Serie B

VICENZA-BRESCIA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-12-12
Partita: 
VICENZA-BRESCIA
Risultato: 
1-2
Reti: 
19′ e 30′ Caracciolo (B), 46′ Raicevic (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Sampirisi, El Hasni, Mantovani, D’Elia; Gagliardini (73′ Gatto), Modic (63′ Urso), Cinelli; Galano, Raicevic, Giacomelli

A disposizione: Marcone, Belogravic, Pazienza, Sbrissa, Pettinari, Bianchi, Cecconello
Allenatore: Pasquale Marino


Formazione ospite: 

BRESCIA (4-2-3-1) Minelli; Camilleri, Caracciolo Ant., Lancini, Coly; Mazzitelli, Martinelli (57′ H’Maidat); Kupisz, Morosini (64′ Geijo), Embalo; Caracciolo And. (80′ Dall’Oglio)

A disposizione: Arcari, Venuti, Abate, Marsura, Camilli, Castellini.
Allenatore: Roberto Boscaglia

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

14′ Giacomelli riceve palla sul settore di sinistra, si accentra e prova il destro a giro che esce alto sopra la traversa. I biancorossi in questi primi minuti stanno spingendo molto da questa parte ma non sono ancora riusciti a sfondare

16′ ancora Giacomelli che prova il tiro, sulla traiettoria interviene Mantovani che tocca di tacco costringendo Minelli al grande balzo per deviare in corner

19' GOL DEL BRESCIA: lungo lancio che trova Caracciolo ed El Hasni nell’uno contro uno. Il franco tunisino è in vantaggio sulla palla ma si fa rubare la posizione dall’attaccante che si impadronisce della sfera e si gira in area calciando sotto le gambe del biancorosso e trovando il palo interno per il gol del vantaggio delle rondinelle

26′ ottima azione sulla destra di Sampirisi che entra in area e mette un cross perfetto su cui ciccano la palla sia Galano che Raicevic, raccoglie dal lato opposto Giacomelli che serve Cinelli che a sua volta svirgola la conclusione.

24′ ripartenza degli ospiti che ora possono giocare negli spazi. Morosini entra in area e defilato sulla destra prova il diagonale che Vigorito blocca

29' GOL DEL BRESCIA: lungo cross di Kupisz sul secondo palo, Vigorito viene superato dal pallone e spunta tutto solo Caracciolo che di testa insacca il più facile dei gol

45′ Si chiude senza recupero il primo tempo. I biancorossi escono tra i fischi del Menti. Brescia che si trova in vantaggio di due reti senza aver neanche premuto più di tanto sull’acceleratore. Due reti regalate agli avversari da una difesa decisamente approssimativa nelle marcature e nell’aggressione della palla

SECONDO TEMPO

1' GOL DEL VICENZA: imperiosa discesa di Giacomelli sulla sinistra conclusa da un cross a mezza altezza che Raicevic tocca mettendo dentro sul secondo palo

10′ ottavo corner per i biancorossi su cui Raicevic arriva a colpire di testa mandando sul fondo.  In precedenza Cinelli aveva esitato troppo senza andare al tiro, guadagnando solo il calcio d’angolo

13′ rapido contropiede delle rondinelle che alla fine con un gran sinistro di Embalo colpiscono il palo esterno

17′ ci prova Mazzitelli con una conclusione in diagonale che termina di molto sul fondo

25′ tentativo non troppo convinto di D’Elia che prova un sinistro che finisce sul fondo senza impensierire Minelli

27′ colpo di testa di Gagliardini su cross di D’Elia che si infrange clamorosamente sulla traversa a Minelli battuto

29′ proprio Gatto appena entrato ha una ottima occasione che però spreca calciando troppo debolmente su Minelli forse disturbato anche dal recupero di Coly

36′ ci prova H’Maidat da fuori area, il tiro  è centrale è Vigorito controlla

41′ cross in area biancorossa su cui svetta Dall’Oglio costringendo Vigorito alla respinta poi la difesa libera

45′+4′ fischia la fine Serra. Rissa in campo per i gesti del portiere Minelli verso la curva sud. Il portiere viene ammonito uscendo dal campo

Perde la gara un Vicenza dai due volti. Grande cuore nella ripresa che fa il paio con la svagatezza del primo tempo. Purtroppo i conti alla fine non tornano perchè almeno il pareggio era meritato.

 

Pagelle della partita "VICENZA-BRESCIA"

Vigorito 6: nulla può sulla carambola palo-gol della prima rete di Caracciolo. Il partito dei colpevolisti sul raddoppio è invece decisamente nutrito. Marino lo scagiona. Per noi il cross di Kupisz non era di semplice lettura e gli concediamo il beneficio del dubbio. Salvato dal palo sulla botta ravvicinata di Embalo evita il tris delle rondinelle sul colpo di testa di Dall’Oglio. Sampirisi 7: ritorna sulla corsia di destra a causa del forfait di Laverone. Dopo un primo inizio titubante per riprendere le misure è tra i più positivi e nella ripresa a tratti addirittura incontenibile. Purtroppo non basta. El Hasni 5: non ripete la buona prestazione vista con la Salernitana. Si fa sorprendere da Caracciolo in occasione del primo gol e non da sempre la sensazione di essere sicuro. Sulla seconda rete del Brescia sembra aspettarsi l’uscita di Vigorito e lascia saltare da solo l’avversario. In positivo una buona chiusura su Morosini che evita un’occasione gol. Mantovani 5,5: non arriva da lui il contributo di esperienza in campo che ci si aspetterebbe. Corresponsabile nel primo gol dove non raddoppia la marcatura sull’avversario in maniera efficace. D’Elia 6,5: spinge sulla sinistra con continuità e generosità come sua abitudine. Prova anche una conclusione da fuori ma si vede che non è la sua specialità. Gagliardini 6: riscatta un primo tempo sottotono con un secondo molto più continuo, andando vicino al gol con un colpo di testa sulla traversa.  Giocatore da recuperare al miglior condizione. Gatto 6: appena entrato subito una buona opportunità che non sfrutta a dovere, poi un colpo di testa che esce di poco. Modic 5,5: un’ora abbondante in campo in cui non riesce mai o quasi ad incidere in maniera significativa. Urso 6: nell’assalto finale il Vicenza mette in campo più cuore che geometrie, lui si adegua. Cinelli 6: una partita gagliarda in cui però pesano almeno un paio di opportunità interessanti per tempo non sfruttate a dovere e questo incide sul voto. Galano 5,5: siamo alle solite, frulla tanto, produce pochino. Non è neanche un problema di impegno che non è in discussione, ma dal contributo che ci si attende da lui negli ultimi quindici metri e che quasi mai arriva in maniera determinante. Raicevic 6,5: settimo gol stagionale, che però purtroppo stavolta non porta punti. La zampata con cui mette la palla alle spalle di Minelli è da bomber vero. Giacomelli 7: spina nel fianco della difesa del Brescia, si danna senza concedersi tregua per tutti i novanta minuti.  Mette all’attivo l’assist per il gol di Raicevic e prova un paio di volte senza gran successo la soluzione personale con il destro a giro ma la mira non lo assiste. Continua il rapporto difficile con gli arbitri (ammonito di nuovo per simulazione).

Pasquale Marino 6: è vero la prestazione anche stavolta non è mancata e, almeno per come ha giocato il secondo tempo, il risultato sta molto stretto al Vicenza.  La classifica però sta diventando sempre più critica e in futuro magari se non si riuscirà ad abbinare la prestazione ai punti siamo sicuri che anche lui preferirà portare a casa i punti. 


Arbitro: Marco Serra di Torino. Assistenti: Daniele Bindoni di Venezia, Marco Chiocchi di Foligno. Quarto ufficiale: Andrea Mei di Pesaro.

Ammoniti: El Hasni, Modic, Giacomelli (Vicenza); Kupisz, Martinelli, Lancini, Camilleri, Morosini, Minelli (Salernitana). Allontanato per proteste l'allenatore dei portieri del Vicenza, Senatore.

Spettatori: 6.730 totali per un incasso complessivo di 45.308 euro; 902 paganti (quota 8.843 euro) e 5.828 abbonati (per un rateo di 36.465 euro).

Possesso palla: 60 - 40

Tiri dentro/totali: 4/22 - 6/10

Palle giocate: 756 - 470

% passaggi riusciti: 68.4 - 52.0

Supremazia territoriale: 15'08'' - 06'30''

% protezione area: 59.6 - 51,6

% attacco alla porta: 48.4 - 40.4

% pericolosità: 54.9 - 49.9

Angoli: 12 - 1

Recuperi: 0' p.t., 4' s.t.

Maglia con toppa "Serie B-ConTe.it" e logo ESTEL: giocatori: biancorossa; portiere: verde.

Giornata soleggiata e piuttosto fredda, temperatura ad inizio gara di 5 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-SALERNITANA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-12-06
Partita: 
VICENZA-SALERNITANA
Risultato: 
0-0
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito, Laverone, Sampirisi, El Hasni, D’Elia; Gagliardini (56′ Urso), Modic, Cinelli; Galano, Gatto (84′ Pettinari), Giacomelli

A disposizione: Marcone, Pazienza, Sbrissa, Bianchi, Rinaudo, Crestani, Dal Dosso. Allenatore: Pasquale Marino


Formazione ospite: 

SALERNITANA (5-3-2) Terracciano, Colomba, Lanzaro, Bernardini, Emperueur, Rossi; Bovo, Moro, Odjer; Gabionetta (84′ Eusepi), Donnarumma (69′ Coda)

A disposizione: Strakosha, Pollace, Pestrin, Perrulli, Troianiello, Ronchi, Milinkovic.Allenatore: Vincenzo Torrente

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

8′ buon servizio in area di Bovo per Gabionetta che stoppa di petto e prova subito la girata, calciando alto

21′ angolo battuto dalla Salernitana su cui Bernardini all’altezza del secondo palo liscia la palla, ma l’occasione era buona per i campani

25′ sulla punizione calciata da Giacomelli la palla arriva a Modic che se la sposta sul sinistro e calcia a colpo sicuro trovando però la risposta di Terracciano

26′ si sveglia il Vicenza che con Gatto innesca Giacomelli al contropiede. Il diagonale che calcia l’attaccante appena entrato in area sfila davanti tutta la porta con Galano in ritardo di un niente per il tocco vincente

34′ tentativo di destro di Odjer che Vigorito ammortizza poi  El Hasni cicca il facile rinvio mandando in fallo laterale

40′ cross in area del Vicenza con colpo di testa finale di Donnarumma indirizzato verso il palo lontano. La palla esce sul fondo di qualche metro, controllata da Vigorito 

45′ si chiude senza recupero un primo tempo piuttosto bloccato. Vicenza che fatica a trovare gli spazi nella minuta difesa avversaria, Salernitana che si difende in maniera ordinata e che non disdegna di mettere ogni tanto il naso in avanti. Ne esce uno zero a zero che rispecchia il poco visto in campo

SECONDO TEMPO

2′ incredibile batti e ribatti in area campana, con conclusione finale di Galano che Cinelli  riesce solo a toccare ma non a deviare in porta da posizione ghiottissima

13′ ci prova subito Urso con un diagonale di destro che finisce distantissimo dalla porta di Terracciano

