LOJACONO Francisco Ramon

|
Data di nascita: 
11/12/1935
Comune di nascita: 
Buenos Aires (Argentina)
Presenze: 
18
Reti: 
11
Stagioni: 
1956-57
Note biografiche: 

Francisco Ramon Lojacono, mezzala dal gran sinistro, gioca a Vicenza la stagione di serie A 1956-57 che vede i biancorossi opposti a Milan, Fiorentina, Lazio, Udinese, Inter, Bologna, Torino, Sampdoria, Juventus, Spal, Napoli, Padova, Roma, Atalanta, Genoa, Triestina e Palermo.

Non è stato un campionato facile per i berici: penultimi al termine del girone di andata, in primavera avviene la metamorfosi con 9 punti su 10 conquistati tra la ventiseiesima e la trentunesima giornata che risulteranno determinanti nella corsa salvezza. Sugli scudi, oltre ai soliti noti Campana e Savoini, è l'argentino Lojacono che con 11 reti contribuisce in maniera determinante alla permanenza nella massima serie.

Sulla panchina si assiste all'avvicendamento tra Giovanni Varglien che subentrra a Piero Andreoli che rimane comunque nei ranghi societari. Alla guida della società appare Fedele Lampertico affiancato dal vice Antonio Roi.

Lojacono, tozzo, non molto alto, fisico più da puglie che da calciatore fu un calciatore argentino naturalizzato italiano celebre per le sue punizione dal limite, puro genio e sregolatezza.

Esordì giovanissimo nel San Lorenzo de Almagro, e a soli vent'anni venne acquistato in comproprietà dal Vicenza e dalla Fiorentina per 40 milioni di lire. Le due società si accordarono per fargli disputare il primo campionato nella squadra veneta con cui debuttò il 27 gennaio 1957 in Milan-L.R. Vicenza (4-2): in questa partita dal risultato bugiardo per i berici, Lojacono realizzò uno strepitoso gol con una splendida azione in dribbling. Realizza la doppietta che sconfigge l'Inter al Menti il 17 marzo 1957 e quindi passa alla Fiorentina dove rimase sino al 1960 (con una parentesi nel 1963-1964). Nel 1960 la società viola lo cedette alla Roma con la quale vinse la Coppa delle Fiere 1961.

Fra il 1959 e 1961 scese in campo 8 volte con la maglia della nazionale segnando ciqnue reti. Nel 1965 contribuì alla salvezza della Sampdoria per poi passare all'Alessandria in serie B e in C, concludendo poi la carriera nel Legnano, sempre in Serie C, nel ruolo di regista. Dopo il ritiro intraprese la carriera di allenatore nelle serie minori.

Ordine alfabetico: 
L