VICENZA-SUDTIROL

| |
Stagione: 
2017-2018
Data: 
2018-03-16
Partita: 
VICENZA-SUDTIROL
Risultato: 
0-1
Reti: 
86' Sgarbi (S)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-1-2) Valentini, Bianchi, Malomo, Crescenzi, Giraudo; Romizi (81′ Bangu), Milesi (70′ Alimi), Giorno (70′ Tassi); De Giorgio; Giacomelli, Comi (74′ Ferrari)

A disposizione: Fortunato, Costa, Magri, Jakimovski, Giusti, Tardivo, Addolori, Lucca. Allenatore: Nicola ZANINI


Formazione ospite: 

SUDTIROL (3-5-2) Offredi, Erlic, Sgarbi, Vinetot; Tait, Smith (56′ Cess), Berardocco (72′ Bertoni), Fink (56′ Cia), Broh; Costantino (80′ Candellone), Gyasi (80′ Heatley)

A disposizione: D’Egidio, Baldan, Oneto, Roma, Berardi, Boccalari, Gatto. Allenatore: Paolo ZANETTI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

1′ Milesi si posiziona davanti alla difesa, alla sua sinistra Giorno con Romizi che agisce da mezz’ala destra

7′ conclusione dalla distanza di Giorno, Offredi sicuro nella presa

11′ Giraudo suggerisce in profondità per Giorno, l’idea sembra buona ma il numero 11 del Vicenza non arriva sulla palla

18′ Fink avanza e dal limite scarica il tiro, palla di non molto lontana dall’incrocio dei pali

25' Giorno dal limite potrebbe andare al tiro ma allarga sulla destra per Comi che tenta di mettere un cross al centro, la difesa avversaria libera

30′ alla mezz’ora ancora nessun tiro in porta da segnalare, sia da una parte che dall’altra, senza tenere conto del tiro telefonato di Giorno al minuto 7

33′ cori della Sud contro Dario Cassingena

37′ Bianchi crossa al centro per Comi che tenta la deviazione di rovesciata, palla ribattuta con dubbio tocco di mano 

42′  tiro di Gyasi dalla distanza, conclusione che non impensierisce Valentini 

SECONDO TEMPO

50′ cross teso di Bianchi, Comi spizza il pallone di testa e costringe Offredi a rifugiarsi in angolo

52′ Giacomelli ci prova di sinistro, palla sbilenco

59′ conclusione di Costantino che impegna Valentini,  Malomo spazza la palla in angolo 

63′ clamorosa occasione divorata da Giacomelli che, davanti al portiere, devia sopra la traversa un cross dalla destra

68′ ci prova Broh dal limite, rasoterra debole e centrale

86' GOL DEL SUDTIROL: in rete Sgarbi

94′ De Giorgio da posizione defilata direttamente in porta, Offredi la respinge in angolo 

 

Pagelle della partita "VICENZA-SUDTIROL"