15′ sugli sviluppi di una punizione Laverone crossa in area dove El Hasni spizza di testa verso il secondo palo ma la palla esce sul fondo senza creare pericoli

22′ tentativo di destro di Gatto dal limite dell’area, ne esce un tiro angolato ma debole che Terracciano non ha difficoltà a gestire

24′ un destro di Odjer sugli sviluppi di un corner termina di molto distante dai pali di Vigorito

29′ lunga azione dei biancorossi iniziata con un cross di Cinelli che Galano aggancia in area senza riuscire a deviare verso la porta, Giacomelli recupera palla dalla parte opposta e sulla respinta del suo cross ci prova Modic sparando altissimo

43′ prolungata azione biancorossa con Modic che va alla conclusione finale, il suo sinistro smorzato da Lanzaro termina tra le braccia di Terracciano 

45′+1′ Galano sottomisura ha la palla sul destro ma calcia contro Terracciano, era un’ottima occasione 

45′+2′ niente da fare: rimane quella contro l’Ascoli l’unica vittoria al Menti finora in questa stagione. I biancorossi ci hanno anche provato soprattutto  nel secondo tempo ma si vede quanto manca un giocatore come Raicevic che possa finalizzare i tanti cross messi in area  

 

Pagelle della partita "VICENZA-SALERNITANA"

Vigorito 6,5: disputa una gara attenta in cui sbriglia con bravura un paio di situazioni che potevano diventare molto pericolose. Laverone 5,5: meno continuo del solito, disputa una gara in cui spesso è chiamato a tamponare, con qualche difficoltà, l’avversario di fascia Rossi. El Hasni 6,5: partita positiva in cui concede poco agli avversari. Sampirisi 6,5: chiude con tempestività e precisione due incursioni di Gabonetta nella ripresa, al termine la sua prova è più che sufficiente. D’Elia 6,5: primo tempo in cui combina poco. Cresce nella ripresa quando effettua due discese da applausi che spreca però al momento dell’ultimo passaggio. Gagliardini 5: non è in condizione, sbaglia troppo in fase d’appoggio e non incide nella manovra. Urso 6: niente di trascendentale, ma forse non è un caso che quando entra lui il Vicenza prende in mano le redini del match. Modic 6: meglio nella ripresa dove si guadagna la sufficienza. Nel primo tempo ha sul sinistro il pallone per sbloccare il match ma calcia troppo centrale. Cinelli 6: lotta e combatte con la consueta determinazione, ma perde mezzo voto perché sbaglia un gol che sembrava fatto. Galano 5.5: l’impegno e la voglia di fare non si discute, ma in una gara come quella con la Salernitana una sua invenzione poteva sbloccare il match. Ci ha provato ma non ci è riuscito. Gatto 5: da centravanti fa fatica perché non ha i movimenti e perché non sa giocare schiena alla porta. Vaga su tutto il fronte d’attacco senza costrutto. Pettinari s.v.: pochi minuti a disposizione per cambiare il match, probabilmente era un cambio da fare una decina di minuti prima. Giacomelli 6,5: poco nel primo tempo, ma nella ripresa è lui a mettere in difficoltà i campani. Prende un giallo immeritato che gli costerà la squalifica.

Pasquale Marino 6: fa con quello che ha in un momento in cui la squadra è in chiara difficoltà. Avrebbe potuto giocarsi prima la carta Pettinari, ma non è detto che le cose sarebbero cambiate. 

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo. Assistenti: Alessandro Raparelli di Albano Laziale, Damiano Margani di Latina. Quarto ufficiale: Livio Marinelli di Tivoli.

Ammoniti: Gagliardini, Cinelli, Giacomelli (Vicenza); Odjer, Bovo, Colombo (Salernitana).

Spettatori: 7.443 totali per un incasso complessivo di 55.933 euro; 1.644 paganti (quota 20.634 euro) e 5.799 abbonati (per un rateo di 35.299 euro).

Possesso palla: 58 - 42

Tiri dentro/totali: 4/11- 2/6

Palle giocate: 724 - 501

% passaggi riusciti: 68.0 - 53.9

Supremazia territoriale: 12'31'' - 07'32''

% protezione area: 60.0 - 51.1

% attacco alla porta: 48.9 - 40.0

% pericolosità: 40.6 - 23.8

Angoli: 3 - 2

Recuperi: 0' p.t., 2' s.t.

Maglia con toppa "Serie B-ConTe.it": giocatori: biancorossa; portiere: blu con bande orizzontali biancorosse.

Giornata fredda, temperatura di 7 gradi circa, terreno in buone condizioni.


Torneo: 
Serie B

TERNANA-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-11-28
Partita: 
TERNANA-VICENZA
Risultato: 
2-0
Reti: 
24′ Ceravolo (T), 51′ Falletti (T)
Stadio: 
Libero Liberati di Terni
Formazione locale: 

TERNANA (4-2-3-1) Mazzoni; Zanon, Gonzalez, Valjent, Vitale; Busellato (87′ Grossi), Zampa; Furlan, Falletti (78′ Signorelli), Ceravolo (59′ Gondo); Avenatti

A disposizione: Sala; Monteleone, Janse; Belloni, Dianda, Palumbo. Allenatore: Roberto BREDA


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Laverone, Sampirisi, Mantovani, D’Elia; Sbrissa (76′ Pettinari), Pazienza (45′ Urso), Cinelli (87′ Modic); Galano, Gatto, Giacomelli

A disposizione: Marcone; El Hasni, Rinaudo; Gagliardini, Crestani; Cecconello. Allenatore: Pasquale MARINO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

4′ sul primo angolo dell’incontro Valjent dimenticato da Pazienza va al tiro di piatto al volo colpendo male e alzando di poco oltre la traversa

7′ su colpo di testa di Zampa, respinto alla meglio da Vigorito va a rete Furlan ma Aureliano annulla per un fuorigioco dell’ex bassanese

8′ respinta svirgolata da Mantovani che mette Falletti in condizione di calciare al volo la palla termina molto alta. Brutto l’inizio gara del Vicenza che sta lasciando molto campo e iniziativa agli avversari senza riuscire a ripartire.

15′ ancora un colpo di testa rossoverde su calcio d’angolo. Stavolta è Zampa che alza oltre la traversa ma il Vicenza non riesce a contrastare gli avversari in queste occasioni

20′ lo schema su punizione libera Giacomelli al tiro in area ma l’attaccante cicca clamorosamente la sfera

22′ grave errore di Sbrissa a centrocampo che permette a Ceravolo di involarsi fino in area, l’attaccante rientra e calcia debolmente su Vigorito che blocca a terra

24' GOL DELLA TERNANA: meritato vantaggio dei rossoverdi che sugli sviluppi dell’ennesimo angolo vanno in gol con Ceravolo che sottomisura e liberissimo in area, batte di testa Vigorito

34′ sul primo calcio d’angolo della gara il Vicenza prova uno schema che si esaurisce in un passaggio sbagliato di Giacomelli che poi commette fallo. La reazione biancorossa per ora è più nervosa che produttiva. I tiri verso la porta di Mazzoni sono ancora zero

37′ su azione condotta da Ceravolo, Falletti prova il destro a giro trovando il prodigioso balzo di Vigorito che toglie la palla dall’angolino

45′ in chiusura di frazione è Galano a provarci con una conclusione dai venticinque metri che esce un metro dal palo di destra di Mazzoni. E’ il primo tiro in porta in tutta la prima frazione per i biancorossi

Finisce senza recupero il primo tempo. E’ un Vicenza che finora ha impressionato in negativo. Baricentro indietro fino al gol della Ternana e poi avanti nel tentativo di recupero  ma senza grande convinzione. Padroni di casa che conducono meritatamente e, bisogna dire, senza neanche tanto forzare. 

SECONDO TEMPO

46′ subito rossoverdi pericolosi in avanti con Sampirisi che sbroglia davanti a Vigorito

47′ palo dei rossoverdi su tiro cross di Vitale poi Avenatti prova sulla respinta, trovando ancora pronto Sampirisi a deviare in angolo

49′ ancora dagli sviluppi di un corner Falletti si libera di Giacomelli e fa partire un destro che plana di un niente lontano dal palo distante. Ancora Vicenza in grave difficoltà

51 GOL DELLA TERNANA: Galano viene anticipato a metà campo da Vitale che si invola e serve in profondità Falletti, rapido rientro sul destro dell’uruguaiano che evita il ritorno di Urso e fredda Vigorito sul secondo palo

54′ ci prova Giacomelli su punizione dalla lunga distanza ma il suo destro è forte ma contro la barriera 

58′ servizio di Galano per Giacomelli in area che rientra sul destro calciando però sull’esterno della rete

61′ azione personale di Sbrissa conclusa con un tiro centrale e debole che Mazzoni controlla senza problemi

63′ ancora una punizione per i biancorossi originata da un fallo su Galano. Ci prova Giacomelli che calcia altissimo

66′ rapido contropiede condotto da Avenatti che si allarga sulla sinistra e poi mette un cross che Gondo di testa mette in mano a Vigorito

68′ cross di Laverone verso Giacomelli che si coordina tentando una mezza rovesciata svirgolata che di fatto libera l’area

71′ sinistro da fuori di Galano che Mazzoni respinge in modo non esattamente ortodosso ma redditizio

77′ ancora Gondo di testa che non trova il bersaglio da posizione invitante 

80′ buona ripartenza di Gatto che fa tutto bene fino ad arrivare al limite dell’area dove esplode un destro che si perde alto sopra la traversa 

90′+2′ si coordina bene Urso per un tiro al volo dal limite che però finisce sul fondo ben distante dalla porta di Mazzoni

 

Pessima partita per in Vicenza spento e assolutamente poco propositivo.

 

Pagelle della partita "TERNANA-VICENZA"

Vigorito 6: gli avversari gli arrivano fin dal fischio d’avvio da tutte le parti e lui capisce subito che sarà un pomeriggio difficile. Incolpevole sui gol, compie un paio di buoni interventi e limita il passivo. Laverone 6: Ceravolo è un brutto cliente, ma sull’esterno non combina granché e quando l’attaccante degli umbri segna la marcatura spettava ad altri. In una giornata nera, Laverone è l’ultimo ad alzare bandiera bianca. Sampirisi 5,5: il meno peggio della linea difensiva, al centro cerca di mettere pezze anche se non sempre gli riesce. Mantovani 5: da un giocatore della sua esperienza ci si aspetta molto di più; come sette giorni fa sbanda e commette errori evidenti. Prende un altro giallo e stavolta sarà squalificato. D’Elia 5: soffre in difesa e si fa vedere poco e senza costrutto in attacco. Sbrissa 4,5: primo tempo da 4 in cui sbaglia tantissimo, ripresa da 5,5. La media fa comunque una prestazione nettamente insufficiente. Pettinari s.v.: entra tardi a partita largamente chiusa. Pazienza 5: è travolto, come tutto il Vicenza, dall’avvio della Ternana. Davanti alla difesa non riesce ad arginare gli assalti umbri che arrivano da tutte le parti. Marino lo toglie a fine primo tempo, ma il Vicenza della ripresa è ugualmente inguardabile. Urso 5: l’avvio della ripresa vede una sola squadra in campo e, come Pazienza, viene travolto. Non riesce a cambiare lo stato delle cose, ma probabilmente non ci sarebbe riuscito nemmeno uno come Pirlo. Cinelli 5: brutta partita, tutta in salita a rincorrere gli avversari senza riuscire aprenderli mai (dall’87’ Modic: s.v. tocca due palloni e l’arbitro fischia la fine della partita. Galano 5,5: non combina un granché, ma almeno corre e combatte. I risultati non sono sufficienti, ma è senza dubbio uno dei meno peggio. Gatto 5: Marino contava sulla sua velocità per mettere in difficoltà i difensori centrali della Ternana. Invece non gli arriva un pallone giocabile, e quindi si vede solo in un paio di spunti senza esito. Giacomelli 5: nel primo tempo ha una buona occasione, ma la spreca; nel complesso una prestazione anonima

Pasquale Marino 5: al termine del match è un misto di delusione e arrabbiatura. La prestazione del Vicenza a Terni è quasi inspiegabile, ma lui dovrà capire il perché e trovare le soluzioni. 

Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna. Assistenti: Marco Citro di Battipaglia, Tarcisio Villa di Rimini. Quarto ufficiale: Enzo Vesprini di Macerata.

Ammoniti: Busellato, Vitale, Zanon (Ternana); Mantovani (Vicenza).

Spettatori: 2.843 per un incasso di 21.681 euro di cui 1.114 paganti e 1.729 abbonati.

Possesso palla: 45 - 55

Tiri dentro/totali: 7/18 - 2/9

Palle giocate: 463 - 627

% passaggi riusciti: 53.9 - 64.6

Supremazia territoriale: 09'59'' - 09'01''

% protezione area: 56.3 - 45.7

% attacco alla porta: 54.3 - 43.8

% pericolosità: 62.0 - 26.3

Angoli: 10 - 3

Recuperi: 0' p.t., 3' s.t.

Maglia con toppa "Serie B-ConTe.it": giocatori: bianca; portiere: azzurra.

Giornata piuttosto calda e soleggiata, temperatura di circa 10 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-CESENA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-11-21
Partita: 
VICENZA-CESENA
Risultato: 
1-1
Reti: 
27′ Caldara (C), 40′ Galano (V)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Laverone, Sampirisi, Mantovani, D’Elia; Sbrissa (79′ Pazienza), Urso (89′ Modic), Cinelli; Galano, Pettinari (68′ Gatto),  Giacomelli

A disposizione: Marcone, El Hasni, Gentili, Cecconello, Rinaudo, Crestani. Allenatore: Pasquale MARINO


Formazione ospite: 

CESENA (4-3-3) Gomis; De Col, Capelli (90' Lucchini), Caldara, Renzetti; Kessie (57′ Cascione), Sensi, Kone; Molina, Ragusa (84′ Moncini), Garritano

A disposizione: Agliardi, Valzania, Tabanelli, Succi, Varano, Magnusson. Allenatore: Massimo DRAGO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

3′ incredibile errore di Giacomelli che servito altrettanto sciaguratamente da Caldara si presenta solo davanti a Gomis ma invece che calciare subito rientra sul destro per poi calciare altissimo in curva

5′ ancora i biancorossi vicini al gol e ancora Giacomelli che dopo un pregevole uno due con D’Elia calcia di sinistro trovando la risposta di  pungo di Gomis

10′ lancio nel cuore dell’area del Vicenza su cui si inserisce Garritano pizzicando la palla di testa che però viene controllata agevolemente da Vigorito

16′ buon movimento in area di Pettinari che contrastato riesce comunque a far arrivare  palla a Galano. L’esterno prova il tiro a giro che si spegne qualche metro distante dal palo di sinistra di Gomis

19' incertezza di Sampirisi a centrocampo che permette a Ragusa di innescare un pericolo contropiede, fortunatamente l’ultimo passaggio è troppo lungo e termina tra le braccia di Vigorito 

22′ penetrazione sulla sinistra di Galano che poco dentro l’area esplode il diagonale mancino che sorvola di un niente l’incrocio dei pali 

27' GOL DEL CESENA: Caldara che con un preciso diagonale supera Vigorito

30′ su angolo calciato da Galano svetta Urso ma il suo colpo di testa non trova lo specchio della porta

38′ ancora un’altra clamorosa occasione per i biancorossi con Galano che si inserisce tra i difensori su uno spiovente controlla palla entrando in area ma sul suo tiro si oppone Gomis in uscita mandando in corner

40' GOL DEL VICENZA: incursione sulla sinistra di Giacomelli che sul fondo riesce a far filtrare il pallone all’altezza dell’area piccola verso Cinelli che calcia in diagonale trovando pronto Galano a mettere dentro a porta vuota da pochi passi

Con nessun minuto di recupero Sacchi contestatissimo dal pubblico biancorosso fischia la fine del primo tempo. Una prima frazione in cui il Vicenza ha ben giocato creando moltissimo ma nella quale si era trovato immeritatamente sotto di  una rete. Il pareggio di Galano è arrivato a premiare giustamente le numerose occasioni create.

SECONDO TEMPO

52′ sulla punizione calciata da Sensi, salta più alto di tutti ancora Caldara che però incorna alto

54′ Galano cerca ancora la porta con un sinistro sul primo palo che esce con Gomis che controlla

70′ ci prova Garritano prima con il destro dal limite ribattuto da Laverone, poi subito con il sinistro che sfreccia di poco a lato

71′ rispondono subito i biancorossi con un destro al volo di Cinelli che sorvola la traversa di Gomis

72′ ancora il Vicenza con una lunga azione che viene conclusa da un tiro di Gatto dentro l’area che però è centrale e Gomis può parare agevolmente

83′ Gatto serve Giacomelli in area e l’esterno prova con una puntatina che colpisce l’esterno della rete 

90′  il calcio di punizione di Sensi, deviato dalla barriera termina in corner

90'+1' nel primo dei tre minuti di recupero ci prova Gatto con un destro dal limite che viene deviato in angolo da cui non scaturisce nulla

 

45′+3′ con il Vicenza in avanti per l’ultima proiezione offensiva del match Sacchi fischia la fine dell’incontro. Un pareggio tutto sommato giusto  ma che ha visto  il Vicenza farsi apprezzare maggiormente sul piano della manovra e delle occasioni soprattutto nel primo tempo.

 

Pagelle della partita "VICENZA-CESENA"

Vigorito 6: il giudizio è al limite del senza voto perché non viene mai severamente impegnato. Il gol arriva sull’unico vero tiro in porta che riceve e su cui nulla può. Laverone 6,5: bene la fase difensiva su un Garritano che pare il più pimpante dei trio offensivo dei romagnoli, si fa vedere spesso anche in avanti. Crescita confermata. Sampirisi 5,5: incertezze che non gli avevamo visto compiere nelle ultime gare, contro l’ex Ragusa che non brilla particolarmente, ma di cui patisce la dinamicità. Mantovani 5: responsabilità sul gol del vantaggio dei romagnoli con un pallone colpito di testa in maniera poco decisa. Poco brillante anche in fase di palleggio e in più si becca l’ammonizione che lo manda in diffida. D’Elia 6,5: doma senza grossi problemi il rientrante Molina. Sulla sinistra, come di consueto, il Vicenza crea le premesse per far spesso male all’avversario. Non a caso il gol nasce da quella fascia. Sbrissa 6: buona prova dell’azzurrino che si trova davanti un brutto cliente come Kone a cui non concede spazio in una sfida muscolare oltre che tecnica. Pazienza s.v.: pochi minuti in cui mette mette in mostra anche delle giocate di qualità, la speranza è che i problemi muscolari che lo assillano da inizio stagione possano terminare. Urso 6,5: non patisce particolari emozioni nella sfida contro la sua ex squadra e tiene disciplinatamente in mano le redini della mediana sbagliando pochissimi palloni. Se il dirimpettaio Sensi è valutato fior di quattrini, lui non sfigura di certo. Modic s.v.: neanche il tempo di rendersi conto di essere entrato e il match finisce. Cinelli 6,5: il capitano ci ha preso gusto e dopo i due di Livorno sforna un altro assist d’oro per il pareggio di Galano. Sempre più leader oltre che del centrocampo anche della squadra stessa. Galano 7: il più pericoloso dalle parti di Gomis che va ad impensierire tre volte prima di andare a bersaglio. Tra i più attivi anche nella ripresa. Il suo rientro è tra le note più positive di questa partita. Pettinari 6: sostituire il Raicevic di questi tempi non è semplice. Apre spazi ai compagni in una prova di sacrificio magari poco appariscente ma sicuramente utile. Gatto 6: sufficienza stiracchiata: si crea qualche spazio per andare al tiro, ma nel finale gestisce malino un paio di palloni da cui poteva nascere qualcosa di interessante. Giacomelli 6,5: tra scatti, finte, controscatti, ripartenze come al solito mette in croce il suo diretto avversario. Facesse gol ad ogni occasione che gli capita finirebbe i campionati tranquillamente in doppia cifra, gli manca solo il sangue freddo del bomber di razza.

Pasquale Marino 6,5: ancora una gara in cui il Vicenza si fa apprezzare più dell’avversario (di rango) sotto l’aspetto del gioco e delle occasioni e considerato che non ha ancora potuto schierare due formazioni uguali di fila, non è cosa da poco.

 

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata. Assistenti: Emanuele Prenna di Molfetta, Dario Cecconi di Empoli. Quarto ufficiale: Francesco Guccini di Albano Laziale.

Ammoniti: Sampirisi, Mantovani, Galano (Vicenza); Kessie, Konè, Cascione (Cesena).

Spettatori: 6mila circa, incasso non comunicato.

Possesso palla: 55 - 45

Tiri dentro/totali: 4/14 - 1/6

Palle giocate: 608 - 469

% passaggi riusciti: 66.0 - 57.5

Supremazia territoriale: 08'42'' - 08'06''

% protezione area: 68.6 - 52.3

% attacco alla porta: 47.7 - 31.4

% pericolosità: 47.6 - 30.7

Angoli: 7 - 4

Recuperi: 0' p.t., 3' s.t.

Maglia con toppa "Serie B-ConTe.it": giocatori: biancorossa; portiere: verde.

Giornata fredda, ventosa e piovosa, temperatura di 9 gradi circa, terreno in discrete condizioni.

