REGGIANA-VICENZA

| |
Stagione: 
2017-2018
Data: 
2017-10-09
Partita: 
REGGIANA-VICENZA
Risultato: 
1-0
Reti: 
78' Riverola (R)
Stadio: 
Mapei Stadium di Reggio Emilia
Formazione locale: 

REGGIANA (4-3-3) Facchin; Ghiringhelli (74′ Spanò), Crocchianti, Bastrini, Manfrin (83′ Panizzi); Napoli (68′ Cesarini), Bovo, Riverola; Carlini, Altinier (83′ Cianci), Cesarini

A disposizione: Viola, De Santis, Zaccariello, Rocco, Lombardo, Narduzzo. Allenatore: TEDESCHI-LA ROSA


Formazione ospite: 

VICENZA (4-3-1-2) Valentini; Turi, Crescenzi, Milesi, Giraudo; Tassi (69′ Salifu), Romizi (79′ Di Molfetta), Alimi; Giacomelli (62′ Lanini), Comi (62′ Ferrari), De Giorgio

A disposizione: Fortunato, Costa, Magri, Bangu, Ferchichi. Allenatore: Alberto COLOMBO

Note: 

Fonte cronaca partita e pagelle www.biancorossi.net

PRIMO TEMPO

1′ dopo nemmeno 40” cross dalla sinistra di Giraudo, torre di Tassi con Comi troppo avanti per prendere correttamente il pallone che si schizza sul fondo

8′ sulla punizione conquistata da Giacomelli e battuta da De Giorgio la difesa della Reggiana mette via con molta fortuna dopo il tocco sotto di Comi e il salvataggio sulla linea di Facchin. Gioco sospeso per la bandierina del secondo assistente e le tute non troppo distinte dalle maglie dei giocatori in campo da parte delle panchine 

Nei primi dieci minuti la Reggiana ha già messo in mostra molti limiti nel reparto arretrato. A Comi viene concesso molto spazio anche nelle palle inattive. I padroni di casa invece devono ancora uscire dal guscio  

14′ buona azione sviluppata sulla sinistra, senza però trovare l’ultimo passaggio corretto

Puntuali al quarto d’ora arrivano i primi cori da parte di entrambe le tifoserie gemellate, ovviamente inizialmente rivolti verso chi ha deciso di giocare a quest’ora (emblematico lo striscione “Scusateci se lavoriamo”) 

18′ cross dal fondo di Napoli, Altinier non riesce a colpire al meglio per la marcatura di Crescenzi. Valentini deve ancora sporcarsi i guanti

21′ un rimpallo al limite favorisce la regia ma sul tocco ravvicinato è bravo Crescenzi ad abbassare la saracinesca mettendoci il corpo

21′ altra punizione saggiamente recuperata da Giacomelli dopo una ripartenza. Sul  traversone Comi rimane ancora ignorato ma il suo tocco di testa è troppo debole 

26′  Napoli prende palla al limite e la spara verso la porta non trovando però lo specchio

28′ Giacomelli prova una giocata delle sue ma spara troppo alto 

32′ staffilata rasoterra di De Giorgio, tutto facile per Facchin 

40′ dopo un’azione confusa Bastrini ci prova dal cerchio di centrocampo con un tiro con meno intelligenza che potenza

41′ De Giorgio pesca dall’altra parte Giacomelli che si accentra e prova la sua giocata non riuscendo a far girare il pallone sul secondo palo

42′ buona azione corale con i biancorossi che però fanno barriera molto bene al limite dell’area. A Napoli non resta che tirare da fuori con Valentini che accompagna sul fondo 

44′ Giacomelli è fortunato nel proteggere palla in ripartenza, riesce a calciare verso la porta ma guadagna solo un tiro dalla bandierina che si risolve con un campanile alzato da Giraudo 

45’+1′ Giraudo va sul fondo, ancora una volta però sull’ultimo passaggio c’è l’intercetto della difesa della Reggiana

A differenza di molte altre occasioni il Vicenza ha avuto un buon approccio alla gara e dopo una parte centrale di calo è tornata a farsi vedere dalle parti di Facchin. Qualche occasione per i biancorossi a cui è mancato solo l’ultimo spunto. La Reggiana invece dopo un avvio timido si è destata in particolare con Napoli senza però riuscire mai ad impensierire Valentini.

