di circostanze. Non a caso all’entrata di Gatto ne guadagna anche l’efficacia della sua azione. Raicevic 6: cerca insistentemente il quarto centro in maglia biancorossa a volte provando anche qualche giocata spettacolare ma problematica. Prezioso punto di riferimento della manovra in avanti, si rende utile anche in fase difensiva. Giacomelli 6: sul voto, ovviamente, incide il rigore sbagliato in malo modo che probabilmente chiude, almeno per un po’, il suo rapporto con i tiri dal dischetto. Per il resto ce la mette tutta per riscattare l’errore e ci riesce con un secondo tempo di grande sostanza.

Pasquale Marino 6,5: concede fiducia a Modic ma il bosniaco non lo ripaga del tutto allora, dopo un tempo, torna sui suoi passi. La sua squadra gioca una partita alla ricerca del massimo risultato ma il Menti ancora una volta non è generoso. Rimane la prestazione positiva contro un Crotone che ha confermato le buone impressioni suscitate finora. 


Arbitro: Aleandro Di Paolo di Avezzano. Assistenti: Nicolò Calò di Molfetta, Gaetano Intagliata di Siracusa. Quarto ufficiale: Riccardo Ros di Pordenone.

Espulso: al 58' Ricci (Crotone) per somma di ammonizioni. 

Ammoniti: D'Elia, Urso, Gatto, Giacomelli (Vicenza); Claiton, Salzano, De Giorgio (Crotone).

Spettatori: 8.006 totali per un incasso complessivo di 64.067 euro; 2.271 paganti (quota 31.946 euro) e 5.735 abbonati (per un rateo di 32.121 euro).

Possesso palla: 58 - 42

Tiri dentro/totali: 2/17 - 5/10

Palle giocate: 558 - 432

% passaggi riusciti: 61.7 - 50.7

Supremazia territoriale: 10'23'' - 07'17''

% protezione area: 49.1 - 49.4

% attacco alla porta: 50.7 - 50.9

% pericolosità: 34.7 - 27.2

Angoli: 6 - 4

Recuperi: 2' p.t., 3' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: azzurra.

Giornata nuvolosa, temperatura intorno ai 18 gradi. Terreno in buone condizioni.


Torneo: 
Serie B

AVELLINO-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-10-03
Partita: 
AVELLINO-VICENZA
Risultato: 
1-4
Reti: 
17′ Gatto (V) su rigore, 25′ Trotta (A), 33' Galano (V), 45′ Raicevic (V), 54′ Giacomelli (V)
Stadio: 
Partenio Lombardi di Avellino
Formazione locale: 

AVELLINO (3-5-2) Frattali;  Biraschi, Chiosa, Ligi; Nica (61′ D’Angelo), Insigne, Arini, Zito (46′ Jidayi), Giron, Tavano (46′ Mokulu), Trotta

A disposizione: Offredi, Visconti, Nitriansky, Bastien, Napol, Soumarè. Allenatore: Attilio TESSER


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Marcone; Sampirisi, El Hasni, D’Elia, Pinato (65′ Rinaudo); Galano, Modic, Cinelli; Gatto (84′ Sbrissa), Raicevic, Giacomelli (75′ Gagliardini)

A disposizione: Vigorito, Kerezovic, Bianchi, Pazienza, Gora, Pettinari. Allenatore: Pasquale MARINO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

7′ azione sulla sinistra di Zito che mette un cross a centro area per la testa di Insigne la cui conclusione è bloccata facilmente da Marcone

8′ ancora Insigne prova la conclusione a giro dal limite, Marcone si stende alla sua destra e blocca in tuffo

10′ azione personale di Galano che crossa sul secondo palo per Gatto la cui sponda verso Cinelli è intuita da Ligi che stoppa il centrocampista al momento della conclusione pericolosa

11′ c prova Zito come Insigne poco prima ma anche stavolta Marcone non si fa sorprendere

14′ gran botta di Giacomelli dalla distanza che colpisce giusto l’incrocio dei pali a Frattali battuto 

17' GOL DEL VICENZA: fallo di Giron su Gatto che gli prende il tempo sulla velocità in area e conseguente rigore. Gatto sistema la palla sull’angolino basso alla destra di Frattali per la rete del vantaggio biancorosso

23′ sul primo angolo per l’Avellino, El Hasni perde la marcatura su Trotta che conclude di testa a lato di pochissimo

25' GOL DELL'AVELLINO: lungo cross in area dove Trotta in posizione centrale riceve e, sfruttando la marcatura blanda di Pinato gira a rete da pochi passi per l’1-1

33' GOL DEL VICENZA: azione sulla destra di Gatto che serve Raicevic in area, pronta la sponda del montenegrino verso l’accorente Galano che calcia una prima volta contro un difensore ma ritrovandosi poi nuovamente la palla addosso a tu per tu con Frattali che viene battuto dal biancorosso con un comodo rasoterra

38′ occassione per il pari dei verdi con Tavano che raccoglie un cross di Zito ma colpisce di spalla e manda oltre la traversa

40′ si vede anche Raicevic al tiro ma il suo tentativo dalla distanza è decisamente pretenzioso e termina distante dai pali

42′ buon pallone guadagnato sulla metà campo dal Vicenza con servizio in profondità di Pinato per Giacomelli che entra bene in area accentrandosi ma poi strozza la conclusione spedendo a lato sul primo palo

45' GOL DEL VICENZA: lancio in area di Gatto verso Raicevic che controlla la palla, cade, ma da terra allungando la gamba riesce a battere per la terza volta Frattali

45′+2′ dopo due minuti di recupero Saia manda le squadre negli spogliatoi. Vicenza sorprendentemente in vantaggio di due reti. In difesa si nota qualche difficoltà nel contenere gli attaccanti avversari ma da centrocampo in su ogni volta che i biancorossi hanno accelerato hanno creato le premesse per fare male all’Avellino

SECONDO TEMPO

53′ punizione da ottima posizione per un fallo di Biraschi su Giacomelli. La palla è appena fuori area sul vertice sinistro

54' GOL DEL VICENZA: punizione mortifera di Giacomelli che pennella sopra la barriera e Frattali vanamente lanciato verso il pallone viene nuovamente battuto

63′ cross in area con Pinato che anticipa Trotta rischiando l’autogol. Sul calcio d’angolo lungo cross verso il secondo palo dove Jidayi inzucca alto con un Marcone nell’occasione un po’ incerto nell’uscita

65′ ci prova Mokulu con una girata che costringe Marcone a deviare alla sua destra con Sampirisi che perfeziona liberando fuori area

77′ corner per i lupi con un rimpallo in area che libera Arini al tiro: il suo collo destro finisce alto sopra la traversa

80′ Trotta libera il destro dai quindici metri ma Marcone non si fa sorprendere

81′ retropassaggio azzardato di Gagliardini che libera Mokulu verso la porta di Marcone. Il pallonetto dell’attaccante avellinese viene spedito in corner da D’Elia prima che la palla entri in gol

90′ ci prova ancora Trotta dal limite ma El Hasni gli smorza il tiro che arriva debole tra le braccia di Marcone

90′+2′ Il Vicenza espugna il Partenio con una prestazione maiuscola e in virtù soprattutto di un primo tempo in cui dopo essere stato raggiunto dagli avversari ha avuto la forza di riportarsi in avanti e di triplicare in chiusura di frazione. La rete di Giacomelli in apertura di secondo tempo di fatto ha chiuso la partita con i biancorossi che hanno controllato il resto del match senza troppi affanni

 

Pagelle della partita "AVELLINO-VICENZA"

Marcone 7: l’ex Trapani a sorpresa in campo dal primo minuto per l’esordio stagionale in campionato, non deve compiere miracoli ma è bravo a non farsi sorprendere sulle continue punzecchiature dalla distanza dell’Avellino e sulla girata di Mokulu nel secondo tempo. Sampirisi 7,5: baluardo insormontabile sulla destra. Riportato alla fascia di competenza sforna una prestazione impeccabile in fase difensiva.  Decisivo in almeno un paio di chiusure perfette in area nel primo tempo, nella ripresa come tutta la squadra va in gestione del risultato. El Hasni 7: in continua crescita il franco tunisino dalle sue parti incrocia spesso un certo Tavano che non viaggia certo al massimo della forma ma lui gli concede poco nulla.  Una buona notizia in attesa del recupero degli infortunati, l’importante è continuare su questa strada. D'Elia: l’esperimento da centrale può dirsi riuscito anche se ovviamente si fa preferire sulla sua fascia di competenza.  Attento e preciso fino a fine partita quando veglia sul pallonetto di Mokulu, sbrogliando in calcio d’angolo. Pinato 6,5: esordio da titolare con qualche difficoltà per l’ex Milan che gestisce in maniera poco brillante la marcatura su Trotta in occasione del gol dell’Avellino. Per il resto scavalla sulla fascia dove non demerita. Rinaudo 6: entra per dare peso alla difesa in una partita praticamente chiusa. Tornerà utile in futuro. Galano 7: l’incognita nel ruolo inedito si rivela l’arma vincente. Qualche volta non brilla per disciplina tattica andando fuori dalle zone di competenza ma finisce per squadernare la difesa di casa con giocate di qualità. Fortunato nel rimpallo che lo porta al gol del 2-1 ma la buona sorte bisogna anche sapersela meritare. Modic 6,5: anche lui all’esordio da titolare ma non gli tremano certo le gambe. Il bosniaco non si nasconde ma va a cercare la palla quando c’è da impostare il gioco. Il fatto che Marino gli conceda tutti i novanta minuti in campo significa che la fiducia del mister c’è. Cinelli 7: il capitano garantisce un’altra partita di grande sostanza, si vede anche negli inserimenti in uno dei quali viene anticipato di un soffio al momento di andare a concludere. Gatto 7: si procura e realizza di precisione il rigore del primo vantaggio biancorosso. Sulla destra insieme a Galano mette in grave imbarazzo la difesa dei lupi che fatica a prendergli le misure. Lui imperversa con assist e cross ed entra in tutte le azioni dei primi tre gol. Sbrissa sv: nel finale per ritrovare il campo dopo lungo tempo. Bentornato. Raicevic 7: pareva autogol di Biraschi ma in realtà la zampata vincente ce la mette lui dimostrando nell’occasione una certa agilità nonostante la mole. Protegge palla e la serve a Galano nell’azione del secondo gol e poi tanta sostanza. Di certo  la più bella sorpresa di questo inizio stagione. Giacomelli 8: se comincia a sparare in porta dalla distanza colpendo l’incrocio e a segnare su punizione significa (diciamolo a bassa voce) che questa può essere veramente la sua stagione. In sei giornate ha già raggiunto lo stesso bottino di gol dello scorso campionato. Gagliardini sv: la buona notizia è rivederlo dopo la brutta botta di Lanciano, per il resto a parte un retropassaggio da brividi, anche lui bada alla gestione nel finale.

Pasquale Marino 7,5: è il re Mida biancorosso.  Tra mercato, infortuni, squalifiche ha a disposizione solo quattro degli undici protagonisti della scorsa stagione. Lui non fa una piega e in campo pare ci sia una squadra all’insegna della continuità rispetto al passato. Se non è un merito del “manico” questo…. 

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo. Assistenti: Stefano Liberti di Pisa, Daniele Bindoni di Venezia. Quarto ufficiale: Vito Mastrodonato di Molfetta.

Ammoniti: Nica, Zito, Biraschi (Avellino); Galano, Pinato (Vicenza).

Spettatori: 6.000 circa, incasso non comunicato.

Possesso palla: 51 - 49

Tiri dentro/totali: 9/20 - 6/10

Palle giocate: 569 - 534

% passaggi riusciti: 64.9 - 59.4

Supremazia territoriale: 12'59'' - 07'43''

% protezione area: 50.0 - 54.9

% attacco alla porta: 45.1 - 50.0

% pericolosità: 59.2 - 71.2

Angoli: 5 - 4

Recuperi: 2' p.t., 2' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: grigia con bande orizzontali biancorosse.

Giornata calda e soleggiata con un po' di pioggia prima della gara, terreno in discrete condizioni, temperatura di 24 gradi. 

Torneo: 
Serie B

VICENZA-PESCARA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-09-26
Partita: 
VICENZA-PESCARA
Risultato: 
2-2
Reti: 
49′ Raicevic (V), 65′ Lapadula (P), 80′ Memushaj (P), 95′ Gatto (V) su rigore
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Laverone, Sampirisi, El Hasni, D’Elia; Vita (70′ Pinato), Urso (46′ Modic), Cinelli; Galano, Raicevic (63′ Gatto), Giacomelli.

A disposizione: Marcone, Bianchi, Vio, Crestani, Massaro, Pettinari. Allenatore: Pasquale MARINO

Formazione ospite: 

PESCARA (4-3-1-2) Fiorillo; Fiamozzi, Fornasier, Zuparic, Zampano; Benali (76′ Mandragora), Torreira, Memushaj; Valoti (46′ Verre); Cocco (57′ Caprari), Lapadula.

A disposizione: Aldegani, Bunoza, Mignanelli, Selasi, Mitrita, Cappelluzzo. Allenatore: Massimo ODDO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

2′ calcio di punizione dalla trequarti di destra del fronte d’attacco abruzzese. Tentano lo schema i giocatori di Oddo, palla direttamente tra le braccia di Vigorito

4′ Galano, sinistro dai 20 metri, goffa ma efficace la respinta di Fiorillo

5′ ribatte subito la formazione di Oddo, percussione di Cocco in area, provvidenziale l’uscita bassa di Vigorito sull’ex , poi la difesa allontana

6′ colpo di testa di Raicevic su cross di Laverone, dopo insistita azione d’attacco berica. Palla alta sulla traversa

10′ Giacomelli da fuori area, sinistro che manda la sfera a lato di pochissimo

12' fallo di Torreira in area su Giacomelli, che Pezzuto punisce molto generosamente con il penalty. Calcia lo stesso attaccante biancorosso, palla forte ma centralissima, non si muove e para Fiorillo

18′ primo corner per gli ospiti, calcia Valoti, palla che attraversa pericolosamente l’area piccola senza deviazioni

19′ Benalì da fuori, destro che fa terminare la sfera docile fra le braccia di Vigorito

21′ primo angolo berico, deviazione su destro di Giacomelli da fuori. Dalla bandierina nulla di fatto

24′ pericoloso il traversone da destra di Memushaj, libera la difesa di casa

27′ contropiede biancoazzurro, Galano rischia il giallo, fortunatamente manca l’intervento da dietro e il numero 25 abruzzese sbaglia successivamente l’ultimo passaggio in area

30′ Vigorito ancora provvidenziale in uscita bassa su Lapadula, innescato da un assist di Cocco, poi palla in angolo, dopo una deviazione su tiro di Benali. Nessun pericolo dalla bandierina

33′ altro corner per gli abruzzesi. Calcia Valoti, sponda di Zuparich, a centro area ancora di testa Lapadula, nessun problema per Vigorito

35′ calcio di punizione dai 25 metri, posizione centrale. Batte Galano, cross in area, gira bene in elevazione Raicevic sul dischetto, sfera alta sulla traversa

39′ grande occasione biancorossa con Vita che nel cuore dell’area salta Fiorillo in uscita la palla ricade sulla linea di porta dove saltano Raicevic e Fornasier mancando entrambi il pallone, sul secondo palo arriva Galano che viene contrastato da Zampano al momento del tiro vincente e la palla termina sul fondo con gli uomini di Marino a mangiarsi le mani

44′ Torreira servito da Cocco, dal limite dell’area spara sul fondo

45'+1′ dopo un minuto di recupero Pezzuto fischia la fine delle ostilità in una partita combattuta con entrambe le squadre capaci di creare numerose palle gol ma con il Vicenza a rimpiangere il rigore fallito da Giacomelli

SECONDO TEMPO

47′ incredibile cosa sbaglia Vita su cross di Giacomelli che giunge al centrocampista tutto solo davanti a Fiorillo. L’ex monzese calcia in maniera sciagurata contro Fiorillo, ma era più facile segnare che sbagliare

48′ ci prova ancora Giacomelli che da posizione defilata non trova lo specchio

49' GOL DEL VICENZA: azione personale di Raicevic, che esce dall’area pescarese palla al piede, si gira ed esplode il destro. Tiro potentissimo che si spegne nell’angolo basso alla sinistra di Fiorillo

Pescara confuso nella reazione al gol di Raicevic, pressione sterile degli abruzzesi da un paio di minuti

65' GOL DEL PESCARA: cross di Zampano dalla sinistra su cui sta per arrivare Vigorito in uscita, Lapadula va contro il portiere e mette dentro. Grandi proteste biancorosse

73′ Galano prova la rovesciata acrobatica di sinistro in area, lodevole intenzione, esito da dimenticare

74′ azione personale di Lapadula, viziata da un fallo evidente su El Hasni. L’attaccante entra in area, prima conclusione ribattuto,  sulla seconda para a terra Vigorito 

78′ Gatto ci prova da fuori, palla deviata in angolo da un difensore

80' GOL DEL PESCARA: azione di stampo rugbistico del Pescara, aggira mento della difesa che porta Memushaj al diagonale di destro da dentro l’area. Vigorito imparabilmente battuto e Pescara in vantaggio

90'+5' GOL DEL VICENZA: ultima azione del match, dubbio atterramento ai danni di Pinato. Dopo averne combinate di tutti i colori ai danni della squadra di Marino, Pezzuto concede la chance del pareggio a Gatto, che dal dischetto non  sbaglia


Pagelle della partita "VICENZA-PESCARA"

Vigorito 6,5: mezzo voto in meno nel dubbio che sul gol di Lapadula potesse uscire in maniera più… vigorosa, anche se il sospetto di un fallo subito è più che legittimo. Nega almeno due gol allo stesso Lapadula e nel primo tempo e bravo e attento ad anticipare l’ex del Teramo in uscita sull’imbucata di Cocco. Nel complesso prova più che positiva. Laverone 4,5: spiace dare un brutto voto ad un giocatore che ci mette sempre l’anima ma l’espulsione subita è doppiamente grave. Prima perchè lascia il Vicenza in dieci quando è sotto di un gol (anche se poi ci pensa Memushaj a rimettere in pari la situazione), secondo perchè priverà i biancorossi di un uomo importante per minimo due partite (ma probabilmente saranno anche tre), in un reparto come quello difensivo già ridotto all’osso. Sampirisi 6: qualche difficoltà a leggere i tagli degli attaccanti avversari dovuta alla poca consuetudine nel ruolo, ma concentrato e sul pezzo per tutta la gara, cosa che magari non sempre gli succede quando gioca sulla fascia. El Hasni 6,5: non ha responsabilità sui due gol. Dalle sue parti gravita spesso Cocco che alla fine risulta ex senza veleno anche per merito suo. D’Elia 7: il napoletano era cercato da squadre di serie A e dimostra partita dopo partita il motivo. Martellante sulla fascia ed efficace in difesa. Il gol di Memushaj arriva dal suo lato ma la copertura mancata sull’albanese non è sua responsabilità. Vita 6: il voto tiene conto di una partita positiva ma anche del grave errore nei minuti iniziali della ripresa quando sbaglia un rigore in corsa calciando contro Fiorillo l’assist di Giacomelli. Esce molto rabbuiato per il problema ai flessori che già l’aveva bloccato in precampionato. Speriamo bene… Pinato 6: esordio stagionale per l’ex milanista che si procura il rigore del pari, ma è in colpevole ritardo nella chiusura in occasione del gol del vantaggio pescarese. Urso: 6: un altro che cade nella maledizione degli infortuni. Deve mollare dopo un tempo in cui peraltro non sfigura, pur badando soprattutto a non concedere spazio al centrocampo di qualità del Pescara. Modic 6: come Pinato gioca la sua prima con la maglia biancorossa dimostrando subito buona personalità e voglia di mettersi in evidenza. Cinelli 6,5: tolto il finale dove tira un po’ il fiato, per il resto la sua è una partita di grande quantità, sacrificio e lavoro per la squadra.  Non è un caso se Memushaj trova lo spazio giusto per far male quando lui si sposta di posizione a causa dell’uscita di  Vita. Probabilmente la miglior prestazione in questo inizio stagione. Galano 5,5: parte bene con un sinistro che Fiorillo para affannosamente, poi del trio davanti è quello che stenta di più. Sembra faticare nel trovare le misure col resto della squadra ma va aspettato. Raicevic 7: tutti ad aspettare di vedere cosa combina l’ex Cocco  invece è lui a prendersi la ribalta e vincere la gara dell’applausometro. Inventa un gol da urlo ma convince per il modo famelico con cui morde la partita fin da subito. Va su tutti i palloni alla ricerca di ricavare qualcosa di utile e spesso ci riesce. Gatto 6: sostituisce il montenegrino che sente la pesantezza delle quasi tre gare sulle gambe. Ha il merito di prendersi la responsabilità di andare a battere un rigore pesante al 95° minuto. Giacomelli 6: buona gara in parte macchiata dal rigore fallito. Dalle sue parti nascono spesso le azioni più interessanti del Vicenza, compresa quella che mette Vita a tu per tu con Fiorillo. Da perfezionare il rapporto con gli arbitri visto che siamo già alla terza ammonizione in cinque gare.

All. Pasquale MARINO  7: l’alchimista del Vicenza sistema in campo quello che gli rimane di una rosa con pochi petali, e quello che ne viene fuori è quasi un capolavoro. I suoi disputano una gara maiuscola dalla quale avrebbero meritato di portare a casa anche più del semplice punticino. Arriva in sala stampa soddisfatto ma rabbuiato: ad Avellino sarà ancora emergenza forse anche più di oggi.

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce. Assistenti: Vincenzo Soricaro di Barletta, Tarcisio Villa di RiminiQuarto ufficiale: Luigi Rossi di Rovigo.

Espulso: all'87' Laverone (Vicenza) per condotta violenta; all'89' Memushaj (Pescara) per somma di ammonizioni. 

Ammoniti: Cinelli, Sampirisi, Vita, Giacomelli (Vicenza); Mandragora, Caprari (Pescara).

Spettatori: 7.580 totali di cui 1.911 paganti (per un incasso di 24.556 euro) e 5.669 abbonati (per un rateo di 35.025 euro).

