Nicola ZANINI

|
Data di nascita: 
26/03/1974
Comune di nascita: 
Vicenza (VI)
Stagioni: 
2017 nov.-2018 mar.
Note biografiche: 
Nicola Zanini (Vicenza, 26 marzo 1974) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, tecnico del Vicenza.
Messosi in luce nelle giovanili del Vicenza, viene acquistato nell'estate 1990 dalla Juventus. Debutta in prima squadra a 16 anni, il 10 febbraio 1991 nella vittoria contro il Cesena. Rimasto nella primavera bianconera anche l'anno seguente, nel 1992-93 approda alla Sampdoria di Roberto Mancini dove gioca solamente una partita, complice anche la giovane età.

L'anno successivo approda in Serie C1 al Mantova dove disputa 20 gare segnando una rete. Nel 1994-95, sempre in C1, gioca nella Pistoiese e colleziona 32 presenze con 11 gol; passa poi in Serie B del Verona con cui disputa 35 partite con 7 gol all'attivo. Nel 1996-97 fa ritorno alla Sampdoria, e dopo 3 presenze ritorna in prestito al Verona con cui gioca 26 gare e realizza 2 reti.

Nel 1997-98 torna nuovamente alla Sampdoria giocando 3 volte e ad ottobre viene ceduto all'Atalanta dove disputa 10 partite sempre in Serie A, squadra con cui viene retrocesso nella serie cadetta e con cui debutta anche la stagione seguente in Serie B giocando 32 di partite con un gol. Dal 1999 al gennaio 2001 gioca una stagione e mezza nel Pescara sempre in Serie B con 23 presenze ed 8 gol il primo anno e 12 presenze il secondo anno. Nel gennaio del 2001 passa al Monza dove colleziona 17 presenze con 4 reti. L'anno seguente cambia nuovamente squadra e passa al Como dove grazie anche ai suoi 4 gol in 19 gare contribuisce alla promozione nella massima serie.

Zanini rimane però in Serie B, alla Triestina neopromossa, dove gioca 32 gare e 7 reti. Nell'estate 2003 torna al Como ma viene immediatamente ceduto al Napoli, dove disputa 36 partite segnando 5 gol. Dopo il fallimento della società partenopea nella stagione 2004-05 viene acquistato dal Genoa (insieme al compagno Vittorio Tosto), venendo impiegato nel ruolo di trequartista e con 34 presenze in campionato con 5 reti contribuisce alla promozione in Serie A, promozione che viene poi vanificata per illecito sportivo dei vertici societari.

Nell'estate del 2005 passa proprio all'Ascoli neopromosso, proprio a discapito del Genoa, in Serie A, e dopo 7 apparizioni, nel gennaio 2006 passa al Vicenza, dove con 17 presenze contribuisce alla salvezza della squadra vicentina. All'inizio della stagione 2006-07 è inizialmente titolare, ma dopo l'esonero di Camolese e l'arrivo di Gregucci perde sempre più spazio, scendendo in campo in 20 occasioni. Anche nella stagione successiva, gioca da "separato in casa", scendendo in campo in una sola occasione, tanto che, nel luglio 2008 avviene la risoluzione del contratto.

Nel settembre 2008 viene ingaggiato dall'Albignasego.

Nel settembre 2009 comincia una nuova avventura, in Eccellenza, con la maglia del rinato Treviso, dove esordisce il 20 settembre 2009 contro la Vigontina.

Dal 12 gennaio 2010 prende il posto di Giorgio Rumignani sulla panchina del Treviso. Esordisce proprio contro la Vigontina, nella prima giornata di ritorno, ottenendo il suo primo punto. Al termine della stagione ottiene un'anticipata salvezza accumulando 28 punti in 17 partite, frutto di 7 vittorie, 6 pareggi e solamente 4 sconfitte. Lascia la guida del Treviso il 30 giugno 2010, dopo la decisione, da parte della dirigenza, di scegliere come nuovo allenatore Diego Zanin.

Per la stagione 2014-15 allena gli allievi nazionali del Real Vicenza.

Rimasto senza panchina, nella stagione 2015-16 a stagione in corso viene incaricato come nuovo tecnico dei Giovanissimi Nazioni del Vicenza Calcio portando la squadra ad un traguardo storico raggiungendo le semifinali di categoria arrendendosi solo alla Roma. Confermato per la stagione 2016-17 alla guida degli Allievi Nazionali Under 16 del Vicenza Calcio. La stagione successiva viene nuovamente confermato dalla società biancorossa che gli affida la panchina della formazione Beretti. Il 21 novembre 2017 viene nominato allenatore della prima squadra.
 
Il 26 marzo 2018 viene esonerato dopo la sconfitta subita contro il Renate per 0-2 venendo sostituito da Franco Lerda. Il 10 maggio 2018 gli viene riaffidata la panchina biancorossa in occasione dei play-out contro il Santarcangelo dove i berici prevalgono sui romagnoli (2-1 al Menti, 1-1 al Mazzola di Santarcangelo di Romagna) centrando una soffertissima salvezza.
Ordine alfabetico: 
Z