Torneo: 
Serie B

LIVORNO-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-11-14
Partita: 
LIVORNO-VICENZA
Risultato: 
2-2
Reti: 
54′ Cazzola (L), 51' Raicevic (V), 65' D’Elia (V), 72' Vantaggiato (L)
Stadio: 
Alberto Picchi di Livorno
Formazione locale: 

LIVORNO (4-3-3) Pinsoglio; Moscati, Ceccherini, Vergara, Lambrughi; Luci, Schiavone, Cazzola (67′ Pasquato); Fedato, Jelenic (67′ Aramu), Vantaggiato

A disposizione: Ricci, Gonnelli, Calabresi, Gasbarro, Biagianti, Palazzi, Comi. Allenatore: Cristian PANUCCI

Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Laverone, Sampirisi, Mantovani, D’Elia; Modic (77′ Sbrissa), Urso, Cinelli; Gatto (85′ Pettinari), Raicevic, Giacomelli

A disposizione: Marcone, El Hasni, Rinaudo, Gentili, Pinato, Pazienza, Galano.Allenatore: Pasquale MARIN0

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

3′ cross di Jelenic da destra, Vantaggiato stacca tutto solo a centro area, buon impatto di testa, ma sfera alta sulla traversa

9′ punizione sulla fascia di destra del fronte d’attacco biancorosso, dieci metri fuori area. Calcia Urso, tentativo di schema con Giacomelli al limite, ma il tocco in area del fantasista biancorosso è fuori misura e finisce direttamente tra le braccia di Pinsoglio

Livorno che ha iniziato con piglio e intraprendenza, gli amaranto spingono da subito sull’acceleratore. Rissa nella curva occupata dai tifosi biancorossi. Coinvolte una decina di persone, scene già tristi abitualmente, ancor di più in una giornata come quella odierna

13′ Ceccherini prova dalla distanza, conclusione da dimenticare 

16′ primo angolo per la formazione di Marino. Dalla bandierina calcia Urso, palla fuori area per Laverone, che prova il destro, tiro potente che esce non di molto a lato

18′ confezionata ancora da Jelenic e Vantaggiato la seconda opportunità amaranto. Buon lavoro a destra del primo, cross basso, deviazione sottoporta del capocannoniere del campionato, Sampirisi provvidenziale nello smorzare la palla, che giunge innocua tra le braccia di Vigorito 

23′ Fedato dalla lunga distanza, conclusione assolutamente dimenticabile 

26′ secondo corner biancorosso. Calcia Giacomelli, tentativo di schema con tocco corto a Laverone, sbroglia facile la difesa toscana 

33′ reiterata azione d’attacco biancorossa. Gatto mette in mezzo due volte da destra, sulla prima Raicevic prova la girata (rimpallata), sul secondo cross ottimo lo stacco di testa di Giacomelli, ma sfera a lato 

35′ puntata centrale di Laverone, ma la conclusione dal limite è col piede sbagliato, il sinistro, e la palla finisce alle stelle

40′ punizione dai 25 metri, posizione centrale, per fallo su Urso. Ottimo il destro di Modic ad aggirare la barriera, vola plastico Pinsoglio e devia in angolo. Dalla bandierina nulla di fatto.

Violento scontro di gioco Ceccherini-Raicevic, restano entrambi a terra. Fischia Maresca, accorrono i sanitari, ma per fortuna nessuno dei due ha subito danni gravi. Partita piuttosto bloccata, che il Vicenza da qualche minuto sta interpretando meglio, dopo un inizio in sordina 

Fischia Maresca, il primo tempo finisce tra gli ululati del Picchi all’indirizzo della squadra e dei giocatori amaranto. Prima frazione non entusiasmante. Il Livorno parte arrembante, ma si spegne presto, dopo aver costruito due mezze occasioni con il duo Jelenic-Vantaggiato. Il Vicenza rintuzza e dalla metà del tempo si propone in avanti con più convinzione, trainato da un ottimo Cinelli, che recupera palloni su palloni e fa ripartire le azioni biancorosse. Bene il duo Mantovani-Sampirisi dietro, in crescendo la partita di Raicevic, Laverone e Giacomelli

SECONDO TEMPO

47′ Modic prova il cross basso in diagonale da destra, la difesa sbroglia in angolo prima dell’intervento di Giacomelli all’altezza del secondo palo. Corner senza esito

49′ punizione da sinistra del fronte d’attacco toscano, all’altezza del limite dell’area. Calcia Schiavone, palla che si infila in rete sul primo palo dopo un tocco di testa di Fedato, con Vigorito che non pare irreprensibile, fortunatamente per i biancorossi Maresca annulla per fuorigioco dell’attaccante livornese

51′ cross da destra, Giacomelli ci prova ancora di testa, palla troppo centrale, para Pinsoglio

54' GOL DEL LIVORNO: su un cross da destra, Cazzola ruba il tempo alla difesa vicentina e sottoporta trova il tocco vincente con Vigorito incolpevolmente immobile. Livorno in vantaggio

56' GOL DEL VICENZA: Cinelli incuneatosi in area dopo una rimessa laterale mette al centro per Raicevic, che in mezza rovesciata mette alle spalle di Pinsoglio

60′ primo angolo per i padroni di casa, sul cross dalla bandierina esce comodo in presa Vigorito

61′ ottima iniziativa di Gatto a destra, splendido pallone basso in area per Giacomelli, colpevole nel tardare troppo la conclusione, ribattuta dalla difesa. Il fantasista recupera la sfera e ci riprova dal limite, destro e palla alta sulla traversa

62′ altra incursione pericolosa dei biancorossi e difesa livornese che sbroglia in affanno in angolo. Senza esito il tiro dalla bandierina 

63′ cross da destra e Fedato, lasciato incredibilmente libero in area, prova la rasoiata in diagonale. Palla fuori di poco 

65' GOL DEL VICENZA: Splendido lavoro di Cinelli, che sulla trequarti difende palla spalle alla porta e attende D’Elia, che arriva come un treno a sinistra. Palla scaricata dal capitano al momento giusto, incursione in area dell’esterno e sinistro che manda la sfera sotto la traversa 

72' GOL DEL LIVORNO: su una punizione in fotocopia di quella del gol annullato al Livorno, la difesa concede un angolo. Sul tiro dalla bandierina la retroguardia biancorossa si fa trovare colpevolmente impreparata e Vantaggiato, sottoporta e in sospetta posizione di fuorigioco, trova il pari

78′ Giacomelli, destro dalla distanza, palla alta sulla traversa

80′ ribaltamenti di fronte continui. L’angolo questa volta è per la formazione amaranto, nessun pericolo per Vigorito

83′ Sbrissa, sinistro dal limite, tutto facile per Pinsoglio che blocca a terra

86′ incursione in area da destra di Aramu, che prima si fa ribattere il cross, poi conclude direttamente verso la porta, sfera abbondantemente a lato

88′ ancora una punizione di Schiavone da sinistra, palla non velenosa in area che Vigorito controlla facile. Sull’azione successiva tiro-cross da sinistra di Fedato, sfera su fondo

90’+1′ Punizione dal limite, palla vicino al vertice sinistro dell’area. Calcia ancora Schiavone, destro che supera la barriera, Vigorito para in due tempi 

 

Pagelle della partita "LIVORNO-VICENZA"

Vigorito 6: sui due gol nulla può, poi non viene coinvolto in modo trascendentale nel match. Non appare decisissimo in occasione del gol di Fedato, fortunatamente annullato per il fuorigioco dell’ex barese. Laverone 6,5: nel primo tempo ripropone almeno in un paio di circostanze l’azione finalizzata dal cross sul primo palo per Cinelli che fu vincente con l’Ascoli, ma la difesa del Livorno è più attenta di quella bianconera. Cerca gloria personale con un tiro che finisce alto da buona posizione. Solo nel finale un po’ in affanno, quando è costretto al fallo da ammonizione per fermare Pasquato. Sampirisi 7: sembra sempre più a suo agio nel ruolo di centrale. Vantaggiato si vede un paio di volte ad inizio match poi viene annullato fino al gol, dove la palla sbuca da un nugolo di gambe ma sulla posizione dell’ex padovano è forte il sospetto del fuorigioco. Mantovani 6: si fa sentire ad inizio partita con un intervento da giallo su Vantaggiato, poi non deve disimpegnarsi in interventi particolarmente difficili. D’Elia 7: dopo esserci andato vicino due volte la settimana scorsa finalmente trova il primo bersaglio in maglia biancorossa con un gran sinistro in corsa sotto traversa. Buona prova sia in avanti che in copertura su un avversario tosto come Jelenic. Urso 6: spostato in posizione di interno trova qualche difficoltà maggiore rispetto al solito. Manca qualche copertura e non è sempre pulito nella gestione della palla. Modic 6: il serbo palla al piede si esibisce in giocate con il telecomando ma alle volte il suo passo è un po’ troppo cadenzato per gare combattute come quelle di B e in questo deve crescere. Dopo l’espulsione di Raicevic Marino lo sacrifica per dare più sostanza alla mediana. Sbrissa 6: una ventina di minuti, compreso il recupero con compiti di contenimento ma durante i quali riesce anche ad andare al tiro, anche se il suo sinistro è debole e centrale. Cinelli 7: il capitano è sempre più punto di riferimento della squadra. E’ lui a mandare in gol prima Raicevic poi D’Elia. Premiato a buon diritto a fine gara come migliore in campo di entrambe le squadre. Gatto 6: qualche buono spunto e un paio di buoni cross in area che mettono in difficoltà la difesa toscana, ma alla fine dei conti da lui ci si aspetta di più in pericolosità negli ultimi quindici metri. Pettinari sv: ancora pochi spiccioli in campo, l’espulsione di Raicevic potrebbe garantirgli un minutaggio maggiore nelle prossime gare. Raicevic 5,5: una buona gara e il sesto gol trovato con un sinistro al volo di pregevole fattura, rovinati da un gesto inconsulto che mette in difficoltà la squadra negli ultimi minuti di gara e anche per le prossime partite, perchè un altro attaccante con le sue caratteristiche in squadra non c’è. Giacomelli 6,5: garantisce la consueta vivacità e le adeguate coperture sulla sinistra. Ha una buona occasione che non sfrutta temporeggiando troppo per spostarsi la palla sul piede buono e qui si vede come ancora gli manchi l’istinto del bomber.

Pasquale Marino 6,5: il Vicenza da la sensazione di essere più squadra del Livorno. Nella parte finale del primo tempo e in quella centrale della ripresa si vedono soprattutto i biancorossi. Andare ad imporre il pari in un campo difficile come il Picchi è senza dubbio meritorio e se alla fine delle due formazioni quella che esce con più rammarico è il Vicenza, qualcosa vorrà pur dire.

 

Arbitro: Fabio Maresca di Napoli. Assistenti: Vincenzo Soricaro di Barletta, Gaetano Intagliata di Siracusa. Quarto ufficiale: Giosuè Mauro D'Apice di Arezzo.

Espulso: al 75' Raicevic (Vicenza) per condotta violenta. 

Ammoniti: Luci, Ceccherini, Cazzola, Fedato (Livorno); Mantovani, Laverone, Pettinari (Vicenza).

Spettatori: 5.760 per un incasso di 32.332 euro di cui 1.397 paganti (per una quota di 11.471 euro) e 4.363 abbonati (per un rateo di 20.861 euro.

Possesso palla: 54 - 46

Tiri dentro/totali: 4/9 - 5/12

Palle giocate: 546 - 478

% passaggi riusciti: 67.2 - 61.4

Supremazia territoriale: 09'39'' - 06'31''

% protezione area: 50.0 - 56.1

% attacco alla porta: 43.9 - 50.0

% pericolosità: 47.5 - 48.4

Angoli: 4 - 7

Recuperi: 3' p.t., 3' s.t.

Maglia con toppa "Serie B-ConTe.it": giocatori: bianca; portiere: azzurra.