SECONDO TEMPO

3′ si fa trovare sorpresa la difesa biancorossa ma Carlini non è abile ad approfittarne e la retroguardia berica può rifugiarsi in angolo

5′ Bobb da fuori area, ancora una volta Valentini può accompagnare la sfera sul fondo

7′ Altienier scivola mentre prende la rincorsa per saltare di testa e il Vicenza tira un sospiro di sollievo perché la posizione era molto invitante

8′ Tassi arriva sul pallone insieme a Bovo ma entrambi lo fanno in modo scomposto (il reggiano perché in ritardo, il biancorosso perché scivolato sul piede d’appoggio). Correttamente il direttore di gara non estrae cartellini. Entrambi finiscono per essere curati a bordo campo

11′ dalla parte opposta del corner Riverola può battere al volo ma Valentini risponde a terra

Il Vicenza ha bisogno di un guizzo perché è tecnicamente superiore alla Reggiana ma non riesce più a dare continuità al proprio gioco con il rischio che i padroni di casa ne approfittino su qualche sbavatura della difesa

18′ Milesi è molto bravo a chiudere su Altinier dopo lo stop a seguire. La coppia di centrali biancorossi si sta dimostrando molto solida. Il Vicenza si sta disunendo e la Reggiana ne approfitta con un continuo pressing, serve un cambio di marcia da parte della squadra di Colombo

26′ Giraudo è abile ad anticipare di testa Carlini per il decimo angolo. Sulla sbucciata di Bovo Carlini va in rovesciata con il pallone che viene guardato da tutti ma finisce di poco a lato 

32′ Cesarini spizza appena un pallone goloso a due passi da Valentini

Ultimo quarto d’ora di gara. Il Vicenza non ha saputo trovare l’affondo quando stava mettendo alle corde la Reggiana. Vista l’inerzia degli ultimi minuti adesso sembra che l’obiettivo per i biancorossi sia quello di non finire loro stessi ko 

78' GOL DELLA REGGIANA: respinta centrale della retroguardia biancorossa, Riverola dal limite fa partire di prima intenzione un destro che viene deviato con il rimbalzo che lascia pietrificato Valentini. Vantaggio meritato

41′ De Giorgio è bravo a rubare palla all’ex Panizzi ma poi si allunga il pallone e non conquista nemmeno il corner 

43′ in difesa scivolano tutti e così Cesarini può andare al tiro che esce di poco

44′ Milesi stacca bene sul tiro dalla bandierina ma non inquadra la porta

Nell’ottava giornata di campionato il Vicenza trova il primo stop. Lo fa a Reggio Emilia contro una squadra che inizialmente si è fatta mettere sotto ma che poi è cresciuta d’intensità e nonostante dei singoli inferiori è riuscita a trovare il gol vittoria a poco più di 10′ dalla fine. Giusto il risultato: il Vicenza fallisce la prova di maturità e dovrà fare un salto di qualità in avanti in particolare in attacco per rimanere a livello delle prime. Scongiurati i problemi d’approccio, è nella ripresa che il Vicenza si è dimostrato poca cosa.  


