VICENZA-PADOVA

| |
Stagione: 
2017-2018
Data: 
2018-01-27
Partita: 
VICENZA-PADOVA
Risultato: 
0-1
Reti: 
80' Guidone (P)
Stadio: 
Romeo Menti di Vicenza
Formazione locale: 

VICENZA (4-3-3) Valentini; Malomo, Crescenzi, Milesi, Giraudo; Tassi (72′ Bangu), Romizi (89′ Giusti), Alimi; De Giorgio, Ferrari (72′ Comi), Giacomelli

A disposizione: Fortunato, Costa, Bianchi, Sbrissa, Giorno, Magri, Addolori, Lucca. Allenatore: Nicola ZANINI

Formazione ospite: 

PADOVA (4-3-1-2) Bindi; Salviato, Ravanelli, Trevisan, Contessa; Pulzetti (76′ Sarno), Cappelletti, Belingheri; Pinzi (92′ Russo); Capello (92′ Mandorlini); Gliozzi (45′ Guidone)

A disposizione: Burigana, Chinellato, Zambataro, Mazzocco, Merelli, Tabanelli, Zavkov, Piovanello. Allenatore: Pierpaolo BISOLI

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

In avvio quello del Padova assomiglia a un 4-4-2 con centrocampo a rombo: Cappelletti vertice basso e Pinzi trequartista

4′ il primo tiro è di De Giorgio, un rasoterra che passa di poco alla sinistra di un attento Bindi

8′ lo schema sulla punizione nata per un fallo su Ferrari non si concretizza

Buoni i ritmi in avvio. Il Vicenza tiene maggiormente palla e chiude ordinatamente le ripartenze del Padova. Dopo 10′ però nessuna occasione

11′ combinazione Giraudo-Giacomelli, il capitano spara in porta ma la difesa respinge 

12′ Tassi (al quarto recupero in 12′) chiude ottimamente dopo un erroraccio su corner a favore che lasciava al Padova campo aperto 

14′ molto spazio lasciato a Ferrari che ha vita facile nel proteggere palla e girarsi verso la porta. Ancora una volta viene atterrato ma la punizione centrale di De Giorgio da cross che doveva essere si è trasformato in tiro morbido 

22′ il primo tiro -velleitario- è di Contessa che regala la sfera alla Sud

23′ Pinzi si tuffa in area ma è lui il primo a chiedere scusa e ammettere l’errore 

26′ PADOVA chiusura provvidenziale di Crescenzi su buon numero di Pulzetti

Per la disposizione tattica scelta da Bisoli, Pinzi e Romizi si stanno annullando. Sta così trovando maggior capacità di manovra un positivo Tassi 

28′ buona manovra in velocità sulla destra, Malomo preferisce crossare a tirare in porta e il successivo tiro di De Giorgio frutta solo un corner

30′ su un contrasto di gioco rimane a terra Tassi scontratosi in scivolata con una torsione del ginocchio sinistro

38′ si sveglia improvvisamente De Giorgio che stoppa palla da Giacomelli, supera Beligheri in velocità con un doppio passo e dai 20 metri fa partire un diagonale che sorvola di poco la traversa

40′ Milesi di testa chiude su Gliozzi dopo l’insidioso cross dalla sinistra di Belingheri 

Pinzi torna nel più naturale ruolo di vertice basso con Belingheri che prende il suo posto come trequartista. La mossa di mettere il numero 11 a marcare Romizi conferma l’idea di gioco di Bisoli del “primo non prenderle”

47′ sul primo tiro dalla bandierina Trevisan gira di testa dando l’illusione del gol

Il primo tempo si chiude sullo 0-0 senza occasioni rilevanti. Il Vicenza è sceso in campo -anche grazie al grande sostegno degli spalti- con il piglio giusto riuscendo a tenere il pallino del gioco contro la prima della classe. Né da una parte né dall’altra però si respira il profumo del gol

SECONDO TEMPO

46′ conclusione da fuori di Pinzi che impegna in tuffo Valentini

48′ dagli sviluppi di un angolo, due giocatori si ostacolano al momento del tiro e la palla finisce alta

52′ biancoscudati ancora in avanti, ci prova Pulzetti dalla distanza ma il tiro non impensierisce Valentini

