VICENZA-SANTARCANGELO

| |
Stagione: 
2017-2018
Data: 
2018-03-31
Partita: 
VICENZA-SANTARCANGELO
Risultato: 
1-2
Reti: 
23' Comi (V), 49' Di Santantonio (S), 80' Piccioni (S)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (3-5-2) Valentini; Malomo, Milesi, Crescenzi; Bianchi (66′ Ferrari), De Giorgio, Tassi (82′ Giusti), Giorno (53′ Alimi), Jakimovski (53′ Giraudo); Giacomelli (82′ Bangu), Comi

A disposizione: Fortunato, Costa, Magri, Salifu, Ferchichi, Lucca. Allenatore: Franco LERDA


Formazione ospite: 

SANTARCANGELO (4-3-3) Bastianoni; Toninelli, Lesjak, Briganti, Sirignano; Capellini (90′ Moroni), Di Santantonio, Dalla Bona; Obeng (66′ Dhamo), Piccioni (86′ Maini), Bussaglia (90′ Spoljaric)

A disposizione: Moscatelli, Iglio, Bondioli, Soumahin, Broli, Maloku, Vegh, Tommasone. Allenatore: Karel ZEMAN

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

4′ De Giorgio corre sulla sinistra, crossa al centro per Comi che cade per un contatto. Da terra l’attaccante fa una finta e Giorno riesce ad indirizzare la palla verso la porta, il Santarcangelo si salva sulla linea

8′ Capellini suggerisce per Bussaglia che si defila e calcia alto

11′ Giorno raccoglie un pallone e dal limite conclude alto 

16′ conclusione di Dalla Bona dal limite, Valentini respinge e Bianchi spazza

22′ cross dalla sinistra, Bianchi libero in area ha un controllo difettoso e tocca la palla con il braccio 

23' GOL DEL VICENZA: Tassi tocca in profondità per Giacomelli che serve perfettamente al centro Comi, l’attaccante non sbaglia e porta il Vicenza in vantaggio 

30′ la risposta degli avversari è affidata a Bussaglia che, pescato in area da Piccioni, si gira e conclude verso la porta. Il tiro è centrale e di facile preda per Valentini

37′ Obeng trova bene Piccioni, la conclusione viene deviata in angolo

SECONDO TEMPO

49' GOL DEL SANTARCANGELO: Piccioni parte in sospetta posizione di fuorigioco e serve al centro, Di Santanonio conclude ed insacca alla sinistra di Valentini

52′ incertezza tra Tassi e Milesi che favorisce Obeng, il numero 20 va al tiro che termina di poco fuori 

66′ Giacomelli trova nell’area piccola Comi che prova a girarsi tra la marcatura di due avversari, la sua conclusione colpisce l’esterno della rete

70′ azione personale di De Giorgio che, recuperata palla sulla trequarti, si incunea verso l’area e tenta la conclusione: tiro alto 

77′ conclusione dalla distanza di Comi, Bastianoni blocca

78′ cross di De Giorgio per Malomo che di testa colpisce ma Bastianoni ci mette il guantone

79′ Dalla Bona ci prova dal limite, tiro potente che si spegne a lato

80' GOL DEL SANTARCANGELO: in gol Piccioni  


Pagelle della partita "VICENZA-SANTARCANGELO"