Pagelle della partita "REGGIANA-VICENZA"

Valentini 6: sempre attento e preciso negli interventi che deve compiere. Nulla può sul gol della Reggiana scaturito da un tiro dai venti metri in cui è decisiva una involontaria deviazione di Milesi. Turi 6: prima della partita si temeva potesse essere l’anello debole della squadra, ma invece la sua prestazione, all’esordio da titolare, è sufficiente. Crescenzi 6: gli attaccanti della Reggiana creano molto poco e questo è senza dubbio merito dei difensori biancorossi. Di testa ed in anticipo respinge tutto quello che passa dalle sue parti. Milesi 6: vedi sopra. Se lo 0 a 0 resiste fino al minuto 78 il merito è della linea difensiva che nella ripresa deve affrontare l’assalto della Reggiana. All’89’ prova a trovare il gol di testa ma manda alto. Giraudo 5,5: in campo mette grinta e corsa, ma commette tanti errori di misura che vanificano le buone intenzioni. Nel finale cresce il nervosismo e commette qualche fallo di troppo. Tassi 5,5: nel primo tempo  effettua qualche buona verticalizzazione, ma è carente in fase di copertura.  Scompare nella ripresa fino a consegnarsi all’inevitabile sostituzione. Salifu 5: entra e ne azzecca poche sia in fase di recupero palla chee di impostazione. Finora è il lontanissimo parente del giovane promettente lanciato a Vicenza in serie B ormai sei anni fa da Rolando Maran. Romizi 5: qualche discreta apertura nel primo tempo ma troppo poco per chi dovrebbe prendere in mano le redini del gioco. Nella ripresa è schiacciato all’indietro e non riesce mai a far ripartire l’azione. Di Molfetta s.v.: subentra a frittata compiuta, quando è chiaro che recuperare era impresa quasi impossibile. Alimi 4,5: il tempo che passa dopo il lavoro estivo in ritiro dovrebbe aiutarlo, considerata la costituzione fisica possente, a migliorare lo stato di forma e le prestazioni. Invece le ultime partite hanno mostrato un giocatore in evidente difficoltà. Giacomelli 5,5: un cambio che non avremmo fatto, considerato che dalla sua parte sono arrivati i pericoli per la porta di Facchin. L’unico tra i biancorossi che saltava il diretto avversario e che è andato al tiro seppur con mira sballata. Lanini 5: dicono che sia giocatore dal potenziale importante e che abbia i mezzi per fare bene. Cominci a dimostrarlo sul campo perchè finora a Vicenza il suo contributo è stato molto limitato. Comi 5,5: sua l’occasione più chiara per trovare il gol con il portiere avversario che respinge con un pò di fortuna proprio sulla linea di porta. Per il resto poco altro da segnalare, ma se è costretto a giocare sempre spalle alla porta non è certo tutta colpa sua. Ferrari 4,5: oltre mezz’ora e non ne azzecca una. Sbaglia anche la scelta dei tacchetti  visto che più volte scivola e finisce per terra. De Giorgio 5: prestazione senza guizzi, quasi della serie vorrei ma non posso. Imperdonabile l’errore in occasione del gol della Reggiana quando perde palla a ridosso dell’area di rigore invece che allontanare oppure liberare lateralmente

All. Alberto COLOMBO 5,5: nella ripresa la squadra non gioca, chiudendosi nella sua metà campo senza ripartire mai. Preoccupa il calo progressivo delle prestazioni, e la metamoforsi in negativo di alcuni giocatori. La qualità a disposizione soprattutto a centrocampo non è certo di primo livello, e per questo è necessario anche cambiare l’idea di calcio con cui si era partiti. Compito non facile ma spetta a lui rimettere in pista una squadra sempre più confusa e in difficoltà.

 

Arbitro: Giampaolo Mantelli di Brescia. Assistenti: Lorenzo Li Volsi di Firenze, Filippo Bercigli di Valdarno.

Ammoniti: Crocchianti, Cianci (Reggiana); Giraudo (Vicenza)

Spettatori: 5.618 totali (4.120 abbonati per un rateo di 17.380 euro, 1.498 paganti per una quota di 8.787 euro)

Angoli: 11 - 3, Recuperi: 1' p.t., 4' s.t.

Maglia giocatori: blu scuro. Maglia portiere: rossa.

Serata mite, temperatura ad inizio gara di circa 19 gradi, terreno in discrete condizioni.

Torneo: 
Serie C