Possesso palla: 52 - 48

Tiri dentro/totali: 6/18 - 7/12

Palle giocate: 502 - 490

% passaggi riusciti: 64.5 - 63.2

Supremazia territoriale: 11'08'' - 11'07''

% protezione area: 42.7 - 51.6

% attacco alla porta: 48.4 - 57.4

% pericolosità: 58.7 - 53.8

Angoli: 5 - 5

Recuperi: 1' p.t., 5' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: azzurra.

Pomeriggio nuvoloso, temperatura intorno ai 20 °C, terreno in discrete condizioni. 

Torneo: 
Serie B

VIRTUS LANCIANO-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-09-22
Partita: 
VIRTUS LANCIANO-VICENZA
Risultato: 
0-0
Stadio: 
Guido Biondi di Lanciano
Formazione locale: 


VIRTUS LANCIANO (4-3-3) Aridità, Pucino, Aquilanti, Amenta, Mammarella; Crecco, Bacinovic, Di Cecco (60′ Vastola); Piccolo, Ferrari, Di Francesco (68′ Lanini)

A disposizione: Casadei, Rigione, Di Filippo, Paghera, Di Matteo, De Silvestro, Padovan. Allenatore: Roberto D'AVERSA

Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito, Sampirisi, El Hasni, Mantovani (44′ Gagliardini, 45′ s.t. Galano), D’Elia; Vita, Urso, Cinelli, Laverone, Raicevic, Gatto (77′ Giacomelli).

A disposizione: Marcone, Bianchi, Rinaudo, Pinato, Modic, Pettinari. Allenatore: Pasquale MARINO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

1′ disimpegno imperfetto di Urso in fase difensiva ne approfitta Di Cecco che prova il tiro di prima intenzione dal vertice sinistro dell’area di rigore mandando ben distante dai pali

8′ ottima iniziativa di D’Elia che mette una palla in area su cui Raicevic viene anticipato in angolo. Sul corner ancora Raicevic inventa una girata sul primo palo trovando Aridità pronto a respingere di nuovo in corner

10′ contropiede manovrato dai biancorossi finalizzato in maniera imperfetta dall’ex Gatto che crossa direttamente sul portiere un pallone meritevole di miglior sorte

13′ debole conclusione in diagonale di Ferrari da fuori area, Vigorito controlla la sfera che sfila sul fondo

18′ lunga fase di palleggio dei biancorossi conclusa con un cross di Laverone direttamente sull’esterno della rete. Per ora la partita non ha riservato grosse emozioni agli spettatori

24′ occasione per il Vicenza con Gatto che serve Raicevic a centro area ma il montenegrino cicca clamorosamente l’impatto con la sfera

27′ è ancora Raicevic, tra i più attivi in questa prima mezzora, a provare la conclusione da fuori area, ma il tiro gli esce debole e Aridità controlla agevolmente

32′ ci prova Urso dalla media distanza ma il suo destro finisce distante dai pali

36′ anche Laverone cerca fortuna da fuori area ma il tiro è troppo sul portiere che blocca la sfera.

38′ Gatto liberato in profondità da Raicevic entra in area e cerca l’angolino ma ancora il portiere del Lanciano si stende deviando in angolo. Sul corner salta più alto di tutti El Hasni ma il suo colpo di testa termina alto

40′ sugli sviluppi di un corner Ferrari prova la rovesciata colpendo però debolmente e permettendo a Vigorito di bloccare

42′ infortunio per Mantovani che esce dal campo. Brutta tegola per i biancorossi già privi di Brighenti

44′ Amenta prova da distanza siderale costringendo Vigorito a stendersi in tuffo per bloccare

45′+2′ ammonito Vita per un fallo su Mammarella. Sulla seguente punizione battuta oltre i 2 minuti di recupero si scontrano Pucino e Gagliardini con il biancorosso che ha la peggio e che sbatte la testa sul terreno di gioco ricadendo. Il biancorosso esce in barella e quindi è probabile che ci sarà un altro cambio nel secondo tempo

SECONDO TEMPO

Si sta scaldando Galano che presumibilmente entrerà al posto di Gagliardini, riportando Vita alla posizione di mediano inziale.  Sfortunatissimi i biancorossi con Gagliardini che viene portato via in ambulanza probabilmente per accertamenti dopo il colpo alla testa nell’ultima azione del primo tempo

46′ azione personale di Gatto che conclude con un destro dal limite che esce di poco distante dall’incrocio dei pali

51′ Piccolo appena fuori l’area di rigore si inventa un tiro a giro dalla destra verso l’incrocio più lontano con la palla che finisce fuori di un niente a Vigorito battuto

56′ ancora Piccolo che tenta la conclusione da fuori area sugli sviluppi di un angolo, palla pericolosamente deviata dalla schiena di un biancorosso che termina nuovamente in corner

75′ gara che da qualche minuto si è abbastanza imbruttita con le due squadre che commettono molti errori in fase di palleggio

81′ la punizione calciata da Galano in maniera non particolarmente convinta termina alta sopra la traversa

87′ prova il destro Cinelli dai trenta metri ma la sfera non scende e se ne va oltre la traversa

90′ azione insistita degli abruzzesi su cui interviene Laverone mandando in angolo

90′+4′ utima azione del match con Lanini che gira di testa il cross di Mammarella dalla destra ma non trova la porta di Vigorito 


Pagelle della partita "VIRTUS LANCIANO-VICENZA"

Vigorito 6,5: bravo in chiusura di primo tempo a disinnescare il velenoso tiro dalla distanza di Amenta, nella ripresa osserva impotente la conclusione di Piccolo che fortunatamente sorvola l’incrocio. Sampirisi 6,5: si disimpegna bene nell’inedito ruolo di centrale difensivo. Capendo la situazione, evita i fronzoli e sbroglia senza fare troppi complimenti. El Hasni 6,5: alla prima da titolare regge bene l’urto. Rischia il meno possibile in fase di palleggio ed è preciso e puntuale nelle chiusure. Mantovani 6: la Virtus Lanciano arriva alla sua prima palla gol nel momento in cui lui è appena uscito per l’infortunio. Una perdita pesante per il Vicenza, speriamo sia per il più breve tempo possibile. Gagliardini sv: neanche il tempo di rendersi conto di essere in campo che si scontra con Pucino, sbattendo poi la testa sul terreno. Dopo quello per Brighenti il Vicenza si prende un altro Oscar alla sfortuna. Galano 5,5: non riesce ad incidere nel match. La punizione calciata alta dalla mattonella a lui congeniale è la fotografia della sua gara. D’Elia 6: privo della sua spalla ideale (Giacomelli) perde un po’ di brillantezza. Dalle sue parti poi gravita un certo Piccolo che è cliente scomodissimo e lo dimostra nel secondo tempo, costringendo il terzino biancorosso a restare sulle sue. Vita 7: rientra negli spogliatoi con a referto tre avversari ammoniti per falli ai suoi danni. Tra i più intraprendenti e positivi in una gara dalle poche emozioni. Urso 7: baricentro della mediana, utilissimo in fase difensiva non concede grandi spazi di manovra al dirimpettaio Bacinovic. Dimostra ancora di non avere grandi remore nell’andare anche alla conclusione non appena intravvede la possibilità. Cinelli 6: il capitano sceglie la cautela disputando una gara più che altro attenta a fare arrivare meno rifornimenti possibili agli avanti avversari, limitando i rischi (ma anche le scorribande) al minimo. Laverone 6: non giocava titolare dalla gara di andata dei playoff contro il Pescara nella scorsa stagione. Il suo ritorno in campo è una delle notizie positive che arrivano dalla trasferta di Lanciano. Si conferma jolly prezioso, anche se evidentemente non è ancora al cento per cento. Raicevic 6: il montenegrino parte bene impegnando Aridità con una bella girata e con un tiro da fuori area. Cicca invece clamorosamente un ghiotto pallone servitogli da Gatto. Nel secondo tempo, anche a causa della diversa scelta tattica dei biancorossi, di fatto esce di scena. Gatto 6,5: anche lui disputa un buon primo tempo risultando tra i più pericolosi in avanti. Contro la sua ex squadra voleva ben figurare e gli riesce per quasi tutta la gara, poi nel finale perde un po’ di lucidità. Marino se ne accorge e lo sostituisce. Giacomelli sv: tenuto a riposo, gioca l’ultimo quarto d’ora. Tornerà utile sabato contro il Pescara.

Pasquale Marino 6,5: nella difficoltà i suoi rispondono presente. E’ costretto a mettere in campo una difesa inedita che probabilmente dovrà riproporre anche nella prossima partita contro il Pescara ma tutto sommato il Lanciano non trova grandi spazi per farsi pericoloso.  Ora avrà tre giorni di tempo per mettere in campo la migliore squadra di emergenza possibile.

Arbitro: Riccardo Ros di Pordenone. Assistenti: Alessandro Raparelli di Albano Laziale, Dario Cecconi di Empoli. Quarto ufficiale: Carmine Di Ruberto di Nocera Inferiore.

Espulso: al 44' Pasquale Marino (allenatore Vicenza) per proteste. 

Ammoniti: Di Cecco, Di Francesco, Amenta (Virtus Lanciano); Laverone (Vicenza).

Spettatori: paganti 990 per una quota di 7.746 euro, abbonati 1675 rateo di 10.619 euro. Totale incasso 18.265 euro

Possesso palla: 53 - 47

Tiri dentro/totali: 2/16 - 4/13

Palle giocate: 544 - 536

% passaggi riusciti: 66.7 - 65.4

Supremazia territoriale: 10'09'' - 08'01''

% protezione area: 47.5 - 54.2

% attacco alla porta: 45.8 - 52.5

% pericolosità: 30.8 - 30.3

Angoli: 9 - 3

Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Maglia: giocatori: bianca; portiere: azzurra.

Serata fresca, temperatura intorno ai 18°. 

Torneo: 
Serie B

VICENZA-COMO

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-09-19
Partita: 
VICENZA-COMO
Risultato: 
3-3
Reti: 
1′ Sbaffo (C), 8′ Raicevic (V) 14′ Gerardi (C), 24′ Galano (V), 82′ Giacomelli (V), 84′ Bessa (C)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Sampirisi, Brighenti (38′ El Hasni), Mantovani, D’Elia; Gagliardini, (89′ Gatto) Urso, Cinelli; Galano (77′ Vita), Raicevic, Giacomelli.

A disposizione: Marcone, Pinato, Pettinari, Laverone, Modic, Donadello. Allenatore: Pasquale MARINO

Formazione ospite: 

COMO (3-5-2) Scuffet; Cassetti (57′ Casasola), Giosa, Ambrosini; Madonna (63′ Garica Tena), Brillante (77′ Minotti), Bessa, Sbaffo, Jakimovski; Ebagua, Gerardi.

