Presidente

O.T.B. (Stefano ROSSO)

|
Stagioni: 
2018-...
Note biografiche: 
OTB è la società madre dei marchi di moda Diesel , Maison Margiela , Marni , Paula Cademartori, Viktor & Rolf e le società Staff International, specializzata nella produzione e distribuzione di prêt-à-porter e Brave Kid, specializzata nella produzione e distribuzione di abbigliamento per bambini.
L'OTB è presieduto dall'imprenditore italiano Renzo Rosso che ha fondato Diesel . Dopo aver creato il marchio Diesel nel 1978, Renzo Rosso ha acquisito il controllo completo dell'azienda nel 1985. Nel 2000 ha acquisito Staff International che attualmente detiene accordi di licenza di produzione e distribuzione globali con marchi Maison Margiela, Marni Men, Dsquared2, Just Cavalli e Vivienne Westwood . Nel 2002, Renzo Rosso divenne l'azionista di maggioranza della Maison Margiela. Nel 2008 Viktor & Rolf sono entrati nel gruppo, seguiti da Marni nel 2012 e da Paula Cademartori nel 2016. Brave Kid è la compagnia del gruppo specializzato nello sviluppo, produzione e distribuzione di abbigliamento per bambini. Brave Kid detiene accordi di licenza di produzione e distribuzione in tutto il mondo con Diesel, John Galliano, Dsquared², Marni e Trussardi .
Pietre miliari chiave


    1978 - Renzo Rosso fonda il marchio Diesel
    1985 - Renzo Rosso assume il pieno controllo di Diesel
    Metà anni '90 - Diesel inizia a sviluppare la sua rete di vendita al dettaglio in tutto il mondo   

    2000 - Renzo Rosso acquisisce Staff International
    2001 - Staff International firma un accordo di licenza di produzione e distribuzione in tutto il mondo con DSquared²
    2002 - Viene creata la holding Only The Brave
    2002 - Solo The Brave diventa azionista di maggioranza di Maison Margiela
    2008 - Nasce The Only The Brave Foundation, un'organizzazione senza scopo di lucro
    2008 - Solo The Brave diventa azionista di maggioranza di Viktor & Rolf
    2010 - Solo The Brave apre la sua sede basata sui principi di eco-compatibilità
    2011 - Staff International firma un accordo di licenza di produzione e distribuzione in tutto il mondo con Just Cavalli
    2011 - Viene creata Brave Kid, specializzata nella produzione di abbigliamento per bambini e nella distribuzione mondiale
    2012 - OTB si impegna nel restauro del ponte di Venezia Rialto
    2012 - Solo The Brave diventa azionista di maggioranza di Marni
    2012 - Brave Kid firma un accordo di licenza di produzione e distribuzione in tutto il mondo con DSquared²
    2013 - Solo The Brave cambia nome nell'acronimo OTB
    2013 - Nomi Diesel Nicola Formichetti Direttore creativo
    2014 - John Galliano assume la direzione creativa di Maison Margiela
    2016 - La direzione creativa di Marni è affidata a Francesco Risso
    2016 - Il marchio Paula Cademartori si unisce a OTB
    2017 - Diesel nomina il francese BL Co-Creative Director

Responsabilità sociale

Solo The Brave Foundation è un'organizzazione no profit con la missione di combattere la disuguaglianza sociale e di contribuire allo sviluppo sostenibile di aree e persone meno avvantaggiate in tutto il mondo. La maggior parte dei fondi della fondazione sono investiti in progetti internazionali, svolgendo un ruolo sociale, economico e ambientale significativo nelle comunità e nei paesi in cui il gruppo è presente. Senza ovviamente dimenticare l'Italia, e in particolare il territorio in cui si basa il gruppo OTB e dove la fondazione investe in diversi programmi scelti in base ai suoi criteri di selezione generali. I principali criteri di selezione dei progetti da sostenere sono infatti l'innovazione, l'impatto sociale diretto e la sostenibilità. Finora, la Only The Brave Foundation ha investito in oltre 170 progetti, migliorando la vita di oltre 180.000 persone, e andando dallo sviluppo sostenibile di un villaggio di 20.000 abitanti in Mali , a un progetto di microcredito per sostenere famiglie e piccole imprese colpite dal terremoto del 2012 in Emilia Romagna, Italia.