Giornata calda e soleggiata, temperatura di circa 19 gradi.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-ASCOLI

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-11-07
Partita: 
VICENZA-ASCOLI
Risultato: 
3-0
Reti: 
7′ Cinelli (V), 17′ Raicevic (V), 43′ Vita (V) su rigore
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Laverone, Sampirisi, Mantovani, D’Elia; Sbrissa (85′ Modic), Urso, Cinelli; Vita, Raicevic (73′ Pettinari), Giacomelli (81′ Gatto)

A disposizione: Marcone, El Hasni, Gentili, Rinaudo, Pinato, Gora. Allenatore: Pasquale MARINO

Formazione ospite: 

ASCOLI (4-3-3) Lanni; Almici, Milanovic, Canini, Antonini (45′ st Addae); Altobelli (29′ Pecorini), Berrettoni (77′ Bellomo), Jankto; Petagna, Perez, Grassi

A disposizione: Svedkauskas, Mengoni, Cinaglia, Frediani, Caturano, Del Fabro.Allenatore: Devis MANGIA

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

3′ tentativo in diagonale di Berrettoni che esce un paio di metri a lato della porta alla destra di Vigorito

5′ ancora i bianconeri con un destro di Perez che termina sul fondo con Vigorito in controllo

7' GOL DEL VICENZA: ottima combinazione sulla destra con Vita che manda sul fondo Laverone che effettua un assist rasoterra all’indietro su cui si avventa Cinelli che di piatto batte Lanni per il suo primo gol stagionale

10′ Raicevic in area di rigore tenta una mezza rovesciata che però è sbilenca e si alza oltre la traversa

14′ punizione di Grassi che colpisce la traversa a Vigorito battuto, sulla respinta arriva Sbrissa a mettere in angolo 

16′ ancora una buona occasione per i marchigiani con Grassi che serve in profondità Perez, contrastato all’ultimo da Mantovani poi Sampirisi perfeziona il recupero rinviando in fallo laterale 

17' GOL DEL VICENZA: ancora assist di Laverone con cross perfetto dalla destra su cui svetta il montenegrino che incorna alle spalle di Lanni 

22′ tiro cross di Laverone bloccato da Lanni

23′ rapido contropiede portato da D’Elia che entra in area poi rientra sul destro per tirare ma il piede non buono lo tradisce e la conclusione debole viene respinta in angolo dal recupero di Almici

26′ biancorossi vicini al terzo gol: Vita si libera bene in area ma la sua conclusione viene ribattuta ed e ancora D’Elia a mangiarsi il tris con un tiro debole sulla respinta che termina tra le braccia di Lanni

32′ occasione per l’ex Petagna che da prova il tiro dal limite che viene ammortizzato da Sampirisi permettendo a Vigorito di uscire e bloccare in tuffo basso 

35′ ancora Grassi su punizione, più o meno dalla stessa posizione di prima, stavolta la conclusione a giro termina oltre la traversa

38′ la punizione calciata da D’Elia trova Mantovani sul secondo palo ma la conclusione di testa del difensore non inquadra la porta 

43′ GOL DEL VICENZA: Vita si libera della guardia di Antonini in area e il difensore lo stende causando il rigore. Sul dischetto lo stesso Vita realizza spiazzando Lanni sulla sinistra 

45′+2′ termina il primo tempo con i biancorossi in vantaggio di tre reti. La partita pare messa in ghiaccio dal rigore di Vita con un Ascoli che ha creato delle occasioni in avanti ma dietro pare in grossa difficoltà. Biancorossi che invece hanno dato l’impressione di essere molto più tonici e finalmente efficaci anche in avanti. 

SECONDO TEMPO

50′ errore di superficialità della difesa biancorossa a cui rimedia Sampirisi con un intervento in scivolata su Perez

52′ diagonale di Giacomelli che trova l’opposizione coi piedi di Lanni

54′ cross di Cinelli su cui Raicevic è troppo avanzato per colpire, interviene in sforbiciata Vita che però conclude sul fondo

53' lungo lancio di Vita che trova Giacomelli sulla sinistra pronto a stoppare di petto e tirare ma la sua battuta trova una deviazione in corner

57′ punizione ben calciata a giro sopra la barriera da Giacomelli ma intuisce Lanni che blocca all’altezza del primo palo

74′ penetrazione centrale di Berrettoni nel cuore dell’area, fermata da Vigorito che esce sui piedi dell’ex bassanese 

88′ azione personale di Gatto in accelerazione conclusa con un gran destro che esce a fil di palo

90′+1′ diagonale di Laverone intercettato con il ginocchio da Pettinari che per poco non trova lo specchio della porta

90′+2′ vola Vigorito a deviare in angolo il colpo di testa di Jankto che pareva destinato in fondo al sacco.

90′+3′ conclusione centrale di Bellomo, Vigorito blocca  

 

Pagelle della partita "VICENZA-ASCOLI"

Vigorito 6: si mette alle spalle l’infelice partita di Cagliari. Salvato da santa traversa sulla punizione di Grassi è bravo nel finale a negare il gol della bandiera a Jankto. Qualche brivido nella gestione palla con i piedi. Laverone 7,5: torna il re degli assist che conoscevamo nella scorsa stagione, mandando a rete Cinelli (!) e Raicevic. Martella la fascia per tutti i novanta minuti più recupero, tanto che al 91′ ha ancora energie per farsi vedere in avanti al tiro, dimostrando quella freschezza atletica che in passato ne aveva contraddistinto il brillante rendimento. Sampirisi 6,5: buon primo tempo dell’ex genoano che in almeno un paio di circostanze è determinante a togliere le castagne dal fuoco in area biancorossa. Nella ripresa qualche svagatezza in più giustificata dal risultato. Mantovani 6,5: contiene la vivacità di Perez fino a quando la partita resta viva, poi di esperienza va in gestione del risultato. D’Elia 6,5: ha due occasioni giganti per cancellare lo zero dalla casella delle reti segnate in biancorosso ma, sfortunatamente per lui, gli capitano tutte e due sul destro. Per il resto poche difficoltà a contenere l’Ascoli sulla sua zona di competenza. Sbrissa 6,5: l’under 20 mette in campo l’esuberanza della gioventù e argina e riparte senza sosta. Ottimo nel secondo tempo un recupero in area su Perez che altrimenti avrebbe calciato a botta sicura verso la porta di Vigorito. Modic sv: pochi minuti in campo nel finale. Urso 7: coordina le operazioni sulla mediana, garantendo la giusta dose di aggressività dividendosi in copertura tra Grassi e Berrettoni. Cinelli 7,5: finalmente il capitano si sblocca, piazzando il piattone alle spalle di Lanni aggiungendo alla consueta gara di quantità e qualità anche la sua marcatura personale.  Secondo tempo sul velluto con il risultato in ghiaccio. Vita 7,5: vince il ballottaggio con Gatto e parte titolare ma, soprattutto, non fa rimpiangere l’infortunato Galano. Assieme a Laverone mette in croce il fronte sinistro dei bianconeri in particolare Antonini che commette su di lui il rigore che chiude la gara. Ottima la trasformazione del penalty per il suo battesimo del gol in biancorosso. Raicevic 7: lui, che dice che il colpo di testa non è il suo forte, realizza una rete incornando prepotentemente alle spalle di Lanni il cross di Laverone. Sempre attivo nel proteggere palla e aiutare la manovra vince il personale derby serbo-montenegrino con l’ex Milanovic. Pettinari 6: il primo cambio di Marino arriva dopo l’ora abbondante e il match è ormai abbondantemente chiuso. Giacomelli 6,5: trova in Almici una guardia attenta. Sembra rifiatare un po’ dopo l’inizio stagione da urlo ma termina comunque con i crampi. Ci prova su punizione senza sorprendere Lanni. Gatto sv: la voglia matta dimostrata con l’azione personale che sfocia in un destro a fil di palo.

Pasquale Marino 7: la prima vittoria in casa della stagione sarà sicuramente una liberazione anche per lui nonostante nelle precedenti gare (Novara a parte) la prestazione non sia mai mancata. La scelta di Vita si rileva azzeccata ed il Vicenza non mostra di patire le assenze comunque non trascurabili.


Arbitro: Daniele Martinelli di Roma 2. Assistenti: Antonino Santoro di Catania, Stefano Bellutti di Trento. Quarto ufficiale: Giampaolo Mantelli di Brescia.

Ammoniti: Laverone, D'Elia (Vicenza); Perez, Almici, Berrettoni (Ascoli).

Spettatori: 7.275 totali per un incasso complessivo di 51.920 euro; 1.491 paganti (quota 16.709 euro) e 5.784 abbonati (per un rateo di 35.211 euro).

Possesso palla: 57 - 43

Tiri dentro/totali: 7/16 - 4/13

Palle giocate: 641 - 527

% passaggi riusciti: 69.9 - 64.8

Supremazia territoriale: 08'42'' - 09'03''

% protezione area: 41.6 - 51.3

% attacco alla porta: 48.7 - 58.4

% pericolosità: 67.9 - 32.0

Angoli: 6 - 3

Recuperi: 2' p.t., 3' s.t.

Maglia con toppa "Serie B-ConTe.it": giocatori: biancorossa; portiere: azzurra.

Giornata calda e soleggiata, temperatura di 19 gradi circa, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

CAGLIARI-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-11-02
Partita: 
CAGLIARI-VICENZA
Risultato: 
2-0
Reti: 
25′ Ceppitelli (C), 89′ Di Gennaro (C)
Stadio: 
Sant'Elia di Cagliari
Formazione locale: 

CAGLIARI (4-3-1-2) Storari; Pisacane, Krajnc, Ceppitelli, Murru; Dessena, Di Gennaro, Fossati; Farias (65′ Joao Pedro), Melchiorri (76′ Cerri), Giannetti (69′ Tello).

A disposizione: Colombo, Cragno, Benedetti, Salamon, Barella, Deiola. Allenatore: Maurizio RASTELLI

Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Laverone, Sampirisi, Mantovani, D’Elia (85′ Pettinari); Sbrissa (74′ Vita), Urso, Cinelli; Galano (76′ Gatto), Raicevic, Giacomelli.

A disposizione: Marcone, El Hasni, Pinato, Gentili, Modic, Rinaudo. Allenatore: Pasquale MARINO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

6′ lungo cross di Laverone su cui salta Giacomelli defilato rispetto al secondo palo, il colpo di testa dell’attaccante è impreciso e si perde sul fondo

11′ Cinelli libera l’area con un colpo di testa, sulla respinta ci prova Farias con il destro al volo che però non trova la luce della porta

15′ ci prova ora Sbrissa che si libera con un bel movimento di Di Gennaro e poi spara il destro mandando però fuori bersaglio. Finora partita abbastanza bloccata. Non ci sono state ancora vere e proprie occasioni da rete degne di tale nome

18′ pericolosa rovesciata di Giannetti sul secondo angolo per il Cagliari con la scarpa dell’attaccante che colpisce in testa Urso, fortunatamente senza conseguenze per il biancorosso 

20′ Raicevic spizza di testa un fallo laterale battuto da D’Elia, l’errato disimpegno di Ceppitelli mette in condizione Cinelli di battere a rete ma il destro del centrocampista si perde oltre la traversa 

25' GOL DEL CAGLIARI: sugli sviluppi di un corner Murru dalla sinistra pesca in area Ceppitelli che colpiusce di testa e mette alle spalle di Vigorito

30′ su angolo regalato da Vigorito il Cagliari cerca la soluzione da fuori di Fossati che però è centrale e Vigorito blocca

32′ violenta conclusione di Di Gennaro dai venti metri che cade poco oltre la traversa con Vigorito proteso in tuffo

38' tentativo di Giannetti con un velleitario sinistro dai venti metri che si spegne sul fondo distante dai pali

45′ finisce il primo tempo con il Vicenza sotto di una rete. Prima frazione che non si è giocata su ritmi troppo elevati ma forse proprio questo ha favorito i padroni di casa che sui ritmi bassi hanno maggiore capacità di palleggio anche se alla fine la partita si è sbloccata su un colpo di testa in un’azione nata da un corner.