A disposizione: Crispino, Ntow, Scapuzzi, Benedicic, Borghese, Bentivenga. Allenatore: Carlo SABATINI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

1' GOL DEL COMO: inizio shock per il Vicenza che perde palla al limite dell’area in fase di palleggio con Brighenti, Gerardi conquista palla e calcia trovando la respinta di Vigorito ma sulla ribattuta arriva prima di tutti Sbaffo che scaraventa all’angolino

2′ prova subito to la replica Giacomelli che però sul suo tiro trova l’opposizione di Scuffet

5′ il primo gol subito in questa stagione ha mandato in tilt i biancorossi che sbagliano ancora con Vigorito che cicca malamente un rinvio. Fortunatamente gli ospiti non ne aprofittano

8' GOL DEL VICENZA: combinazione a sinistra tra Giacomelli e D’Elia, il difensore pennella a centro area dove Raicevic interviene di testa spendendo sull’angolino distante calibrando di giustezza più che di forza

12′ lunga azione dei lariani sulla trequarti conclusa da un tiro di Sbaffo che termina sul fondo distante dalla porta di Vigorito

13′ ci sarà una punizione a due in area concessa da Ripa per una trattenuta di palla di Galano che nell’occasione peraltro sembrava avere subito fallo

14' GOL DEL COMO: la punizone calciata da posizione defilata da Gerardi finisce contro la barriera , sulla palla arriva lo stesso Gerardi che calcia un diagonale non particolarmente potente che però passa tra le gambe e sorprende Vigorito

17′ altro pallone malamente perso dai biancorossi a metà campo. Non ne approfitta Ebagua che calcia sopra i pali

21′ buona azione sula destra di Galano che crossa dentro per Giacomelli ma anticipa tutti Scuffet, sul proseguio dell’azione ci provano Urso e Galano. Il primo trova la schiena di un difensore il secondo sfiora la traversa ma non centra il bersaglio

Vicenza che sta facendo grandissima fatica soprattutto per una interpretazione della gara troppo sufficiente. Rimessa a posto con il gol di Raicevic la partita ha ripreso una brutta piega per un’altra dabbenagine difensiva

24' GOL DEL VICENZA: splendido assist di Raicevic che con un pallonetto mette Galano solo contro Scuffet, l’esterno pur incespicando riesce a colpire la palla che termina dentro lentamente ma inesorabilmente

27′ ancora biancorossi con Giacomelli che prova il sinistro dalla distanza su azione d’angolo senza fortuna

29′ azione personale di Raicevic che perde il tempo perde il tempo per calciare in porta poi da posizione defilata mette dentro l’area ma trova Gagliardini e Giacomelli fuori traiettoria e il Como può liberare

33′ Vigorito esce su cross di Brillante ma sbatte contro Brighenti che rimane a terra infortunato. In campo la barella

45’+2′ con due minuti di recupero termina l’avvicente primo tempo di Vicenza-Como. Girandola di emozioni anche per demerito difensivo del Vicenza che ha sofferto l’interpretazione muscolare della gara da parte del Como, commettendo molti errori. Vedremo se nella ripresa Marino riuscirà a sistemare la squadra sopratttutto dal punto di vista mentale, evitando nuove sbandate dovuta a superficialità nella gestione di palla

SECONDO TEMPO

47′ incredibile occasione sciupata dal Vicenza. Su tiro di Galano e respinta di Scuffet, Giacomelli può battere comodamente a rete ma spara contro il portiere che respinge in angolo

48′ biancorossi in avanti ancora con Gagliardini che ci prova da fuori ma svirgola

58′ angolo di Bessa calciato direttamente in porta, Vigorito è costretto ad intervenire per togliere la palla dall’incrocio distante. Da qualche minuto il gioco è fermo per soccorrere Madonna rimasto a terra dopo un contrasto aereo

66′ nuova azione sulla sinistra del Vicenza con cross di Giacomelli verso centro area, Gagliardini cicca ma arriva Galano che spara a fil di palo, trovando pronto Scuffet alla maiuscola parata

Vicenza che prova il massimo sforzo per passare ma non trova il tocco giusto. Nella confusione della gara la terna arbitrale sta inanellando delle decisioni nefande soprattutto ai danni del Vicenza

76′ ancora Raicevic che di testa va ad anticipare Giosa, girando verso la porta ma trovando Scuffet pronto a ribattere

81′ ancora biancorossi che vanno al cross dalla destra con Giacomelli, in area Vita colpisce di testa in diagonale ma non trova la porta

82' GOL DEL VICENZA: discesa sulla destra di Vita che mette palla dentro, la sfera deviata taglia fuori Scuffet e Giacomelli segna a porta vuota

84' GOL DEL COMO: tiro di Bessa da fuori area deviato da D’Elia che taglia fuori Vigorito

90′+6′ cross di D’Elia su cui esce Scuffet bloccando in ottima presa

Termina 3-3 una partita che il Vicenza sul piano della voglia avrebbe ampiamente meritato di vincere ma che ha interpretato in maniera sciagurata difensivamente regalando di fatto tre gol al Como. Un punto che lascia l’amaro in bocca

 

Pagelle della partita "VICENZA-COMO"

Vigorito 6: non pare impeccabile in occasione del gol di Gerardi ma ha l’attenuante che la palla filtra tra tante gambe. Fa il possibile sul gol di Sbaffo, è beffato da D’Elia in occasione del 3-3. Sampirisi 6: lo si vede poco in avanti. Nella giornata poco felice della difesa anche lui commette un paio di leggerezze. Brighenti 5: sul voto pesa e molto il pallone perso che manda in gol il Como all’alba del match. In generale non da mai quella sensazione di sicurezza che normalmente è una sua qualità.  Che sia giornata storta lo si capisce quando sbatte contro Vigorito ed è costretto ad uscire. El Hasni 5,5: in marcatura gli tocca spesso Ebagua che non è più il predatore d’area di una volta. Va in difficoltà soprattutto in fase di palleggio dove si destreggia tra troppi imbarazzi. Mantovani 6,5: in una giornata dove il Vicenza subisce tre reti soprattutto per colpa di errori individuali lui continene Gerardi e rimane tra i più positivi. D’Elia 7: martellante sulla fascia sinistra è suo il cross che Raicevic trasforma in gol e numerosi altri che piovono in area lariana. Gagliardini 6: nel primo tempo come tutta la squadra soffre l’aggressività del Como e commette qualche errore di sufficienza, meglio nella ripresa. Gatto sv: troppo poco in campo per incidere. Urso 6,5: come tutta la squadra meglio nella ripresa. Dei tre centrocampisti è quello più sintonizzato sul clima del match. Corre senza sosta dispensando palloni per tutti i 99 minuti effettivi di gara. Cinelli 6: partita in ombra per il capitano che di solito è abituato ad incidere di più. Galano 7: non solo il gol ma anche molte altre iniziative. Sbatte per due volte contro un superlativo Scuffet che gli nega il raddoppio. Continua visibilmente la crescita dell’ex barese. Vita 6,5: in predicato di lasciare il biancorosso entra con il piglio giusto creando dopo appena 5 minuti le premesse per il terzo gol del Vicenza. In caso di cessione una perdita che potrebbe non essere indolore. Raicevic 7: una bellissima sorpresa il montenegrino che va a rete con un chirurgico colpo di testa e poi entra in modo determinante nelle azioni degli altri due gol. Ovviamente da rivedere in altri match ma per ora promosso a pieni voti. Giacomelli 7: ancora tra i migliori anche se ad inizio match pure lui sembra un po’ sfasato. Si riprende con il passare dei minuti realizzando il gol del momentaneo e illusorio 3-2.  Il bilancio tra occasioni che gli capitano e gol realizzati però è sempre in rosso…

Pasquale Marino 6: funziona a meraviglia l’esperimento Raicevic, ma non convince l’atteggiamento un po’ superficiale della squadra ad inizio gara. Decisamente meglio la ripresa dove il Como viene preso a pallonate ma ancora qualche dubbio sulla gestione del dopo 3-2. Alla fine il bilancio è sufficiente ma lo sguardo è già alla partita di martedì a Lanciano.

 

Arbitro: Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore. Assistenti: Stefano Bellutti di Trento, Oreste Muto di Torre AnnunziataQuarto ufficiale: Alessadro Prontera di Bologna.

Espulso: al 91' Sbaffo (Como) per somma di ammonizioni. 

Ammoniti: Galano, D'Elia, Cinelli, Raicevic, Giacomelli (Vicenza); Brillante, Gerardi, Bessa, Ebagua (Como).

Spettatori: 7.042 per un incasso complessivo di 53.418 euro (1.459 paganti per una quota di 18.447 euro, 5.583 abbonati per un rateo di 34.971 euro).

Possesso palla: 56 - 44 

Tiri dentro/totali: 9/14 - 4/12

Palle giocate: 586 - 450

% passaggi riusciti: 61.5 - 50.7

Supremazia territoriale: 10'48'' - 07'59''

% protezione area: 56.9 - 60.2

% attacco alla porta: 39.8 - 43.1

% pericolosità: 67.0 - 52.5

Angoli: 7 - 5

Recuperi: 2' p.t., 7' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: verde.

Pomeriggio di sole, temperatura intorno ai 25 °C, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-BARI

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-09-12
Partita: 
VICENZA-BARI
Risultato: 
0-0
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito, Sampirisi, Brighenti, Mantovani, D’Elia; Gagliardini, Pazienza (16′ Urso), Cinelli; Giacomelli, Pettinari (63′ Pozzi), Galano (83’ Gatto).

A disposizione: Marcone, El Hasni, Pinato, Modic, Laverone, Raicevic. Allenatore: Pasquale MARINO

Formazione ospite: 

BARI (4-3-3) Guarna, Sabelli (74′ Gemiti), Contini, Tonucci, Del Grosso; Defendi, Porcari, Valiani; De Luca (55′ Rosina), Maniero, Sansone (46′ Romizi).