Valentini 6: prima di andare, incolpevolmente, a raccogliere il pallone in fondo al sacco, effettua una sola parata su un tiro dalla distanza. Nell’ “assalto” finale va in avanti e batte anche un calcio d’angolo (!) , purtroppo senza esito. Bianchi 6: le (poche) occasioni pericolose del Vicenza nascono dai suoi cross. Vince sostanzialmente il duello di fascia con l’ex Smith. Qualche volta potrebbe sfruttare meglio la libertà che gli viene concessa sulla fascia ma i piedi, non vellutati, non sempre lo assistono. Crescenzi 6: dal primo minuto con un vistoso turbante in testa a protezione del taglio rimediato a Trieste, non deve dannarsi troppo nel controllo di Costantino. Malomo 6: davanti il Sudtirol punge poco  e anche per lui non è serata di eccessiva difficoltà. Forse sfruttarne la fisicità sulla fascia come esterno di destra, avrebbe potuto creare grattacapi maggiori agli avversari. Giraudo 5,5: serata non particolarmente brillante per l’ex granata che sbaglia tanti appoggi, uno dei quali su Bangu che origina il contropiede da cui nasce l’angolo per il gol del vantaggio ospite. Romizi 6: da centrale di centrocampo sa recuperare tanti palloni ed impostare la manovra. Spostato a mezzala perde di efficacia sia lui che il palleggio del Vicenza, nonostante ciò finché ne ha è tra i meno peggio. Bangu s.v.: in questa stagione doveva essere un valore aggiunto del centrocampo, ne è diventato un oggetto misterioso… In campo pochi minuti è ovviamente ingiudicabile. Milesi 5: nello stesso ruolo a Salò, la soluzione obbligata aveva funzionato, anche perché forse i compiti erano diversi. In questa occasione ha fatto vedere tutti i limiti di interpretazione di un ruolo che non gli è abitudinario. Alimi 5: prima – tardiva ?- sostituzione di mister Zanini , non riesce ad incidere nel gioco e prende una ammonizione che gli varrà la squalifica. Giorno 5: un timido tiro verso Offredi nel primo tempo, poi tanti palloni giocati da cui però scaturisce poco. Tassi 5,5: anche questa forse una carta da giocare molto prima. Purtroppo non sposta gli equilibri. De Giorgio 5: si incaponisce in alcune azioni personali in una serata di scarsa vena, ricavandone ben poco. Sembra anche che non lo assista la gamba quando deve ripartire. Unico sussulto una punizione al 94′ che Offredi smanaccia in angolo. Comi 5,5: prestazione senza grossi acuti da cui comunque tira fuori una semirovesciata fermata con un sospettissimo tocco di mano di Sgarbi e un colpo di testa deviato in angolo da Offredi. Poco ma non pochissimo. Ferrari 5: una ventina di minuti, recupero compreso, da cui non ricava praticamente nulla di memorabile, anzi si becca pure un cartellino giallo per simulazione. Senza controprova ma forse è una soluzione che andava spesa prima, se non addirittura dall’inizio. Giacomelli 5,5: in passato ha spesso dimostrato di non gradire granché la posizione di seconda punta e anche stavolta non brilla. Meglio nella ripresa, allargato sulla sinistra. Arriva in ritardo all’appuntamento con il gol deviando sopra la traversa un pallone meritevole di miglior sorte, ma ci arriva con la punta e la fortuna non gli è amica.

All. Nicola ZANINI 5: nel pre e post partita denuncia le difficoltà in cui si stanno  dibattendo i suoi ragazzi negli ultimi tempi , che però sono note. Se ci sono elementi nuovi sarebbe giusto esternarli. I tifosi stanno impegnandosi, anche economicamente, per sostenere la squadra e sarebbe giusto ripagarli giocando a carte scoperte. Detto questo, al netto dell’impegno che non viene messo in discussione, la squadra è apparsa nuovamente depressa come nei tempi pre De Bortoli e gli effetti in campo si sono visti. Il mister poi ci ha messo del suo con una formazione anomala, dopo un periodo in cui sembrava aver trovato una certa quadratura. In particolare non convincono la posizione defilata di Romizi con Milesi in mediana e il duo d’attacco Comi-Giacomelli, dopo che la coppia Comi-Ferrari ultimamente sembrava aver trovato un certo affiatamento. Di sicuro nelle scelte ha avuto un certo peso la valutazione dei prossimi impegni ravvicinati, ma secondo noi questo al Menti era quello da non sbagliare, perché tra le mura amiche la vittoria manca da troppo tempo. Una vittoria che , tra parentesi, il tecnico non ha dato l’impressione di cercare in maniera spasmodica, con dei cambi forse un po’ troppo tardivi, e nel dubbio se vincere o portare a casa almeno un punto alla fine la classifica purtroppo non si è mossa.


Arbitro: Marco D'Ascanio di Ancona. Assistenti: Francesco Biava di Vercelli, Pasquale Alessandro Netti di Napoli.

Ammoniti: Giacomelli, Ferrari, Alimi (Vicenza); Fink, Cess (Sudtirol)

Spettatori: 7.336 totali per un incasso di 35.154 euro (6.731 abbonati per un rateo di 29.620 euro, 605 paganti per una quota di 5.534 euro)

Angoli: 4 - 4, Recuperi: 0' p.t., 5' s.t.

Maglia giocatori: biancorossa. Maglia portiere: blu elettrico.

Serata umida, temperatura ad inizio gara di circa 11 gradi, terreno leggermente allentato.

Torneo: 
Serie C