SECONDO TEMPO

49′ lungo cross di Giacomelli su calcio di punizione dalla sinistra, salta Mantovani che tocca ma non trova la porta

50′ diagonale di Dessena poco oltre l’area che Vigorito può bloccare in presa

57′ buon cross di Laverone su cui svetta Raicevic anticipando Ceppitelli ma senza riuscire ad imprimere alla palla la direzione vincente 

61′ ottima occasione per il Vicenza con Galano che sceglie malissimo la soluzione calciando un sinistro centrale su Storari invece che provare a controllare e creare qualcosa di più pericoloso, ignorando anche Laverone che stava arrivando alla sua destra

68′ brutta palla persa da Laverone che permette al Cagliari di servire Giannetti in area che si gira ma tira debolmente tra le braccia di Vigorito 

72′ azione pericolosa dei due nuovi entrati con Tello che penetra sulla destra dell’area di rigore e mette indietro verso Joao Pedro che conclude sul fondo 

86′ botta dalla distanza di Joao Pedro che Vigorito respinge in maniera poco ortodossa, sulla respinta Murru è in fuorigioco, sarebbe stato solo davanti al portiere

89' GOL DEL CAGLIARI: punizione calciata da Di Gennaro che trova la complicità di Vigorito che si fa piegare le mani su un tiro che non pareva irresistibile

90′+4′ termina la gara. Il Cagliari fa sei su sei, il Vicenza perde la terza gara della sua stagione, giocando una prova generosa ma insufficiente a fermare un avversario più forte tecnicamente  

 

Pagelle della partita "CAGLIARI-VICENZA"

Vigorito 5: nel primo tempo regala un corner al Cagliari facendosi sfuggire un pallone innocuo che stava terminando sul fondo; nella ripresa para in stile pallavolistico un tiro centrale dai trenta metri, ed infine regala il gol a Di Gennaro andando goffo e in ritardo su un pallone non irresistibile. Laverone 6: patisce all’inizio come tutto il Vicenza, ma poi cresce alla distanza e soprattutto nella ripresa dalla sua fascia nascono i pericoli più nitidi per il Cagliari. Sampirisi 6,5: confermato da centrale, gioca una gara attenta senza errori e disattenzioni. Mantovani 6,5: il più positivo in difesa dove mostra personalità e voglia di non mollare. Nel gol di Ceppitelli è nei paraggi del centrale del Cagliari, ma non spettava a lui ostacolare lo stacco prepotente del difensore dei sardi. D’Elia 5,5: non la sua partita, né in fase difensiva né in quella offensiva. Il Cagliari da quella parte chiude bene gli spazi e di lui non si ricorda nessuna azione pericolosa. Pettinari s.v.: entra e Di Gennaro chiude il macth. Sbrissa 5,5: la voglia di mettersi in mostra è tanta, i risultati inversamente proporzionali. Pasticcia troppo, becca un giallo evitabile, e Marino lo toglie. Vita 6: voto più di incoraggiamento che per quanto ha mostrato in campo. Urso 6,5: gioca al posto di Pazienza e lo fa con personalità ed efficacia. Ci prova da fuori, e su un suo sinistro Storari è bravo a salvare la porta del Cagliari. Cinelli 6: lotta mettendo a disposizione della squadra le sue qualità. Esibisce una partita positiva, anche se nel primo tempo ha un buon pallone che calcia alto con troppa precipitazione. Galano 6: prova in crescita rispetto alle ultime. Riesce a guadagnare il fondo e a mettere in area avversaria un paio di palloni pericoli sui quali è attenta la difesa avversaria. Ha una buona occasione ad inizio ripresa ma con il sinistro, il suo piede preferito, calcia debole e centrale. Gatto 5,5: gioca da esterno alto ma non riesce ad incidere nel match. Raicevic 6: contro Ceppitelli e Krajnc ha vita difficile ma lui combatte su tutti i palloni. Nella ripresa si costruisce una palla gol, ma il suo tiro è respinto dalla difesa del Cagliari. Giacomelli 6: stavolta combina poco anche perché da quella parte Rastelli ordina a Dessena di raddoppiare sempre su di lui. Non funziona nemmeno il consueto dai e vai con D’Elia tanto che a sinistra il Vicenza non sfonda mai

Pasquale Marino 6: la squadra è timorosa nel primo tempo, molto più propositiva nella ripresa. Contro un Cagliari più forte prova a portare a casa un punto, ma alla fine deve arrendersi alla superiorità dell’avversario. 


Arbitro: Luigi Nasca di Bari. Assistenti: Giovanni Colella di Padova, Lorenzo Gori di Arezzo. Quarto ufficiale: Antonio Giua di Pisa.

Ammoniti: Farias, Giannetti, Dessena (Cagliari); Mantovani, Sbrissa, Urso (Vicenza).

Spettatori: 13mila circa (con 4.400 abbonati) per un incasso complessivo di 91mila euro.

Possesso palla: 51 - 49

Tiri dentro/totali: 6/14 - 1/10

Palle giocate: 554 - 522

% passaggi riusciti: 62.2 - 57.6

Supremazia territoriale: 08'44'' - 09'03''

% protezione area: 63.0 - 48.7

% attacco alla porta: 51.3 - 37.0

% pericolosità: 54.9 - 22.5

Angoli: 6 - 7

Recuperi: 0' p.t., 4' s.t.

Maglia con toppa "Serie B-ConTe.it": giocatori: bianca; portiere: azzurra.

Serata con vento che ha infastidito i giocatori, temperatura di circa 19 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

TRAPANI-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-10-27
Partita: 
TRAPANI-VICENZA
Risultato: 
1-2
Reti: 
20′ Giacomelli (V), 23′ Gagliardini (V), 85′ De Vita (T)
Stadio: 
Polisportivo Principale di Trapani
Formazione locale: 

TRAPANI (4-3-1-2) Nicolas; Fazio, Perticone, Scognamiglio, Rizzato; Scozzarella (83′ De Vita), Ciaramitaro, Basso (62′ Eramo); Coronado; Montalto, Citro (70′ Sparacello)

A disposizione: Fulignati, Pagliarulo, Pastore, Accardi, Raffaello, Cavagna. Allenatore: Serse COSMI

Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Laverone, Sampirisi, Mantovani, D’Elia; Gagliardini (45′ st Sbrissa), Pazienza, Cinelli; Galano (67′ Vita), Raicevic, Giacomelli (87′ Gatto)

A disposizione: Marcone, Rinaudo, El Hasni, Pinato, Modic,  Pettinari. Allenatore: Pasquale MARINO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

5′  punizione dal vertice sinistro dell’area di rigore calciata da Scozzarella, il tiro a giro trova Vigorito pronto a coprire sul primo palo

15′ brutto retropassaggio di Gagliardini verso Pazienza che rinvia contro Citro che può così scendere sul fondo e mettere un cross che fortunatamente Vigorito blocca a terra in tuffo

12′ su azione d’angolo, colpo di tacco di Basso che libera Scozzarella al cross dalla destra, salta Montalto che sfiora di testa ma la palla termina sul fondo distante dai pali 

17′ Giacomelli tenta una sorta di tiro cross centrale che arriva tra le braccia di Nicolas che controlla la sfera senza affanni 

20' GOL DEL VICENZA: lungo lancio di Pazienza controllato perfettamente da Giacomelli che entra in area e all’altezza del primo palo fulmina Nicolas con una puntata a fil di palo

23' GOL DEL VICENZA: ancora Giacomelli sulla sinistra dell’area serve al centro Raicevic che controlla e cede indietro per Cinelli, il tiro del centrocampista viene respinto da Nicolas ma sul pallone arriva Gagliardini che mette dentro da pochi metri

29′ lungo cross di Citro che trova Rizzato dalla parte opposta dell’area, il tiro dell ‘esterno è ribattuto da Vigorito

30′ ancora i padroni di casa con Scozzarella su punizione che trova Sconamiglio il cui colpo di testa centrale non sorprende il portiere biancorosso

35′ Giacomelli serve fuori area per l’accorrente Galano che cicca clamorosamente la facile conclusione, ci prova allora Raicevic il cui tiro deviato arriva a D’Elia pronto a mettere dentro da pochi passi ma in posizione di evidente fuorigioco.

41′ lungo lancio verso Giacomelli che appena palla tocca terra calcia di prima intenzione dai dodici metri sfiorando il palo distante della porta di Nicolas. Sarebbe stato un gol da urlo 

SECONDO TEMPO

52′ scontro aereo tra Raicevic e Fazio che rimangono a terra, l’arbitro ferma il gioco ma non ci sono conseguenze per i due giocatori nonostante la reciproca capocciata

54′ cross di Citro respinto da Sampirisi, sulla palla torna lo stesso Citro che prova l’esterno sinistro ciabattando sul fondo 

61′ siciliani vicinissimi al gol con una punizione di Scozzarella che Vigorito non trattiene, sulla palla arriva Coronado che gira a rete con Sampirisi che rinvia sulla linea di porta

73′ ancora padroni di casa vicinissimi al gol con Sparacello che allarga per Ciaramitaro che fa velo per Eramo che fa partire un diagonale che esce di pochissimo a Vigorito battuto

78′ ci prova Montalto con una punizione dai venticinque metri toccatagli da Scozzarella ma la conclusione è centrale e Vigorito controlla accartocciandosi sulla palla

82′ tiro di alleggerimento  di Vita che prova al volo sulla respinta di Nicolas ma la palla termina lontanissima dalla porta 

83′ Sbrissa ci prova dal limite dell’aera ed è molto più pericoloso del compagno costringendo Nicolas a volare per deviare in angolo 

85' GOL DEL TRAPANI: palla persa al limite dell'area da Pazienza con De Vita che è bravo a girarsi e battere Vigorito con un preciso collo destro sul palo distante

 

Pagelle della partita "TRAPANI-VICENZA"