A disposizione: Micai, Rada, Di Noia, Donati, Boateng, Puscas. Allenatore: Davide NICOLA

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

2′ sul primo angolo per gli ospiti allontana la difesa, Porcari ci prova da fuori, destro rimpallato

5′ sventagliata di Giacomelli in profondità per Galano, controlla senza affanni la difesa ospite

7′ ci prova da fuori D’Elia, ciabatta sul fondo

9′ Giacomelli penetra in area a sinistra, cross basso, si distende e para a terra Guarna, che anticipa il possibile intervento di Galano sottoporta

13′ angolo per I biancorossi, il cross di Giacomelli varca la linea di fondo prima di arrivare in area

15′ su cross di Giacomelli da sinistra nasce un altro angolo, con Del Grosso che anticipa la deviazione aerea di Galano. Senza esito il calcio dalla bandierina

23′ guizzo di De Luca a destra, lo contiene in angolo D’Elia. Sul cross dalla bandierina per poco Tonucci non trova la deviazione di testa a due passi da Vigorito

24′ contropiede biancorosso ben congegnato, Giacomelli imbevuta dentro l’area Cinelli a sinistra, cross basso sporcato da un difensore, para a terra all’altezza del primo palo Guarna

30′ Defendi da distanza siderale, sinistro altissimo

33′ l’ex Tonucci regala il quarto corner per la squadra di casa. Due tiri consecutivi dalla bandierina, sul secondo Pettinari si trova a tu per tu con Guarna, lo supera e batte a rete. La respinta di Tonucci sulla linea pare con le mani, ma Abisso nel frattempo ferma tutto per il precedente fuorigioco dello stesso Pettinari

38′ brutto pallone perso da Galano, che potrebbe innescare un pericoloso contropiede ospite, rimediano bene in recupero Cinelli e Brighenti

40' punizione dalla trequarti in favore dei galletti, difesa berica in angolo

41′ sull’azione d’angolo Valiani pesca Maniero all’altezza del dischetto, pronta girata smorzato da Mantovani, Vigorito anticipa tutti sulla palla sporca, anche il falloso intervento di Tonucci, e para a terra

43′ Vigorito imita Modena, rinvio addosso a Maniero, rimedia la difesa

SECONDO TEMPO

48′ Sampirisi  mette un buon cross dalla destra ma Pettinari all’altezza del secondo palo, impatta sul pallone  di testa mandando alto

52′ angolo di Galano, testa di Brighenti a centro area, nessun problema per Guarna

55′ sinistro di Galano dai 20 metri, sul fondo

59′ gol annullato a Pettinari. Angolo di Giacomelli, respinge la difesa, Urso bolide da fuori, respinta corta di Guarna e l’ex Pescara insacca. Abisso, imbevuto dall’assistente, fischia l’office e annulla

Giacomelli infiamma il Menti con un paio di iniziative, mentre Urso sta salendo in cattedra e il Bari è  in sempre più netta difficoltà. Pozzi pronto all’ingresso in campo

65′ cross di Sampirisi da destra, sporcato, esce e abbranca in presa alta Guarna

67′ D’Elia scende a sinistra, cross basso, velo di Cinelli a centro area, sinistro di Galano, palla altissima sulla traversa

69′ Urso da fuori area dopo un’arrembante azione d’attacco berica. Destro svincolato e sfera sul fondo

71′ iniziativa personale di Giacomelli, ingresso in area da sinistro, poi scarico del destro secco, respinge Guarna, allontana la difesa, Urso da fuori, Guarna c’è

73′ Giacomelli ancora al cross da sinistra, Galano di testa sul secondo palo, Guarna si rifugia in angolo sul pallone che si era impennata e ricade va sulla parte superiore della traversa. Nulla di fatto dalla bandierina

80′ altra azione ficcare dei biancorosso in area barese, conclusa da un diagonale mancino di D’Elia fuori di un niente

84′ cross scolastico di D’Elia da sinistra, esce e fa sua la sfera senza patemi Guarna

90'+2′ cross di Mantovani, nessun biancorosso riesce a deviare

90’+3′ altro tentativo di Gatto, Di testa su cross da sinistra, Guarna blocca a terra

90’+4′ ultimo tentativo di Brighenti da fuori, sul fondo

  

Pagelle della partita "VICENZA-BARI"

Vigorito s.v.: primo tempo di ordinaria amministrazione, nella ripresa  rimane inoperoso ad osservare le sorti della gara. Sampirisi 6,5: la catena di destra ha qualche ingranaggio inceppato ma lui è quello più a registro. Dalla sua parte il Bari non sfonda mai. Brighenti 6.5: mai sorpreso da Maniero nè da Sansone fino a quando il Bari resta in undici. Poi gestisce la fase difensiva senza grossi problemi. Mantovani 7: il tridente del Bari reduce dal poker allo Spezia trova nella linea difensiva biancorossa un muro invalicabile. Lui è il mattone più solido. D’Elia 6,5: in crescita. Dopo l’uscita di De Luca e con un Rosina fantasmatico praticamente si cura solo di attaccare. Va vicino al gol con un diagonale che mette i brividi a Guarna ma non trova lo specchio. Gagliardini 6: ordinato e puntuale nella fase difensiva poco incisivo in quella offensiva. Pazienza:s.v.: un quarto d’ora con ammonizione prima del cambio per un problema muscolare. Urso 7: buona partita per l’ex del Prato che fa capire perchè Marino non ha voluto che si muovesse da Vicenza. Dimostra di avere nelle corde anche la conclusione dalla distanza che innesca con disinvoltura e precisione. Cinelli 6: il capitano fornisce una prestazione giudiziosa ma senza particolari acuti. Galano 6: i suoi ex tifosi lo fischiano ma lui non se ne fa troppo un problema. Porcari trova il secondo giallo stendendolo mentre sta per calciare a rete,  pur senza strafare è parso in crescita rispetto a Modena. Gatto s.v.: una decina di minuti nell’assalto finale. Pettinari 6: un’ora in campo dove cerca di imbastire qualcosa la davanti, senza grandissimo successo. Nelle due occasioni in cui è più pericoloso l’arbitro lo pesca in fuorigioco. Pozzi 6: il voto è di benvenuto per l’esordio in biancorosso. In realtà non ha particolari opportunità per darne una valutazione, per la quale serviranno un maggior numero di minuti. Giacomelli 7: alla lunga finisce per perdere un po’ di lucidità ma per più di un’ora è la vera spina nel fianco della difesa del Bari.  Insieme con D’Elia martella il Bari sulla sinistra, purtroppo le sue iniziative spesso brillanti non trovano analoghe finalizzazioni.

Pasquale Marino 6,5: la squadra è apparsa in crescita  sia dal punto di vista del gioco che sotto l’aspetto atletico.  Imbriglia la manovra del Bari mitraglia che va alle corde e che nella ripresa per salvare il risultato deve imbastire una sorta di bunker davanti a Guarna.

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo. Assistenti: Stefano Del Giovane di Albano Laziale, Pasquale De Meo di Foggia. Quarto ufficiale: Antonio Rapuano di Rimini.

Espulso: al 44' Porcari (Bari) per somma di ammonizioni. 

Ammoniti: Pazienza (Vicenza); Del Grosso, Tonucci, Gemiti, Guarna (Bari)

Spettatori: 7.747 di cui 2.453 paganti per una quota di 34.377 euro; 5.294 abbonati per un rateo di 34.222 euro. Incasso complessivo di 68.599 euro.

Possesso palla: 60 - 40 

Tiri dentro/totali: 6/16 - 0/3

Palle giocate: 655 - 413

% passaggi riusciti: 73.7 - 55.6

Supremazia territoriale: 16'22'' - 04'31''

% protezione area: 57.5 - 55.9

% attacco alla porta: 44.1 - 42.5

% pericolosità: 38.1 - 13.7

Angoli: 8 - 4

Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: azzurra.

Pomeriggio di sole, temperatura intorno ai 25°C, terreno in buone condizioni. 

Torneo: 
Serie B

MODENA-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-09-06
Partita: 
MODENA-VICENZA
Risultato: 
0-1
Reti: 
63' Giacomelli (V) su rigore
Stadio: 
Alberto Braglia di Modena
Formazione locale: 

MODENA (4-3-3) Manfredini; Aldrovandi, Gozzi, Marzorati, Rubin; Bentivoglio, Belingheri, Doninelli (88′ Marchionni); Luppi (71′ Sowe), Stanco, Nizzetto (71′ Olivera).

A disposizione: Costantino, Benedetti, Zoboli, Nardini, Zucchini, Sakaj. Allenatore: Hernan Crespo


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Sampirisi (80′ El Hasni), Brighenti, Mantovani, D’Elia; Gagliardini, Urso (61′ Pazienza), Cinelli; Giacomelli, Gatto, Galano (61′ Pettinari).

A disposizione: Marcone, Pinato, Bianchi, Modic, Raicevic, Pozzi. Allenatore: Pasquale Marino

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

Primo minuto con i biancorossi già all’assalto, dal calcio d’inizio in poi è un monologo nella metà campo modenese

2′ contropiede emiliano, con Stanco che crossa basso da destra, Sampirisi allontana la minaccia

4′ primo corner per il Vicenza, alto e lento il cross di Giacomelli dalla bandierina, esce facile in presa Manfredini

6′ discesa di Giacomelli sulla sinistra, cross basso dalla linea di fondo, smanaccia in angolo sul primo palo Manfredini. Dalla bandierina nulla di fatto

8′ punizione dai 30 metri, spostati a destra. Calcia Galano dopo la finta di Giacomelli, palla spizzata di testa a centro area, Manfredini esce a controllare la sfera

9′ follia Vigorito, che tira addosso a Stanco un rinvio su retropassaggio di Brighenti. Buon per il portiere che nessuno degli avanti gialloblu riesce ad approfittarne e la mischia viene risolta dalla difesa

13′ ci prova Gagliardini, che si avventa su un pallone filtrante in area di Giacomelli. Dal contrasto con Gozzi nasce una traiettoria della sfera che potrebbe ingannare Manfredini, ma che invece finisce sul fondo. Ultimo tocco del biancorosso e rimessa modenese

15′ pericolosissimi i gialloblu. Azione d’attacco ben congegnata, il cross da sinistra di Rubin trova Bentivoglio dalla parte opposta, diagonale da 3-4 metri dentro l’area, Vigorito si salva in angolo. Dalla bandierina niente di fatto

17′ su una punizione dalla trequarti gli emiliani reclamano vivacemente per un tocco di mano in area da parte di un biancorosso, Pasqua fa proseguire

20′ punizione dalla trequarti di sinistra del fronte d’attacco emiliano. Calcia in area Nizzetto, libera la difesa berica, che poi si rifugia in angolo sul controcross da destra. Dalla bandierina ancora nessun pericolo per Vigorito, ma Modena che sta crescendo

Fasi confuse del match, tra errori e ripartenze mancate da ambo le parti

26′ Giacomelli effettua il traversone in area da sinistra, stacca di testa indisturbato Gatto all’altezza del dischetto, palla alta sulla traversa

28′ altra punizione dalla trequarti per i modenesi, stavolta fascia destra del loro fronte d’attacco. Palla messa in mezzo, sulla respinta della difesa si avventa Rubin, sinistro deviato in angolo dallo stinco di Brighenti. Nulla da segnalare sul corner

32′ ancora una punizione, trequarti di sinistra. I gialloblu provano uno schema, palla direttamente sul fondo

34′ serie di palle scodellate in area dagli avanti biancorossi, la difesa di casa ha sempre la meglio di testa e libera

Modena in pressione, Vicenza un po’ in affanno dietro

40′ bella iniziativa di Nizzetto, che si invola a destra e mette l’invitante traversone al centro. Bene Vigorito nella scelta di tempo in uscita e nella respinta di pugno, sfera poi allontanata dalla difesa

43′ altro cross da destra, questa volta per Vigorito non ci sono problemi

44′ contropiede con Giacomelli che entra in area a sinistra e mette il cross basso, rimpallo, sponda di Gatto, Cinelli dal limite, respinge la difesa di casa

45′ quarto angolo per i gialloblu. Bentivoglio dalla bandierina, Vigorito respinge di pugno e sull’azione finisce il tempo

Inizio arrembante dei biancorossi, spentisi poi progressivamente. Modena al contrario guardingo ad inizio match e che ha preso via via fiducia. Vicenza con qualche affanno in retroguardia, anche se al momento Vigorito non è mai stato costretto agli straordinari, giusto una deviazione in angolo su diagonale di Bentivoglio. D’altra parte nemmeno Manfredini si è mai sporcato i guantoni, le azioni di Giacomelli e compagni si sono quasi sempre fermate alla diga della trequarti emiliana, tanto che alla voce tiri verso la porta da parte dei biancorossi nei primi 45′ si segnala solo un colpo di testa di Gatto alto sulla traversa.