Marni, ogni anno organizza varie iniziative speciali e installazioni, come i progetti annuali di beneficenza per il periodo natalizio e per la fiera di Milano del Salone del Mobile. Per ognuna di queste attività, Marni crea prodotti speciali in edizione limitata, realizzati in Colombia da artigiani e donne locali, che ottengono l'indipendenza e la libertà attraverso il loro lavoro.

Dal 1994, una T-shirt speciale recante il testo È PIÙ UN'AZIONE DA FARE PER COMBATTERE AIDS CHE NON SIA INDOSSARE QUESTA T-SHIRT MA È UN BUON INIZIO è stato presente in tutte le collezioni Maison Margiela. Una percentuale delle vendite di queste magliette è devoluta a "AIDES", un ente di beneficenza francese dedicato alla lotta contro l'HIV e alla cura dei pazienti affetti da HIV e AIDS.

Nel 2012 il Comune di Venezia ha annunciato che OTB era sponsor del restauro del Ponte di Rialto con un contributo di 5 milioni di euro.

Ordine alfabetico: 
O

VI.FIN. (Alfredo PASTORELLI)

|
Comune di nascita: 
Orbetello Scalo (GR)
Stagioni: 
2016-2017
Ordine alfabetico: 
P

FINALFA S.R.L. (Gian Luigi POLATO)

|
Stagioni: 
2015-2016
Ordine alfabetico: 
P

FINALFA S.R.L. (Tiziano CUNICO)

Stagioni: 
2013-2015
Note biografiche: 
Tiziano Cunico presidente del Vicenza Calcio
Tiziano Cunico diventa il 43esimo presidente del Vicenza Calcio al termine dell'assemblea dei soci che si è svolta il 13 marzo 2013. L'avvocato, delegato alla vendita della società biancorossa, succede a Massimo Masolo, dimessosi due mesi prima. L'assemblea dei soci era composta dal presidente della finanziaria Finalfa Sergio Cassingena e dell'amministratore delegato Danilo Preto.  All'incontro c'erano pure i componenti del Cda del Vicenza Calcio è cioè l'amministratore delegato Dario Cassingena, i vicepresidenti Polato e Cunico e il consigliere Cristallini.

Potrebbe interessarti: http://www.vicenzatoday.it/sport/tiziano-cunico-presidente-vicenza.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/VicenzaToday/212021655498004
Ordine alfabetico: 
C

FINALFA S.R.L. (Danilo PRETO)

Data di nascita: 
27/02/1950
Comune di nascita: 
Vicenza (VI)
Stagioni: 
2010-2011
Note biografiche: 

Danilo Preto (Vicenza, 27 febbraio 1950) è un manager italiano. Nato a  Vicenza  nel 1950, dopo gli studi in Scienze Politiche presso l’ Università di Padova, inizia la propria attività professionale occupandosi di advertising e comunicazione anche con proprie strutture.

Attualmente è direttore comunicazione e marketing del gruppo alimentare SISA supermercati; si occupa di advertising, comunicazione, editoria e gestione editoriale con la River Communication Factory.

L'amico Sergio Cassingena (presidente proprio dei supermercati SISA), divenuto presidente del Vicenza Calcio, lo nomina amministratore delegato della società.

Il 27 ottobre 2010 Preto succede a Cassingena alla presidenza della società (carica che ricoprirà fino al 6 giuugno 2011).  