Vigorito 6: non deve compiere interventi particolarmente difficili, è attento su tutti i palloni ma commette un errore grave su un tiro di Scozzarella che gli sfugge banalmente; è fortunato perché nel proseguimento dell’azione Sampirisi salva sulla linea. Nulla può sul gol di De Vita. Laverone 6: copre bene la fascia di competenza, contenendo bene le avanzate di Rizzato. Gara attenta e determinata. Sampirisi 6,5: ancora centrale si adatta bene ad un ruolo che non è il suo. Spazza via dall’area tutti i palloni pericolosi, non concede spazi a Montalto e mostra personalità nel sofferto finale. Mantovani 6: dopo due prestazioni insufficienti torna a disputare una buona partita mettendo a disposizione della squadra la sua esperienza. Qualche sofferenza di troppo nei palloni alti che spiovono in area, ma le difficoltà non sono solo le sue. D’Elia 6: meglio che a Vercelli e di venerdì scorso contro il Novara; soffre un po’ Basso, ma al tirar delle somme la sua prova è sufficiente. Gagliardini 6,5: tiene bene la posizione in mezzo al campo dove nel primo tempo il Vicenza domina. Segna da opportunista il 2 a 0, poi è costretto ad uscire a causa di un colpo alla coscia. Sbrissa 6,5: entra subito in partita rubando palla e ripartendo in mezzo al campo. Ha la palla dello 0 a 3 ma sul suo destro a giro è bravo Nicolas a deviare in angolo. Pazienza 6,5: bentornato. Dopo i problemi fisici ai flessori, pare completamente recuperato e il suo peso e la sua esperienza in mezzo al campo si notano. Ottimo il lancio che pesca Giacomelli nell’azione del primo gol, cala, come tutta la squadra, nel finale ma non giocava una partita intera da tempo e quindi è normale che la sua condizione atletica non sia al top. Cinelli 6,5: un altro che riscatta la brutta prova di venerdì scorso. Per un’ora attacca e difende, nella parte finale contribuisce a portare a casa la vittoria mettendo in campo tanta determinazione. Galano 5,5: niente da dire dal punto di vista dell’impegno, ma il vero Galano è un’altra cosa. Gioca troppo da solo e perde tanti palloni, in un paio di casi favorendo il contropiede avversario. Marino vede e lo toglie, ma come tutti nell’ambiente biancorosso spera nella crescita di un giocatore che ha i mezzi per fare la differenza. Vita 6: si piazza a destra per coprire la fascia ed impedire al Trapani di sfondare. Svolge il compito con sufficiente diligenza. Raicevic 5,5: partita difficile in cui fa a sportellate con Perticone e Scognamiglio. Su assist di Giacomelli ha un buon pallone da battere in porta ma non trova il tempo per calciare: nel finale cerca di tenere alta la squadra ma anche in questo ha mostrato di saper fare meglio altre volte. Giacomelli 7,5: segna il gol che spacca la partita, serve a Raicevic un assist che il montenegrino non sfrutta e sfiora la doppietta con un destro che esce che esce di poco a Nicolas battuto. Per un’ora è imprendibile, poi paga l’attacco influenzale che l’ha costretto a saltare il Novara. Alla fine anche Cosmi si complimenta con l’ex pescarese. Gatto s.v.: pochi minuti in cui cerca di tenere lontano il pallone dall’area di rigore biancorossa.

Pasquale Marino 7: la squadra si riscatta con un’ora di ottimo livello e, pur soffrendo nel finale, porta a casa tre punti d’oro. Alla vigilia aveva chiesto un pronto riscatto, la squadra ha subito risposto alle sollecitazioni del tecnico biancorosso che dimostra con i fatti, se mai ce ne fosse stato bisogno, di aver ben in pugno la situazione.

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino. Assistenti: Marco Zappatore di Taranto, Francesco Disalvo di Barletta. Quarto ufficiale: Daniele Martinelli di Roma 2.

Ammoniti: Scozzarella, De Vita, Montalto (Trapani); Vigorito (Vicenza).

Spettatori: 4.629 per un incasso complessivo di 39.147 euro (paganti 1.970 per una quota di 17.766 euro, abbonati 2.659 per un rateo d1 21.380 euro).

Possesso palla: 52 - 48

Tiri dentro/totali: 6/13 - 4/10

Palle giocate: 576 - 496

% passaggi riusciti: 63.9 - 57.0

Supremazia territoriale: 10'57'' - 05'25''

% protezione area: 52.7 - 54.0

% attacco alla porta: 46.0 - 47.3

% pericolosità: 46.4 - 46.1

Angoli: 6 - 6

Recuperi: 1' p.t., 5' s.t.

Maglia con toppa "Serie B-ConTe.it": giocatori: bianca; portiere: verde.

Serata calda, temperatura di circa 20 gradi, terreno sintetico in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

VICENZA-NOVARA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-10-23
Partita: 
VICENZA-NOVARA
Risultato: 
0-2
Reti: 
13′ Gonzalez (N), 62′ Poli (N)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Sampirisi, Rinaudo (67′ Vita), Mantovani, D’Elia; Laverone, Urso (70′ Gagliardini), Cinelli; Galano, Raicevic, Gatto (76′ Pettinari)

A disposizione: Marcone, El Hasni, Pinato, Pazienza, Sbrissa, Modic. Allenatore: Pasquale MARINO

Formazione ospite: 

NOVARA (4-3-3) Da Costa; Faraoni, Troest, Poli, Dell’Orco; Casarini, Viola, Faragò (84′ Vicari); Gonzalez, Corazza (79′ Dickmann), Evacuo (89′ Galabinov)

A disposizione: Tozzo, Schiavi, Buzzegoli, Signori, Manconi, Rodriguez. Allenatore: Marco BARONI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net  

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

4′ rapido contropiede di Laverone che arriva fino al limite dell’area e calcia. La sua conclusione deviata finisce in angolo a pochi metri dal palo di destra della porta novarese

10′ penetrazione sulla sinistra di D’Elia che sul vertice esterno dell’area di rigore viene steso. Punizione da ottima posizione. Batte Gatto che con la prima conclusione colpisce la barriera e successivamente calcia ancora mandando in curva la palla

12′ buona iniziativa Galano-Cinelli con passaggio filtrante di quest’ultimo verso Raicevic di un attimo troppo lungo. La palla si perde sul fondo

13' GOL DEL NOVARA: verticalizzazione di Viola che sorprende centralmente Mantovani e Rinaudo mandando Gonzalez dritto verso Vigorito. Tenta il recupero lo stesso Rinaudo ma resiste alla tentazione del fallo da ultimo uomo permettendo però all’avversario di toccare sottomisura e battere Vigorito

21′ lungo cross di Laverone su cui svetta Faraoni a liberare, arriva di gran carriera D’Elia che prova il sinistro dalla distanza su cui si accartoccia Da Costa

28′ cross di Urso verso Gatto che viene anticipato da un rischiosissimo retropassaggio di petto di Faraoni che però va a buon fine

30′ conclusione di testa di Farago’ su punizione calciata da Viola. La palla esce di qualche metro sul fondo ma l’occasione è stata comunque pericolosa

36′ incredibile cosa sbaglia il Vicenza! Battuta da fuori di D’Elia su cui Da Costa interviene senza trattenere sulla palla arrivano prima Gatto poi Raicevic ma nessuno dei due riesce a trovare il tap-in vincente con Da Costa che riesce a bloccare subisce pure fallo

SECONDO TEMPO

47′ tentativo dai venti metri di Gonzalez con palla distante dai pali di Vigorito

48′ su cross di Galano pizzica la palla di testa Cinelli ma la deviazione termina sul fondo con Gatto vanamente proteso alla ricerca del pallone troppo lungo

49′ contropiede del Novara molto pericoloso con Gonzalez che viene contratto all’ultimo ma poi la palla arriva ad Evacuo che tenta la girata da fuori area mandando la sfera qualche metro a lato

52′ Evacuo si gira in un fazzoletto di campo in area e poi da posizione defilatissima calcia in porta con Vigorito che sfiora poi la palla termina in out dalla parte opposta

59′ tentativo di Mantovani su azione d’angolo: stoppa palla di petto e poi calcia trovando la deviazione di un difensore. Sul successivo angolo flipper in area con ultimo tocco probabilmente di Raicevic e Da Costa che si ritrova con la palla in mano senza neanche sapere come

62' GOL DEL NOVARA: cross dalla destra di Gonzalez su cui svetta Poli in area piazzando la palla sotto l’incrocio

65′ cross di Laverone dalla destra con Gatto che colpisce di testa ma spedisce sul fondo

73′ sugli sviluppi di un corner D’Elia crossa trovando Gagliardini che salta di testa deviando però sul fondo

75′ azione di alleggerimento degli ospiti conclusa da un diagonale di Corazza che Vigorito controlla in presa

86′ ottima giocata in area di Vita che si inventa una semirovesciata dopo uno stop al volo ma la sua battuta non sorprende Da Costa

90′+2′ sinistro sbilenco di Mantovani in avanti nell’assalto finale. Su questo tiro sbagliato termina la partita. Vicenza che non solo non ritrova il feeling con il Menti ma stavolta perde anche malamente, con una prestazione decisamente negativa

  

Pagelle della partita "VICENZA-NOVARA"

Vigorito 6: nulla può sui due gol del Novara. Per il resto svolge solo l’ordinaria amministrazione. Sampirisi 6: gioca una partita sufficiente in cui difende e spinge senza errori e con buon costrutto. Peccato che, a parte Laverone, la squadra giochi un match nettamente insufficiente. Rinaudo 4,5: nel primo gol subito dal Vicenza cerca di rimediare all’errore di Mantovani ma lo fa senza la necessaria rapidità e quindi senza riuscire ad impedire a Gonzalez di calciare. Serata negativa in cui gli errori sono tanti. Vita 5,5: sbaglia due appoggi in maniera maldestra, ma si fa notare per una girata al volo che merita maggior fortuna. Mantovani 4,5: commette un errore tanto grave quanto inspiegabile nell’azione del primo gol del Novara quando si ferma e chiede un fuorigioco che non c’è, con l’aggravante che è proprio lui a mantenere in gioco Gonzalez. Nella ripresa calcia in continuazione palloni lunghi alla “spera in Dio” venendo bacchettato da Marino nel dopo gara. D’Elia 5: senza Giacomelli non incide in avanti, e sbaglia molto anche in fase difensiva. Laverone 6: non gioca da un mese per squalifica, ma lui la partita la gioca. Si guadagna la sufficienza correndo senza soluzione di continuità e trovando spesso il cross senza che i compagni lo assecondino. Urso 5: il Vicenza non riesce a sviluppare la sua manovra e lui, pur provandoci, non mostra la personalità di prendere per mano la squadra. Gagliardini 5: entra e si fa notare solo per due tiracci alle stelle. Cinelli 5,5: nel primo tempo corre e lotta con sufficiente determinazione, ma nella ripresa viene coinvolto nel marasma generale. Galano 5: peggio che a Vercelli. Non gli riesce niente, non tira mai in porta. Ha due buoni palloni da battere di testa e lui ci va incredibilmente di schiena. Quando capita una punizione dal limite nella zona a lui preferita la lascia a Vita. Raicevic 5: ha un solo pallone giocabile e non lo sfrutta, per il resto Troest lo anticipa sempre. Prova sottotono, ma la colpa non è solo sua. Gatto 4,5: si divora il gol che potrebbe portare il Vicenza sull’1 a 1, e poi non ne azzecca più una che sia una. Aveva una grande opportunità per far vedere di valere un posto da titolare, ma la fallisce senza appello. Pettinari s.v.: entra quando la partita è ormai compromessa.