SECONDO TEMPO

47′ Nizzetto da fuori, palla deviata in angolo da un difensore. Altra buona uscita di Vigorito sul calcio dalla bandierina

50′ cross da sinistra del fronte d’attacco emiliano, testa di Nizzetto a centro area, palla sul fondo

54′ ece dalla tana la squadra di Marino, ma tutto quel che riesce a produrre è un cross di D’Elia ribattuto dalla difesa

55′ cross da sinistra, Nizzetto anziché indirizzare in porta la sfera prova la sponda a centro area, ma nessun compagno è pronto

57′ angolo per i biancorossi, a centro area impatta di testa Urso, palla alta sulla traversa

59′ pericoloso il contropiede dei locali, Luppi penetra in area a sinistra, cross ben calibrato, D’Elia preferisce evitare problemi in angolo. Dalla bandierina nulla di fatto

60′ ancora Luppi si divora una buona occasione. Azione personale a sinistra, rientro verso il centro, destro secco e sfera che finisce alta sulla traversa

63' GOL DEL VICENZA: Gagliardini penetra in area e viene atterrato da Belingheri. Ammonizione per il centrale e Pasqua che indica il dischetto, dal quale Giacomelli trasforma.

70′ cross da sinistra di D’Elia, si distende Manfredini e fa sua la sfera. Vicenza che dopo l’espulsione di Belingheri sta provando ad andare in controllo del match

74′ Rubin crossa da sinistra, girata di Stanco, sfera alta sulla traversa. Il Modena non è morto

76′ gol annullato a Pettinari, ma Pasqua aveva fischiato il suo fuorigioco con largo anticipo

78′ miracolo di Vigorito su Stanco, che liberatosi di Brighenti in area aveva esploso il diagonale mancino sul primo palo. Deviazione in angolo, dalla bandierina nulla di fatto, ma Vicenza che soffre

79′ Bentivoglio dalla distanza, palla abbondantemente a lato. Vicenza sempre più in affanno, il Modena in dieci sta comandando la partita

85′ alleggerimento berico, discesa e cross di D’Elia da sinistra, deviazione sul primo palo di Pettinari, sfera sul fondo

86′ biancorossi forse usciti definitivamente dal guscio, cross di Gatto dalla trequarti, Pettinari spreca malamente a lato

87′ palla invitante per Sowe dentro l’area, spostato a destra. Lo contrae bene Brighenti, che non concede nemmeno l’angolo

88′ Sowe pronto a battere a rete dopo aver conquistato una palla vagante in area. Sembra da rigore l’intervento su di lui di Brighenti, Pasqua sorvola fra gli ululati del Braglia

90’+1′ angolo, dopo che Sowe aveva nuovamente seminato il panico in area biancorossa. Dalla bandierina nessun pericolo per Vigorito

90’+4′ si chiude su un destro di Pettinari da dentro l’area, dopo un contropiede condotto in coppia con Giacomelli. Si allunga e blocca in due tempi Manfredini

Un Vicenza balbettante per lunghi tratti di match espugna il Braglia di Modena e incamera i primi tre punti del campionato 2015-2016.  Sblocca il risultato una percussione di Gagliardini sul quale Belingheri procura il rigore decisivo. Modena in dieci per metà della ripresa, per l’espusione dello stesso Belingheri, ma in grado di tenere in bilico il risultato fino al 90’. Buono il bottino, per la formazione di Marino, non certo il gioco espresso, in grado di portare in rarissime occasioni un biancorosso al tiro pericoloso verso Manfredini. Ora due partite consecutive al Menti, avversari Bari e Como. 

 

Pagelle della partita "MODENA-VICENZA"

Vigorito 6,5: inizia mettendo qualche brivido ai tifosi biancorossi per un rinvio calciato addosso a Stanco che crea diversi patemi, poi si rimette in carreggiata e risponde da par suo su Bentivoglio e sullo stesso Stanco nel finale. Sampirisi 5,5: patisce il duo Luppi-Rubin che imperversa sulla sua zona di competenza. Il fatto che Galano non lo assista più di tanto nella fase difensiva lo induce a non prendere grandi iniziative neanche in avanti. Nel secondo tempo viene anticipato da Luppi e il Vicenza rischia grosso. Sostituito nel finale. El Hasni:  quarto d’ora finale per reggere l’assalto del Modena. Brighenti 5,5: così così.  Qualche tempestiva chiusura ma non è il marcatore arcigno che conosciamo e si vede nel finale, quando Stanco gli sguscia via impegnando severamente Vigorito. Mantovani 6,5: l'ex del Perugia invece si fa trovare pronto alla prima. Attento e preciso non concede spazi dalla sua parte ed è prezioso punto di riferimento in avvio di manovra. D’Elia 6: Nizzetto non è certo il peggior avversario che gli sia capitato in carriera e dietro non soffre oltre modo. In avanti invece l’abbiamo visto più intraprendente e anche più preciso. Gagliardini 6,5: il migliore del trio della mediana. Un po’ timido nella prima parte di gara, il rigore guadagnato lo sblocca e nel finale di gara è decisivo nel chiudere e ripartire. Urso 6: il Modena agisce molto allargando il gioco e verticalizzando e passa poco per le vie centrali da lui presidiate. In generale pare più a suo agio da interno di centrocampo,  più che da centrale davanti alla difesa. Pazienza 6: prende il posto del compagno ma il motivo tattico della gara non cambia. Cinelli 6: il capitano si vede soprattutto nell’inizio arrembante dei biancorossi poi esce un po’ di scena. Galano 5: per il momento pare un pesce fuor d’acqua. La condizione non è evidentemente delle migliori e neanche l’intesa con i compagni, soprattutto quelli della catena di destra (Sampirisi e Gagliardini).  Sicuramente vivrà giornate più positive. Pettinari 6: al netto del gol divorato al tramonto della gara,  il suo contributo in avanti è positivo anche perchè probabilmente da modo al Vicenza di avere un attaccante centrale che possa competere con Gozzi e Marzorati anche in fisicità. Gatto 5,5: si sacrifica e si sbatte in un ruolo che sa fare ma che per caratteristiche fisiche non gli appartiene strettamente. Riesce a trovare lo spazio per un colpo di testa oltre la traversa e poco altro. Giacomelli 6.5: a Modena non è il benvenuto.  Realizza il gol con una potente conclusione che non lascia scampo a Manfredini, fa espellere Belingheri che lo abbatte a metà campo. In generale il più continuo e propositivo dei biancorossi, come d’altra parte nel precampionato.

Pasquale Marino 6: uscito da una settimana turbolenta si porta a casa una vittoria non cristallina ma auspiacata, che permetterà di lavorare in condizioni serene. Ci sono giocatori da portare a regime e una nuova intesa di squadra da costruire nel più breve tempo possibile.

Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli. Assistenti: Matteo Bottegoni di Terni, Edoardo Raspollini di LivornoQuarto ufficiale: Valerio Marini di Roma 1.

Espulso: al 66' Belinghieri (Modena) per somma di ammonizioni. 

Ammoniti: Aldovrandi (Modena); Giacomelli, Gagliardini (Vicenza).

Spettatori: 5.312 di cui 2.641 paganti per un incasso di 23.773 euro e 2.671 abbonati per un rateo di 19.653 euro.

Possesso palla: 45 - 55

Tiri dentro/totali: 2/11 - 2/10

Palle giocate: 500 - 595

% passaggi riusciti: 60.1 - 65.6

Supremazia territoriale: 09'09'' - 08'57''

% protezione area: 55.2 - 56.8

% attacco alla porta: 43.2 - 44.8

% pericolosità: 34.0 - 39.0

Angoli: 8 - 3

Recuperi: 0' p.t., 4' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: grigia con 2 barre orizzontali bianco-azzurre.

Pomeriggio di sole, temperatura intorno ai 25°C, terreno in buone condizioni. 

Torneo: 
Serie B

VICENZA-PESCARA playoff

| |
Stagione: 
2014-2015
Data: 
2015-06-03
Partita: 
VICENZA-PESCARA
Risultato: 
2-2
Reti: 
3′ Sampirisi (V) su autorete, 44′ Moretti (V), 64' Bjarnason (P), 80' Cocco (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Bremec; Sampirisi (69' Laverone), Gentili, Camisa, D’Elia; Moretti (76' Vita), Di Gennaro, Cinelli; Ragusa (83' Petagna), Cocco, Giacomelli.

A disposizione: Serraiocco, Garcia Tena, Alhassan, Sbrissa, Mancini, Bartulovic. Allenatore:  Pasquale Marino


Formazione ospite: 

PESCARA (4-2-3-1) Fiorillo; Zampano, Fornasier, Salomon, Pucino; Selasi (77' Caprari), Memushaj; Politano, Bjarnason, Pasquato (57' Brugman); Sansovini (61' Melchiorri).

A disposizione: Aldegani, Zuparic, Rossi, Torreira, Lazzari, Gessa. Allenatore: Massimo Oddo

Note: 

Fonte cronaca partita www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

3' Gol del Pescara: clamoroso autogol di Sampirisi; cross basso di Zampano, il terzino biancorosso insacca nella propria rete

15′ Cocco ci prova dalla distanza, tiro di molto a lato

16′ ci provano prima Politano poi di testa Sansovini. Bremec blocca senza problemi

24′ finalmente pericolosi i biancorossi. Botta di Moretti da fuori, palla di poco a lato

25′ tiro-cross pericoloso di Ragusa, respinge Fiorillo. I biancorossi prendono coraggio

33′ tiro che non impensierisce Fiorillo quello di Cinelli, servito da Di Gennaro al limite dell’area

37′  biancorossi reclamano il rigore. Spinta di Memushaj su Giacomelli, episodio molto dubbio

44' GOL DEL VICENZA: Moretti vince due rimpalli, entra in area e batte Fiorillo con un destro!!! Proteste pescaresi per un presunto fallo di Di Gennaro

SECONDO TEMPO

1′ girata a volo di Cocco, palla altissima

3′ botta da fuori di Moretti, Fiorillo si salva in angolo.

9′ occasione per Cocco che liscia solo davanti al portiere, su punizione di Di Gennaro.

Un altro Vicenza quello sceso in campo nel secondo tempo. I biancorossi attaccano e ci credono

13′ Bremec salva su Politano entrato in piena area

17′ traversone pericoloso di Cinelli, Salomon devia in angolo. Nulla di fatto dalla bandierina

18′ destro di Brugman, Bremec si distende e blocca

19 Gol del Pescara: cross di Politano, Bjarnason stacca di testa lasciato solo da Sampirisi

24′ Brugman pericoloso, Bremec para

25′ Salomon respinge male in area, Di Gennaro calcia alto

27′ non molla Di Gennaro, botta da fuori, Fiorillo in angolo

29′ destro di Selasi che sfiora il gol che sarebbe valso la finale

34′ traversone di Cinelli, blocca Fiorillo

36′ GOL DEL VICENZA: Cocco, servito da Di Gennaro in area, batte Fiorillo e riporta la speranza!