 

Ordine alfabetico: 
P

FINALFA S.R.L. (Sergio CASSINGENA)

Data di nascita: 
1951
Comune di nascita: 
Il Cairo (EGITTO)
Stagioni: 
2011-2012
Note biografiche: 
Sergio Cassingena (il Cairo, 1951) è un imprenditore italiano, presidente della società Supermercati SISA. Dal 2004 al 2007 ha ricoperto la carica di presidente del Vicenza Calcio, carica che è tornato a ricoprire da luglio 2008, dopo essersi ristabilito fisicamente. Nato in Egitto nel 1951, i genitori, titolari di una impresa metalmeccanica ,a causa della nazionalizzazione voluta da Nasser, furono costretti ad abbandonare il paese africano e a trasferirsi a Vicenza. Diplomato ragioniere inizia a lavorare come contabile presso una società operante nel settore della distribuzione, e nel contempo frequenta l'università dove si laurea in Economia e Commercio presso l'Università Cà Foscari di Venezia. Nel frattempo l'impresa in cui è occupato si espande, così come le sue mansioni e le sue cariche, venendo nominato amministratore delegato. Nel 1977 si trasferisce alla SISA, Società Italiana Supermercati Associati, nata nel 1975. Nel 1984 viene nominato Presidente della società, presidenza che conserva tuttora. Attualmente il gruppo SISA è un importante attore della distribuzione organizzata italiana: conta più di 1.630 metri quadrati di superfici commerciali e oggi vanta punti vendita anche in Grecia e a Malta. Nel 2004 acquista (insieme ad altri imprenditori) dalla società inglese Enic il pacchetto azionario del Vicenza Calcio, di cui diviene presidente. Il 1° giugno 2005 viene nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente Ciampi. Il 4 dicembre 2007, a causa di problemi di salute rassegna le sue dimissioni da presidente del Vicenza Calcio, rimanendo comunque all'interno del CdA. Il 24 luglio 2008 Cassingena ha ripreso il timone della presidenza della squadra. Il 18 aprile 2012 il cda del Vicenza Calcio ha provveduto a ratificare le dimissioni di Sergio Cassingena da componente del cda oltre che dall'incarico di presidente.
Ordine alfabetico: 
C

FINALFA S.R.L. (Massimo MASOLO)

Stagioni: 
2012-2013
Note biografiche: 

Massimo Masolo diventa il 42esimo presidente nella storia del club berico il 18 aprile 2012 quando il cda del Vicenza Calcio ha provveduto a ratificare le dimissioni di Sergio Cassingena da componente del cda oltre che dall'incarico di presidente. Odontoiatra vicentino, è a capo di una cordata di imprenditori locali, si è definito come un presidente "super partes" con l'obiettivo di accogliere nuovi partner, ma, soprattutto, di dare nell'immediato una scossa all'ambiente per puntare a salvare categoria e club.

In gioventù Massimo Masolo è stato un giocatore dell'Ariston, società sportiva dell'Anconetta. Giocava da esterno o da centrocampista. Appassionato di calcio, ha giocato anche nel Torneo del Sabato, la sua prima squadra si chiamava Ceramiche Quattro Stagioni  e giocava sul campo di Torri (stiamo parlando del 1977/78..) Successivamente ha fatto parte della Silex che giocava alle Alte di Montecchio Maggiore.

Nel 1999, gli ex compagni di squadra dell'Ariston chiedono a Massimo,  di assumere la presidenza della Vicentina che era nata dalla fusione della ViNord con la società di Anconetta. Masolo è rimasto alla guida della società di Laghetto per un quinquennio ottenendo buoni risultati e la crescita di molti giovani interessanti.

Il 7 gennaio 2013 Massimo Masolo si dimette da presidente. Dal momento che si stava attraversando un periodo di crisi in termini di risultati cominciò a pensare alla sostituzione del tecnico. Per Masolo un'alternativa poteva essere Roberto Baggio,  purtroppo però all’interno del Cda, a suo dire, trovò solo freddezza e ostilità, così prese contatti con Walter Novellino per sondare la sua disponibilità ma il Cda ancora una volta si oppose, quindi, davanti a tutto questo decise di rassegnare le proprie dimissioni.

