CARANTINI Sergio

| |
Data di nascita: 
12/04/1935
Comune di nascita: 
Verona (VR)
Presenze: 
249
Reti: 
0
Stagioni: 
1963-72
Note biografiche: 

 tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Sergio Carantini, centromediano di 176 cm. per 76 kg., è cresciuto nel Verona con cui ha militato dal 1954 al 1957 disputando 5 partite di serie B, è passato poi al Venezia con cui ha giocato fino al 1963. Nel 1961 con i lagunari ha conquistato la promozione in serie A.

Dopo due stagioni in massima serie, nel 1963, passò al Lanerossi Vicenza fino al termine della carriera, nel 1972. La prima partita sotto l'ombra dei Berici fu disputata con il nr. 5 sulle spalle il 15 settembre 1963 in L.R. Vicenza-Torino (1-1).

Nelle fila biancorosse formò una storica coppia di centrali con il fiorentino Mario Calosi, disputando un totale di 249 partite in massima serie in 9 stagioni. Fra i suoi migliori piazzamenti vanno ricordati i due sesti posti del 1964 e 1966.

Alla fine della stagione 1971-72 riceve dal Vicenza la lista gratuita e va ad allenare il Malo.

Si è spento a Vicenza il 5 giugno 2013, all'età di 77 anni, a causa di un'emorragia cerebrale.


 tratto da "Il Giornale di Vicenza" del 04-10-2004


Giocare in difesa negli anni '60 non era il massimo della vita. Dovevi allenarti tutta la settimana, sputare sangue per essere al massimo della forma e poi, alla domenica, il mister ti dice: "Oggi devi marcare Riva. Mi raccomando, non perderlo di vista perchè è un giovanotto sveglio". La carriera di Sergio Carantini potrebbe essere riassunta elencando gli attaccanti che ha marcato: Altafini, Boninsegna, Clerici e avanti con l'ordine alfabetico fino a Riva, Sivori e chi piu ne ha piu ne metta. Vita dura per gli stopper dell'epoca. Anche perchè non è come adesso, non c'erano le difese a zona, non c'erano tattiche particolari: l'allenatore ti faceva vedere la fotografia del giocatore che dovevi francobollare, ti diceva il numero di maglia che portava la domenica (si giocava dall' 1 all' 11, mica tutto quel circo di cifre e nomi che ammorbano le maglie di oggi) e tu dovevi stargli incollato, non farlo respirare, seguirlo anche negli spogliatoi, se volevi essere ricordato come un bravo stopper.

 

Sergio Carantini comincia a giocare nel San Zeno, una squadretta di Verona. Gli osservatori dei gialloblu lo notano e lo portano subito nella prima squadra della città scaligera. Siamo nella stagione 1954-55, Carantini ha 18 anni e, il 21 ottobre 1954, debutta in Serie B a Cagliari. Il Verona strappa un ottimo 0-0 Ma carantini non vedrà molte altre volte il campo. In tre anni il difensore colleziona soltanto 5 presenze: troppo poche per rimanere in gialloblu. Il tecnico dell'epoca, Piccioli, lo considera troppo emotivo e per questo dà il suo benestare per la cessione al Venezia in cambio di giocatori piu esperti. E la carriera dello stopper, praticamente, comincia in laguna. Nel 1957-58 Carantini gioca soltanto due partite in B, ma l'anno dopo diventa titolare inamovibile. Il campionato della svolta è il 1960-61, Carantini salta solo un paio di partite e il Venezia approda trionfalmente in Serie A, dove il calciatore veronese debutterà il 27 agosto 1961: a Sant'Elena il Venezia uscirà sconfitto (0-1) dalla Fiorentina, ma la squadra otterrà, al termine di quella magica stagione , la salvezza. L'allenatore è Carlo Alberto Quarioe, tra i compagni di Carantini, ci sono Raffin, Invernizzi e siciliano. L'anno dopo, invece, la squadra retrocede. Ma, a livello personale, Carantini disputa un ottimo campionato. Al punto che il Lanerossi Vicenza di Giacometti e Scopigno lo acquista e ne fa il punto fermo della difesa. A Vicenza resterà 9 anni. E proprio in biancorosso, qualche anno più tardi, festeggerà la sua trecentesima partita in Serie A. Carantini ha la fortuna di trovare a Vicenza un ottima squadra, imperniata su Savoini, Campana e, in attacco, su Vinicio. I risultati arrivano e il rendimento dello stopper è esemplare. Scopigno prima e Puricelli più avanti, gli affidano sempre il controllo della prima punta. E le prime punte dell'epoca si chiamano Riva, Boninsegna, Nielsen e via elencando. L'ultima stagione di Carantini, cui nel frattempo è stata affidata la fascia di capitano, è datata 1971-72. Lo stopper disputa 26 partite su 30 ma, a 36 anni, la dirigenza biancorossa ritiene sia arrivato il momento del commiato. al posto suo e quello di Calosi, suo compagno di linea, Farina chiama Ferrante e Berni. L'anno dopo Carantini va a Malo, dove fa l'allenatore ma, quando la situazione lo richiede, anche il giocatore. In tutta la carriera Carantini ha disputato 307 partite in Serie A e 109 in Serie B. Non ha mai fatto un gol ed è stato espulso soltanto una volta. 


 

Il Dott. Giuseppe Farina detto "Giussy" presidente del Lanerossi Vicenza dal 1968 al 1980 in un intervista del 07-09-2011 alla domanda  "Quali sono i giocatori che ricorda con più affetto nei suoi 13 anni alla presidenza del Vicenza?" rispose: «Il primo che mi viene in mente è Carantini, uno come lui lo prenderei anche se dovessi fare la Coppa dei Campioni. Magari era modesto in quanto a levatura tecnica ma aveva una grinta, una volontà ed una serietà non comuni.

Sergio CARANTINI

 

 

 


 

Ordine alfabetico: 
C