56′ conclusione da fuori di Belingheri e respinta corta di Valentini su cui si avventa Guidone ma l’appoggio termina clamorosamente a lato e il Vicenza si salva

68′ Belingheri recupera palla e dal limite va alla conclusione: palla di poco a lato

70′ altro tentativo, questa volta di Capello che spara la palla in bocca a Valentini

80' GOL DEL PADOVA: tiro da fuori di Sarno, la respinta corta di Valentini viene raccolta da Guidone che appoggia in rete la palla 

86′ conclusione di Romizi che subisce una leggera deviazione, Bindi fa sua la palla 


Pagelle della partita "VICENZA-PADOVA"

Valentini 6: meriterebbe di più perchè salva la porta biancorossa in più occasioni, ma commette un paio di errori che macchiano la sua prestazione: prima sbaglia il rinvio con i piedi regalando palla a Capello che si fa recuperare da Milesi, e poi si fa sfuggire il pallone che Guidone insacca per il gol partita. Malomo 6: prestazione attenta, senza picchi, ma anche senza errori. Pur in un ruolo non suo non demerita. Crescenzi 6: gioca spesso d’anticipo sugli attaccanti avversari che di fatto non concludono mai nello specchio della porta biancorossa. Milesi 6: vedi sopra. La difesa tiene, semmai le sofferenze della ripresa sono causa delle difficoltà del centrocampo e della posizione troppo bassa della squadra. Un problema che il Vicenza aveva mostrato già nel primo tempo a Teramo. Giraudo 6,5: a sinistra il Vicenza riesce a mettere in difficoltà il Padova e il giovane di scuola granata conferma di avere doti e personalità per fare bene. Tassi 6,5: un primo tempo di buon livello in cui mostra di  avere idee e tecnica. La tenuta fisica è però limitata e nella ripresa cala fino all’inevitabile cambio. Bangu 5,5: entra e non si vede. Non positivo il suo spicchio di gara. Romizi 5,5: un giocatore troppo importante nel. economia del gioco del Vicenza e quando la serata non è quella giusta tutta la squadra ne risente. Giusti s.v.: resta in campo troppo poco per poter incidere. Alimi 6: in mezzo al campo dà peso e fisicità, e il suo lo fa. Gioca e recupera tanti palloni, commette qualche errore ma la sua prestazione è positiva. De Giorgio 6: è sua l’occasione più chiara del Vicenza con un tiro che si alza di poco sopra la traversa a portiere battuto. Quando ha la palla non la spreca mai, ma gioca forse troppo lontano dalla punta centrale. Ferrari 6: più vivace e propositivo, difende bene tanti palloni ma soffre (e non è colpa sua) di solitudine in quanto i due esterni sono sempre troppo distanti. Esce contrariato, segno che si sentiva bene e che avrebbe voluto restare in campo per lottare per la causa. Comi 6: gioca con la febbre a 38 e di più non può dare visto che si trova nella stessa situazione di Ferrari. Giacomelli 6: con Giraudo l’intesa è buona e dalla sua parte il Vicenza spesso sfonda. Mette in area due, tre palloni interessanti ma la difesa del Padova fa buona guardia.

All. Nicola ZANINI 6: uomini e scelte sono obbligate per cui può incidere poco sul match. Forse, nel momento di difficoltà nel secondo tempo, avrebbe potuto cambiare lo schieramento in un 4-3-1-2, ma non c’è il riscontro del campo e non si sa come sarebbe andata.


Arbitro: Pierantonio Perotti di Legnano. Assistenti: Daniele Marchi di Bologna, Alessio Saccenti di Modena.

Ammoniti: Malomo, Alimi, Romizi (Vicenza); Belinghieri, Pinzi, Trevisan (Padova) 

Allontanato: al 71' Zocchi (ds Vicenza) per proteste  

Spettatori: 11.510 totali per un incasso di 75.883 euro (6.123 abbonati per un rateo di 25.629 euro, 5.387 paganti per una quota di 50.254 euro).

Angoli: 4 - 3, Recuperi: 2' p.t., 4' s.t.

Maglia giocatori: biancorossa. Maglia portiere: verde.

Temperatura ad inizio gara di circa 7 gradi, terreno in buone condizioni.

Torneo: 
Serie C