Ordine alfabetico: 
M

Antonio Libero SCARPA

|
Stagioni: 
1903-1908
Note biografiche: 

da "ACIVI la Nobile Provinciale"

Il prof. Antonio Libero Scarpa, veneziano d'origine ed insegnante di ginnastica all'Istituto Tecnico di Vicenza, fu il primo vero pioniere del calcio vicentino e senz'altro del Veneto. Fu lui che nel Giugno del 1898 ideò e organizzò a Vicenza il 1° Campionato studentesco nel cortile delle scuole di S. Caterina. Allenò l' ACVI (Associazione del calcio in Vicenza) dal 1902 al 1908 e ne fu presidente dal 1903 al 19 gennaio 1908 giorno delle accettazioni delle dimissioni, oltre ad avere fatto parte del I consiglio direttivo provvisorio del 9 Marzo 1902, la data ufficiale di fondazione dell'Associazione Calcio Vicenza.

da "I cento anni della Nobile Provinciale"

Il gioco del calcio era arrivato a Vicenza portatovi dal maestro di ginnastica Antonio Libero Scarpa di Venezia, appassionatissimo del nuovo gioco che, diceva con fierezza, "ci viene dall'Inghilterra ma è di origine italiana, italianissima..." . A proprio bisogno il professor Scarpa aveva tradotto in pieno la terminologia britannica. Nessun vocabolo d'oltre manica aveva diritto di cittadinanza sui campi vicentini, fossero quelli della nascente Acivi o quelli più modesti, ma ugualmente rigorosi, delle Scuole Medie locali.

Ordine alfabetico: 
S

Giovanni Battista Monti - Mario Pittarello

|
Reti: 
0
Stagioni: 
1936-1937
Note biografiche: 
Sfuggita la promozione per un soffio, durante l'estate si profila una profonda crisi dirigenziale, soprattutto perchè il march. Roi voleva mettere alla prova gli altri dirigenti e vedere fin dove arrivava la responsabilità "finanziaria", nel caso che non continuassero le elargizioni che continuamente venivano alle casse del Vicenza. Nessuno, proprio nessuno neanche alla ripresa degli allenamenti e sembra che addirittura  si debba rinunciare al campionato. Con spirito di abnegazione però gli atleti iniziano spontaneamente gli allenamenti e l'allora Federale, Dr. Massaggio, insiste presso il Dr. Monti perchè accetti la carica di Presidente, in attesa di chiarimenti, promettendo un qualche aiuto finanziario. Dopo soli 20 giorni però, anche il Dr. Monti si ritira ed allora la gestione viene affidata ad un Commissario che, ancora una volta, è Mario Pittarello, bella figura di sportivo al quale il Vicenza deve molto.
Ordine alfabetico: 
M

Dario MARASCHIN

|
Stagioni: 
1981-1986
Note biografiche: 
 Il 25 agosto 1981 finisce l'èra dei Farina: nuovi soci versano al presidente uscente 200 milioni in contanti e impegnano a versarne altri 320 con i proventi delle cessioni.

Alla guida viene eletto Dario Maraschin che si trova con molti problemi da risolvere: un passivo di 6-7 miliardi e pesanti interessi da pagare alle banche. Il campionato nonostante tutto questo sarà più che dignitoso con i biancorossi che chiuderanno sul terzo scalino della classifica mettendo in mostra un'attacco-mitraglia (50 reti) e una delle difese meno battute del torneo.

Dario Maraschin, si ritrovò immischiato nel calcio scommesse, confessò di aver versato 120 milioni di lire per vincere la partita contro l'Asti e lo spareggio contro il Piacenza nel Campionato di Serie C1 1984-1985, ma di non aver truccato nessun incontro nel 1985-86 in Serie B. In realtà vennero raccolte alcune intercettazioni telefoniche che dimostrarono il contrario, soprattutto negli incontri contro Monza e Perugia.

Il 30 gennaio 1989 muore Dario Maraschin, indimenticabile presidente e galantuomo.

 

Ordine alfabetico: 
M
Syndicate content