Alessandro DAL CANTO

Data di nascita: 
10/03/1975
Comune di nascita: 
Castelfranco Veneto (TV)
Stagioni: 
2013 gen.-giu.
Note biografiche: 

 da Wikipedia, l'enciclopedia libera (ultima modifica 28 gen 2013 alle 14:08)

Alessandro Dal Canto, (Castelfranco Veneto, 10 marzo 1975) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano. Terzino-stopper di 182 cm. per 77 kg. di peso, inizia la carriera professionistica nelle fila della Juventus dove nelle stagioni 1992-93 e 1993-94 disputa tre partite in serie A esordendo il 14 marzo 1993 in Brescia-Juventus 2-0.

In seguito passa per la prima volta al Vicenza per disputare il campionato di serie B 1994-95 esordendo il 3 settembre 1994 in Como-Vicenza (0-0).  Disputa 35 partite, realizzando anche il primo gol da professionista il 4 dicembre 1994 in Vicenza-Cosenza (1-1) con un tiro in diagonale di sinistro che non lascia scampo all'estremo cosentino Zunico.

Nel 1995-96 è al Torino dove gioca 16 partite nella massima serie per poi ritornare, per qualche mese, in cadetteria nelle file del Vicenza dove gioca solo la prima parte della stagione 1996-97.

Nel dicembre del 1996 passò al Venezia dove rimase per quattro stagioni, scendendo in campo 96 volte, tra Serie A e B, siglando due reti.

Nel gennaio del 2000 si trasferì al Bologna, con cui disputò 18 partite prima di passare, nell'ottobre successivo, nuovamente al Vicenza, dove rimase tre stagioni, disputando 49 incontri e segnando una sola rete.

Nel gennaio 2003 un nuovo trasferimento che lo fece diventare uno dei primi italiani a giocare nell'Est europeo, precisamente in Russia con la maglia dell'Uralan Elista, con la quale gioca 21 partite nella Premjer-Liga.

Ritornò in Italia nel gennaio del 2004, vestendo per l'ultima volta la maglia del Vicenza, con cui giocò 11 partite, per un totale di 97 con la maglia biancorossa.

Nella stagione 2004-2005 giocò ancora in Serie B, ma con la maglia del Catanzaro (26 presenze) per poi passare nella stagione successiva in serie C1 tra le file del Perugia (13 presenze).

Trascorse nel Grifone solo mezza stagione e nel gennaio del 2006 si trasferì all'Albinoleffe, dove rimase due stagioni, collezionando 47 presenze totali.

Nell'estate del 2007, svincolato, venne ingaggiato dal Treviso, dove chiude la carriera nel 2009.

Dal 1992-93 ha giocato 5 partite con la Nazionale Under-18 mentre nel 1997 ha giocato 4 partite con la Nazionale Under-23. 

Il 16 luglio 2009 diviene l'allenatore della formazione primavera del Padova. Il 15 marzo 2011 dopo l'esonero di Alessandro Calori gli viene affidata la guida del Padova in Serie B. Debutta sulla panchina biancoscudata il 19 marzo contro il Pescara (2-0 per il Padova). Con il Padova sfiora la promozione in Serie A perdendo la finale di play-off contro il Novara per 2-0 (0-0 all'andata). Tuttavia gli ottimi risultati ottenuti con i biancoscudati gli valgono il rinnovo del contratto fino al giugno 2013. A fine stagione, dopo essere arrivato 7º in campionato senza raggiungere quindi la zona play-off, non viene riconfermato sulla panchina della squadra.

Il 5 luglio 2012 acquisisce a Coverciano con il massimo dei voti il titolo di allenatore di Prima Categoria UEFA Pro e quindi il diritto di ricoprire il ruolo di tecnico in una squadra della massima serie.

Il 28 gennaio 2013 viene chiamato alla guida del Vicenza Calcio, dopo l'esonero di  Roberto Breda. A fine campionato retrocede con la squadra berica in Lega Pro Prima Divisione.

 

 

Ordine alfabetico: 
D