39′ erroraccio di Camisa che spiana la porta a Melchiorri che sfiora il tris su pallonetto, grandioso Bremec a salvare in angolo

42′ punizione di Politano, la barriera ribatte

Triplice fischio finale. Finisce il sogno del Vicenza. In finale va il Pescara


Arbitro: Fabio Maresca di NapoliAssistenti: Ciro Carbone di Napoli, Filippo Valeriani di RavennaAddizionali: Fabrizio Pasqua di Tivoli, Luigi Nasca di Bari. Quarto ufficiale: Marco Avellano di Busto Arsizio.

Ammoniti: Camisa, Di Gennaro, Cinelli, D'Elia (Vicenza); Politano (Pescara).

Spettatori: 12.112 per un incasso di 181.832 euro.

Angoli: 7 - 5

Recuperi: 0'p.t., 4' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: blu elettrico

Serata serena, temperatura intorno ai 20 °C. Terreno in buone condizioni.  

Torneo: 
Serie B

PESCARA-VICENZA playoff

| |
Stagione: 
2014-2015
Data: 
2015-05-29
Partita: 
PESCARA-VICENZA
Risultato: 
1-0
Reti: 
87' Memushaj (P) su rigore
Stadio: 
Adriatico di Pescara
Formazione locale: 

PESCARA (4-2-3-1) Fiorillo; Zampano, Salamon, Zuparich, Rossi; Torreira (64′ Sansovini), Brugman; Politano, Bjarnason, Lazzari (55′ Memushaj); Melchiorri (74′ Caprari).

A disposizione: Aldegani, Pucino, Fornasier, Gessa, Selasi, Pasquato. Allenatore: Massimo Oddo


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Sampirisi, Brighenti (61′ Camisa), Gentili, D’Elia; Vita (83′ Sbrissa), Moretti, Cinelli; Laverone, Petagna (86′ Bremec), Ragusa.

A disposizione: Alhassan, Garcia, Coulibaly, Giacomelli, Mancini, Bartulovic. Allenatore:Pasquale Marino

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

2′ Lazzari si procura una punizione sulla trequarti di destra del fronte d’attacco dei padroni di casa. Calcia Politano, cross al centro, nessun problema per l’uscita di Vigorito

3′ Lazzari approfitta di una palla persa da Moretti a centrocampo, si invola e, arrivato al limite, scocca il diagonale mancino. Largo, palla a lato

6′ incursione in area di Bjarnason, contratto in fallo laterale. Dopo la rimessa ci prova Politano con il mancino, sfera abbondantemente a lato

8′ un errore di battuta su calcio di punizione da parte di Cinelli innesca un altro contropiede della squadra di Oddo, a Bjarnason non riesce la veronica che lo porterebbe in area al cospetto di Vigorito e l’azione sfuma

12′ doppia grande occasione per i biancorossi. Prima D’Elia prova l’esterno sinistro dal limite dopo un’azione di stampo rugbistico, sfera deviata in modo impercettibile da Zampano e fuori di millimetri. Dall’angolo ci prova Ragusa, tocco sul primo palo che attraversa tutto lo specchio e termina sul fondo

Pescaresi partiti di buon piglio, molto aggressivi e tonici. Biancorossi, al contrario, timidi al via

16′ esterno destro coast to coast di Moretti, che pesca Ragusa a sinistra in area. L’ex entra in area e prova il tiro-cross mancino, palla sul fondo

21′ primo angolo anche per i padroni di casa, schema e blocchi non impensieriscono Vigorito, la difesa berica allontana

22′ buona combinazione Petagna-Laverone, che da destra prova a pescare Ragusa, fa buona guardia Bjarnason e spazza l’area

23′ altro lancio di Moretti per Laverone, che prova ad innescare centralmente in area Laverone, anticipato dall’uscita di Fiorillo

24′ sul secondo angolo per i padroni di casa pasticcia Vigorito ed esce a vuoto, Bjarnason non riesce a correggere in rete da due passi, sfera sul fondo

31′ cross dalla trequarti di sinistra da parte di Rossi, senza patemi l’uscita di Vigorito all’altezza del secondo palo

33′ verticalizzazione improvvisa di Torreira in area, ma al posto dei compagni trova Vigorito in uscita al limiite

34′ buona discesa a destra di Laverone, tentativo di innesca compagno con un cross all’indietro, allontana la difesa di casa

35′ altra occasione biancorossa. Cross da destra di Laverone, sponda di Cinelli sul secondo palo, Petagna prova la girata all’altezza del dischetto del rigore, palla alta di poco sulla traversa

43′ calcio di punizione dalla trequarti di sinistra, batte Moretti in mezzo, comoda l’uscita di Fiorillo. Dopo piu’ di mezzora di fuochi d’artificio, da qualche minuto le due squadre sembrano avere la necessità di rifiatare

Intervento in ritardo netto da parte di D’Elia su Zuparich a centrocampo, sorvola Pairetto tra le proteste dell’Adriatico

Primo tempo ben giocato dall’undici di Marino, nonostante un inizio gara un po’ timoroso. Dopo 10′ Moretti prende le misure della regia, tutta la squadra cresce e produce gioco e occasioni. Fiorillo e Vigorito mai impegnati all’intervento, ma berici sicuramente piu’ vicini al vantaggio

SECONDO TEMPO

4′ sul calcio di punizione conseguente al fallo da ammonizione di Lazzari, D’Elia crossa al centro, Fiorillo esce e abbranca in presa

Inizio secondo tempo di marca biancorossa, pur se ancora non ci sono stati pericoli per Fiorillo

10′ Vita ci prova da fuori, palla docile fra le braccia di Fiorillo

11′ buona iniziativa di Zampano a destra, palla in mezzo dove Gentili anticipa l’intervento sul primo palo di Melchiorri. Dalla bandierina crossa Politano, tranquilla l’uscita di Vigorito

15′ sul calcio di punizione per il fallo di Rossi chance dal limite per il sinistro di Ragusa, strozzato, libera la difesa abruzzese

21′ pericolosissima la formazione di Oddo. Tiro di Politano dai 25 metri, sinistro potentissimo che si stampa sul palo dopo una miracolosa deviazione di Vigorito, sulla respinta prova la rovesciata Sansovini, traversa. Sul secondo tentativo, però, “il Sindaco” è in fuorigioco

26′ quarto corner per i biancoazzurri. Politano in mezzo, inzuccata puntuale di Melchiorri, sfera di poco alta sulla traversa. Padroni di casa che stanno crescendo in intensità, il Vicenza si rintana

29′ occasione importante anche per la squadra di Marino. Cross di Laverone da destra, sponda di testa di Ragusa e Cinelli, ancora di testa, mette alto da posizione favorevole a pochi passi da Fiorillo

33′ doppio intervento di Vigorito che salva la sua porta. Prima esce bene in tuffo a liberare l’area da un cross di Politano, poi si supera su una conclusione ravvicinata di Sansovini, pescato bene in area da un cross da destra di Memushaj

“Non importa se serie B o serie A, fratelli per l’eternità” lo striscione che campeggia in curva pescarese

37′ ancora abruzzesi ad un millimetro dal vantaggio. Azione caparbia a sinistra, palla che arriva al neo entrato in area, pronto il diagonale mancino, sfera fuori di un niente. Forcing pescarese , che sta mettendo alle corde il Vicenza

40' rigore per il Pescara: Laverone perde palla a sinistra, taglio centrale dal centrocampo pescarese per Sansovini che si invola verso Vigorito, che lo atterra in area. Rigore ed espulsione per l'estremo berico

42' Gol del Pescara: Memushaj realizza il penalty

44′ clamorosa traversa di Ragusa, che scarica il destro a pochi passi da Fiorillo

45’+6′ l’ultimo tentativo è di Brugman, penetrato in area, destro al volo dopo lo stop e palla sul fondo

Il Vicenza perde l’andata dei playoff a Pescara, dopo una partita condotta bene per piu’ di 60′. Decisivo l’ingresso in campo di Sansovini e Caprari che, gettati nella mischia a metà secondo tempo da Oddo, smazzano il match e mettono ko i biancorossi in un finale pirotecnico con un rigore di Memushaj al 42′ st. Nell’occasione espulso Vigorito per fallo da ultimo uomo. Martedì al Menti il secondo round 


Pagelle della partita "PESCARA-VICENZA"  

Vigorito 6.5: primo tempo in ordinaria amministrazione, deve superarsi nella ripresa per toccare quel tanto che basta a mandare la palla sul palo sulla bomba di Politano e successivamente rispondendo alla grande a Sansovini. Avesse bloccato anche Sansovini lanciato solo davanti a lui sarebbe stato super. Sampirisi 6: sul suo lato di competenza il Pescara non è mai particolarmente pericoloso, almeno fino all’entrata di Caprari. Lamenta un problema alla caviglia nel primo tempo ma poi non sembra risentirne durante la partita. Brighenti 6.5: fin quando rimane in campo il Vicenza praticamente non corre grandi rischi. Annulla Melchiorri che sull’ennesimo anticipo lo tocca duro creando le premesse per l’infortunio al ginocchio che lo costringerà ad uscire. Camisa 6: tre minuti dopo di lui entra Sansovini che spacca la partita. Lo soffre come il resto della difesa biancorossa. Gentili  6.5: un solo errore nel primo tempo quando rinvia contro Lazzari di testa creando le premsse per l’unica occasione biancoazzurra della prima frazione. Inizia bene anche la ripresa ma pare risentire dell’uscita di Brighenti ed è sorpreso dalla verticalizzazione su Sansovini. D’Elia  6.5: alcuni errori di misura non da lui, però anche alcune buone iniziative la migliore delle quali lo porta vicino al gol nel primo tempo. Dalla sua parte si muove Politano, cliente difficile cui tutto sommato non concede le luci della ribaltà. Vita: 6: gara di sacrificio che però non lo vede particolarmente protagonista in avanti. Nel finale arrembante del Pescara Marino gli preferisce Sbrissa ma la mossa non produce i frutti sperati. Sbrissa sv: il ragazzino entra per dare maggiore solidità al centrocampo, purtroppo poco dopo Laverone perde il pallone sanguinoso che costa la sconfitta. Moretti  6.5: buona gara per lui chiamato a fare il Di Gennaro della situazione.  Preciso in fase di impostazione gioca con la giusta concentrazione commettendo pochi errori. Al novantesimo pesca benissimo Ragusa in area, purtroppo senza il lieto fine. Cinelli 6: meno lucido del solito, anche se sempre prezioso. Non finalizza al meglio su assist di Ragusa, peccato perchè fare il bis, sul campo dove aveva realizzato il suo finora unico gol stagionale, non sembrava impossibile. Laverone 6: una prestazione tutto sommato positiva macchiata solo dalla palla persa da cui nasce il rigore per gli abruzzesi. Petagna: 5.5: tenta di rendersi utile cercando di tenere palla in avanti e questo lo fa anche bene. Purtroppo è un po’ impreciso e arruffone nelle occasioni che gli capitano in area. Bremec sv: non gli riesce al contrario l’impresa che riuscì a Vigorito contro il Latina.  Potrà essere protagonista nella gara di ritorno. Ragusa  6,5: il più pericoloso dei biancorossi sia come assistman che in fase conclusiva. L’incrocio dei pali gli nega un gol che avrebbe meritato e speriamo che con la sfortuna lui e il Vicenza abbiano chiuso qui.