Valentini 5,5: battuto due volte, senza grandi colpe. Dovrebbe imparare a rimettere in gioco la palla con un po’ più di solerzia, soprattutto quando la squadra deve recuperare il risultato, invece è fin troppo compassato e il pubblico si indispettisce. Malomo 6: dei tre dietro è quello che si comporta meglio sia nella fase difensiva che quando mette il naso in avanti come nel finale quando si produce anche in un colpo di testa su cui Bastianoni deve rimediare in tuffo. Milesi 5: in costante difficoltà su Piccioni che all’anagrafe fa Gianmarco e non certo Zlatan. Tutto per dire che non sembra attraversare un gran momento di forma, come già aveva evidenziato nelle precedenti partite. Crescenzi 5: Bussaglia lo mette spesso in difficoltà, soprattutto nel secondo tempo quando l’avversario ha ancora forza di ripartire. C’è da dire che da quella parte Jakimovski lo aiuta pochino, Giraudo per nulla. Bianchi 6: è uno dei pochi che dimostra vitalità e freschezza atletica prolungata e forse era da tenerne conto. Il piede non è sempre di velluto e nel primo tempo ha una grande opportunità in area, ma pasticcia finendo per fare fallo di mano, arriva però con la generosità a supplire ad altre mancanze. Ferrari 5: nelle ultime partite era stato tra i pochi a salvarsi, stavolta gioca una mezzora quasi anonima. De Giorgio 6: tecnicamente una spanna sopra a quasi tutti  e lo dimostra nella ripresa quando si beve mezza difesa ospite e arriva in area sparacchiando però malamente sul fondo. Sarebbe stato il gol del 2-1, invece di li a poco il Vicenza subisce il raddoppio e non si può non tenerne conto. Tassi 5: sparisce dal campo dopo il primo tempo in cui non aveva demeritato. Troppo poco, purtroppo. Giusti s.v.: qualche volta questi ingressi in campo come mossa della disperazione producono qualche risultato; non è questo il caso. Giorno 5,5: tre volte al tiro con il medesimo risultato da dimenticare. Perde il pallone nell’azione da cui nasce il pari del Santarcangelo, ma su di lui c’è un evidente fallo non fischiato. Alimi 5: parte con un certo piglio, poi misteriosamente si perde quasi subito, finendo anche per sbagliare passaggi in maniera goffa. Jakimovski 6: esce toccandosi l’adduttore quindi forse non era al meglio. Il Vicenza gioca soprattutto sulla destra ma quando l’azione si sposta dalla sua parte prova a mettere qualche palla in area che però non trova seguito. Giraudo 5: entra male nel match e ha grosse responsabilità con una marcatura pigra su Bussaglia nell’azione del raddoppio del Santarcangelo. Giacomelli 6: mette insieme un gran primo tempo dove confeziona l’assist per il gol di Comi e altre belle giocate, supportate anche da una apprezzabile grinta. Stranamente la parte meno convincente della sua partita coincide con lo spostamento nella posizione che dovrebbe essergli più congeniale ossia da esterno sinistro. Bangu s.v.: pochi minuti in campo, senza giocate trascendentali. Comi 6: torna finalmente al gol che  però non porta punti. Come per molti suoi compagni ad una buona prima parte di gara non corrisponde un altrettanto convincente ripresa.

All. Franco LERDA 5: purtroppo l’attesa scossa arriva a metà  e non solo non è sufficiente a far tornare alla vittoria al Menti il Vicenza, ma neanche a fare punti. Ormai quello che una volta era il fortino biancorosso è diventato terra di conquista per qualunque squadra, e neanche il ritorno in panchina di Lerda cambia questo triste trend. Imposta il Vicenza con un 3-5-2 che inizialmente pare convincente ma poi un po’ alla volta si affloscia finendo solo per mettere in evidenza le difficoltà fisiche della squadra.  A fine gara il tecnico si dice soddisfatto per avere visto un buon Vicenza per più di un’ora, ma quando agli avversari ultimi in classifica basta meno di mezzora per portarsi a casa i tre punti c’è da chiedersi da dove i biancorossi potranno trovare le risorse per portare a casa una salvezza che sta assumendo sempre più i contorni di una chimera. Al nuovo tecnico l’ardua risposta.


Arbitro: Luca Massimi di Termoli. Assistenti: Arcangelo Vingo di Pisa, Andrea Bologna di Mantova.

Ammoniti: De Giorgio, Comi (Vicenza); Obeng, Dhamo (Santarcangelo)

Spettatori: 7.190 totali per un incasso di 33.077 euro (6.731 abbonati per un rateo di 29.620 euro, 459 paganti per una quota di 3.457 euro)

Angoli: 3 - 1, Recuperi: 1' p.t., 5' s.t.

Maglia giocatori: biancorossa. Maglia portiere: rossa.

Giornata umida e a tratti piovosa, temperatura ad inizio gara di circa 10 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie C