Andrea MANDORLINI

|
Data di nascita: 
17/07/1960
Comune di nascita: 
Ravenna (RA)
Stagioni: 
2002-2003
Note biografiche: 

Andrea Mandorlini (Ravenna, 17 luglio 1960) è un ex calciatore e allenatore di calcio italiano.

Cresciuto nel Ravenna, ha iniziato a giocare nel calcio professionistico nel Torino, con cui ha fatto il suo esordio in Serie A il 4 febbraio 1979 appena diciottenne. Dopo le 5 presenze nel primo campionato ne giocò 22 l'anno successivo, prima di passare all'Atalanta in Serie B.

Tornò a giocare in A con l'Ascoli, dove rimase per tre stagioni prima di venire chiamato dall'Inter nel 1984. A Milano giunse all'apice della carriera, arrivando a vincere lo "scudetto dei record" con Giovanni Trapattoni. Vinse quindi la Supercoppa Italiana e la Coppa UEFA nel 1991, nella sua ultima stagione al club.

Approdato all'Udinese, dopo due stagioni, nel 1993, appese le scarpette al chiodo.

Nel 1980 ha giocato una partita in Nazionale Under-21.

Iniziò ad allenare i dilettanti della Manzanese nel 1993-1994, subentrando a campionato in corso e non riuscendo ad evitare la retrocessione. Fra il 1994 e il 1998 fu allenatore in seconda al Ravenna. L'anno successivo subentrò alla guida della Triestina ad inizio campionato in Serie C2 e la guidò fino al termine della stagione.

Nel 1999, chiamato allo Spezia, conquistò la Serie C1 alla prima stagione, senza perdere nessuna partita, e sfiorando nel 2002 la Serie B perdendo ai play-off.

Chiamato al Vicenza nel 2002-03, vi rimase solo per un anno: la sua squadra riuscì anche ad entrare in lotta per la promozione, salvo poi crollare sul finale di stagione. L'anno successivo guidò l'Atalanta alla conquista della massima serie, conquistando un quinto posto in classifica; in seguito venne esonerato.

Dopo una fugace esperienza a Bologna durata solo pochi mesi, nel dicembre del 2006 si sedette sulla panchina del Padova in Serie C1. La squadra raggiunse la zona play-off a quattro giornate dalla fine, mentre perse tale posizione nelle ultime e decisive partite.

Nel giugno 2007 fu rescisso consensualmente il suo contratto con il Padova e venne ingaggiato dal Siena in Serie A. La squadra ottenne una sola vittoria in dodici giornate e il 12 novembre venne esonerato e sostituito dall'ex tecnico Mario Beretta.

Il 7 luglio 2008 fu annunciato l'ingaggio di Mandorlini (con contratto biennale) da parte del Sassuolo, neo promosso in Serie B. La squadra sfiorò l'accesso ai play-off per la promozione in Serie A e in seguito il tecnico lasciò la panchina in seguito a divergenze con la società.

Nel 2009 venne ingaggiato dai rumeni del Cluj, con cui vinse subito il campionato di Romania, il secondo nella storia del club rumeno. Ad una settimana e mezza dalla conquista dello scudetto realizzò una tripletta vincendo anche la Coppa e la Supercoppa di Romania.

Nonostante i successi ottenuti, la stagione successiva venne esonerato dopo sette giornate di campionato. Il tecnico non rimase comunque a lungo senza panchina, perché poche settimane dopo fu chiamato dall'Hellas Verona, in Prima Divisione a sostituire Giuseppe Giannini. Mandorlini riuscì, nelle ultime giornate di campionato, a centrare l'aggancio alla zona play-off con una squadra che al suo arrivo si trovava nelle ultime posizioni della classifica. Gli scaligeri vinsero anche gli spareggi promozione, eliminando prima il Sorrento e poi la Salernitana, ed il 19 giugno 2011 poterono festeggiare il ritorno in Serie B dopo quattro anni.

Grazie ai buoni risultati ottenuti nelle prime giornate di Serie B, l'11 ottobre seguente il tecnico prolunga il contratto con il club scaligero fino al 2014.

Ordine alfabetico: 
M