Pasquale Marino 6: a differenza del suo collega la panchina non gli concede grosse chance di contromosse. Il Vicenza fa una partita tatticamente perfetta almeno fino a metà ripresa, poi va un po’ in affanno ma dimostra comunque di essere quadrato e di saper creare in avanti. Sarà dura ma la fiducia che dichiara a fine partita per il ritorno è condivisibile.

 

Arbitro: Luca Pairetto di NichelinoAssistenti: Stefano Alassio di Imperia, Stefano Liberti di PisaAddizionali: Eugenio Abbattista di Molfetta, Davide Ghersini di Genova. Quarto ufficiale: Lanfranco Gori di Prato.

Espulso: all'85' Vigorito (Vicenza) per fallo su chiara azione da gol.

Ammoniti: Lazzari, Rossi, Memushaj (Pescara); Ragusa, Laverone, Sampirisi, Moretti (Vicenza). 

Spettatori: 12.252 (di cui 307 vicentini) per un incasso di 134.986 euro.

Angoli: 4 - 1

Recuperi: 1'p.t., 6' s.t.

Maglia: giocatori: blu; portiere: verde

Pomeriggio soleggiato, temperatura intorno ai 25 °C. Terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-FROSINONE

| |
Stagione: 
2014-2015
Data: 
2015-05-22
Partita: 
VICENZA-FROSINONE
Risultato: 
2-1
Reti: 
64′ Ciofani (F), 81′ Cocco (V), 83′ Di Gennaro (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Sampirisi, Gentili, Camisa, D’Elia; Vita (77′ Petagna), Moretti (66′ Di Gennaro), Cinelli; Spinazzola (46′ Giacomelli), Cocco, Ragusa.

A disposizione: Bremec, Garcia Tena, Alhassan, Laverone, Sbrissa, Mancini. Allenatore: Pasquale Marino


Formazione ospite: 

FROSINONE (4-4-2) Pigliacelli; Zanon, M. Ciofani, Bertoncini, Fraiz (61′ Crivello); Carlini (68′ Ranelli), Frara (56′ Crescenzi), Sammarco, Soddimo; D. Ciofani, Lupoli.

A disposizione: De Lucia, Pamic, Gori, Paganini, Dionisi. Allenatore: Roberto Stellone

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

5′ buona partenza dei biancorossi che stanno mantenendo l’iniziativa in maniera costante. Pericoloso un cross di Vita che deviato finisce tra le braccia di Pigliacelli

7′ su sviluppi di calcio d’angolo cross di Spinazzola che raccoglie Gentili di testa, l’inzuccata del difensore colpisce il palo esterno e poi la palla viene rinviata fuori dall’area

11′ pericoloso tiro da fuori di Frara che esce di poco sopra la trasversale

16′ ancora i ciociari si fanno vedere in avanti con Soddimo che si inserisce a fondo area e mette un pallone all’altezza del primo palo su cui Lupoli interviene calciando sul fondo

18′ un paio di traversoni pericolosi in area per i biancorossi che però non trovano nessuno pronto alla finalizzazione

20′ ottima azione di Spinazzola sulla destra dell’area di rigore , l’esterno mette a centro area dove Ragusa in corsa calcia ma il suo tiro è deviato e viene bloccato da Pigliacelli. Nell’azione successiva ci prova ancora Spinazzola dalla lunga distanza ma la sfera termina alta

30′ Da qualche minuto la partita si è un po’ spenta. Il Vicenza pare abbastanza bloccato, il Frosinone oppone una discreta resistenza ma senza forzare più di tanto

31′ clamoroso incrocio dei pali colpito da Cocco che di testa inzucca su cross di Ragusa sovrastando Ciofani

33′ ottima azione sulla sinistra con cross finale di D’Elia che deviato da Zanon rischia di infilarsi in rete ma purtroppo è solo corner

35′ Vita dopo un dribbling su Frara prova il sinistro dai venticinque metri con la palla che se ne va di qualche metro distante dai pali

37′ botta dalla distanza di Moretti che Pigliacelli smanaccia in corner. Dalla bandierina nulla di fatto

40′ incredibile gol divorato da Cinelli su cross di Vita che sfila in area fino al secondo palo arrivando al centrocampista che stoppa ma poi tocca sul fondo a Pigliacelli battuto. Un minuto dopo ancora Ragusa in area cerca il tiro-cross che viene deviato tra le braccia del portiere del Frosinone

45′+2′ ancora Frara dalla distanza costringe Vigorito a distendersi alla sua sinistra per deviare, poi il portiere è bravo a tornare sulla palla. Sul ribaltamento di fronte Moretti servito da Ragusa ciabatta un destro svirgolato senza esito.

Ghersini fischia e manda tutti negli spogliatoi. Il Vicenza in questo primo tempo ha avuto le sue buone occasioni per passare in vantaggio ma non è riuscito a sfruttarle, anche per sfortuna come in occasioni dei pali colpiti da Gentili e Cocco

SECONDO TEMPO

4′ incredibile parata di Pigliacelli su Cocco che da fuori area aveva sparato al volo su calcio di punizione battuto da Giacomelli sul corner seguente Gentili si ritrova palla tutto solo davanti a Pigliacelli ma spara debolmente tra le braccia del portiere la più facile delle occasioni

6′ stavolta è Ragusa che ad un metro dalla porta invece che cercare un controllo efficace prova una improbabile rovesciata che non riesce

14′ ancora grande occasione per i biancorssi con D’Elia che crossa lungo per Ragusa, la botta al volo dell’attaccante viene respinta da Pigliacelli. Sul prolungamento dell’azione è ancora Cinelli a provarci da fuori, la palla esce di pochissimo a fil di palo

19' Gol del Frosinone: passano in vantaggio a sorpresa i ciociari con un gran sinistro del loro bomber che colpisce la parte bassa della traversa e si insacca alle spalle di Vigorito

31′ sotto shock i biancorossi ci provano con un cross di Ragusa che Cocco devia di testa ma solo sopra la traversa

36' GOL DEL VICENZA: il Vicenza pareggia con un’azione personale del suo bomber che dopo un’azione personale spara il destro alle spalle di Pigliacelli

38' GOL DEL VICENZA: cross di Giacomelli dalla sinistra, sponda al volo di Ragusa dal secondo palo e Di Gennaro di testa tocca dentro per il 2-1

45′+3' il Vicenza chiude il suo campionato al terzo posto e ora aspetta la vincente di Perugia-Pescara anche se nella prima delle due gare dovrà purtroppo rinunciare a Cocco e Di Gennaro ammoniti oggi

 

Pagelle della partita "VICENZA-FROSINONE"  

Vigorito 6: forse pensava di passare una serata tranquilla invece in chiusura di primo tempo gli tocca volare per respingere un tiro dalla distanza di Frara.  Sorpreso dalla bomba gol di Daniel Ciofani, anche se il primo ad essere stupito pare proprio l’autore del tiro. Sampirisi 6,5: per la prima volta manca Laverone punto di riferimento sulla fascia destra. Lui fa comunque una buona partita senza risparmiarsi e portando acqua al mulino nella sua zona di competenza. Camisa 6: Lupoli prova ad improvvisare qualche accelerazione ma il capitano gli fa capire più con le cattive che con le buone che non è il caso di dannarsi troppo. Gentili 6,5: è sfortunato nel primo tempo quando il suo colpo di testa trova il palo a salavare dal porta del Frosinone, mentre ad inzio ripresa si divora un gol solo davanti a Pigliacelli. In difesa è arcigno e preciso, ma come i suoi compagni si deve arrendere al jolly di Ciofani. D’Elia 5,5: meno incisivo del solito si vede maggiormente quando in campo c’è la sua spalla ideale (Giacomelli). In generale sembra pagare le due settimane di stop per infortunio. Vita 6,5: sempre vivace, cerca anche più volte la conclusione ma senza fortuna. Marino nel finale lo sostituisce per provare il tutto per tutto. Petagna 6: in campo negli ultimi spiccioli nel tentativo di recuperare, entra nell’azione del gol di Cocco e poi arriva la vittoria. Missione compiuta. Moretti 5,5: non è quello delle fasi migliori del campionato ma dovrà riprendersi in fretta perchè alla prima playoff sarà lui ad avere in mano le chiavi della mediana. Di Gennaro c6,5: doveva essere preservato per i playoff, invece salterà la prima per un’ammonizione evitabile. Si riscatta con il gol vittoria che vale il terzo posto. Cinelli 6: ha sui piedi la migliore delle occasioni del primo tempo ma, come gli è capitato varie volte in questo campionato, litiga con il gol. Per il resto solita gara di cuore e polmoni. Spinazzola 6: gioca un tempo poi deve uscire per un colpo ricevuto. Tra i più positivi si produce in buoni spunti che però non trovano la finalizzazione vincente. Giacomelli 6: entra con buon piglio ma pare tra i più frastornati dopo la rete del Frosinone. Dai suoi piedi però nasce l’azione del secondo gol biancorosso. Cocco 6,5: chiude da capocannoniere (con 19 reti assieme a Granoche e Catellani) la sua stagione maiuscola. Colpisce un incrocio dei pali nel primo tempo e spara un destro al volo su cui Pigliacelli si supera nella ripresa. Realizza il gol del pari ma in precedenza aveva subito il giallo per (l’ennesima ahinoi) simulazione in area.  Salterà la prima playoff e sarà assenza pesante. Ragusa 6,5: sembra tra i più ispirati anche se talvolta tende a strafare come in occasione della rovesciata ciccata davanti a Pigliacelli. Cerca con insistenza il gol che il portiere avversario però gli nega, è lui a fornire l’assist per il gol vincente di Di Gennaro.

Pasquale Marino 6,5: mai visto così agitato in panchina come in questa occasione. Chiude il campionato con un terzo posto di grandissimo valore, auspicato alla vigilia di questa partita. Purtroppo i playoff senza Cocco e Di Gennaro partiranno in salita, ma il tecnico di Marsala ha già dimostrato di saper supplire in modo efficace alle assenze.

 

Arbitro: Davide Ghersini di Genova. Assistenti: Giovanni Petangelo di Nocera Inferiore, Vincenzo Soricaro di BarlettaQuarto ufficiale: Marco Mainardi di Bergamo.

Ammoniti: Moretti, Cocco, Di Gennaro (Vicenza); Crescenzi, Ranelli, Sammarco (Frosinone).

Spettatori: 10.672, paganti 5.261, incasso di 61.760 euro; abbonati 5.411, quota di 16.212 euro.

Possesso palla: 57 - 43

Tiri dentro/totali: 9/24 - 3/8

Palle giocate: 689 - 508

% passaggi riusciti: 72.6 - 61.8

Supremazia territoriale: 18'01'' - 08'29''

% attacco alla porta: 57.8 - 56.3

% protezione area: 43.8 - 42.2

% pericolosità: 71.1 - 34.3

Falli commessi: 8 - 13

Angoli: 6 - 2

Recuperi: 2' p.t., 3' s.t.

Maglia: giocatori: biancorossa; portiere: verde. SPONSOR: Caffè Vero.

Serata fresca con una leggera pioggia. Terreno in buone condizioni. 

Torneo: 
Serie B
Syndicate content