VICENZA-REGGIANA

| |
Stagione: 
2017-2018
Data: 
2018-02-23
Partita: 
VICENZA-REGGIANA
Risultato: 
0-1
Reti: 
43' Cesarini (R)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-1-2) Valentini; Bianchi, Milesi, Magri, Jakimovski; Tassi (53′ Giacomelli), Romizi, Giorno (45′ Alimi); De Giorgio (87′ Giusti); Ferrari, Comi

A disposizione: Fortunato, Segantini, Bangu, Malomo, Tardivo, Lovato, Sacchetto, Addolori. Allenatore: Nicola ZANINI


Formazione ospite: 

REGGIANA (4-3-3) Facchin; Ghiringhelli, Spanò, Crocchianti, Panizzi; Riverola (64′ Vignali), Bovo, Carlini; Cattaneo (64′ Rosso), Altinier (84′ Bobb), Cesarini (71′ Cianci)

A disposizione: Narduzzo, Viola J., Bastrini, Palmiero, Lombardo,  Zaccariello. Allenatore: Sergio EBERINI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

7′ De Giorgio parte dalla mediana e cede la palla in corsa a Jakimovski sulla sinistra, cross al pennello al centro dell’area su cui Comi non arriva per un soffio

19′ sponda di Ferrari per Comi che viene anticipato al momento del tiro 

19′ grande azione di De Giorgio in orizzontale, che si lascia alle spalle due avversari e ne supera un terzo, la sua rasoiata al centro dell’area non viene recepita da Ferrari che non arriva sul pallone

28′ colpo di testa pericoloso di Altinier a cui viene segnalata la posizione di fuorigioco 

32′ conclusione potente dal limite di Cattaneo, palla respinta 

43' GOL DELLA REGGIANA: a segno Cesarini che raccoglie di testa un cross dalla destra e insacca la sfera. Proteste del Vicenza per un intervento su Jakimovski che, nell'azione che porta in vantaggio la Reggiana, rimane a terra e lascia la marcatura sull'autore del gol

45′ conclusione di Jakimovski sul palo più distante

SECONDO TEMPO

2′ su calcio di punizione dalla destra calciato da Jakimovski , spizzato da Alimi al centro dell’area mette dentro Milesi sul secondo palo ma l’arbitro annulla per un fuorigioco molto molto dubbio 

6′ ci prova De Giorgio con un potente destro da fuori ma la conclusione è centrale e Facchin blocca. Con l’entrata di Giacomelli, De Giorgio è arretrato sulla linea dei centrocampisti mentre il neo entrato gioca dietro le due punte

17′ su cross radente di Bianchi e velo di Comi, Facchin deve stendersi alla sua destra per deviare la palla diretta all’angolino 

20′ rapido contropiede di Giacomelli sul cui crossi in area diretto verso Ferrari interviene Spanò, mandando in angolo a rischio autogol. Sul corner calcia da fuori Romizi sfiorando il bersaglio di qualche metro

23′ contropiede degli ospiti con Rosso che si allarga sulla sinistra e poi mette in area per Altinier che di testa spedisce alto da pochi passi, fallendo l’occasione per il raddoppio

29' è il neo entrato Cianci a colpire di testa su azione d’angolo, senza riuscire a centrare lo specchio 

45 +3′ pallone recuperato da Romizi a centrocampo che verticalizza su Ferrari la cui sponda libera al tiro Alimi il cui tiro da buona posizione finisce lontanissimo da pali 

45′+5′ fischia Volpi decretando la quinta sconfitta in casa in questo campionato per il Vicenza. Una gara che la Reggiana è riuscita a sbloccare a suo vantaggio e che il Vicenza non è riuscito a pareggiare creando troppo poco dalle parti di Facchin. Prova poco convincente di entrambe le punte, soprattutto di Comi che non è praticamente mai entrato in partita. 