Pasquale Marino 5: la squadra gioca la più brutta partita della sua gestione, senza idee, senza grinta e mostrando una preoccupante incapacità di reagire alle difficoltà. Cosa sia successo probabilmente non lo sa nemmeno lui, ma quello che è chiaro è che deve ritrovare subito il suo Vicenza.

 

Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna. Assistenti: Giuseppe Borzomì di Torino, Claudio Lanza di Nichelino. Quarto ufficiale: Luca Candeo di Este.

Ammoniti: Rinaudo, D'Elia (Vicenza); Viola, Casarini (Novara).

Spettatori: 7.822 totali per un incasso complessivo di 61.246 euro; 2.058 paganti (quota 26.115 euro) e 5.764 abbonati (per un rateo di 35.131 euro).

Possesso palla: 61 - 39

Tiri dentro/totali: 4/17 - 6/11

Palle giocate: 687 - 458

% passaggi riusciti: 67.0 - 47.7

Supremazia territoriale: 12'55'' - 05'11''

% protezione area: 51.7 - 58.6

% attacco alla porta: 41.4 - 48.3

% pericolosità: 37.5 - 47.4

Angoli: 5 - 2

Recuperi: 0' p.t., 3' s.t.

Maglia con toppa "Serie B-ConTe.it": giocatori: biancorossa; portiere: verde.

Serata piuttosto fredda, temperatura di 11 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie B

PRO VERCELLI-VICENZA

| |
Stagione: 
2015-2016
Data: 
2015-10-17
Partita: 
PRO VERCELLI-VICENZA
Risultato: 
2-1
Reti: 
26′ Marchi (PV), 43′ Urso (V) autorete, 65′ Raicevic (V)
Stadio: 
Silvio Piola di Vercelli
Formazione locale: 

PRO VERCELLI (4-3-3) Pigliacelli; Germano (72′ Berra), Coly, Legati, Scaglia; Ardizzone, Scavone, Matute; Di Roberto Marchi (85′ Beretta), Sprocati (56′ Mustacchio)

A disposizione: Melgrati, Bani, Filippini, Emmanuello, Beltrame, Gatto. Allenatore: Claudio FOSCARINI

Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-3) Vigorito; El Hasni (70’Gagliardini), Rinaudo, Mantovani, D’Elia; Vita (62′ Gatto), Urso, Cinelli, Galano (85′ Pettinari), Raicevic, Giacomelli.

A disposizione: Marcone, Pinato, Bianchi, Sbrissa, Modic, Pazienza. Allenatore: Pasquale MARINO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

1′ scambio Cinelli-Giacomelli con tiro dalla distanza dell’attaccante che però è troppo debole è arriva comodamente tra le braccia di Pigliacelli

6′ annullato un gol a Giacomelli che infila all’altezza del secondo palo sul cross di Galano toccato da Raicevic. Probabile ma non chiara la posizione di fuorigioco di uno dei due biancorossi

10′ angolo per i padroni di casa su cui svetta Sprocati che colpisce ma la parabola alta e facilmente controllata da Vigorito in presa alta.

12′ punizione calciata da Scaglia su cui Scavone nel cuore dell’area colpisce di testa, mancando il bersaglio e spedendo oltre la traversa

24′ cross rasoterra di D’Elia su cui sbuca all’altezza del primo palo Raicevic. Il tocco sottomisura del montenegrino esce di un soffio sul fondo. Si va verso la metà del primo tempo. Vicenza che sta tenendo bene il campo. Le uniche occasioni concesse alla Pro Vercelli sono nate da calci piazzati

26' GOL DELLA PRO VERCELLI: Vicenza che aveva già sofferto sulle palle aree prende il gol con il solito Marchi che sfrutta un cross dalla destra di Sprocati e in beata solitudine in area piccola inzucca alle spalle di Vigorito

34′ conclusione dalla distanza in bello stile di Urso che con il sinistro impegna Pigliacelli che blocca in presa

43' GOL DELLA PRO VERCELLI: la rete del raddoppio della Pro Vercelli nasce da un cross di Di Roberto su cui interviene D’Elia rinviando la palla contro Urso con la carambola che fa terminare la palla in rete

44′ su sponda di Raicevic, Cinelli prova il tiro a giro che esce di un palmo sopra l’incrocio

45′+2′ con due minuti di recupero si chiude il primo tempo. Vicenza sotto di due gol contro una modesta Pro Vercelli. I biancorossi hanno creato di più dal punto di vista delle conclusioni su gioco manovrato ma la Pro Vercelli ha sfruttato bene l’occasione capitata a Marchi ed è stata fortunata in occasione del raddoppio dove la frittata è stata completamente combinata dalla difesa biancorossa. Sulla destra però El Hasni concede troppo spazio a Di Roberto che continua a piazzare cross in area del Vicenza

SECONDO TEMPO

46′ su imbucata di Giacomelli, Galano al vertice dell’area di rigore stoppa di petto e tenta la semirovesciata ma la palla termina alta

50′ Galano liberato al tiro da Cinelli trova l’opposizione in scivolata di Legati che manda in corner

52′ sinistro pretenzioso di Vita sugli sviluppi di un corner. La palla termina altissima

57′ ancora Vita che prova il sinistro dai 12 metri, Pigliacelli blocca in due tempi

58′ spunto di Giacomelli nella sua tipica azione a convergere. Il tiro però è fuori bersaglio

65' GOL DEL VICENZA: cross dalla sinistra di Giacomelli che attraversa tutta l’area e trova Galano dall’altra parte, l’ex barese rimette in area piccola prontamente dove interviene Raicevic che tocca dentro per il suo quarto gol stagionale

66′ occasione per i padroni di casa per triplicare: Mustacchio di punta dalla destra costringe Vigorito alla respinta arriva Di Roberto che cicca clamorosamente il facile tocco a porta vuota

73′ rapido contropiede di Mustacchio su cui esce Vigorito bravo a deviare in angolo il diagonale dell’ex

75′ sinistro di Matute che penetra in area e poi calcia trovando però solo l’esterno della rete, sotto il controllo di Vigorito

78′ Giacomelli libera il destro dai quindici metri costringendo Pigliacelli a tuffarsi sulla sua destra per bloccare il pallone diretto all’angolino

Prima sconfitta per i biancorossi che purtroppo pagano oltre misura la sfortunata autorete nel primo tempo che alla fine fa la differenza. Vicenza che non meritava di perdere ma che ha pagato la fame di vittoria della Pro Vercelli che nella ripresa ha badato soprattutto a gestire il doppio vantaggio 

 

Pagelle della partita "PRO VERCELLI-VICENZA"

Vigorito 6,5: non gli riescono improbabili miracoli sui due gol. Tiene il Vicenza in partita opponendosi due volte all’ex Mustacchio nella ripresa. El Hasni 6: dalla sua parte lo attaccano in due e nè Vita, nè tantomeno Galano lo aiutano. Ma lui copre la fascia con sufficienza tanto che i pericoli della Pro Vercelli nascono tutti dalla parte opposta. Sostituito nel finale per esigenze tattiche. Gagliardini 6: a metà strada tra difesa e centrocampo deve dare man forte nell’assalto finale purtroppo senza esito. Rinaudo 6: dei due centrali è quello che dà l’impressione di maggiore sicurezza. Si fa vedere spesso in avanti per sfruttare la sua statura nei calci piazzati ma non gli arrivano palloni utili. Mantovani 5: molto in difficoltà su Marchi. Termina la gara con a carico un’ammonizione ed un gol dove risulta assente ingiustificato in marcatura. D’Elia 5: non basta una positiva gara da metà campo in su ad ottenere la sufficienza se sono evidenti troppe sbavature in fase difensiva. Concede troppa libertà a Sprocati che crossa indisturbato nell’occasione del primo gol della Pro, e il rinvio di destro contro Urso, che genera l’autogol decisivo, è gravemente e colpevolmente impreciso. Nella ripresa regala a Mustacchio un’altra palla gol, a conferma di una giornata decisamente negativa. Vita 5,5: mossa a sorpresa di Marino, la sua partita però non decolla mai. Meglio nella ripresa dove cerca la conclusione trovando pronto Pigliacelli poi Marino decide per la sostituzione. Gatto: 5,5: a differenza del fratello lui qualche minuto riesce a giocarlo ma lo si nota soprattutto per il vistoso turbante in testa con cui gioca i minuti finali per colpa di un taglio. Urso 6,5: non è abbastanza rapido da togliersi dalla traiettoria della palla calciata da D’Elia ma evidentemente non ha colpe sull’autogol. Per il resto cerca di tenere le redini del centrocampo e lo fa con la solita tenacia. Cinelli 6: il capitano continua il suo litigio con il gol. In chiusura di primo tempo ha la palla per riaprire la partita ma il suo destro a giro non trova la porta. Peccato, da quella posizione però si poteva fare meglio. Galano 5,5: acquistato per fare la differenza, a Vercelli gioca una partita in cui tranne l’assist per Raicevic, combina poco altro. Passi per la fase difensiva (non è il suo e ci sta) di fatto inesistente, ma da lui ci si aspetta di più in fase conclusiva. Pettinari s.v.: Marino prova ad inserirlo nell’assalto finale ma non ha modo di incidere. Raicevic 6,5: continua il momento magico del montenegrino che arriva a quota 4 reti. Sempre propositivo nelle azioni offensive e già vicino al gol nel primo tempo, piazza la zampata nella ripresa, che putroppo però serve solo a rendere meno pesante il risultato finale. Giacomelli 6,5: segna subito ma la rete gli viene annullata per un fuorigioco che probabilmente non c’è. Nel secondo tempo guida l’assalto infruttuoso alla porta di Pigliacelli provandoci personalmente con un tiro da fuori ben diretto che impegna il portiere. E’ suo il cross che Galano trasforma in assist per Raicevic.

Pasquale Marino 6: la squadra gioca meglio dell’avversario ed è innegabile che si trova a perdere senza particolari demeriti se non quello di avere commesso errori difensivi ed avuto anche episodi sfavorevoli com il gol annullato a Giacomelli e l’autogol di Urso. La squadra ha fatto la partita ma la vittoria è andata agli avversari; adesso urge vincere al Menti, venerdì sera contro il Novara, per cancellare l’antipatico zero dalle casella delle vittorie casalinghe.

 

Arbitro: Davide Ghersini di Genova. Assistenti: Marco Avellano di Busto Arsizio, Mirko Olivieri di Palermo. Quarto ufficiale: Alessandro Pietropaolo di Modena.

Ammoniti: Scavone (Pro Vercelli); Mantovani (Vicenza).

Spettatori: 2.873 di cui 1.727 paganti per un incasso complessivo di 19.160 euro.

Possesso palla: 40 - 60

Tiri dentro/totali: 6/15 - 5/16

Palle giocate: 450 - 681 

% passaggi riusciti: 49.9 - 66.9

Supremazia territoriale: 06'47'' - 15'06''

% protezione area: 52.1 - 56.1

% attacco alla porta: 43.9 - 47.9

% pericolosità: 52.2 - 49.3

Angoli: 4 - 8

Recuperi: 2' p.t., 2' s.t.

Maglia: giocatori: blu scuro con bande orizzontali biancorosse; portiere: azzurra 

Giornata nuvolosa, temperatura di 14 gradi, terreno in sintetico in cattive condizioni. 

Torneo: 
Serie B
Syndicate content