Pagelle della partita "VICENZA-REGGIANA"

Valentini 6: di fatto non compie una parata: il colpo di testa in gol di Cesarini, che arriva smarcato davanti a lui, è l’unico vero tiro in porta della Reggiana in tutta la partita. Bianchi 6,5: solita gara generosa, come nelle sue caratteristiche. Copre e spinge sulla destra fino alla fine , arrivando anche ad impegnare Facchin con un insidioso tiro-cross a fil di palo. Milesi 6: un paio di coperture provvidenziali davanti a Valentini e una gara dove è  quasi sempre efficace su Altinier che gli sfugge solo una volta nella ripresa, quando spedisce alto un colpo di testa da buona posizione. Magri 6: qualche imbarazzo di troppo con la palla tra i piedi, in particolare in una occasione dove rischia moltissimo su un attacco in pressing di Cesarini. Efficace anche se non bellissimo da vedere invece quando deve liberare l’area senza troppi fronzoli. Jakimovski 5,5: Cesarini, all’avvio dell’azione del gol, su di lui si libera fallosamente, con la complicità del guardalinee sotto la tribuna colpevolemente distratto, ma lui rimane fin troppo a terra in attesa di un fischio che non arriva e il Vicenza paga. Cerca di gestire una condizione approssimativa alternando qualche interessante spunto offensivo a pause dove rimane a fare la guardia ad un vivace Cattaneo, senza spingersi troppo oltre la metà campo. Tassi 5: un passo indietro rispetto alle ultime gare dove aveva senz’altro fatto meglio Patisce il palleggio del centrocampo granata, in particolare del duo Bovo–Riverola, che lo prende spesso in mezzo senza che lui riesca a metterci una pezza. Giacomelli 6: prova a  cambiare marcia ad un attacco che fino a quel punto non aveva certo entusiasmato. Crea una buona occasione su cui Spanò per anticipare Ferrari rischia l’autorete. Ammonito – era in diffida – sarà squalificato. Romizi 6,5: ha il merito di non mollare mai provando a mettere ordine e anche a tamponare un po’ ovunque sui centrocampisti avversari. Ci prova anche con un paio di conclusioni dalla distanza, ma la mira non è quella dei giorni migliori. Giorno 5: l'esordio di Salò aveva fatto ben sperare che potesse già essere in condizione ideale. In realtà nelle partite successive ha dimostrato di pagare l’inattività dovuta allo stop per il fallimento del Modena. Sarà sicuramente utile al Vicenza ma in questa occasione non riesce a dimostrare le sue qualità. Alimi 6: un gol di testa annullato per segnalazione di fuorigioco del “solito” guardalinee sotto la tribuna, poi combatte tra alti e bassi. Spreca sul finale un assist di Ferrari con un tiro da fuori area che finisce alle ortiche. De Giorgio 6: inizia benino con un paio di azioni entusiasmanti anche dal punto di vista tecnico. Si perde alla distanza e arretrato a centrocampo sparisce quasi del tutto dal match. 87′ Giusti s.v.: una manciata di minuti nel finale. Ferrari 5,5: si muove molto e si vede che la gamba è migliore rispetto a qualche mese fa, purtroppo però non riesce mai a liberarsi pericolosamente al tiro, patendo l’attenta e rude guardia della difesa emiliana. Comi 5: è attaccante che gradisce un tipo di gioco, fatto di cross dal fondo, che il Vicenza in questa partita fatica ad esprimere. In più nel paio di occasioni in cui l’assist giusto arriva lui non si fa trovare pronto all’appuntamento. Urge ritrovare la forma migliore.

All. Nicola ZANINI 6: il Vicenza meriterebbe di portare a casa il punticino ma l’episodio premia una Reggiana che comunque non ruba nulla. La parziale giustificazione di una squadra che, trovata una certa quadratura, è stata cambiata per i suoi tre quarti nel reparto difensivo può valere ma non va dimenticato che i biancorossi in attacco non hanno creato cose trascendentali. Con la Fermana, tra una decina di giorni, bisognerà essere sicuramente molto più incisivi per tornare a trovare i tre punti che al Menti mancando da troppo tempo. 


Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo. Assistenti: Marcello Rossi di Novara, Salvatore Affatato di Verbano Cusio Ossola.

Ammoniti: Giacomelli (Vicenza); Cianci, Crocchianti, Rosso, Vignali, Facchin (Reggiana) 

Spettatori: 7.812 totali per un incasso di 41.592 euro (6.731 abbonati per un rateo di 29.620 euro, 1.081 paganti per una quota di 11.972 euro).

Angoli: 4 - 9, Recuperi: 0' p.t., 5 s.t.

Maglia giocatori: biancorossa. Maglia portiere: blu elettrico.

Serata fredda e ventosa, temperatura ad inizio gara di circa 7 gradi, terreno in discrete condizioni.

Torneo: 
Serie C